Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

[RECE][SUB] A Last Note


6 risposte a questa discussione

#1 Picchi

    Operatore luci

  • Membro
  • 452 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 15 December 2012 - 11:51 AM

A Last Note


Immagine inserita



Titolo originale: Gogo no Yuigon-jo

Nazionalità: Giappone

Regia: Shindo Kaneto

Anno: 1995

Durata: 111 min.

Genere: Drammatico

Cast: Otowa Nobuko, Sugimura Haruko, Asagiri Kyoko, Kanze Hideo




Trama. Come ogni estate, l'anziana attrice Yoko Morimoto passa le vacanze nella villa in montagna, lontana dagli impegni e all'insegna del relax. A gestire la villa estiva c'è la signora Toyoko e la figlia Akemi. Dopo aver scoperto la morte enigmatica del giardiniere, riceve la visita inaspettata di una sua vecchia amica e compagna di teatro: Tomie, assieme al marito. Ma Tomie non è più la stessa solare ragazza dei tempi andati, ormai è anziana e soffre di demenza senile. Il suo arrivo porterà vecchi ricordi e nuove vicende.



Immagine inserita



Gogo no Yuigon-jo, tradotto "Il testamento della sera", (titolo internazionale A Last Note) narra di tre donne anziane che hanno fatto scelte di vita differenti. Attraverso il loro ritratto il film descrive con ironia e leggerezza temi universali della vita, la vecchiaia e la paura della morte, e osservando la società giapponese con tocco leggero e ironico.
A 86 anni, Shindo Kaneto osserva lo scorrere della clessidra, riprendendo per l'ultima volta la moglie Otowa. L'ombra della fine aleggia su ogni scena, non con amarezza e depressione, bensì attraverso strani legami d'amicizia che mettono in luce eventi del passato. Anche con umorismo a volte. I personaggi pian piano si rendono conto di non aver ancora finto di scoprire la loro vita, che quello che credevano concluso ha ancora delle sorprese.
Le scene di nudo della "parte giovane" del film, che a una prima visione superficiale potrebbero sembrare senza senso, si contrappongono ai personaggi principali, ormai vecchi e senza più vigore sessuale, trasmettendogli energia positiva. Così l'attrice Yoko dirà alla sua vecchia amica dopo aver assistito alla cerimonia "pre-matrimoniale" tradizionalista di Akemi. Anziani e giovani, sono due facce diverse, come la disperazione (per la fine) e la speranza (della vita), ma facenti parte della stessa moneta; ovvero dell'esistenza umana.

Per ulteriori approfondimenti sul cinema del regista, consiglio la lettura del post di Shimamura81.


Il testamento della sera è un omaggio a Sugimura Haruko (nel ruolo di Morimoto Yoko) grande attrice di teatro e Otowa Nobuko (Toyoko), moglie e collaboratrice di Shindo sin dall'esordio. Non solo, il film segna il ritorno sulle scene di Asagiri Kyoko (Ushikuni Tomie) dopo 36 anni di assenza.

Qui sotto ho scritto delle brevi biografie delle tre attrici, ricavate da wikipedia.


Otowa Nobuko (01/10/1924 – 22/12/1994)

Nata nella prefettura di Tottori, a Yonago, dopo essere stata allontanata dalla casa paterna, cresce a Osaka, dove ben presto viene adottata e trasferita a Kobe. Già adolescente mostra interesse per la danza tradizionale giapponese e nel 1937 entra nella scuola del Takarazuka Revue dopo che la zia la porta a vedere uno loro spettacolo.

Il Takarazuka Revue è una compagnia di teatro musicale con sede nella prefettura di Hyōgo. La compagnia è interamente femminile, e mette in scena principalmente musical di stampo occidentale, sullo stile di Broadway; talvolta le produzioni sono ispirate a noti shōjo manga come Lady Oscar, e a racconti del folclore giapponese. Altre messe in scena sono invece ispirate a classici della letteratura occidentale, quali Anna Karenina e Il grande Gastby, a film quali Casablanca o ad opere liriche come Il Trovatore o Turandot.
Nel 1939 debutta sulle scene con Takarazukahana monogatari. Seguendo le orme di una sua compagna, Chigake Awashima, lascia la compagnia ed entra nella Daiei Film Corporation. Debutta nel film di Kimura Keigo, Shojohō, sceneggiato da Shindō Kaneto. Nello stesso anno recita il ruolo di moglie nel primo film autobiografico diretto da Shindō, "Story of a Beloved Wife" (Aisai monogatari), segnandone la piena entrata nel mondo del cinema. Nobuko diventa l'amante del regista che seguirà entrando a far parte della sua compagnia, la Kindai Eiga Kyōkai, e partecipando come attrice in quasi tutti i suoi film. Si sposano nel 1978 dopo il divorzio del regista dalla precedente moglie. Nobuko gira oltre 130 film tra il 1951 e il 1994 anno della sua morte.
Vince postumo il premio come miglior attrice non protagonista al 19° Japan Academy Prize per "A Last Note", quando gli viene diagnosticato un cancro terminale al fegato durante la sua realizzazione. Metà delle sue ceneri sono state sparse sull'isola di Sukune a Mihara, Hiroshima, dove è stato girato il capolavoro di Shindō Kaneto "The Naked Island", in cui ha recitato.



Sugimura Haruko (06/01/1909 – 04/04/1997)


Nasce in un distretto a luci rosse di Hiroshima come figlia illegittima di una prostituta. Alla morte della madre viene adottata da un falegname e cresce in ristrettezze. Dopo la scuola vuole diventare a tutti i costi una cantante e tenta l'ammissione all'allora Scuola di Musica di Tōkyō, fallendo per due anni consecutivi. Tornata a Hiroshima sostituisce l'insegnante di musica in una scuola superiore femminile. Alla visione di uno spettacolo di una compagnia di teatro itinerante, si commuove e ritorna a Tōkyō, ma nonostante supera l'esame, viene rifiutata a causa del forte accento di Hiroshima. Tuttavia, viene accettata come suonatrice di organo (posta di spalle e in silenzio) nel teatro Tsukijisho Gekijo di Tōkyō. È stato questo il primo passo nel mondo del teatro di Sugimura Haruko, che ha continuato la carriera di attrice per oltre 70 anni.
Ha recitato, inoltre, in moltissimi film tra i più grandi registi di cinema giapponese: Kurosawa Akira ("Barbarossa", "Non rimpiango la mia giovinezza"), Naruse Mikio ("Flowing", "Repast"), Kinoshita Keisuke ("Yotsuya Kaidan", "Nogiku no gotoki kimi nariki") e Ozu Yasujirō ("Viaggio a Tokyo", "Tarda Primavera", "Erbe Fluttuanti"), solo per citarne alcuni.
Nel 1940 è apparsa in Kojima no haru ("Small Island Springtime"), un racconto piuttosto triste di una donna afflitta dal morbo di Hansen (una forma di lebbra), scelto nella lista annuale dei "10 migliori film." Questo notevole film, di stile quasi documentaristico di Toyoda, è stato visto da un'attrice giovane, l'ormai famosa Takamine Hideko, che ha scritto su di esso nella sua autobiografia Watashi no tosei nikki ("My Working - Life Diary") nel 1980. Takamine descrive una sequenza in cui Sugimura, mantenendo la schiena alla telecamera per nascondere i suoi lineamenti deformi, si sta lavando da una canna di bambù, riuscendo, nonostante tutto, a esprimere le emozioni così bene che la giovane attrice si rende conto, per la prima volta, cos'è la vera recitazione.
Vince numerosi riconoscimenti, ma nel 1995 rifiuta quello più importante, l'Ordine della Cultura, conferito dall'imperatore in persona, affermando di non sentirsi a suo agio sul palco se accettasse il premio che sente di non meritare. Muore a 91 anni in ospedale a causa di un tumore terminale al pancreas.


Asagiri Kyōko (19/02/1921 – 28/05/1999)

Dopo il diploma alla scuola elementare si iscrive come studentessa al primo anno alla scuola di recitazione Shōchiku per giovani attrici. Dopo l'ammissione alla compagnia, recita in numerosi spettacoli. Nel 1937 partecipa allo spettacolo d'inaugurazione del “Teatro Internazionale di Asakusa”. Nel 1940 lascia la compagnia ed entra a far parte della Shōchiku Ofuna, stessa compagnia trasferitasi da Kamata (Tokyo) a Ofuna.
Debutta nel film Nyonin Tenshin. Nella commedia leggera ante-guerra Shimi Kin, le affidano il ruolo di partner del popolare Shimizu Kin'ichi, con cui si sposerà nel 1950 abbandonando le scene pochi anni dopo. In seguito al ritiro e alla sofferenza per la morte del marito ha sempre rifiutato di ritornare sulle scene, continuando a gestire un ristorante.
Nel 1995 viene selezionata nel film di Shindō Kaneto "A Last Note", dopo 36 anni di assenza dal mondo dello spettacolo. Muore a 78 anni nel 1999 a causa di un tumore al fegato.



Sottotitoli a cura di SubSoup

Traduzione di Picchi

Revisione di fabiojappo


(versione 700)



Allega file  A.Last.Note.AsianWorld.rar   27.13K   40 Numero di downloads



Retrospettiva Kaneto Shindo




Ordina il DVD su

Immagine inserita


Messaggio modificato da fabiojappo il 15 October 2017 - 12:53 PM

"猿も木から落ちる" (Anche le scimmie cadono dagli alberi)





Immagine inserita


#2 fabiojappo

    Regista

  • Moderatore
  • 4407 Messaggi:
  • Location:Alghero
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 15 December 2012 - 01:00 PM

A mio avviso forse il migliore tra gli otto film della retrospettiva, o comunque tra i primi due-tre. E testamento di due grandi attrici nella storia del cinema giapponese, spesso utilizzate da Shindo: Otowa Nobuko e Sugimura Haruko qui al loro ultimo film.

#3 Cignoman

    Direttore del montaggio

  • Membro storico
  • 2847 Messaggi:
  • Location:Nowhere
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 15 December 2012 - 01:56 PM

Lungamente atteso ! ! ! Grandi interpreti ! ! ! :em73:

Immagine inserita


#4 Asaka

    Direttore della fotografia

  • Membro storico
  • 1302 Messaggi:
  • Location:Sotto un pianoforte. O davanti. Dipende.
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 15 December 2012 - 02:27 PM

Voglio vederlo! Amo le interpreti ♥

Grazie!!!

PS: Picchi, quella foto di Setsuko Hara è stata il mio avatar per tanti anni!!

Messaggio modificato da Asaka il 15 December 2012 - 02:28 PM


#5 calimerina66

    Microfonista

  • Membro
  • 138 Messaggi:
  • Location:Roma
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 15 December 2012 - 04:37 PM

Grazie non vedevo l'ora di vederlo... Ah bella l'idea di includere una breve biografia degli interpreti, beh qui aveva tutto il suo senso perché erano tre interpreti d'eccezione e due alla conclusione della loro carriera. Che strano vederle di nuovo insieme dopo averle viste come madre e figlia.
Ottimo lavoro, Picchi!

Sottotitoli in italiano di film giapponesi e note storico-culturali

http://calimerina66.livejournal.com/

Immagine inserita


Immagine inserita


#6 fabiojappo

    Regista

  • Moderatore
  • 4407 Messaggi:
  • Location:Alghero
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 15 December 2012 - 05:55 PM

Visualizza MessaggioAsaka, il 15 December 2012 - 02:27 PM, ha scritto:

Voglio vederlo! Amo le interpreti ♥

Sono presenti in diversi film della retrospettiva. Su, recupera :)

#7 Picchi

    Operatore luci

  • Membro
  • 452 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 15 December 2012 - 06:55 PM

Citazione

PS: Picchi, quella foto di Setsuko Hara è stata il mio avatar per tanti anni!!

Ha un sorriso così dolce impossibile da non magnificare. Oltre ad aver recitato in film capolavori. Che dire, siamo buongustaie :D

Citazione

Ottimo lavoro, Picchi!

Grazie Cali! Ho pensato infatti che era giusto ricordarle (o conoscerle) brevemente con una biografia, dopo un film improntato su di loro. Devo dire che in questo film sono state tutte strabravissime. Pensare poi con che stato d'animo Otowa possa aver recitato...

Messaggio modificato da Picchi il 15 December 2012 - 06:57 PM

"猿も木から落ちる" (Anche le scimmie cadono dagli alberi)





Immagine inserita






1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi