Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

[RECE][SUB] Kiki's Delivery Service


6 risposte a questa discussione

#1 Elle82

    Cameraman

  • Moderatore
  • 615 Messaggi:
  • Location:Vicenza
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 24 March 2015 - 01:09 PM

Il MIST Fansub presenta


Kiki's Delivery Service


Immagine inserita


★ INFO ★

Titolo: Majo no Takkyubin (魔女の宅急便)
Genere: Fantasy
Durata: 108 min.
Uscita: 1 marzo 2014
Sceneggiatura: Kadono Eiko (racconto), Okudera Satoko, Shimizu Takashi
Regia: Shimizu Takashi


★ CAST ★
Koshiba Fuka: Kiki
Ono Machiko: Osono
Yamamoto Hiroshi: Fukuo
Miyazawa Rie: Kokiri, mamma di Kiki
Tsutsui Michitaka: Okino, papà di Kiki
Hirota Ryohei: Tombo
Arai Hirofumi: Nazuru
Asano Tadanobu: prof. Ishi
Kotobuki Minako: gatto nero Jiji (voce)

★ TRAMA ★
Kiki è una ragazzina costretta ad abbandonare la sua casa per un anno poiché deve iniziare l'addestramento da strega. Dopo aver salutato amici e parenti, Kiki parte in sella alla sua scopa in compagnia del suo amato gatto Jiji.


Immagine inserita

★ CURIOSITÀ ★
■ Il film è tratto dall'omonimo racconto fantasy per bambini di Kadono Eiko (pubblicato per la prima volta il 25 gennaio 1985 dalla Fukuinkan Shoten).
■ Le riprese sono iniziate il 25 maggio 2013 allo studio Toei di Tokyo.
■ Già nel 1989 lo Studio Ghibli aveva realizzato una meravigliosa una trasposizione animata del racconto.


Immagine inserita


★ TRAILER ★



★ CREDITS ★

Traduzione: Exenia
Revisione: Giabonip
QC: Exenia


SOTTOTITOLI



Ordina il DVD su

Immagine inserita


Messaggio modificato da Kiny0 il 25 March 2015 - 01:39 PM


#2 Meiko Kaji

    PortaCaffé

  • Membro
  • 33 Messaggi:
  • Sesso:

Inviato 24 March 2015 - 09:22 PM

Ho visto prima questo, poi il film di Miyazaki.
Nella versione live, il riferimento alla forza del cuore mi sembra molto più esplicito che nell'anime (il che può far storcere il naso), c'è un passaggio che trovo commovente sebbene magari fine a se stesso: Tonbo non è così amico di Kiki come nella versione animata, e le chiede di fare una consegna, - ingannandola, perchè la consegna è solo una scusa per vederla volare - chiedendole poi con insistenza dove stia il trucco. Arriva perfino a buttarla a terra con una spinta, e devo dire che la giovane attrice Fûka Koshiba mi convince quando si rialza, esterefatta di tale gesto, e dichiara, fissando Tonbo, senza paura di mostrare la sua fragilità, "forse è meglio se me ne vado". Veramente questa scena mostra il candore perfetto della piccola strega, non rancorosa, ma stupefatta di essere stata buttata a terra, e rimpiango che entrambe le versioni non si mantengano su questi registri a me più congeniali. In quegli occhi che guardano Tonbo increduli, spettatori per la prima volta della durezza del mondo, scorgo la vera statura di Kiki, perchè non risponde all'azione violenta dell'"avversario", e non cambia il suo atteggiamento verso il mondo. Continua a credere nelle sue idee, all'insegnamento della madre ("ricorda di non abbandonare mai il sorriso, qualsiasi cosa accada"): sembra un personaggio compassionevole senza saperlo, non risponde all'atto di violenza (piccolo piccolo, ma significativo). È un momento definitivo nella vita, specie in un anno di noviziato. Così descrive un momento importante della sua vita Castaneda, quando riesce a ricordarsi del "bambino col naso a patata":

Mi seguiva sempre e manteneva perfino il segreto sul fatto che ero io il responsabile di qualche marachella ai danni del preside. Eppure continuavo a fargli i dispetti. Un giorno feci cadere apposta una pesante lavagna che lo colpì; il banco a cui sedeva attutì l'urto, ma il colpo fu così forte che gli ruppe la clavicola; cadde a terra, io lo aiutai ad alzarsi e vidi nei suoi occhi il dolore e la paura mentre mi guardava e si afferrava a me. Vederlo soffrire con un braccio storpiato, fu per me un colpo maggiore di quanto potessi tollerare. Per anni avevo combattuto aspramente contro i miei cugini, e avevo vinto; avevo sconfitto i miei nemici; mi ero sentito buono e potente fino al momento in cui la vista del bambino col naso a patata che piangeva aveva demolito le mie vittorie. Abbandonai immediatamente la battaglia.

È stata questa scena che mi ha fatto, se non amare, perlomeno voler un po' di bene a questo film.
Poi l'attrice la trovo perfetta, capace di mantenere un'aura di ingenuità nonostante sia molto bella.
Come gusto personale, direi che la prima metà del film si mantenga su ottimi livelli per il suo genere, mentre nella seconda mi pare ci sia qualche caduta nel sentimentalistico. Soprattutto, non mi piace la canzone che accompagna e restituisce la forza d'animo a Kiki, ed è un elemento troppo importante nell'economia del film per poter soprassedere sulla sua qualità. Capisco che i gusti dei ragazzini possano essere questi, che la gente impazzisca per delle canzoni alla Whitney Houston, ma concedere troppo al gusto del pubblico lo trovo imperdonabile.
Comunque, riassumendo, il buono mi pare maggiore del cattivo, ed il film, sebbene soprattutto per merito della giovane attrice, mi ha piuttosto divertito.

Grazie per i sottotitoli!

Immagine inserita


"Come puoi vedere, sono una nullità. Nient'altro che una vagabonda senza casa."


Immagine inserita


#3 Îshta

    Cameraman

  • Moderatore
  • 544 Messaggi:
  • Location:Emilia
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 24 March 2015 - 10:44 PM

Kiki è insieme a Sanpei, un live-action da vedere.
Condivido ciò che ha detto Meiko Kaji. E' molto ben fatta la prima parte, che riesce a racchiudere tutti i valori dell'anime e della storia originale; un po' meno riuscita la seconda. Nel complesso è una piacevolissima visione.
Molto bella l'attrice protagonista.

Grazie per i subs! :em64:

❀ ••• ••• ••• ❀


Traduzioni: Mai Mai Miracle (di Sunao Katabuchi, 2009) - Happy Ero Christmas (di Lee Geon-dong, 2005) - Flower in the Pocket (di Liew Seng Tat, 2007) - Summer Vacation 1999 (di Shusuke Kaneko, 1988) - Haru's Journey (di Masahiro Kobayashi, 2010) - Otona Joshi no Anime (Special 1, 2011) - Usagi Drop (di Sabu, 2011) - Yellow Elephant (di Ryuichi Hiroki, 2013) - We Were There parte 1&2 (di Miki Takahiro, 2012) - Cherry Tomato (di Jung Young-Bae, 2007) - The Assassin (di Hou Hsiao-Hsien, 2015) - 100 Yen Love (di Masaharu Take, 2014), Fruits Of Faith (di Yoshihiro Nakamura, 2013)
Traduzioni in Collaborazione: Love For Live (di Gu Changwei, 2011) - Typhoon Club (di Somai Shinji, 1985) - Inochi (di Tetsuo Shinohara, 2002)
Revisioni: Tenchi: The Samurai Astronomer (di Takita Yojiro, 2012)
Drama: Seirei no Moribito (2016)

FOCUS SOMAI SHINJI: Sailor Suit and Machine Gun (1981) - The Catch (1983) - Moving (1993) - The Friends (1994)



❀ ••• ••• ••• ❀


Immagine inserita


❀ ••• ••• ••• ❀


Immagine inserita


rescue, rehab, release. . . and inspire


#4 JulesWU

    Wu-Tang Lover

  • Moderatore
  • 4033 Messaggi:
  • Location:Walhalla degli Otaku
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 25 March 2015 - 09:56 AM

Grazie per i sub. Ammetto di essere stato tra i primi a criticare qui sul forum il suddetto titolo perché non sopporto a prescindere questo genere di trasposizioni (anime --> live action), soprattutto se riguardanti un'opera di Miyazaki e soci.
Tuttavia la curiosità ha iniziato a farsi sentire e un'occhiata non può certo guastare. Magari riuscirò ad andare oltre la mia intransigenza da irriducibile ghibliano. :em66:

#5 fabiojappo

    Produttore

  • Moderatore
  • 3961 Messaggi:
  • Location:Alghero
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 25 March 2015 - 01:24 PM

Grazie !
Anche io sono, diciamo, prevenuto da fedele evanghiblista. Ma proverò a guardarlo con occhi non velati dal pregiudizio

#6 Kiny0

    Direttore della fotografia

  • Moderatore
  • 1437 Messaggi:
  • Location:Alghero (SS)
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 25 March 2015 - 01:47 PM

Bel live-action, ai livelli di Sanpei e Rurouni Kenshin. Bravi tutti gli attori (Asano fuori di testa come sempre)! Quoto anche quello detto da Meiko Kaji.

@Jules: il fatto è che anche il film della Ghibli (del 1989) non è originale perché tratto dal romanzo (del 1985) che, tra le altre cose, ho avuto tra le mani parecchie volte senza mai comprarlo...

Immagine inserita


Tradotti per AsianWorld Cinema Asiatico Lost in Beijing (2007), Buddha Mountain (2010: w/ fabiojappo), Dirty Maria (1998), Samurai Rebellion (1967), The Ravaged House (2004: w/ fabiojappo), Freesia: Bullet Over Tears (2007), Cuffs (2002), Tokyo Marigold (2010: w/ fabiojappo), Villon's Wife (2009), Yellow Flower (1998), Going My Home - ep.06 (2012), A Gap in the Skin (2005); Altro Cinema A Time for Drunken Horses (2000), Marooned in Iraq (2002); Retrospettive Kumakiri Kazuyoshi (w/ fabiojappo & Tyto), Asano Tadanobu (w/ calimerina66, fabiojappo & ReikoMorita); Recensioni Il racconto di Watt Poe (1988); Revisioni 1778 Stories of Me and My Wife (2011), Under the Hawthorn Tree (2011), Mekong Hotel (2012), Headshot (2011), BARFI! (2012), Rhino Season (2012), Metéora (2012), The Other Bank (2009), The Good Road (2013), Just the Wind (2012), Daf (2003), AUN (2011), Jin (2013), Day and Night (2004), Nothing's all bad (2010), Saving General Yang (2013), Miss Zombie (2013), Legend of the Wolf (1997), Here comes the Bride (2010), Omar (2013), The Missing Picture (2013), The Legend of the Eight Samurai (1983), A Scoundrel (1965), Hope (2013); Lavori in corso: Cinema Asiatico Snakes and Earrings (35%), Dragons Forever (10%); Altro Cinema: - Mio in the Land of Faraway (10%)

#7 Meiko Kaji

    PortaCaffé

  • Membro
  • 33 Messaggi:
  • Sesso:

Inviato 07 May 2015 - 07:07 AM

Dunque, non so se possa interessare, ma ho appena finito di leggere i due romanzi di Eiko Kadono su Kiki, Kiki consegne a domicilio (1985)
Immagine inserita
Immagine inserita
(dall'alto, la seconda e la prima edizione, io ho la seconda)

e Kiki's Delivery Service - I nuovi incantesimi di Kiki (1993),
Immagine inserita

entrambi editi da K edizioni. Mi sono parsi entrambi ben più che dignitosi, a tratti interessanti e divertenti (due capitoli del secondo sono perfino commoventi ed hanno davvero una loro piccola magia). Comunque, il live action si basa su entrambi, l'apprendistato di Kiki e l'arrivo a Koriko sono presi ovviamente dal primo, la storia dell'ippopotamo e della lettera dal secondo volume (Capitolo 2, Kiki consegna un ippopotamo e capitolo 8, Kiki consegna una lettera nera). Non c'è traccia della storia della cantante rimasta senza voce, forse sarà stato un modo per pubblicizzare qualche canzone di moda?
Ovviamente c'è qualche variazione, l'ippopotamo nel romanzo viene portato da un dottore alle prese già con un elefante e vari altri animali, ed anche la lettera che porta maledizioni ha qualche differenza.
Così, tanto perchè volevo sapere come erano state sviluppate le idee originali del romanzo (ovviamente il secondo non era ancora apparso all'epoca della versione animata). Mi piace vedere in quale modo un regista, uno sceneggiatore facciano delle variazioni su una idea ispiratrice.
Sono rimasto "sconvolto" dalla lettura di "Quel treno per Yuma" di Elmore Leonard, da cui è stato tratto il bellissimo film omonimo (1957) di Delmer Daves: comincia oltre metà film! Tutta l'introduzione fu evidentemente opera di sceneggiatore e regista, tutte le implicazioni appartengono più ai film makers che allo scrittore.
Immagine inserita

Messaggio modificato da Meiko Kaji il 07 May 2015 - 07:08 AM

Immagine inserita


"Come puoi vedere, sono una nullità. Nient'altro che una vagabonda senza casa."


Immagine inserita






1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi