Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

[RECE][SUB] Dear Etranger


4 risposte a questa discussione

#1 neodago

    Microfonista

  • Membro
  • 190 Messaggi:
  • Location:Udine
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 29 May 2019 - 09:36 AM

Dear Etranger


Immagine inserita


Titolo: Dear Etranger

Titolo originale: Osanago Warera ni Umare (幼な子われらに生まれ)

Regista: Mishima Yukiko

Scrittore: Shigematsu Kiyoshi (romanzo), Arai Haruhiko

Produttori: Morishige Aki, Emori Toru

Direttore della fotografia: Otsuka Ryo

Data anteprima mondiale: 29 Aprile 2017 (Jeonju IFF)

Data di rilascio: 26 Agosto 2017

Durata: 127 min.

Genere: Drammatico, Famiglia

Distributore: Phantom Film

Lingua: Giapponese

Paese: Giappone


Immagine inserita


NOTE:


- Basato sul romanzo "Osanago Warera ni Umare" di Shigematsu Kiyoshi (pubblicato a Luglio del 1996 da Kadokawa Shoten).
- Film vincitore del premio della giuria al Montreal World Film Festival 2017.

Immagine inserita


SINOSSI (di neodago):


Tanaka Makoto (Tadanobu Asano) è un quarantenne che, dopo aver divorziato dalla precedente moglie Yuka (Terajima Shinobu), si risposa con Nanae (Tanaka Rena) e ormai da quattro anni vive assieme a lei e alle sue due figlie avute dal precedente marito. La vita scorre abbastanza serena, ma la notizia che Nanae sia di nuovo incinta turba gli equilibri familiari incrinando il rapporto tra Makoto e la figliastra adolescente Kaoru che ora vuole incontrare il suo vero padre. Anche la figlia naturale Saori rimane spiazzata dalla notizia che arriva decisamente in un brutto momento per la sua nuova famiglia. Se questo non bastasse, il posto di lavoro di Makoto è a rischio.

Immagine inserita

COMMENTO (di neodago):


La regista Mishima Yukiko ci propone un film incentrato sulla famiglia, sui delicati rapporti tra i componenti della stessa e su come la società giapponese intende famiglia e lavoro. Tanti temi trattati in due ore di pellicola.
Il personaggio principale è indubbiamente Makoto, tutto gira attorno a lui e alla sua ricerca della felicità che consiste in una famiglia unita e amorevole. Un concetto all'apparenza semplice, ma che si complica notevolmente quando si ha a che fare con le famiglie allargate (e non solo). Makoto ha divorziato dalla prima moglie Yuka proprio perché a quest'ultima non interessava diventare madre e creare una famiglia tradizionale, ma preferiva fare carriera e sentirsi realizzata sul lavoro. La nuova moglie Nanae è l'esatto opposto della ex, non è una donna forte e decisa, al contrario, dipende totalmente dal marito per qualsiasi cosa. È amorevole, certo, ma non riesce a prendere da sola nessuna decisione, nemmeno sull'educazione delle sue stesse figlie. Ma a Makoto va bene così, la sua nuova famiglia sembra serena. A turbare l'equilibrio arriva la notizia che Nanae è di nuovo incinta. A questo punto la figliastra Kaoru, in piena crisi adolescenziale, si sente trascurata e minacciata a tal punto dal nascituro che scarica la sua frustrazione sui genitori e su Makoto in particolare che, non essendo il padre biologico, ha meno "potere" su di lei. Lo scontro tra figliastra e patrigno è uno dei temi principali del film e mette in luce diverse problematiche inerenti l'educazione dei figli, dei propri e degli "acquisiti", sia dei più piccoli che di quelli in età adolescenziale, forse quelli a cui dedicare maggior attenzione.
Altro tema fondamentale del film è il rapporto tra i componenti di una ex famiglia: Makoto frequenta ancora la figlia naturale Saori e la ex moglie, nonostante questa si sia risposata (non scendo in particolari per non spoilerare nulla). Anche se una famiglia si scioglie, i ricordi rimangono e i legami, specialmente quelli tra genitore e figlio, durano per sempre.
Ma la Mishima pone l'attenzione anche sul ruolo del padre nella società giapponese: all'uomo spetta il compito di lavorare sodo per poter mantenere la propria famiglia. Questo comporta la totale abnegazione all'azienda e si traduce, di fatto, nel lavorare fino a tardi e non vedere quasi masi i propri figli, la cui educazione è delegata alla sola madre. Makoto non si comporta come la società si aspetterebbe che facesse e questo non fa altro che metterlo in cattiva luce con i superiori e causargli molti problemi sul posto di lavoro, per non parlare del mobbing.
Ottima prova recitativa per Asano Tadanobu che si conferma un attore davvero versatile e poliedrico, una sicurezza. È un peccato invece che la parte di Terajima Shinobu come ex moglie sia stata confinata ad una piccola apparizione, ma il monologo sui rimpianti (altro tema del film) evidenzia le qualità di questa brava attrice. Piccola parte anche per Kudo Kankuro, l'ex marito di Nanae e padre biologico di Kaoru e Eriko, l'uomo che, soffocato dagli impegni familiari, diventa violento e se na va di casa.
In questo film nessun personaggio è totalmente buono o totalmente cattivo, ognuno ha le sue colpe, le sue manie e i sui lati oscuri. La Mishima non ci propone una serie di stereotipi, bensì delle persone comuni, ognuna fa le sue scelte e ne paga le conseguenze. Questo rende il film ancora più reale e godibile secondo me.
Il genere "family drama" è sempre stato molto in voga in asia e ai nipponici generalmente riesce pure bene. Questo film ne è un esempio. Seppur non sia un capolavoro, è decisamente molto valido per i temi trattati e soprattutto per il modo in cui questi vengono mostrati allo spettatore. Il buon livello degli attori poi fa il resto.

Immagine inserita


CAST:


Asano Tadanobu - Tanaka Makoto

Tanaka Rena - Nanae

Kudo Kankuro - Sawada

Terajima Shinobu - Yuka

Mizusawa Shingo - collega di Tanaka Makoto

Ikeda Narushi - collega di Tanaka Makoto

Minami Sara - Tanaka Kaoru

Kamata Raiju - Saori

Arai Miu - Tanaka Eriko



SOTTOTITOLI

(versione: bluray)



Traduzione: neodago
Revisione: fabiojappo



TRAILER:


Immagine inserita


Messaggio modificato da fabiojappo il 29 May 2019 - 12:44 PM


#2 JulesJT

    Wu-Tang Lover

  • Moderatore
  • 4809 Messaggi:
  • Location:Valhalla degli Otaku
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 29 May 2019 - 11:25 AM

Grazie! ^^

Immagine inserita


Cinema Asiatico:
Welcome to the Space Show, Udaan (2010), Goyōkin, Fuse, Dragon Town Story, The River with No Bridge, ILO ILO, A Time in Quchi
Still the Water, Norte - the End of History, The Terrorizers, Yi Yi, Stray Dogs, Tag,
Cemetery of Splendour, A Brighter Summer Day,
Labour of Love,Double Suicide, Japanese Girls at the Harbor, Nobi (Fires on the Plain), The Postmaster, Radiance, Liz and the Blue Bird
Modest Heroes,
The Seen and Unseen, Killing, Dwelling in the Fuchun Mountains, The Woman Who Ran,


L'Altro Cinema:
Kriegerin, Chop Shop, Marilena de la P7, Kinderspiel, Kes, Abbas Kiarostami (special), Hanami, L'enfance nue, Short Term 12
Mamasunción, The Rocket, The Selfish Giant,
Argentinian Lesson, Holubice, The Long Day Closes, Mon oncle Antoine, O som do Tempo
Mammu, es tevi mīlu, Skin, Une histoire sans importance, Couro de Gato, Los motivos de Berta, Ne bolit golova u dyatla, Valuri, Club Sandwich
, Whiplash, The Strange Little Cat, Cousin Jules, La fugue, Susa, Corn Island, Beshkempir, The Better Angels, Paul et Virginie, Im Keller, Ich Seh Ich Seh, Harmony Lessons, Medeas, Jess + Moss, Foreign Land, Ratcatcher, La maison des bois, Bal, The Valley of the Bees, Los insólitos peces gato, Jack, Être et avoir, Egyedül, Évolution, Hide Your Smiling Faces, Clouds of Glass, Les démons, On the Way to the Sea, Interlude in the Marshland, Tikkun, Montanha, Respire, Blind Kind, Kelid, Sameblod, Lettre d'un cinéaste à sa fille, Warrendale, The Great White Silence, Manhã de Santo António, The Wounded Angel, Days of Gray, Voyage of Time: Life's Journey,Quatre nuits d'un rêveur, This Side of Paradise, La jeune fille sans mains, La petite fille qui aimait trop les allumettes, CoinCoin et les Z'inhumains, Brothers, Permanent Green Light, Ryuichi Sakamoto: Coda, Travel Songs, Reminiscences of a Journey to Lithuania, Retouch, Barn, Fauve, Fragment of an Empire, Ravens, The Trouble with Being Born, Without,

Drama: Oshin, Going My Home
Focus: AW - Anime Project 2013, Sull'Onda di Taiwan, Art Theatre Guild of Japan, Allan King, Jonas Mekas,

#3 Rumik.Sclero

    Microfonista

  • Membro
  • 134 Messaggi:
  • Sesso:

Inviato 29 May 2019 - 12:52 PM

Grazie mille per aver tradotto questo film. Aggiungo alla lista, non vedo l'ora di vederlo :)

#4 fabiojappo

    Regista

  • Moderatore
  • 4690 Messaggi:
  • Location:Alghero
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 29 May 2019 - 01:02 PM

Grazie, bella proposta ! Il cinema giapponese affronta spesso in modo convincente questo genere di drammi familiari che personalmente seguo sempre con attenzione. Una regia equilibrata nella forma e nella messinscena, la giusta sensibilità nell'affrontare temi delicati, una recitazione composta che trova nel protagonista Asano perfetta espressione.

#5 ggrfortitudo

    Cameraman

  • Membro
  • 568 Messaggi:
  • Location:Ozieri (SS)
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 19 June 2019 - 09:28 PM

Grazie per la proposta, neodago.
Un film pieno di situazioni e rapporti disagevoli.
Pur trattandosi di vite 'normali' sono assai vicine all'essere quasi degli incubi.





1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi