Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

- - - - -

[RECE][SUB] Buvös vadász

sottotitoli di Sazuke

4 risposte a questa discussione

#1 Sazuke

    Operatore luci

  • Membro
  • 251 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 09 July 2010 - 06:03 PM

Buvös vadász

Magic Hunter / Il cacciatore magico

Immagine inserita

Regia: Ildikó Enyedi
Soggetto: liberamente tratto da Der Freischütz di Carl Maria von Weber
Sceneggiatura: Ildikó Enyedi, László László Révész
Fotografia: Tibor Mathé, Scenografia: Attila Kovács
Costumi: Györgyi Szakás, Montaggio: Mária Rigó
Musica: Carl Maria von Weber, Gregorio Paniagua, Suono: István Sìpos
Interpreti: Gary Kemp, Sadie Frost, Aleksandr Kaidanovsky, Péter Vallai.
Ungheria, 1994, 35mm, 106', colore

Immagine inserita


Max, tiratore scelto della polizia – in crisi dopo aver sparato accidentalmente a una ragazza in ostaggio – accetta tre pallottole magiche da un collega per superare una prova di abilità nel tiro. Incaricato di proteggere un famoso campione di scacchi, Max chiede altre pallottole magiche, ma dopo una futile dimostrazione di tiro rimane con una soltanto: quello che non sa è che questa appartiene al Diavolo e che colpirà un bersaglio scelto da lui. Nel frattempo, la moglie di Max incontra il campione di scacchi e un quadro della Madonna entra a poco a poco nelle vite dei tre personaggi, forse per allontanare una tragedia imminente. La storia è liberatamene ispirata all'opera lirica romantica per eccellenza Der Freischütz (Il franco cacciatore) di Carl Maria von Weber, riambientata nella Budapest di oggi. Secondo film della regista ungherese, dopo il bellissimo Il mio ventesimo secolo, tre storie interconnesse in tre tempi diversi (medioevo, seconda guerra mondiale, giorni nostri), diavoli, madonne, campioni di scacchi, poliziotti, pallottole magiche... il tutto prodotto da David Bowie!

Immagine inserita


"Ed è brillante il gioco sul tempo e gli intrecci di diversi livelli narrativi che la stessa Enyedi, assieme al suo cosceneggiatore Revesz, costruisce sull'impianto dell'opera romantica di Weber (che fu rappresentata per la prima volta a Berlino nel 1821), trasformandola in un bizzarro thriller metafisico. Un thriller assolutamente particolare, visto che vi compaiono il diavolo con tanto di corna, una madonna che corre più veloce dei proiettili, un miracolo, una processione medievale, e soprattutto un tiratore scelto che, come ' Il franco cacciatore' di Weber, si procura le sue pallottole direttamente dal maligno, senza preoccuparsi di sapere che l' ultima delle sette andrà a colpire dove vorrà. Non fidatevi di quello che dice nel press-book, a mo' di premessa, Ildikò Enyedi ('Noi, gente di oggi, facciamo di tutto per metterci in pericolo mortale, dove solo un miracolo può salvarci. Il problema è che crediamo in tutto, fuorché nei miracoli. E la soluzione, per uscire dalla trappola che ci siamo creati, è il nostro passato, la nostra cultura, se solo potessimo leggerli'). Tutto questo da Il cacciatore magico non esce, se non talmente carico di ironia e di grottesco da rappresentare più una scommessa narrativa che un discorso profondo. Ma il film ibrida con invenzioni continue le situazioni tipiche del genere, immettendole con molta bravura in una bizzarra atmosfera magica o intrecciandole a scene da tableau vivant medievale. E anche il gioco emotivo dei tre personaggi principali è orchestrato con abilità: il gelido cacciatore-tiratore scelto Gary Kemp [chitarrista e autore degli Spandau Ballet!!?], che non può più permettersi di sbagliare un colpo, la sua bella moglie Sadie Frost [allora moglie di Kemp anche nella vita], bisognosa di attenzioni, la loro figlioletta che crede nelle leggende e rappresenta il tramite con il passato e la magia, il grande scacchista russo minacciato da un misterioso attentatore e gentilmente sedotto dal fascino della signora (Alexander Kaidanovski, lo Stalker di Tarkovski)." Irene Bignardi.

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita


SOTTOTITOLI
Allega file  Ildiko Enyedi - Magic Hunter 1993.zip   11.91K   43 Numero di downloads


Purtroppo, che io sappia, esiste solo una versione vhs con i sottotitoli inglesi sovraimpressi (a parte una versione con audio russo e video peggiore).
Il timing è stato sincronizzato per questa versione in modo da coprire i sottotitoli preesistenti (impostate però il vostro lettore in modo che i sottotitoli abbiano uno sfondo nero e siano alla giusta altezza).
A volte, quando la frase italiana era troppo corta rispetto a quella inglese, ho inserito un po' di spazi qua e là per allungarla fino a coprire la sottostante...
versione surreale


Messaggio modificato da JulesJT il 17 December 2014 - 09:34 AM
Riordino RECE


#2 Shimamura

    Agente del Caos

  • Moderatore
  • 3563 Messaggi:
  • Location:La fine del mondo
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 10 July 2010 - 06:27 PM

Grazie sazuke!

Hear Me Talkin' to Ya



Immagine inserita



Subtitles for AsianWorld:
AsianCinema: Laura (Rolla, 1974), di Terayama Shuji; Day Dream (Hakujitsumu, 1964), di Takechi Tetsuji; Crossways (Jujiro, 1928), di Kinugasa Teinosuke; The Rebirth (Ai no yokan, 2007), di Kobayashi Masahiro; (/w trashit) Air Doll (Kuki ningyo, 2009), di Koreeda Hirokazu; Farewell to the Ark (Saraba hakobune, 1984), di Terayama Shuji; Violent Virgin (Shojo geba-geba, 1969), di Wakamatsu Koji; OneDay (You yii tian, 2010), di Hou Chi-Jan; Rain Dogs (Tay yang yue, 2006), di Ho Yuhang; Tokyo Olympiad (Tokyo Orimpikku, 1965), di Ichikawa Kon; Secrets Behind the Wall (Kabe no naka no himegoto, 1965) di Wakamatsu Koji; Black Snow (Kuroi yuki, 1965), di Takechi Tetsuji; A City of Sadness (Bēiqíng chéngshì, 1989), di Hou Hsiao-hsien; Silence Has no Wings (Tobenai chinmoku, 1966), di Kuroki Kazuo; Nanami: Inferno of First Love (Hatsukoi: Jigoku-hen, 1968) di Hani Susumu; The Man Who Left His Will on Film (Tokyo senso sengo hiwa, 1970), di Oshima Nagisa.
AltroCinema: Polytechnique (2009), di Denis Villeneuve ; Mishima, a Life in Four Chapters (1985), di Paul Schrader; Silent Souls (Ovsyanky, 2010), di Aleksei Fedorchenko; La petite vendeuse de soleil (1999), di Djibril Diop Mambéty; Touki Bouki (1973), di Djibril Diop Mambéty.
Focus: Art Theatre Guild of Japan
Recensioni per AsianWorld: Bakushu di Ozu Yasujiro (1951); Bashun di Ozu Yasujiro (1949); Narayama bushiko di Imamura Shohei (1983).

#3 feder84

    Direttore del montaggio

  • Membro+
  • 2610 Messaggi:
  • Location:Brescia
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 12 July 2010 - 12:02 PM

Sub uppati (con un certo ritardo)


Grazie Sazuke.
In una notte della tarda primavera del quinto anno dell'era Meiwa, finisco di scrivere quest'opera, accanto alla mia finestra, mentre, cessata la pioggia, è apparsa la luna appena velata; perciò, nell'affidarla al tipografo, la intitolo Racconti di pioggia e di luna.


Firmato: Seishi kijin
Sigillo: Shikyo kojin
Yugi Sanmai

#4 *StevE*

    Microfonista

  • Membro
  • 119 Messaggi:
  • Sesso:

Inviato 12 July 2010 - 12:10 PM

Grazie mille :em41:

#5 bowman

    Cameraman

  • Membro
  • 738 Messaggi:
  • Sesso:

Inviato 14 July 2010 - 12:48 PM

Bizzarra questa passione delle "Ildikó" per le lumache... :em69:
Grazie mille per i sub!!!
Sottotitoli per Altro Cinema: Spalovač mrtvol, Golem, Sanatorium Pod Klepsydra, Vtáčkovia, siroty a blázni, Das schloss , Postava k podpírání , PrevraŠčenije, Mucedníci lásky, Posetitel Muzeya, Kinetta, O slavnosti a hostech, Iavnana, Pokój saren, Amerika, Sami, Menschenkörper, Klassenverhältnisse, Woyzeck, De grafbewaker, Muukalainen, Na wylot, Zbehovia a pútnici, Cztery noce z Anna, Kynodontas, Katalin Varga, Gyerekgyilkosságok, Liverpool, Jeanne Dielman, 23 quai du Commerce, 1080 Bruxelles, Höhenfeuer, La Chevelure, La ville des Pirates, Szegénylegények, PVC-1, Die Verwandlung, Adoration, Zamok, Las, Toute une nuit, Ohio Impromptu, Catastrophe, Die Linkshändige frau, Mange, ceci est mon corps , L'evangile du cochon créole, A erva do rato, Le puits et le pendule, Gospodin Oformitel, Traumstadt, Fövenyóra, Le professeur Taranne, L'imitation du cinéma, Büntetőexpedició, Pőrgu, Cuadecuc, vampir, Stićenik, Filme do Desassossego, Tren de sombras, Schakale und Araber, Estorvo, O cerco (traduzione di Polax), Ha'Meshotet, What Where, Rockaby, Come and go, Naufragio, Barăo Olavo, O Horrivél, La influencia, Zirneklis, La femme 100 tętes, Alpeis, Szürkület, V gorakh moyo serdtse, Brillianty. Pokhischenie, Basta, Devyat Sem Sem, Two Gates of Sleep, Saç, You Are Not I, Sevmek zamani, Koniec świata, Poyraz, Mikres eleftheries, Uncut family, Que hay para cenar, querida?, Els Porcs, Ice cream, La invención de la carne, Dafnis y Cloe, Swedenborg, Ombres de foc, A zona, Ja tože choču, Tokyo Giants, Raoul Servais, l'Intégrale des courts métrages, Prostaya smert, Hitparkut

Sottotitoli per AsianWorld: Jao nok krajok, Hagane, Hako



...fredde luci parlano...






1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi