Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

[RECE][SUB] Wakaranai: Where Are you?


9 risposte a questa discussione

#1 JulesJT

    Wu-Tang Lover

  • Moderatore
  • 4849 Messaggi:
  • Location:Valhalla degli Otaku
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 01 February 2014 - 10:57 AM

Immagine inserita


Immagine inserita
(Versione: LooKMaNe)


Titolo originale: ワカラナイ

Regia: Masahiro Kobayashi

Paese: Giappone

Anno: 2009

Genere: Drammatico

Durata: 104'

Lingua: Giapponese

Interpreti: Yuto Kobayashi, Tokio Emoto, Masahiro Kobayashi



Immagine inserita


Sinossi

Ryo è un adolescente al quale la vita pare proprio aver voltato le spalle: la madre è ammalata ed è ricoverata in ospedale, il padre è sparito da tempo chissà dove senza lasciare più notizie, non ha un giro d'amicizie, non frequenta la scuola ed è costretto a lavorare per mettere in bocca qualcosa e pagare le spese ospedaliere della madre. Non riuscendo a resistere ai morsi della fame, comincerà a compiere delle bricconate che non faranno altro che peggiorare la sua già misera condizione esistenziale.


Immagine inserita
Immagine inserita
Immagine inserita
Immagine inserita


Commento di JulesJT

Lungometraggio profondamente neorealista, anche troppo. Protagonista è questo sedicenne (non bravissimo a recitare, bisogna dirlo) che vive, anzi, cerca di sopravvivere nonostante tutte le avversità che incontra lungo il suo cammino.
Il problema è che sembra non avere via di scampo, non si vedono margini di miglioramento in prospettiva futura per un ragazzo a cui viene impedito di vivere come tale: non studia, non gioca, non litiga, non sperimenta, non si confronta coi suoi coetanei (se non che per brevi momenti). Non può crescere. Non può vivere.
Sembra rassegnato ad arrancare in un limbo di disperazione senza uscita, affogando nella monotonia più totale, in piena solitudine. Per lui non vi sono bagliori di luce all'orizzonte, soltanto illusioni e l'insensibilità di una collettività sociale che si rivela incapace di sostenere coloro che realmente si trovano in condizioni di estremo disagio.
Le possibilità ci sono ma non gli intenti. Manca la volontà.
Pellicola fredda, amara, mostra un lato del Giappone forse sconosciuto ai più ma che risulta essere ugualmente comune in molte parti del mondo. Un paese altamente industrializzato, tecnologicamente all'avanguardia ma talvolta sordo a quelli che sono i reali bisogni di chi purtroppo è impotente.
La fotografia perfetta della società moderna.

Immagine inserita
Immagine inserita
Immagine inserita
Immagine inserita



Traduzione: Cignoman
Recensione e quality check: JulesJT


SOTTOTITOLI





Ordina il DVD su
Immagine inserita


LO STAFF RICORDA CHE È VIETATO HARDSUBBARE O METTERE IN STREAMING
I SOTTOTITOLI PUBBLICATI SU ASIANWORLD.IT


Messaggio modificato da JulesJT il 02 February 2014 - 01:23 PM

Immagine inserita


Cinema Asiatico:
Welcome to the Space Show, Udaan (2010), Goyōkin, Fuse, Dragon Town Story, The River with No Bridge, ILO ILO, A Time in Quchi
Still the Water, Norte - the End of History, The Terrorizers, Yi Yi, Stray Dogs, Tag,
Cemetery of Splendour, A Brighter Summer Day,
Labour of Love,Double Suicide, Japanese Girls at the Harbor, Nobi (Fires on the Plain), The Postmaster, Radiance, Liz and the Blue Bird
Modest Heroes,
The Seen and Unseen, Killing, Dwelling in the Fuchun Mountains, The Woman Who Ran,


L'Altro Cinema:
Kriegerin, Chop Shop, Marilena de la P7, Kinderspiel, Kes, Abbas Kiarostami (special), Hanami, L'enfance nue, Short Term 12
Mamasunción, The Rocket, The Selfish Giant,
Argentinian Lesson, Holubice, The Long Day Closes, Mon oncle Antoine, O som do Tempo
Mammu, es tevi mīlu, Skin, Une histoire sans importance, Couro de Gato, Los motivos de Berta, Ne bolit golova u dyatla, Valuri, Club Sandwich
, Whiplash, The Strange Little Cat, Cousin Jules, La fugue, Susa, Corn Island, Beshkempir, The Better Angels, Paul et Virginie, Im Keller, Ich Seh Ich Seh, Harmony Lessons, Medeas, Jess + Moss, Foreign Land, Ratcatcher, La maison des bois, Bal, The Valley of the Bees, Los insólitos peces gato, Jack, Être et avoir, Egyedül, Évolution, Hide Your Smiling Faces, Clouds of Glass, Les démons, On the Way to the Sea, Interlude in the Marshland, Tikkun, Montanha, Respire, Blind Kind, Kelid, Sameblod, Lettre d'un cinéaste à sa fille, Warrendale, The Great White Silence, Manhã de Santo António, The Wounded Angel, Days of Gray, Voyage of Time: Life's Journey,Quatre nuits d'un rêveur, This Side of Paradise, La jeune fille sans mains, La petite fille qui aimait trop les allumettes, CoinCoin et les Z'inhumains, Brothers, Permanent Green Light, Ryuichi Sakamoto: Coda, Travel Songs, Reminiscences of a Journey to Lithuania, Retouch, Barn, Fauve, Fragment of an Empire, Ravens, The Trouble with Being Born, Without, Limbo (2020), The Girl and the Spider, Earwig,

Drama: Oshin, Going My Home
Focus: AW - Anime Project 2013, Sull'Onda di Taiwan, Art Theatre Guild of Japan, Allan King, Jonas Mekas,

#2 Shimamura

    Agente del Caos

  • Moderatore
  • 3575 Messaggi:
  • Location:La fine del mondo
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 01 February 2014 - 12:38 PM

Grazie mille al cigno e al buon Jules. Come si sa io adoro Kobayashi!

Hear Me Talkin' to Ya




Subtitles for AsianWorld:
AsianCinema: Laura (Rolla, 1974), di Terayama Shuji; Day Dream (Hakujitsumu, 1964), di Takechi Tetsuji; Crossways (Jujiro, 1928), di Kinugasa Teinosuke; The Rebirth (Ai no yokan, 2007), di Kobayashi Masahiro; (/w trashit) Air Doll (Kuki ningyo, 2009), di Koreeda Hirokazu; Farewell to the Ark (Saraba hakobune, 1984), di Terayama Shuji; Violent Virgin (Shojo geba-geba, 1969), di Wakamatsu Koji; OneDay (You yii tian, 2010), di Hou Chi-Jan; Rain Dogs (Tay yang yue, 2006), di Ho Yuhang; Tokyo Olympiad (Tokyo Orimpikku, 1965), di Ichikawa Kon; Secrets Behind the Wall (Kabe no naka no himegoto, 1965) di Wakamatsu Koji; Black Snow (Kuroi yuki, 1965), di Takechi Tetsuji; A City of Sadness (Bēiqíng chéngshì, 1989), di Hou Hsiao-hsien; Silence Has no Wings (Tobenai chinmoku, 1966), di Kuroki Kazuo; Nanami: Inferno of First Love (Hatsukoi: Jigoku-hen, 1968) di Hani Susumu; The Man Who Left His Will on Film (Tokyo senso sengo hiwa, 1970), di Oshima Nagisa.
AltroCinema: Polytechnique (2009), di Denis Villeneuve ; Mishima, a Life in Four Chapters (1985), di Paul Schrader; Silent Souls (Ovsyanky, 2010), di Aleksei Fedorchenko; La petite vendeuse de soleil (1999), di Djibril Diop Mambéty; Touki Bouki (1973), di Djibril Diop Mambéty.
Focus: Art Theatre Guild of Japan
Recensioni per AsianWorld: Bakushu di Ozu Yasujiro (1951); Bashun di Ozu Yasujiro (1949); Narayama bushiko di Imamura Shohei (1983).

#3 Cignoman

    Direttore del montaggio

  • Membro storico
  • 2847 Messaggi:
  • Location:Nowhere
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 01 February 2014 - 01:35 PM

Masahiro Kobayashi lo conosciamo già. Chi non lo conoscesse provveda. In particolare chi ha visto The Rebirth sa dove può arrivare nel tentare di esprimere il dolore sordo, senza speranza, l'incomunicabilità. E soprattutto sa come la sua sia una mano giapponese in senso classico, che procede per sottrazione, riducendo i dialoghi al minimo, portando il realismo oltre il cinema convenzionale, QUASI oltre ogni compromesso di spettacolarizzazione. Toglie quasi tutto, lasciando uno sguardo inquieto che segue ossessivamente i suoi personaggi, luci glaciali, percorsi che hanno tutto il sapore dell'orrore reiterato della quotidianità umana. O disumana? Kobayashi ha un passato da scrittore di canzoni folk (e l'apertura stessa del film riecheggia quel passato), ha sceneggiato di tutto, specie nel genere pinku e quando lavora per un SUO film lo fa con l'autonomia di un autore che non vuole niente da nessuno.
Wakaranai non è un film piacevole, in nessun modo. Wakaranai è un lungo incubo crudele e totalizzante, reiterato nei gesti di ogni giorno. È un viaggio nella miseria e nella disperazione. L'unica via di fuga dall'incubo è in una barca dipinta di azzurro, nascosta oltre un bosco, in un indirizzo sullo stradario, una vecchia fotografia, nell'idea remota di ricongiungersi ad un padre sconosciuto. Ryo è attaccato come un embrione alla madre, la quale sta morendo nel dolore, col cuore pieno di astio per la vita e per quell'uomo che non le ha dato nulla. Eppure morirà con la fede stretta nel pugno. Ryo va a fondo con la madre, del tutto immerso in quel dolore. Si aggrappa alla vita nella miseria, nel buio, strappando ogni respiro ad una busta di noodle liofilizzati. Kombini. Baracca, senza elettricità. Strade anonime. La casa di cura. Si confronta con entità burocraticamente ostili, estranee, disumane. Dov'è la scuola? Dove sono i servizi sociali? Un deserto. In particolare il dialogo con il contabile della casa di cura sembra uscito dalla penna di Kafka. È questo il Giappone di oggi? Probabilmente sì, per alcuni, per gli emarginati. Ti dovrai caricare il corpo di tua madre sulle spalle con le tue mani, ragazzo. Compiere un rito d'addio, consegnare il suo corpo all'oblio. Fuggire. "Per arrivare laggiù potrebbe volerci un lungo viaggio". Dov'è tuo padre?

Forse c'è qualche estetismo di troppo e il protagonista è davvero poco espressivo. Per me però vale almeno un 8.

Messaggio modificato da Cignoman il 01 February 2014 - 06:36 PM

Immagine inserita


#4 JulesJT

    Wu-Tang Lover

  • Moderatore
  • 4849 Messaggi:
  • Location:Valhalla degli Otaku
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 01 February 2014 - 01:38 PM

Ringrazio INFINITAMENTE il prode Cignoman per aver tradotto il suddetto film alla velocità del suono.
Impareggiabile. E complimenti per il commento. Chapeau! :em69:

Sarò sincero, l'interpretazione di Yuto Kobayashi non mi è piaciuta (spesso si capisce che interpreta un ruolo); a mio avviso ha accentuato troppo certi comportamenti, alcuni modi di fare (gli sguardi o le camminate, ad esempio.... ho trovato che fossero un po' innaturali). Ma rimane tuttavia il mio modo di vedere le cose.
Si tratta in definitiva di un film abbastanza pesantuccio >__< a tratti deprimente e che infonde un forte senso di sfiducia nel prossimo.
Tuttavia merita ampiamente una visione.
Sarà faticoso per i "buoni di cuore" giungere al fondo della pellicola. Soffrirete assai. :em07:


NOTA: il film si interrompe tutt'a un tratto a 1h 43' 57''. È normalissimo, la durata originale è quella (1h 44' o giù di lì).

Messaggio modificato da JulesJT il 01 February 2014 - 01:51 PM

Immagine inserita


Cinema Asiatico:
Welcome to the Space Show, Udaan (2010), Goyōkin, Fuse, Dragon Town Story, The River with No Bridge, ILO ILO, A Time in Quchi
Still the Water, Norte - the End of History, The Terrorizers, Yi Yi, Stray Dogs, Tag,
Cemetery of Splendour, A Brighter Summer Day,
Labour of Love,Double Suicide, Japanese Girls at the Harbor, Nobi (Fires on the Plain), The Postmaster, Radiance, Liz and the Blue Bird
Modest Heroes,
The Seen and Unseen, Killing, Dwelling in the Fuchun Mountains, The Woman Who Ran,


L'Altro Cinema:
Kriegerin, Chop Shop, Marilena de la P7, Kinderspiel, Kes, Abbas Kiarostami (special), Hanami, L'enfance nue, Short Term 12
Mamasunción, The Rocket, The Selfish Giant,
Argentinian Lesson, Holubice, The Long Day Closes, Mon oncle Antoine, O som do Tempo
Mammu, es tevi mīlu, Skin, Une histoire sans importance, Couro de Gato, Los motivos de Berta, Ne bolit golova u dyatla, Valuri, Club Sandwich
, Whiplash, The Strange Little Cat, Cousin Jules, La fugue, Susa, Corn Island, Beshkempir, The Better Angels, Paul et Virginie, Im Keller, Ich Seh Ich Seh, Harmony Lessons, Medeas, Jess + Moss, Foreign Land, Ratcatcher, La maison des bois, Bal, The Valley of the Bees, Los insólitos peces gato, Jack, Être et avoir, Egyedül, Évolution, Hide Your Smiling Faces, Clouds of Glass, Les démons, On the Way to the Sea, Interlude in the Marshland, Tikkun, Montanha, Respire, Blind Kind, Kelid, Sameblod, Lettre d'un cinéaste à sa fille, Warrendale, The Great White Silence, Manhã de Santo António, The Wounded Angel, Days of Gray, Voyage of Time: Life's Journey,Quatre nuits d'un rêveur, This Side of Paradise, La jeune fille sans mains, La petite fille qui aimait trop les allumettes, CoinCoin et les Z'inhumains, Brothers, Permanent Green Light, Ryuichi Sakamoto: Coda, Travel Songs, Reminiscences of a Journey to Lithuania, Retouch, Barn, Fauve, Fragment of an Empire, Ravens, The Trouble with Being Born, Without, Limbo (2020), The Girl and the Spider, Earwig,

Drama: Oshin, Going My Home
Focus: AW - Anime Project 2013, Sull'Onda di Taiwan, Art Theatre Guild of Japan, Allan King, Jonas Mekas,

#5 andreapulp

    Microfonista

  • Membro
  • 161 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 01 February 2014 - 03:26 PM

Vi voglio troppo bene ragazzi! Grazie di cuore:)

#6 Woody

    Microfonista

  • Membro
  • 182 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 01 February 2014 - 08:33 PM

Confesso di non aver mai visto un film di questo regista e, dopo aver letto la recensione, me ne pento.
Provvederò subito!

E grazie ancora per i sub!

#7 Kiny0

    Direttore del montaggio

  • Moderatore
  • 2299 Messaggi:
  • Location:Alghero (SS)
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 02 February 2014 - 02:37 AM

Quoto Woody e provvederò anche io!

Immagine inserita



Traduzioni, recensioni*, adattamenti** e film ora in DVD***
Cinema Asiatico: Lost in Beijing (2007), Buddha Mountain (2010: w/ fabiojappo), Dirty Maria (1998), Samurai Rebellion (1967)***, The Ravaged House (2004: w/ fabiojappo), Freesia: Bullet Over Tears (2007), Il racconto di Watt Poe (1988)*, Cuffs (2002), Tokyo Marigold (2001: w/ fabiojappo), Villon's Wife (2009), Yellow Flower (1998), Going My Home - ep.6 (2012), A Gap in the Skin (2005), Inuyashiki (2018), Ajin: Demi-Human (2017), Dream, After Dream (1981), Chime (2024);
Altro Cinema: A Time for Drunken Horses (2000)**, Marooned in Iraq (2002), Mio in the Land of Faraway (1987), Breath (2017), High Ground (2020)***, Eroica (2003), Japan's Secret Shame (2018), La maman et la putain (1973)**, Les petites fugues (1979);
Retrospettive: Kumakiri Kazuyoshi (w/ fabiojappo & Tyto), Asano Tadanobu (w/ calimerina66, fabiojappo & ReikoMorita);
Revisioni: 1778 Stories of Me and My Wife (2011), Under the Hawthorn Tree (2011), Mekong Hotel (2012), Headshot (2011), BARFI! (2012), Rhino Season (2012), Metéora (2012), Secret Chronicle: She Beast Market (1974), The Other Bank (2009), The Good Road (2013), Just the Wind (2012), Daf (2003), AUN (2011), Jin (2013), Day and Night (2004), Nothing's all bad (2010), Saving General Yang (2013), Miss Zombie (2013), Legend of the Wolf (1997), Here comes the Bride (2010), Omar (2013), The Missing Picture (2013), The Legend of the Eight Samurai (1983), A Scoundrel (1965), Hope (2013), Empress Wu Tse-Tien (1963), Be with You (2018), Rage (2016), Himeanole (2016), Her Love Boils Bathwater (2016), Cutie Honey: Tears (2016), Good Morning Show (2016), Capturing Dad (2013), The 8-Year Engagement (2017), Golden Slumber (2018), When I Get Home, My Wife Always Pretends To Be Dead (2018), In the Heat of the Sun (1994), Memories of Tomorrow (2006), Send Me to the Clouds (2019), Éloge de l'amour (2001), Don Quixote (2010), Petal Dance (2013), The Family (2015), The Silent Forest (2020), Seobok (2021), Sweet Little Lies (2010), Passion (2008), The Witness (2018), Eyes of the Spider (1998), The Day of Destruction (2020), Under the Open Sky (2020), A midsummer's Fantasia (2014), The Witch: Part 1 - The Subversion (2018), Blind Woman's Curse (1970), Tonda Couple (1980), Kagero-za (1981), Haruko Azumi Is Missing (2016), Blue (2002), I Am Waiting (1957), Tugumi (1990), Girls' Encounter (2017), The Emperor's Naked Army Marches On (1987), Yumeji (1991), Fukuoka (2020), Ju Dou (1990)**, Satan's Slaves (2017), Apart (2020), Sauve qui peut (la vie) (1980).

#8 fabiojappo

    Regista

  • Moderatore
  • 4777 Messaggi:
  • Location:Alghero
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 02 February 2014 - 11:55 AM

Grazie Cigno, gran rientro come subber ! :) Recupererò presto e ricordo che dello stesso regista in archivio c'è, oltre al già citato The Rebirth, anche Haru's Journey proposto di recente da Ishta

Messaggio modificato da fabiojappo il 02 February 2014 - 11:58 AM


#9 Darkou

    Cameraman

  • Membro
  • 904 Messaggi:
  • Location:Saffattirrella
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 02 February 2014 - 07:37 PM

il regista non lo conosco.. ma il commento di jules in scheda mi ha convinto! :em16:

>>AIUTATEMI, CONSIGLIATEMI DEI FILM!!<<


Immagine inserita


Traduzioni "Cinema Asiatico": Legend of the Wolf (Hong Kong; 1997); Shaolin Mantis (Hong Kong; 1978); Crippled Avengers (Hong Kong; 1978); Five Element Ninjas (Hong Kong; 1982); Opium and the Kung Fu Master (Hong Kong; 1984); Rikidōzan (Corea del Sud; 2004); Empress Wu Tse-Tien (Hong Kong; 1963); Shaolin and Wu Tang (Hong Kong; 1983); The Shaolin Temple (Hong Kong; 1982); The Kid from the Big Apple (Malesia; 2016); Slice (Thailandia; 2009); Tiger on the Beat (Hong Kong; 1988); Hand of Death (Hong Kong; 1976);

Traduzioni "L'altro Cinema": Dancehall Queen (Giamaica; 1997); Khadak (Belgio; 2006); Dragon Ball Z: Light of Hope (USA; 2014); Sleeping Dogs: Live Action (USA; 2012); One Love (Giamaica; 2003);


"Escape from Babylon"






1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi