Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

[RECE][SUB] Buddha Mountain



16 risposte a questa discussione

#1 fabiojappo

    Produttore

  • Moderatore
  • 3981 Messaggi:
  • Location:Alghero
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 16 December 2011 - 11:37 AM

Buddha Mountain


Immagine inserita



Titolo originale: Guan yin shan

Nazione: Cina
Anno: 2010

Durata: 102 minuti
Sceneggiatura: Fang Li, Li Yu
Regia: Li Yu
Genere: Drammatico
Cast: Fan Bingbing, Berlin Chen, Fei Long, Sylvia Chang



Traduzione: Kiny0 e fabiojappo
Revisione: Tyto



Immagine inserita



Trama

Nan Feng, Ding Bo e Fei Zao sono amici inseparabili. Un giorno, mentre stanno cercando un nuovo posto dove vivere insieme, incontrano la signora Chang, cantante dell'Opera di Pechino ormai ritirata che sta affittando delle camere. Tra i giovani e la donna, rimasta sola e disperata dopo la morte del figlio, si stabilisce un bel rapporto.



Immagine inserita


Immagine inserita



Commento di fabiojappo

Famiglie in crisi, rapporti difficili tra padri (ubriaconi) e figli, giovani tormentati, elaborazione del lutto, solitudine, amicizia, spiritualità buddista, terremoto (quello terribile di Wenchuan nel 2008)... Ci infila tante cose Li Yu nel suo nuovo film. Troppe probabilmente. Eppure "Buddha Mountain" è alla fine un film riuscito, bello, emozionante.

Merito innanzitutto delle ottime interpretazioni fornite dai quattro protagonisti. A cominciare da Sylvia Chang, straordinaria, e da Fan Bingbing, sempre più brava (e bella). Da sottolineare per esempio l'intensità che riesce a dare nella scena in cui si scola una bottiglia davanti al padre. L'uso della camera a mano (che di solito non mi piace) non infastidisce. Anzi avvicina lo spettatore a questi personaggi. Magari un po' sbandati, ma dotati di grande umanità. Come quando si prendono cura della signora Chang.

Il rapporto che i quattro instaurano sembra quasi dimostrare la possibilità che tra le generazioni non ci sia solo uno scontro, ma anche un incontro. Tra il vecchio e il nuovo, tra l'Opera di Pechino e quel Michael Jackson adorato dal simpatico cicciottello del trio di giovani.



Immagine inserita




Note... buddiste (consulenza di Cignoman)

"La montagna di Guanyin" è la traduzione in italiano del titolo del film. Guanyin è il bodhisattva buddhista della compassione, ovvero la rappresentazione dell'infinita e perfetta compassione di un essere illuminato, totalmente votato all'emancipazione di tutti gli esseri senzienti dal dolore, la cui causa in senso buddhista è l'impermanenza, la transitorietà di tutte le cose.

Rappresentato spesso in sembianze femminili, viene venerato nell'Asia orientale. Letteralmente il nome per esteso, Guanshiyin, significa "colei che posa il suo sguardo su tutti i lamenti del mondo". L'equivalente giapponese è la dea Kannon, in Vietnam è Quan Âm, in Corea è Gwan-eum, mentre in sanscrito la personificazione della compassione corrispondente è il bodhisattva (in sembianze maschili, in questo caso) Avalokitesvara, la matrice indiana originaria, secondo molti studiosi.

Nel film "Buddha Mountain", la statua di Guanyin nel piccolo tempio è rappresentata con un vaso nella mano sinistra, contenitore del nettare della liberazione eterna, il nirvana.



Immagine inserita



SOTTOTITOLI

(versione shinostarr)



Della stessa regista in archivio i sottotitoli di Lost in Beijing (a cura di Kiny0)




Ordina il DVD su

Immagine inserita


Messaggio modificato da fabiojappo il 28 October 2015 - 10:34 AM


#2 Cignoman

    Direttore del montaggio

  • Membro storico
  • 2847 Messaggi:
  • Location:Nowhere
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 16 December 2011 - 01:29 PM

A me è piaciuto davvero molto, gli si possono imputare solo 2 cose.
1) Li Yu ha la tendenza ad infilare sempre delle sequenze estetizzanti fini a se stesse o, come direbbe il nostro battleroyale, "videoclippare", per quanto molto belle nel loro genere.
2) Nella parte finale la signora Chang esplicita nel suo dialogo con il monaco del tempietto di Guanyin la sua esperienza di convivenza con i 3 giovani protagonisti (non dico altro per noi togliervi il gusto della visione): quel dialogo l'ho trovato davvero troppo didascalico, non ce n'era bisogno, sembra come una sorta di "nota a margine" destinata ad un pubblico "meno perspicace".
E passiamo ai punti forti: trama interessante, sceneggiatura scritta molto bene, a parte la nota negativa numero (2) a cui ho fatto riferimento sopra, regia notevole, a parte la nota negativa numero (1) sopra, ottima fotografia, attori ECCELLENTI, Fan Bingbing e Sylvia Chang TOP LEVEL, colonna sonora che amerei recuperare (se qualcuno ne sa qualcosa mi faccia sapere). Il mio voto nel complesso è 8.

Immagine inserita


Immagine inserita


Immagine inserita


Immagine inserita


Messaggio modificato da Cignoman il 16 December 2011 - 01:45 PM

Immagine inserita


#3 sobek

    雪狐

  • Membro
  • 513 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 16 December 2011 - 01:51 PM

Ottimo lavoro ! Grazie ai subber naturalmente.
Concordo in larga parte con Cigno; il difetto di cui parla , e che secondo me è insito nel modo di fare cinema della regista e cioè essere piuttosto ambiziosa nella narrazione, è ampiamente soverchiato dalla stesura finale che ne fa un lavoro che a me è piaciuto molto, anche grazie alla straordinaria prova di una splendida Sylvia Chang e nel complesso di tutto il cast; momenti di grande cinema (ad esempio,quello cui si riferisce la prima immagine del post di Fabiojappo) e confronto generazionale all'ombra della dea anche della fertilità riuscito.

#4 ziadada

    Direttore della fotografia

  • Membro
  • 1710 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 16 December 2011 - 01:57 PM

Grazie! Spero di riuscire a vederlo al più presto :em07:
"So you believe in ghosts, do you sergeant?"
"I believe in God the Father, God the Son and the sidhe ridin' the wind."

#5 gattamatta

    Microfonista

  • Membro
  • 102 Messaggi:
  • Location:Trento
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 16 December 2011 - 02:48 PM

Grazie!

#6 Asaka

    Direttore della fotografia

  • Membro storico
  • 1300 Messaggi:
  • Location:Sotto un pianoforte. O davanti. Dipende.
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 16 December 2011 - 02:52 PM

Grazie ragazzi della traduzione e della presentazione allettante :em64:
Prendo e spero di vedere al più presto :em71:

#7 Tyto

    Microfonista

  • Membro
  • 208 Messaggi:
  • Location:Pistoia
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 16 December 2011 - 03:19 PM

Concordo con le considerazioni di Cignoman. Ma è proprio la voglia (giusta) di trovare un neo ad un film davvero ben fatto.
Ne consiglio assolutamente la visione a tutti.
Un grazie a Kiny0 e Fabiojappo per avermi coinvolto nella revisione.
file:///C:/Users/Francesco/Desktop/Francesco/Personale/inkan/Inkan.jpgImmagine inserita

#8 François Truffaut

    Wonghiano

  • Amministratore
  • 12807 Messaggi:
  • Location:Oriental Hotel
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 16 December 2011 - 03:32 PM

E' la terza via del cinema cinese (né troppo indipendente, né troppo mainstream) che vorrei vedere più spesso.
Film altalenante, forse troppo ambizioso, ma con una Sylvia Chang maestosa, una Fan Bingbing bella e brava ed una regia che sa regalare momenti di grande intensità (vedi la scena del treno). Concordo con cigno e sobek, Ad ogni modo, un film da vedere! Grazie ragazzi.

Cinema Taiwanese su AsianWorld.it



Immagine inserita

Naomi Kawase: il cinema, i film

Immagine inserita



Sottotitoli per AsianWorld: The Most Distant Course (di Lin Jing-jie, 2007) - The Time to Live and the Time to Die (di Hou Hsiao-hsien, 1985) - The Valiant Ones (di King Hu, 1975) - The Mourning Forest (di Naomi Kawase, 2007) - Loving You (di Johnnie To, 1995) - Tokyo Sonata (di Kiyoshi Kurosawa, 2008) - Nanayo (di Naomi Kawase, 2008)

#9 fabiojappo

    Produttore

  • Moderatore
  • 3981 Messaggi:
  • Location:Alghero
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 16 December 2011 - 03:55 PM

sobek, il 16 December 2011 - 01:51 PM, ha scritto:

momenti di grande cinema (ad esempio,quello cui si riferisce la prima immagine del post di Fabiojappo)

Già ! Quando stavo "catturando" le immagini per la rece è il primo momento che mi è venuto in mente.

Ringrazio tantissimo Kiny0 che ha tradotto, molto bene, metà dei sottotitoli. Tyto che ha fatto in tempi rapidissimi la revisione. E Cignoman per il prezioso approfondimento.

Messaggio modificato da fabiojappo il 16 December 2011 - 03:55 PM






1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi