Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

[RECE][SUB] Have a Song on Your Lips


8 risposte a questa discussione

#1 neodago

    Microfonista

  • Membro
  • 190 Messaggi:
  • Location:Udine
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 20 March 2019 - 09:55 AM

Have a Song on Your Lips



Immagine inserita


Titolo: Have a Song on Your Lips
Titolo originale: Kuchibiru ni Uta o (くちびるに歌を)
Regista: Miki Takahiro
Scrittore: Otsuichi (romanzo), Toyone Yuichi, Mochiji Yukiko
Produttore: Uda Mitsuru
Data di rilascio: 28 Febbraio 2015
Durata: 132 minuti
Genere: Drammatico, Adolescenza, Musicale
Distributore: Asmik Ace Entertainment
Direttore della fotografia: Nakayama Koichi
Lingua: Giapponese
Paese: Giappone


Immagine inserita



SINOSSI di neodago:


La bella e un tempo famosa pianista Kashiwaga Yuri (Aragaki Yui) fa ritorno al suo paese natale nelle isole Goto per sostituire la sua vecchia amica Matsuyama Haruko (Kimura Fumino) nella direzione del coro scolastico. L'arrivo della nuova insegnante crea non poco scompiglio nella piccola scuola e induce molti ragazzi ad unirsi al club che fino ad allora era composto da sole ragazze. La canzone che dovranno interpretare per il concorso nazionale è "Lettere" e per comprenderne a fondo il significato agli alunni viene assegnato il compito di scrivere una lettera ai futuri loro stessi 15 anni più vecchi.



Immagine inserita



COMMENTO di neodago:


Film di formazione in cui il percorso di "recupero" della nuova insegnante si intreccia con quello di crescita dei giovani studenti. A seguito di un lutto, la talentuosa pianista non riesce più a suonare il pianoforte ed abbandona così la sua brillante carriera a Tokyo per far ritorno al suo paese natale dove sostituirà la sua vecchia amica d'infanzia nella direzione del coro scolastico. Non riesce a scordare il passato e non trova nuovi stimoli per far ripartire la sua vita che sembra si sia fermata. A scuola è apatica, scontrosa e decisamente disinteressata alle vicende del coro, ma l'incontro con i suoi nuovi studenti cambierà qualcosa. Due giovani in particolare avranno un certo impatto su di lei, si tratta di Nazuna e Satoru. Nazuna è il capitano del club e vive con i nonni da quando la madre è morta e il padre se n'è andato con un'altra donna. Satoru ha una voce stupenda, ma deve prendersi cura del fratello autistico ed ha quindi poco tempo da dedicare al canto, attività fortemente osteggiata anche dal padre.
La canzone scelta per il concorso di canto è "Lettere" che parla appunto di una lettera scritta da un quindicenne al se stesso di quindici anni più tardi, un dialogo tra un adolescente ed un adulto nel quale il giovane può mettere a nudo i propri sentimenti, le proprie paure e preoccupazioni; può raccontare cose che normalmente terrebbe per sè. Per facilitare la comprensione del testo, e quindi la corretta interpretazione del pezzo, l'insegnante decide di assegnare ai suoi alunni il compito di scrivere una lettera ai futuri se stessi, proprio come accade nella canzone. Grazie a questo compito i due giovani prenderanno coscienza della loro situazione e faranno in modo che anche la dura insegnante si apra a loro riuscendo così a sconfiggere i suoi demoni. Uniti e aiutandosi a vicenda si possono superare ostacoli che sembrano a prima vista insormontabili.
Tutto il film gira attorno alla spelndida colonna sonora di Aki Angela, cantata splendidamente dai ragazzi nella fase finale del film, uno dei momenti più toccanti della pellicola assieme alla lettura della lettera scritta da Satoru.
Buona l'interpretazione della Aragaki e dei giovani attori non ancora famosi, ma che promettono bene. Poco più di un'apparizione invece per Kimura Fumino con il pancione e Kiritani Kenta che mette un po' di allegria in un film piuttosto serioso.
Buona anche la regia che regala incantevoli scorci delle isole Goto ed inquadrature davvero pregevoli ed ispirate. Un film con una trama tutto sommato semplice, lineare e se vogliamo un po' scontata, ma che veicola un messaggio chiaro ed importante: i problemi nella vita ci saranno sempre, che tu sia un adolesciente o un adulto, ma bisogna farsi forza, avere sempre una canzona in testa e portare il sole nel cuore.


Immagine inserita


NOTE:


- Basato sul romanzo "Kuchibiru ni Uta o" di Nakata Eiichi (pubblicato il 4 novembre 2011 da Shogakukan)vincitore del 61-esimo Shogakukan Jido Shuppan Bunkasho nel 2012.
- Le riprese sono state effettuate tra luglio e agoststo 2014 a Goto (Prefettura di Nagasaki).
- La colonna sonora e tema portante del film è "Tegami - Haikei Juugo no Kimi e" di Aki Angela.



Immagine inserita


CAST

Aragaki Yui - Kashiwaga Yuri
Tsunematsu Yuri - Tsunematsu Nazuna
Shimoda Shota - Kuwahara Satoru
Aoi Wakana - Sekiya Chinatsu
Shibata Kyoka - Tsuji Eri
Yamaguchi Mayu - Hasegawa Kotomi
Sano Hayato - Mukai Keisuke
Muroi Hibiki - Mitamura Riku
Kimura Fumino - Matsuyama Haruko
Kiritani Kenta - Tsukamoto Tetsuo
Watanabe Daichi - Kuwahara Akio


Immagine inserita



SOTTOTITOLI

(versione: bluray)


Traduzione: neodago
Revisione: fabiojappo


TRAILER



Immagine inserita


Messaggio modificato da fabiojappo il 20 March 2019 - 10:52 AM


#2 JulesJT

    Wu-Tang Lover

  • Moderatore
  • 4809 Messaggi:
  • Location:Valhalla degli Otaku
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 20 March 2019 - 10:49 AM

Grazie. Pare decisamente nelle mie corde. E che bella ambientazione... :em28:

Immagine inserita


Cinema Asiatico:
Welcome to the Space Show, Udaan (2010), Goyōkin, Fuse, Dragon Town Story, The River with No Bridge, ILO ILO, A Time in Quchi
Still the Water, Norte - the End of History, The Terrorizers, Yi Yi, Stray Dogs, Tag,
Cemetery of Splendour, A Brighter Summer Day,
Labour of Love,Double Suicide, Japanese Girls at the Harbor, Nobi (Fires on the Plain), The Postmaster, Radiance, Liz and the Blue Bird
Modest Heroes,
The Seen and Unseen, Killing, Dwelling in the Fuchun Mountains, The Woman Who Ran,


L'Altro Cinema:
Kriegerin, Chop Shop, Marilena de la P7, Kinderspiel, Kes, Abbas Kiarostami (special), Hanami, L'enfance nue, Short Term 12
Mamasunción, The Rocket, The Selfish Giant,
Argentinian Lesson, Holubice, The Long Day Closes, Mon oncle Antoine, O som do Tempo
Mammu, es tevi mīlu, Skin, Une histoire sans importance, Couro de Gato, Los motivos de Berta, Ne bolit golova u dyatla, Valuri, Club Sandwich
, Whiplash, The Strange Little Cat, Cousin Jules, La fugue, Susa, Corn Island, Beshkempir, The Better Angels, Paul et Virginie, Im Keller, Ich Seh Ich Seh, Harmony Lessons, Medeas, Jess + Moss, Foreign Land, Ratcatcher, La maison des bois, Bal, The Valley of the Bees, Los insólitos peces gato, Jack, Être et avoir, Egyedül, Évolution, Hide Your Smiling Faces, Clouds of Glass, Les démons, On the Way to the Sea, Interlude in the Marshland, Tikkun, Montanha, Respire, Blind Kind, Kelid, Sameblod, Lettre d'un cinéaste à sa fille, Warrendale, The Great White Silence, Manhã de Santo António, The Wounded Angel, Days of Gray, Voyage of Time: Life's Journey,Quatre nuits d'un rêveur, This Side of Paradise, La jeune fille sans mains, La petite fille qui aimait trop les allumettes, CoinCoin et les Z'inhumains, Brothers, Permanent Green Light, Ryuichi Sakamoto: Coda, Travel Songs, Reminiscences of a Journey to Lithuania, Retouch, Barn, Fauve, Fragment of an Empire, Ravens, The Trouble with Being Born, Without,

Drama: Oshin, Going My Home
Focus: AW - Anime Project 2013, Sull'Onda di Taiwan, Art Theatre Guild of Japan, Allan King, Jonas Mekas,

#3 neodago

    Microfonista

  • Membro
  • 190 Messaggi:
  • Location:Udine
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 20 March 2019 - 10:52 AM

Visualizza MessaggioJulesJT, il 20 March 2019 - 10:49 AM, ha scritto:

Grazie. Pare decisamente nelle mie corde. E che bella ambientazione... :em28:
Prego :em50:
Spero che ti piaccia. Sì, le isole Goto sembrano davvero belle, nel film ci sono diverse inquadrature che valorizzano il paesaggio.

#4 fabiojappo

    Regista

  • Moderatore
  • 4690 Messaggi:
  • Location:Alghero
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 20 March 2019 - 11:02 AM

Grazie neodago. Il punto di forza, a mio avviso, è proprio l'ambientazione. Questo paese, le isole Goto (legate storicamente al cristianesimo come mostra anche il film con alcune scene in chiesa). Trama e personaggi sono un po' scontati, ma la regia pulita accompagna bene una storia che trasmette un messaggio importante.

#5 ggrfortitudo

    Cameraman

  • Membro
  • 568 Messaggi:
  • Location:Ozieri (SS)
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 01 July 2019 - 09:58 PM

Grazie per questa proposta,neodago
Una bella storia, forse con momenti troppo brevi dedicati alle vicende di Nazuna e Satoru, ovvero gli elementi tragici della pellicola.
Le musiche sono fresche, piacevoli e ben eseguite. Nonostante la trama non sia (come è già stato detto) originalissima, ha il merito di non annoiare; la regia rende piacevole ogni sequenza che pare avere quasi sempre una storia in sé.
Solo a me ha ricordato un po' Sister Act 2?

:Japan: :Japan: :Japan: :Japan: :Japan:

Messaggio modificato da ggrfortitudo il 02 July 2019 - 09:28 PM


#6 neodago

    Microfonista

  • Membro
  • 190 Messaggi:
  • Location:Udine
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 02 July 2019 - 10:12 AM

Visualizza Messaggioggrfortitudo, il 01 July 2019 - 09:58 PM, ha scritto:

Grazie per questa proposta,neodago
Una bella storia, forse con momenti troppo brevi dedicati alle vicende di Nazuna e Satoru, ovvero gli elementi tragici della pellicola.
Le musiche sono fresche, piacevoli e ben eseguite. Nonostante la trama non sia (come è già stato detto) non originalissima, ha il merito di non annoiare; la regia rende piacevole ogni sequenza che pare avere quasi sempre una storia in sé.
Solo a me ha ricordato un po' Sister Act 2?

:Japan: :Japan: :Japan: :Japan: :Japan:
Mi fa piacere che ti sia piaciuto.
Io l'accostamento con Sister Act 2 non lo avevo fatto onestamente, ma devo ammettere che qualche affinità in effetti c'è ^_^

#7 Iloveasia

    Microfonista

  • Membro
  • 133 Messaggi:
  • Location:Milano
  • Sesso:

Inviato 20 December 2019 - 12:40 AM

Il fulcro del film è che il dolore isola, ma, se ci si apre attraverso l'empatia al dolore dell'altro, questo unisce, ed aiuta ad aprirsi. Bello il bimbo con fraello autistico, la cosa più felicemente resa dal film, Il tutto però - bella ambientazione a parte - reso con un tasso di melassa decisamente troppo alto, specie nel finale.

#8 neodago

    Microfonista

  • Membro
  • 190 Messaggi:
  • Location:Udine
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 20 December 2019 - 10:03 AM

Visualizza MessaggioIloveasia, il 20 December 2019 - 12:40 AM, ha scritto:

Il fulcro del film è che il dolore isola, ma, se ci si apre attraverso l'empatia al dolore dell'altro, questo unisce, ed aiuta ad aprirsi. Bello il bimbo con fraello autistico, la cosa più felicemente resa dal film, Il tutto però - bella ambientazione a parte - reso con un tasso di melassa decisamente troppo alto, specie nel finale.
Sì, sono d'accordo con te, con meno melassa il film sarebbe stato migliore.

#9 Shirayukihime

    PortaCaffé

  • Membro
  • 38 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 22 June 2020 - 11:29 PM

Mi è piaciuto molto, grazie mille per averlo tradotto ^_^





1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi