Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

* * * - - 1 Voti

[RECE][SUB] El último verano de la Boyita


3 risposte a questa discussione

#1 JulesWU

    Wu-Tang Lover

  • Moderatore
  • 4033 Messaggi:
  • Location:Walhalla degli Otaku
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 01 May 2016 - 05:57 PM

Immagine inserita


Titolo internazionale: The Last Summer of La Boyita
Regia: Julia Solomonoff
Paese: Argentina
Anno: 2009
Genere: Drammatico - LGBT
Durata: 93'
Lingua: Spagnolo
Interpreti: Guadalupe Alonso (Jorgelina), Nicolás Treise (Mario), Mirella Pascual (Elba)


Immagine inserita Immagine inserita

Sinossi

L'estate rappresenta un giro di boa per la giovane, chiassosa Jorgelina. Abbandonata dalla sorella adolescente, si dirige verso la casa di campagna di famiglia con suo padre, recentemente separato. Nelle vaste e assolate pampas argentine, Jorgelina si ritrova con il suo compagno di giochi dell'infanzia, Mario, l'orgoglioso ma riservato figlio di un direttore di un ranch che si sta preparando per la sua prima corsa ai cavalli.
[fonte: cinemagay.it]


Immagine inserita


La boyita è una roulotte nel giardino di Jorgelita, dieci anni, e della sorella Luciana, tredici, un luogo di giochi, nascondiglio segreto, casita, riparo, che occupa intensamente i primi minuti del film, così come ha occupato fino a quel momento le vite delle due ragazzine.
El último verano è l’ultima estate. Ultima, appunto, prima che tutto, definitivamente, cambi. Prima della separazione dei genitori. Prima della partenza per le vacanze, Luciana con la madre, al mare, e Jorgelita con il padre, in campagna. Prima delle prime mestruazioni. Prima, soprattutto, di conoscere il segreto di Mario.
Se c’è una cosa che Jorgelita non esita a fare è porre domande. A se stessa e agli adulti con medesima franchezza, identica intelligente ostinazione. Sarà la campagna, con la sua lentezza inusitata, la sua calura insopportabile, il teatro di molte iniziazioni nel campo dei sentimenti, dell’identità, dei vincoli parentali e delle leggi talvolta crudeli che li regolano, dello sviluppo fisico, della percezione del dolore e del piacere. In questo viaggio di formazione, Jorgelita ha per compagno un ragazzino biondo di nome Mario, figlio di braccianti, cresciuto in mezzo ai cavalli e ai campi, silenzioso, resistentissimo. In corpo un segreto antico, che lui stesso, alle soglie dell’adolescenza, fatica a spiegarsi.
Questo film – uscito nel 2009 al festival internazionale di San Sebastian e da allora pluripremiato – è assente dalla grande distribuzione, e dunque tragicamente invisibile ai più. È il destino di molte pellicole che passano nella programmazione di festival e rassegne e poi spariscono in un buco nero. Con la storia di Jorgelita e Mario la regista argentina Julia Solomonoff firma un capolavoro e tocca un tema difficilissimo – l’intersessualità – da grande narratrice, senza indecisione, con infinita dolcezza.
El último verano de la boyita è un film per ragazzi, per adolescenti e per adulti, da vedere più di una volta, da cercare, da mostrare nelle scuole, soprattutto, senza timore e senza veli.
[Giulia Mirandola per topipittori.blogspot.it]


Immagine inserita


Traduzione: Grace de Kerouàc


SOTTOTITOLI
(Versione: DVD)
Allega file  El.ultimo.verano.de.la.Boyita.AsianWorld.zip   13.93K   40 Numero di downloads





#2 JulesWU

    Wu-Tang Lover

  • Moderatore
  • 4033 Messaggi:
  • Location:Walhalla degli Otaku
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 01 May 2016 - 06:06 PM

Ennesimo "grazie a Grazia" e all'agente fabiojappo.
Sottotitoli allegati.

Di seguito il poster internazionale del film in questione.

Immagine inserita

#3 fabiojappo

    Produttore

  • Moderatore
  • 3961 Messaggi:
  • Location:Alghero
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 01 May 2016 - 06:36 PM

Grazie a (te) Jules, grande ricercatore di coming of age in ogni cinematografia. Sempre interessanti. Anche in questo caso dove il percorso di formazione della protagonista si imbatte in un'altra storia, delicata e raccontata (pur senza sconti) con delicatezza. Con tocco sincero. Con una regia femminile, direi. Non solo perché la regista è una donna.

Messaggio modificato da fabiojappo il 01 May 2016 - 06:39 PM


#4 JulesWU

    Wu-Tang Lover

  • Moderatore
  • 4033 Messaggi:
  • Location:Walhalla degli Otaku
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 01 May 2016 - 06:53 PM

Visualizza Messaggiofabiojappo, il 01 May 2016 - 06:36 PM, ha scritto:

Grazie a (te) Jules, grande ricercatore di coming of age in ogni cinematografia.

Devo assolutamente scrollarmi di dosso questa ingombrante etichetta. :unsure:
D'ora in poi proporrò soltanto più documentari in stile Wang Bing. :em66:





1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi