Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

- - - - -

[RECE][SUB] Zbehovia a pútnici

Sottotitoli bowman

11 risposte a questa discussione

#1 bowman

    Cameraman

  • Membro
  • 738 Messaggi:
  • Sesso:

Inviato 20 March 2010 - 08:31 PM

Immagine inserita



Zbehovia a pútnici aka The Deserter and the Nomads
Cecoslovacchia/Italia, 1968
101 min.
Regia: Juraj Jakubisko
Sceneggiatura: Juraj Jakubisko, Alberto Liberati, P. Rugiero, Karol Sidon, Ladislav Tazky
Montaggio: Maximilian Remen
Scenografia: Ivan Vanìcek
Suono: Alexander Pallòs
Musica: Stepán Konícek
Interpreti: Ferencz Gejza, Mikulas Ladizinsky, Helena Gorovova, Alexandra Sekulova, Augustín Kubán, Magda Vásáryová, Jana Stehnová, Samuel Adamcík, Frantisek Peto, Katarina Tekelova, Ol'ga Vronská, Olga Adamcíková, Albert Pagac, Vasek Kovarik


Immagine inserita




"Via di corsa a vedere Il disertore e i nomadi, probabilmente la strenna più sconvolgente che il Natale riservi agli appassionati di cinema. Siamo alle prese con un film di qualità inusitata, alle soglie del capolavoro; certamente con uno dei prodotti più freschi, più originali che la vecchia Europa abbia fornito agli schermi negli ultimi anni. Quante volte, del resto, si è battuto, anche su queste colonne, il chiodo del cinema cecoslovacco, uno dei più fervidi e stimolanti nel quadro di quelle cinematografle cosiddette minori […] E quante volte si è già suonato il campanello per avvertire la grande attenzione che merita la scuola di Bratislava, tanto diversa da quella di Praga quanto i fantastici e ghiribizzosi slovacchi sono lontani dai razionali, ironici boemi? Il disertore e i nomadi offre a tutti, finalmente, l'occasione di verificare la legittimità del credito fatto dalla critica al più geniale fra i cineasti slovacchi, il poco più che trentenne Juro Jakubisko, dotato d'un brevetto d'inventore in cui confluiscono antichi e nuovi fermenti artistici, innestati con modernissimo senso dell'immagine naif sul tronco d'una ricchissima tradizione folcloristica.
I valori di Il disertore e i nomadi non sono, però, soltanto formali. Il film è sconcertante, a tratti bellissimo, per l'esuberanza visiva con cui mescola toni teneri e crudeli su sfondi scenografici allucinati, ma la sua vera grandezza consiste nell'unità d'ispirazione raggiunta fra la rinunzia al mandato propagandistico (che non è affatto una dimissione ideologica) e il delirio stilistico chiamato a pronunciarla.


Immagine inserita

Immagine inserita


Parente stretto dell'ungherese Jancsó e di quanti altri artisti dell'Europa orientale hanno vissuto esperienze per lo meno altrettanto alienanti di quelle imposte all'Occidente dalla civiltà del benessere, Jakubisko ha un'idea cupa e tetra, ma insieme eccitante, della storia, che vede dominata dal trono della Morte, figlia del Dio della Violenza e nutrice di reciproche stragi. La conferma gli viene da tre momenti, corrispondenti ai tre episodi del film (in origine suddiviso in due mediometraggi) in cui l'umanità è condotta ad autodistruggersi dall'assurda bestialità della natura.
Il primo si svolge sul finire della prima guerra mondiale, quando un disertore zigano, nauseato delle atrocità del fronte, torna al paese in cerca di pace e invece viene ucciso con un amico dagli ussari, sopraggiunti a reprimere una rivolta anarchica che ha insanguinato il villaggio. Il secondo è ambientato nel '45, e racconta a suo modo il dramma della vita contadina, straziata dai partigiani e dai soldati sovietici che devastarono, in cerca di eroi, la terra e l'anima della Slovacchia con alterni massacri. Nel terzo, datato all'indomani d'un'esplosione nucleare, gli uomini superstiti si trucidano a vicenda. La Morte resta disoccupata, ed essa stessa finalmente muore.

Immagine inserita

Immagine inserita


Per intonare questa tragica ballata, che per molti aspetti è l'equivalente grottesco d'una sacra rappresentazione, Jakubisko dispone d'una magia visiva senza eguali. Come nel sabba d'un pittore nutrito di letture barocche ed espressioniste, di esempi discesi da Fellini e da Paradjanov, di modelli stilistici in cui le ingenuità dell'arte povera riecheggiano i giochi squisiti dei surrealisti, il film è un torrente d'azione e di luce, dominato da tinte soavi e perverse, che travolge in una estasi angosciosa ogni senso razionale. Posseduto dalla violenza dell'immagine, che ha per emblema la figura della Morte impersonata da un attore sinistro e gigantesco, lo spettatore partecipa attraverso l'emozione visiva al disordine del mondo, ma nel momento in cui afferra il proprio misero destino ne riacquista con la fantasia la gioiosa vitalità.
Film di quest'ampiezza di tastiera, così aderenti ai sobbalzi dell'anima moderna, usciti di prepotenza dal cuore e dagli occhi di artisti in tumulto, non sono quasi mai privi di difetti. Il disertore e i nomadi non fa eccezione alla regola: anche qui sono parti meno riuscite, dove l'estetismo celebra i propri trionfi e la frenesia spettacolare cede all'orrido o all'arzigogolo rococò. Tuttavia è uno scotto che si paga volentieri, aghi in un pagliaio infiammato dal talento. Raramente il piacere di guardare e di scottarsi è così libero e grande come nel film di Jakubisko."
Giovanni Grazzini

Immagine inserita

Immagine inserita


Buona visione

Allega File(s)


Messaggio modificato da JulesJT il 16 December 2014 - 10:05 PM
Riordino RECE


#2 Kitano

    Operatore luci

  • Membro
  • 482 Messaggi:
  • Location:Pescara
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 20 March 2010 - 11:03 PM

Interessantissimo...

Grazie per offrirci di continuo la possibilitŕ di vedere gioielli dell'est Europa



#3 Sazuke

    Operatore luci

  • Membro
  • 251 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 21 March 2010 - 10:46 PM

Grazie!!! :(

#4 ArabaFenice

    Microfonista

  • Membro
  • 134 Messaggi:
  • Location:Pordenone
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 22 March 2010 - 07:19 AM

Interessante,grazie.Sperando d'aver beccato la versione giusta,petto con ansia i subs :(
Ciao

#5 bowman

    Cameraman

  • Membro
  • 738 Messaggi:
  • Sesso:

Inviato 22 March 2010 - 08:16 AM

Visualizza MessaggioArabaFenice, il 22 March 2010 - 07:19 AM, ha scritto:

Sperando d'aver beccato la versione giusta
La versione giusta č in due cd...
Sottotitoli per Altro Cinema: Spalovač mrtvol, Golem, Sanatorium Pod Klepsydra, Vtáčkovia, siroty a blázni, Das schloss , Postava k podpírání , PrevraŠčenije, Mucedníci lásky, Posetitel Muzeya, Kinetta, O slavnosti a hostech, Iavnana, Pokój saren, Amerika, Sami, Menschenkörper, Klassenverhältnisse, Woyzeck, De grafbewaker, Muukalainen, Na wylot, Zbehovia a pútnici, Cztery noce z Anna, Kynodontas, Katalin Varga, Gyerekgyilkosságok, Liverpool, Jeanne Dielman, 23 quai du Commerce, 1080 Bruxelles, Höhenfeuer, La Chevelure, La ville des Pirates, Szegénylegények, PVC-1, Die Verwandlung, Adoration, Zamok, Las, Toute une nuit, Ohio Impromptu, Catastrophe, Die Linkshändige frau, Mange, ceci est mon corps , L'evangile du cochon créole, A erva do rato, Le puits et le pendule, Gospodin Oformitel, Traumstadt, Fövenyóra, Le professeur Taranne, L'imitation du cinéma, Büntetőexpedició, Pőrgu, Cuadecuc, vampir, Stićenik, Filme do Desassossego, Tren de sombras, Schakale und Araber, Estorvo, O cerco (traduzione di Polax), Ha'Meshotet, What Where, Rockaby, Come and go, Naufragio, Barăo Olavo, O Horrivél, La influencia, Zirneklis, La femme 100 tętes, Alpeis, Szürkület, V gorakh moyo serdtse, Brillianty. Pokhischenie, Basta, Devyat Sem Sem, Two Gates of Sleep, Saç, You Are Not I, Sevmek zamani, Koniec świata, Poyraz, Mikres eleftheries, Uncut family, Que hay para cenar, querida?, Els Porcs, Ice cream, La invención de la carne, Dafnis y Cloe, Swedenborg, Ombres de foc, A zona, Ja tože choču, Tokyo Giants, Raoul Servais, l'Intégrale des courts métrages, Prostaya smert, Hitparkut

Sottotitoli per AsianWorld: Jao nok krajok, Hagane, Hako



...fredde luci parlano...


#6 ArabaFenice

    Microfonista

  • Membro
  • 134 Messaggi:
  • Location:Pordenone
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 22 March 2010 - 11:24 AM

Visualizza Messaggiobowman, il 22 March 2010 - 08:16 AM, ha scritto:

La versione giusta č in due cd...
Sěěěě :( č quella giusta.
Come son bravo :em16:

#7 feder84

    Direttore del montaggio

  • Membro+
  • 2610 Messaggi:
  • Location:Brescia
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 22 March 2010 - 12:24 PM

Sub uppati
In una notte della tarda primavera del quinto anno dell'era Meiwa, finisco di scrivere quest'opera, accanto alla mia finestra, mentre, cessata la pioggia, è apparsa la luna appena velata; perciò, nell'affidarla al tipografo, la intitolo Racconti di pioggia e di luna.


Firmato: Seishi kijin
Sigillo: Shikyo kojin
Yugi Sanmai

#8 Mushy

    Microfonista

  • Membro
  • 130 Messaggi:
  • Sesso:

Inviato 29 March 2010 - 08:50 PM

mi mancava...^_^

#9 bowman

    Cameraman

  • Membro
  • 738 Messaggi:
  • Sesso:

Inviato 30 March 2010 - 07:14 PM

Visualizza MessaggioMushy, il 29 March 2010 - 08:50 PM, ha scritto:

mi mancava...^_^

Chi si rilegge! :)
Sottotitoli per Altro Cinema: Spalovač mrtvol, Golem, Sanatorium Pod Klepsydra, Vtáčkovia, siroty a blázni, Das schloss , Postava k podpírání , PrevraŠčenije, Mucedníci lásky, Posetitel Muzeya, Kinetta, O slavnosti a hostech, Iavnana, Pokój saren, Amerika, Sami, Menschenkörper, Klassenverhältnisse, Woyzeck, De grafbewaker, Muukalainen, Na wylot, Zbehovia a pútnici, Cztery noce z Anna, Kynodontas, Katalin Varga, Gyerekgyilkosságok, Liverpool, Jeanne Dielman, 23 quai du Commerce, 1080 Bruxelles, Höhenfeuer, La Chevelure, La ville des Pirates, Szegénylegények, PVC-1, Die Verwandlung, Adoration, Zamok, Las, Toute une nuit, Ohio Impromptu, Catastrophe, Die Linkshändige frau, Mange, ceci est mon corps , L'evangile du cochon créole, A erva do rato, Le puits et le pendule, Gospodin Oformitel, Traumstadt, Fövenyóra, Le professeur Taranne, L'imitation du cinéma, Büntetőexpedició, Pőrgu, Cuadecuc, vampir, Stićenik, Filme do Desassossego, Tren de sombras, Schakale und Araber, Estorvo, O cerco (traduzione di Polax), Ha'Meshotet, What Where, Rockaby, Come and go, Naufragio, Barăo Olavo, O Horrivél, La influencia, Zirneklis, La femme 100 tętes, Alpeis, Szürkület, V gorakh moyo serdtse, Brillianty. Pokhischenie, Basta, Devyat Sem Sem, Two Gates of Sleep, Saç, You Are Not I, Sevmek zamani, Koniec świata, Poyraz, Mikres eleftheries, Uncut family, Que hay para cenar, querida?, Els Porcs, Ice cream, La invención de la carne, Dafnis y Cloe, Swedenborg, Ombres de foc, A zona, Ja tože choču, Tokyo Giants, Raoul Servais, l'Intégrale des courts métrages, Prostaya smert, Hitparkut

Sottotitoli per AsianWorld: Jao nok krajok, Hagane, Hako



...fredde luci parlano...






1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi