Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

[RECE][SUB] Courthouse On The Horseback

Traduzione di Lord Evol

55 risposte a questa discussione

#1 lordevol

    Turbo Pucci Love Suntory revolution®

  • Membro
  • 3629 Messaggi:
  • Location:Heavenly Forest
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 12 December 2006 - 12:32 AM

Courthouse On The Horseback - AW SYNCH

Immagine inserita

Titolo originale: Mabei shang de fating
Regia: Liu Jie
Sceneggiatura: Wang Lifu
Fotografia: Harrison Zhang
Montaggio: Liao Ching-song
Interpreti: Li Baotian, Yang Yaning, Lu Yulai, Li Tingliang
Produzione: 3C Films, Beijing Children’s Art Theater

Nazione: Cina
Anno: 2006
Durata: 105 min.
Caratteristiche tecniche: 35mm – Colore



Trama
E' la storia di tre giudici itineranti che girano per villaggi rurali, fuori dalle grandi metropoli cinesi. Si racconta del loro intento di portare giustizia, spesso usando le sfumature della legge, tra le beghe grottesche degli indigeni.
Il personaggio principale, il vecchio giudice, anima i processi più inimmaginabili e divertenti e colpisce con le soluzioni più sagge.
Nella trama del film trova sempre spazio anche il secondo, e più rispettato, personaggio principale, ovvero lo stemma del governo (che non deve mai esser coperto!), il quale apre un mondo di idee e di immagini: lo scontro generazionale, l'amore contro l'abitudine, la passione frenata dalla deontologia, la laurea come strumento brutale ed ingenuo per superare la tradizione e, per ultimo ma chiave di tutto il film, lo stato che vuole (deve) soppiantare la legge del villaggio nell'incredulo, forse assurdo, tentativo di integrazione.


Commento
E' stato il film più puro che abbia visto tra quella decina di asiatici che avevo scelto di vedere al festival di Venezia 2006. Il mio preferito.
E' un film drammatico ma solare, semplice, a volte divertente pur nella sua tragica malinconia. Bello. E' sicuramente il tipo di cinema orientale che cerco avidamente e che a volte disperatamente non trovo.
Vorrei vedere tutti film come questo: che raccontino qualcosa che non so di su una cultura che non conosco bene.
E che alla fine riescano anche a prendermi il cuore, e a torcerlo con due mani.




Sintetizzando, tra tutti i film asian o asian-oriented del festival, Courthouse on the horseback è stato l'unico ad avermi fatto tirare un sospiro di sollievo, e di questi ultimi se ne fanno sempre troppo pochi al giorno.
Se un film come quello di Amelio (La stella che non c'è, visto anch'esso passare per Venezia 2006) aveva, secondo me, il limite di rappresentare la Cina come va di moda il pensarla oggi, ovvero esattamente come io o un qualunque turista se la immaginerebbe (un cantiere in espansione), Liu Jie entra invece in quella parte di vita lontana dalle metropoli, che nessun regista non indigeno può riuscire a filmare coscienziosamente.
Ad esempio, come si svolgono i processi al di fuori di quelle pochissime grandi città? Tolte queste rimane pur sempre un territorio che potrebbe fare pianeta a sè!
Ed è li che la Cina racchiude la sua filosofia, i suoi segreti, il suo stile. E' quello che voglio conoscere, mi interessa e mi emoziona: la radice, la parte nascosta ma viva. Le foglioline son fin troppo esposte, sembrano verdi ma per me sono morte, son coperte da lustrini che però si evidenziano come assurdi scimmiottamenti occidentali nella gran parte dei casi.

Il ritmo di tutto il film è acceso, invidiabile, precisissimo: MAI noioso.
Ogni tanto mi ha anche regalato qualche risata molto intelligente.
Quel vecchio giudice è un mio idolo; una delle sue più grandi preoccupazioni era che nessuno facesse più causa a nessuno: non è un assurdo, lui sapeva che altrimenti l'autorità del governo non sarebbe stata riconosciuta: già il concetto di far causa a qualcuno ha come base il sapere e il rispettare il fatto che esista la legge statale, e anche chi la fa rispettare. Il gioco è sottile quanto lo stampo di un simbolo del potere da appendere su in alto, tra tronchi accatastati, in mezzo ad un porcile o un'aia.
Ovvero, maestoso, nel tribunale itinerante.



A metà film, alla domanda di quella donna giudice di neanche 50 anni costretta al pensionamento - da una nuova legge retroattiva - per cedere il posto al ragazzo appena laureato:
"E' tutta qui la vita?".
Il vecchio risponde con ferma cortesia un netto "Si".
Con gli occhi di un innamorato, sdentato.
Battute divertenti, e una storia che spacca il cuore. 10/10.



La sigla finale a cappella, dal sapore rurale del villaggio, rauca e stonata, è - infine - strepitosa e originalissima.

Ciao!






Sottotitoli





Ordina il DVD su

Immagine inserita



Messaggio modificato da fabiojappo il 21 December 2014 - 05:29 PM

Immagine inserita


#2 Magse

    Drunken Master

  • Membro storico
  • 9003 Messaggi:
  • Location:Ospizio dei vecchi utenti di AW.
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 12 December 2006 - 12:38 AM

bene, è tempo di vederlo.
e mi perdonerai se ho saltato in tronco il commento.
lo leggerò post-visione :P

intellettualità e cazzeggio, in complementarietà e non in opposizione, sono il pane delle community

.::Un tempo tradussi per AW i seguenti sottotitoli. Se ora li state cercando, contattatemi e vi saranno dati :) 一.New Blood, 二.Eight Diagram Pole Fighter, 三.A Hero Never Dies (/w Japara), 四.Once Upon a Time in China, 五.Once Upon a Time in China II, 六.New Dragon Gate Inn, 七.Shiri (/w Japara), 八.Ashes of Time (/w Nickmattel), 九.Duel To The Death, 十.The Moon Warriors, 十一.The Tai-chi Master, 十二.Asoka (/w Mizushima76), 十三.Election, 十四.Police Story (/w ZETMAN), 十五.Sha Po Lang, 十六.The Myth (/w Zoephenia), 十七.The Blade (/w Nickmattel), 十八.Fist Of Legend (/w Haran), 十九.Election 2: Harmony Is A Virtue, 二十.Suzhou River (/w Lexes), 二十一.Juliet In Love (/w Kar-Wai), 二十二.Running Out Of Time, 二十三.Dragon Tiger Gate, 二十四.Dog Bite Dog, 二十五.The Lovers, 二十六.Exiled, 二十七.Made In Hong Kong, 二十八.The Longest Summer, 二十九.Little Cheung, 三十.Durian Durian, 三十一.Hollywood Hong Kong, 三十二.The Love Eterne, 三十三.Horrors of Malformed Men (/w Akira), 三十四.I Don't Want To Sleep Alone::.

Fondatore del Comitato per il Ritorno alla Gloria di Asianworld | Fondatore del Veronica Moser Shit Club | Co-fondatore del Comitato contro Cecilia Cheung e Kelly Chen | Suntoryzzato in data 15/07/2006 | Suntory-Sith | Nessuna commedia coreana tradotta dal 06/02/2004 | Censore in capo del Club Anti Siwospam: Basta turbo merdate, basta post mono faccina, basta panda del ca**o, basta suntory, BASTA SPAM! | Dandy Gay Lover | SNIAPA!™ addicted n°1


#3 nickmattel

    Direttore della fotografia

  • Membro storico
  • 1861 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 12 December 2006 - 12:38 AM

:P Grazie mille Lord
"Così, per l'avidità di arricchirsi, perse anche la possibilità di ricevere quanto aveva ricevuto fino a quel giorno."
[cit] Esopo; La gallina dalle uova d'oro

#4 princerick

    Direttore del montaggio

  • Membro storico
  • 2093 Messaggi:
  • Location:Seul
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 12 December 2006 - 12:47 AM

:P
ole'

#5 François Truffaut

    Wonghiano

  • Amministratore
  • 12910 Messaggi:
  • Location:Oriental Hotel
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 12 December 2006 - 12:50 AM

Grazie Lord!

Sicuramente da vedere.

:P

Edit: Il film ha vinto il premio come miglior film della sezione Orizzonti all'ultima Mostra di Venezia.

Messaggio modificato da François Truffaut il 12 December 2006 - 12:55 AM

Cinema Taiwanese su AsianWorld.it



Immagine inserita

Naomi Kawase: il cinema, i film

Immagine inserita



Sottotitoli per AsianWorld: The Most Distant Course (di Lin Jing-jie, 2007) - The Time to Live and the Time to Die (di Hou Hsiao-hsien, 1985) - The Valiant Ones (di King Hu, 1975) - The Mourning Forest (di Naomi Kawase, 2007) - Loving You (di Johnnie To, 1995) - Tokyo Sonata (di Kiyoshi Kurosawa, 2008) - Nanayo (di Naomi Kawase, 2008)

#6 suiseki

    Cameraman

  • Membro
  • 511 Messaggi:
  • Sesso:

Inviato 12 December 2006 - 01:45 AM

grazieeeeeeeeeeeeee :P

Suntoryzzata ufficialmente in data 27/01/2007 Aisssshipal!!!!

"In viaggio il primo giorno ci si chiede perchè si è partiti, chi ce l'ha fatto fare. I giorni successivi ci si domanda come si farà a tornare indietro."

Sub AW: b420; Sub Altro Cinema: Obaba

#7 OZU

    Guardone Professionista

  • Membro
  • 493 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 12 December 2006 - 03:26 AM

:P

#8 ZETMAN

    Operatore luci

  • Membro
  • 437 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 12 December 2006 - 08:18 AM

Thanks!
Ritorno alle origini. Il vero cinema di Hong Kong.
user posted image

www.scratchmusic.it Visitatelo e non ve ne pentirete ;)

#9 elgrembiulon

    maledetto punk

  • Membro storico
  • 5736 Messaggi:
  • Location:Å, Norge
  • Sesso:

Inviato 12 December 2006 - 09:35 AM

Forse t'avevo già ringraziato in "privato", ma colgo l'occasione x farlo anche qui. Dio, quanto mi ispira sto filmo!!! Grassieeeeeeeeeeeeeeee!!!!!!!! :em81:
Subs Asian: Takeshis' (rece by polpa and subs no longer available, maledizione!!), Aparajito (L'Invitto), 4:30, The Scent Of Green Papaya

Subs Altro Cinema: Ariel (subs no longer available),Kaldaljós, Children of Nature (Börn náttúrunnar), Øyenstikker (TlwtN1),Den brysomme mannen (The bothersome man)(TlwtN2), Voksne Mennesker, La libertad, Vinterkyss (TlwtN3), Valehtelija (The Liar) (RS1), Rosso (RS2), Fantasma, Bleeder, The Man From London (A londoni férfi), Bronson

in work: Mýrin (Jar City) (3%)

Suntoryzzato ufficialmente in data 27/01/2007



Nessuna commedia coreana tradotta dal 24/07/2005.

La natura e le sue leggi erano nascoste nelle tenebre. Poi Dio disse: "Sia fatto Tesla", e tutto fu luce. (B.A. Behrend)





1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi