Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

[RECE][SUB] Destiny: The Tale of Kamakura


4 risposte a questa discussione

#1 neodago

    Microfonista

  • Membro
  • 191 Messaggi:
  • Location:Udine
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 18 April 2019 - 10:53 AM

Destiny: The Tale of Kamakura


Immagine inserita


Titolo: Destiny: The Tale of Kamakura
Titolo originale: Destiny: Kamakura Monogatari (DESTINY 鎌倉ものがたり)
Regista: Yamazaki Takashi
Scrittore: Saigan Ryohei (manga), Yamazaki Takashi
Produttori: Iinuma Nobuyuki, Moriya Keiichiro
Direttore della fotografia: Shibasaki Kozo
Data di rilascio: 9 Dicembre 2017
Durata: 129 minuti
Genere: Drammatico, Fantasy, Commedia
Distributore: TOHO
Lingua: Giapponese
Paese: Giappone


Immagine inserita


SINOSSI di neodago:


La giovane Akiko (Takahata Mitsuki) ha appena sposato il più anziano Masakazu (Sakai Masato) e, finita la luna di miele, i novelli sposi si trasferiscono nella vecchia casa di famiglia di lui a Kamakura. Akiko dovrà abituarsi sia alla nuova vita matrimoniale con il marito, un noto scrittore di libri gialli che collabora spesso con la Polizia locale per risolvere i casi più particolari, sia alla città di Kamakura, un luogo particolare dove da centinaia di anni gli umani convivono pacificamente con gli Youkai (creature soprannaturali della mitologia giapponese). La vita matrimoniale sembra procedere bene, ma una potente creatura demoniaca si è invaghita di Akiko.


Immagine inserita


COMMENTO di neodago:


L'ambientazione è la prima cosa che colpisce di questa pellicola: siamo a Kamakura, una delle più vecchie e tradizionali citta del giappone in un'epoca non meglio precisata, ma decisamente retrò. Nel film non sono presenti televisori, telefonini, e apparecchi elettronici in genere, molti personaggi vestono in modo tradizionale e vivono in case vecchio stile e anche il loro comportamento e linguaggio è di altri tempi. Inoltre, il fatto che tra gli uomini vivano anche gli Youkai, dona all'insieme un'atmosfera davvero magica e poco usuale. C'è chi ha paragonato questa ambientazione a quella del film "La città incantata" dello Studio Ghibli e francamente mi trova piuttosto d'accordo. I due protagonisti, poi, sono davvero amorevoli e si prova da subito nei loro contronti una certa simpatia, dovuta sia alla bravura dei dua attori, sia ai comportamenti (e alle manie) dei personaggi stessi.
Molto buona la computer grafica, sempre presente, ma non invadente e di qualità decisamente sopra la media per un film giapponese.
In sostanza un buon film fantasy orientale, una favola che tiene compagnia per due ore strappando qualche sorriso e forse una lacrimuccia. Consigliatissimo.


Immagine inserita


NOTE:


- Basato sul manga "Kamakura Monogatari" di Ryohei Saigan (pubblicato inizialmente il 9 febbraio 1984 sulla rivista giapponese Manga Action).
- Il regista Yamazaki Takashi aveva precedentemente adattato il manga di Saigan Ryohei "San-chome no Yuhi" nei film "Always: Sunset on Third Street", "Always: Sunset on Third Street 2" e "Always: Sunset on Third Street 3".
- Le riprese sono iniziate il 23 Gennaio 2017.


Immagine inserita


CAST

Sakai Masato - Isshiki Masakazu
Takahata Mitsuki - Isshiki Akiko
Tsutsumi Shinichi - Signor Honda
Ando Sakura - Agente della Morte
Tanaka Min - Dio della Povertà
Nakamura Tamao - Kin
Ichikawa Mikako - Honda Satoko
Muro Tsuyoshi - Hiroshi
Kaname Jun - Ispoettore Inari
Ookura Koji - Ispettore Kawahara


SOTTOTITOLI

(versione: bluray)


Traduzione: neodago
Revisione: fabiojappo


TRAILER


Immagine inserita


Messaggio modificato da fabiojappo il 18 April 2019 - 06:32 PM


#2 fabiojappo

    Regista

  • Moderatore
  • 4690 Messaggi:
  • Location:Alghero
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 18 April 2019 - 06:37 PM

Grazie, proposta particolare. Anche se io non amo molto il fantasy.
Interessante il riferimento a "La città incantata" di Miyazaki, come segnalato nel commento. In effetti ci sta per alcuni aspetti. Anche se l'animazione del Maestro è molto più magica e affascinante della computer grafica del film

#3 JulesJT

    Wu-Tang Lover

  • Moderatore
  • 4814 Messaggi:
  • Location:Valhalla degli Otaku
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 18 April 2019 - 07:47 PM

Visualizza Messaggiofabiojappo, il 18 April 2019 - 06:37 PM, ha scritto:

Interessante il riferimento a "La città incantata" di Miyazaki, come segnalato nel commento.

Interessante... :dubbioso: Grazie.

Immagine inserita


Cinema Asiatico:
Welcome to the Space Show, Udaan (2010), Goyōkin, Fuse, Dragon Town Story, The River with No Bridge, ILO ILO, A Time in Quchi
Still the Water, Norte - the End of History, The Terrorizers, Yi Yi, Stray Dogs, Tag,
Cemetery of Splendour, A Brighter Summer Day,
Labour of Love,Double Suicide, Japanese Girls at the Harbor, Nobi (Fires on the Plain), The Postmaster, Radiance, Liz and the Blue Bird
Modest Heroes,
The Seen and Unseen, Killing, Dwelling in the Fuchun Mountains, The Woman Who Ran,


L'Altro Cinema:
Kriegerin, Chop Shop, Marilena de la P7, Kinderspiel, Kes, Abbas Kiarostami (special), Hanami, L'enfance nue, Short Term 12
Mamasunción, The Rocket, The Selfish Giant,
Argentinian Lesson, Holubice, The Long Day Closes, Mon oncle Antoine, O som do Tempo
Mammu, es tevi mīlu, Skin, Une histoire sans importance, Couro de Gato, Los motivos de Berta, Ne bolit golova u dyatla, Valuri, Club Sandwich
, Whiplash, The Strange Little Cat, Cousin Jules, La fugue, Susa, Corn Island, Beshkempir, The Better Angels, Paul et Virginie, Im Keller, Ich Seh Ich Seh, Harmony Lessons, Medeas, Jess + Moss, Foreign Land, Ratcatcher, La maison des bois, Bal, The Valley of the Bees, Los insólitos peces gato, Jack, Être et avoir, Egyedül, Évolution, Hide Your Smiling Faces, Clouds of Glass, Les démons, On the Way to the Sea, Interlude in the Marshland, Tikkun, Montanha, Respire, Blind Kind, Kelid, Sameblod, Lettre d'un cinéaste à sa fille, Warrendale, The Great White Silence, Manhã de Santo António, The Wounded Angel, Days of Gray, Voyage of Time: Life's Journey,Quatre nuits d'un rêveur, This Side of Paradise, La jeune fille sans mains, La petite fille qui aimait trop les allumettes, CoinCoin et les Z'inhumains, Brothers, Permanent Green Light, Ryuichi Sakamoto: Coda, Travel Songs, Reminiscences of a Journey to Lithuania, Retouch, Barn, Fauve, Fragment of an Empire, Ravens, The Trouble with Being Born, Without,

Drama: Oshin, Going My Home
Focus: AW - Anime Project 2013, Sull'Onda di Taiwan, Art Theatre Guild of Japan, Allan King, Jonas Mekas,

#4 Woody

    Microfonista

  • Membro
  • 178 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 22 April 2019 - 10:15 PM

Che film strano, mi ha suscitato curiosità, nonostante non sia propriamente il mio genere

Grazie :)

#5 ggrfortitudo

    Cameraman

  • Membro
  • 570 Messaggi:
  • Location:Ozieri (SS)
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 05 July 2019 - 08:48 PM

Grazie neodago
Un film leggero e a tratti divertente, spesso troppo ingarbugliato.
Nel complesso più che sufficiente.

:Japan: :Japan: :Japan:





1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi