Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

[RECE][SUB] Epitaph

Traduzione di RandolphCarter

10 risposte a questa discussione

#1 RandolphCarter

    PortaCaffé

  • Membro
  • 27 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 13 June 2008 - 01:32 PM

EPITAPH

Immagine inserita

Titolo originale: Gidam
Produzione: Corea del Sud, 2007
Genere: Horror
Regia: Jeong Beom-sik, Jeong Sik
Sceneggiatura: Jeong Beom-sik, Jeong Sik
Cast: Kong Ho-Seok, Choi Jae-Hwan, Mu-song Jeon, Jeong Jin-an, Ku Jin, Yeo Ji, Bo-kyeong Kim, Eung-su Kim, Tae-woo Kim, Ju-yeon Ko, Dong-kyu Lee, David Lee McInnis, Ji-a Park, Ji-won Uhm, Soo-jung Ye
Durata: 98'
Riferimento sottotitoli: PosTX


Corea del Sud, 1979: Park Jeong-nam ritrova un vecchio album di fotografie risalenti al 1942, quando era un giovane medico internista all’Anseng Hospital e la Corea era occupata dall’esercito giapponese. La sua mente ritorna a quattro giorni in cui fu testimone di eventi inspiegabili che segnarono la sua vita per sempre.
Il film racconta tre diversi episodi che si svolsero in quei giorni all’interno e nei pressi dell’ospedale.


Immagine inserita



Il primo riguarda direttamente il giovane Park Jeong-nam. Specializzando non troppo brillante, egli è tuttavia il protetto della direttrice dell’ospedale; tanto che presto ne sposerà la figlia, che non vede da quando era bambino, in un matrimonio combinato. Nel frattempo arriva in ospedale il cadavere di una giovane ragazza, morta suicida e rimasta intrappolata nel ghiaccio. Park Jeong-nam è di turno in obitorio e non resiste alla tentazione di vedere il viso della ragazza; la sua bellezza lo inquieta e lo rapisce, quasi che con lei ci fosse uno strano ed inspiegabile legame.

Immagine inserita


Il secondo episodio, precedente al primo cronologicamente, riguarda un bambina sopravvissuta miracolosamente ad un incidente in cui sono morti la madre e il patrigno. Giunta in ospedale la bimba, nonostante non riporti neanche un livido, soffre di afasia e di terribili incubi (?) in cui il fantasma della madre la tormenta.

Immagine inserita


Il terzo episodio, il più sanguinolento, ha a che fare con una serie di omicidi di soldati giapponesi; Kim In-yeong è la dottoressa incaricata delle autopsie. Il marito Kim Dong-won, anch’egli medico chirurgo, inizia ad avere dei sospetti sulla moglie, soprattutto da quando si è reso conto che essa non ha un’ombra…

A questo punto dovrebbe risultare chiaro come Epitaph sia tutt’altro che un film semplice o poco ambizioso. Tuttavia i registi, pur rischiando a tratti di esagerare coi ragionamenti e coi “plot twists” (e mi riferisco al terzo episodio), confezionano non solo un horror psicologico valido come non se ne vedono spesso, ma molto semplicemente un grande film.
L’ospedale è il setting ideale per queste tre storie di fantasmi: i corridoi angusti, l’illuminazione fioca e discontinua, l’isolamento dal resto del mondo. Le tre storie riescono ad essere tutte ugualmente appassionanti e cariche di tensione, unendo alle riuscitissime scene spaventose (alcune sono e resteranno tra le peggiori che ricordi) momenti di grande respiro poetico, consumati sul confine tra la vita e la morte. Più di una volta durante la visione sono stato colto dalla classica pelle d’oca, non solo per lo spavento, ma anche per l’atavica inquietudine generata da certi temi.

Immagine inserita


Il maggior pregio di Epitaph è quindi l’essere assolutamente vincente come film horror (spaventa) e l’offrire allo stesso tempo una trama complessa, ricca di spunti di riflessione “importanti”. Un risultato già portato a casa nel 2003 dal capolavoro A tale of Two Sisters di Kim Jee-Woon.

Dal punto di vista formale Epitaph è ineccepibile quando non formidabile (meravigliosa la sequenza crepuscolare nell'obitorio, ma ce ne sono molte altre), e si fregia di un’ottima, struggente colonna sonora. Bravi gli attori, tra cui spicca la rimarchevole interpretazione della piccola Ko Ju-Yeon, protagonista del secondo episodio.

Buona visione!










Sottotitoli





Ordina il DVD su

Immagine inserita









Già, le piccole cose mi deprimono.
Così quando arrivano i guai grossi sono già pronto a crollare.
E' la mia "volontà di fallimento".


Traduzioni per AW: Noroi - Hatsukoi-First Love - Epitaph - Someone Behind You - The Railroad

#2 _Benares_

    Soft Black Star

  • Membro storico
  • 4763 Messaggi:
  • Sesso:

Inviato 13 June 2008 - 02:08 PM

Un bell'horror non si rifiuta mai.
Grazie. :em41:

#3 polpa

    It’s Suntory Time!

  • Membro storico
  • 9216 Messaggi:
  • Location:Roma
  • Sesso:

Inviato 13 June 2008 - 05:19 PM

Le immagini mi sembrano ruleggiare alquanto.
Grazie, Guardiano dei Sogni! :em41:

#4 RandolphCarter

    PortaCaffé

  • Membro
  • 27 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 13 June 2008 - 07:05 PM

Io dico solo una cosa: paiuuuuuuuuuuuuura :em41:
Già, le piccole cose mi deprimono.
Così quando arrivano i guai grossi sono già pronto a crollare.
E' la mia "volontà di fallimento".


Traduzioni per AW: Noroi - Hatsukoi-First Love - Epitaph - Someone Behind You - The Railroad

#5 Cignoman

    Direttore del montaggio

  • Membro storico
  • 2847 Messaggi:
  • Location:Nowhere
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 13 June 2008 - 07:39 PM

Nonostante non sia il mio genere, lo guarderò perchè l'ambientazione mi fa venire in mente THE KINGDOM di L. Von Trier...

Immagine inserita


#6 paulus35

    Direttore della fotografia

  • Membro
  • 1097 Messaggi:
  • Location:Kogal World
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 14 June 2008 - 12:25 AM

Mitico Randolf, horror-subber!! :em82: :em16: :em88:
Immagine inserita

Traduzioni film asiatici
Ikinai ~ Tokyo Eleven ~ Install ~ Shibuya Kaidan ~ Shibuya Kaidan 2 ~ Angel Guts 2 - Red classroom ~ Meatball Machine ~ Sick Nurses ~
The Chanting ~ Stereo Future

Traduzioni a cura del JAF (Jappop Fansub Project)
A Gentle Breeze in the Village (by Blaze) ~ Backdancers (by paulus35) ~ Cruel Restaurant (by paulus35) ~
Sidecar ni inu (by Lastblade) ~ The Masked Girl (by paulus35) ~ 700 Days Of Battle: Us VS. The Police (by Sephiroth) ~ Aoi Tori / Blue Bird (by paulus35) 33% ~ The Fure Fure Girl (by Lastblade&paulus35) 01%

#7 Mirash

    Operatore luci

  • Membro
  • 319 Messaggi:
  • Sesso:

Inviato 14 June 2008 - 08:22 AM

ecco, questo lo vorrei proprio vedere... però ho avuta paura già col trailer... :em82: così non so... mi caco!
Leggi Mirash responsabilmente.

Subs per AW: No Regret Daisy
In Work: Memories of Tomorrow (40%)

#8 RandolphCarter

    PortaCaffé

  • Membro
  • 27 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 14 June 2008 - 02:11 PM

Guardalo guardalo, suvvia! Ti cacherai sicuramente, ma alla fine ne resterai soddisfatta, fidati!
(Splendido avatar hai)

Messaggio modificato da RandolphCarter il 14 June 2008 - 03:25 PM

Già, le piccole cose mi deprimono.
Così quando arrivano i guai grossi sono già pronto a crollare.
E' la mia "volontà di fallimento".


Traduzioni per AW: Noroi - Hatsukoi-First Love - Epitaph - Someone Behind You - The Railroad

#9 Li-zhen

    PortaCaffé

  • Membro
  • 28 Messaggi:
  • Sesso:

Inviato 09 July 2008 - 10:24 AM

RandolphCarter, il Jun 13 2008, 02:32 PM, ha scritto:

Il maggior pregio di Epitaph è quindi l’essere assolutamente vincente come film horror (spaventa) e l’offrire allo stesso tempo una trama complessa, ricca di spunti di riflessione “importanti”. Un risultato già portato a casa nel 2003 dal capolavoro A tale of Two Sisters di Kim Jee-Woon.
Vedendo citato Two Sisters mi sono fiondata fiduciosa nella visione. Purtroppo non posso condividere l'entusiasmo per questo film che se da un punto di vista tecnico è sicuramente ben fatto, narrativamente m'è sembrato alquanto deludente, soprattutto nella terza storia dove i troppi cambi di prospettiva tolgono efficacia. L'atmosfera funziona solo a tratti e in generale il film ha avuto scarsa presa su di me, tutto il contrario di Two Sisters insomma... :em15:





1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi