Menu rapido







Sunflower (Honk Kong/China, 2005)

Immagine

Ultimi sottotitoli rilasciati



Archivio
 
Getting HomeLuo ye gui gen

Subber: ggrfortitudo
Anno: 2007
Regia: Zhang Yang
Nazione: Hong Kong
Genere: Commedia - - Drammatico
Unbroken, TheShizumanu Taiyo

Subber: J-okel
Anno: 2009
Regia: Wakamatsu Setsuro
Nazione: Giappone
Genere: - Drammatico -
Microhabitatso-gong-nyeo

Subber: creep
Anno: 2017
Regia: Jeon Go-woon
Nazione:
Genere: - Drammatico -
Bokura wa aruku, tada soredakeBokura wa aruku, tada soredake

Subber: MarcoMx
Anno: 2009
Regia: Hiroki Ryuichi
Nazione: Giappone
Genere: - Drammatico -
House of Us, Theu-ri-jib

Subber: creep
Anno: 2018
Regia: Yoon Ga-eun
Nazione: Corea del Sud
Genere: Drammatico - -
Mumon: The Land of StealthShinobi no kuni

Subber: ggrfortitudo
Anno: 2017
Regia: Nakamura Yoshihiro
Nazione: Giappone
Genere: Drammatico - - Azione
House of Hummingbirdbeol-sae

Subber: creep
Anno: 2018
Regia: Kim Bo-ra
Nazione: Corea del Sud
Genere: - Drammatico -
Girl Boss RevengeSukeban

Subber: MarcoMx
Anno: 1973
Regia: Suzuki Norifumi
Nazione: Giappone
Genere: Drammatico - Erotico - Azione
In the Heat of the SunYang guang can lan de ri zi

Subber: SulFiloDeiRicordi
Anno: 1994
Regia: Jiang Wen
Nazione: Cina
Genere: Drammatico - - Romantico
Black BoardBurakkubodo

Subber: Meiko Kaji
Anno: 1986
Regia: Shindo Kaneto
Nazione: Giappone
Genere: - Drammatico -
Strangling, TheKosatsu

Subber: Meiko Kaji
Anno: 1979
Regia: Shindo Kaneto
Nazione: Giappone
Genere: - Drammatico -
Heart, The (1973)Kokoro

Subber: Meiko Kaji
Anno: 1973
Regia: Shindo Kaneto
Nazione: Giappone
Genere: - Drammatico -
Live Today, Die Tomorrow!Hadaka no jukyusai

Subber: Meiko Kaji
Anno: 1970
Regia: Shindo Kaneto
Nazione: Giappone
Genere: - Drammatico -
Ditch, The (Japan, 1954)Dobu

Subber: Meiko Kaji
Anno: 1954
Regia: Shindo Kaneto
Nazione: Giappone
Genere: - Drammatico -
Ashfall baek-du-san

Subber: creep
Anno: 2019
Regia: Kim Byeong-seo, Lee Hae-joon
Nazione: Corea del Sud
Genere: Azione - - Avventura
Joke with a Sorrowful HeartKanashii kibun de joke

Subber: ggrfortitudo
Anno: 1985
Regia: Segawa Masaharu
Nazione: Giappone
Genere: - Drammatico -
When I Get Home, My Wife Always Pretends to be DeadIe ni kaeru to tsuma ga kanarazu shinda furi o shite imasu.

Subber: neodago
Anno: 2018
Regia: Lee Toshio
Nazione: Giappone
Genere: Commedia - Drammatico - Romantico
Winter VacationHan jia

Subber: MarcoMx
Anno: 2010
Regia: Li Hongqi
Nazione: Cina
Genere: - Drammatico -
Coffin in the Mountain, TheXin mi gong

Subber: SulFiloDeiRicordi
Anno: 2014
Regia: Xin Yukun
Nazione: Cina
Genere: - Drammatico -
Two Stage SistersWutai jiemei

Subber: MarcoMx
Anno: 1964
Regia: Xie Jin
Nazione: Cina
Genere: - Drammatico -

Versus

Immagine

Lavori in corso


The Hut 100%
One Million Yen Girl aka One Million Yen and the Bitter-Bug-Woman 90%
Petal Dance 90%
The New King of Comedy 50%
Memories of Tomorrow 50%
The Day After 50%
She, a Chinese 50%
The Fable 50%
The Green, Green Grass of Home 30%
Three Women of the North 20%
Vision 20%
Last Sunrise 10%
Evil Spirits of Japan 10%
Chasuke's Journey 5%
Maniac Hero 5%
The Kodai Family 5%
Dwelling in the Fuchun Mountains 5%
The Battle of Jangsari 1%
Woman in Witness Protection 1%
Send Me to the Clouds 1%
So Long, My Son 1%
A Long Goodbye 1%
Taipei Exchange 1%
After My Death 1%
Chronicle of the After-School Wars 0%

Lista completa
 

City of Violence, The

Immagine

Slice

Immagine

Cruel Winter Blues

Immagine

Shara

Immagine

I voti di Nathanael

Audition5.0Forse il miglior Miike (il che tutto dire), ma dopo un primo tempo di noia ben girata il film si avvita e si sgonfia. Resta deprecabile l'estetica pornografica alla base.
Tokyo Fist6.5Dopo qualche filmetto all'albumina, Tsukamoto recupera lo stile da cinepugno che l'ha reso famoso. Nulla di troppo originale, ma ha il merito di spingere all'estremo l'estetica del dramma fisico che regge molto cinema orientale di oggi.
Bullet Ballet7.0Continua e rafforza l'estetica "fisica" di Tetsuo e Tokyo Fist: discutibilissima, ma c' coerenza e, in un paio di scene, grande forza espressiva. Raggiunto il vertice del discorso, nei film successivi Tsukamoto non potr che regredire.
Eel, The7.5In altalena tra commedia, grottesco e violenza, questo tenero e crudele mosaico di esistenze conferma Imamura come il pi grande entomologo del cinema giapponese moderno. Non un capolavoro, ma imperdibile.
2.0Interpretato, a quanto mi dicono, da un tizio condannato per omicidio, Dev'essersi divertito parecchio a filmare 'sta roba. Per lo spettatore solo un film porno in cui non si conclude con improvvise impennate kitsch (Bach e sadomaso fetish su tutto).
Bedroom, The1.0Interpretato, a quanto mi dicono, da un tizio condannato per omicidio. Dev'essersi divertito parecchio a girare 'sta roba. Per lo spettatore solo un film porno in cui non si conclude, con alcune impennate kitsch (Bach e fetish su tutte). Imbevibile.
Address Unknown4.0Film asfittico pi che claustrofobico, fallisce a causa dell'inaccettabile idea di base: non si pu raccontare la lacerazione di un intero paese attraverso la storia di tre larve umane. Sceneggiatura dissestata e violenza gratuita peggiorano il risultato.
Bad Guy5.0Brutto film in cui Kim tenta di coprire l'inconsistenza della trama con la patina della bellezza formale. Personaggi da fumetto maschilista, contesto sociale inesistente, attori scolpiti nel legno.
Isle, The6.0Primo film di Kim distribuito in Italia, � migliore di molti film successivi. Sceneggiatura fragile come al solito, ma il contesto astratto e irreale giustifica le azioni dei personaggi. La scelta dell'ambientazione � notevole.
Hiruko the Goblin4.0Film su commissione girato da Tsukamoto per racimolare il budget del (deludente) seguito-remake di Tetsuo. La storia ritrita, gli attori abbastanza miserabili, ma ci sono due o tre scene riuscite. Originalit latitante.
Visitor Q1.0Insulsa collezione di violenza e oscenit mascherata da riflessione antiborghese. Attori tremendi, nessuna regia. Spazzatura.
3-Iron6.5Insieme a Primavera... � il miglior film di Kim. L'implausibilit� dell'assunto non �, come spesso accade nel suo cinema, un mero limite, ma sembra trovare un suo senso nella composta armonia della prima parte e poi nella deriva fantastica.
Battle Royale4.0Triste finale di carriera di un regista un tempo valido, spazzatura pornografica in linea con l'estetica violenta di troppo cinema giapponese degli ultimi anni.
Butterfly4.5Una buona occasione buttata via: raccontare la storia di un paese attraverso fisime sentimentali di per s una cattiva strada, ma qui la dimensione pubblica solamente tappezzeria. Durata eccessiva e troppi compiacimenti.
Diary of a Shinjuku Thief6.0Tra i peggiori di Oshima, o forse lo spirito sessantottesco l'ha solo fatto invecchiare male. Ma oltre i vezzi sperimentali c' una parte finale che, pur con un certo gusto estetizzante, introduce nel film un'eleganza teatrale a suo modo fascinosa.
Rubber's Lover2.0Totalmente inguardabile.
Violated Angels3.0Pornografia violenta girata in fretta e con sceneggiatura ai minimi termini. C' di buono che finisce subito.
Go, Go Second Time Virgin4.0Wakamatsu raggiunge l'apice del suo cinema pornografico e ideologicamente reazionario. Girato in fretta, e si vede.
Samaritan Girl4.0Imbarazzante collezione di assurdit, dove verosimiglianza e coerenza si sacrificano agli intenti didascalici e al simbolismo pecoreccio, con una patina di belle immagini a coprire i buchi. Finale risibile.
Pistol Opera6.0Colpo di coda di un regista che, giunto a fine carriera, mette il suo genere preferito al servizio della stilizzazione. E' un film derivativo e involuto, ma c' classe.
Gemini5.0Malriuscito tentativo di Tsukamoto di accostarsi al dramma psicologico borghese: la storia, artificiosa e improbabile, non in sintonia con il debordante estro visivo del regista, costretto a oscillare tra accademia e maniera per tutto il film.
Vital4.5Film di puro soggetto, pone premesse che non vengono sviluppate. Fuori dal suo territorio, Tsukamoto sempre a disagio: qui tenta la carta della metafisica, ma il risultato solo un melodrammone prolisso con vezzi di maniera.
Rashomon10.0Capolavoro, ma non il miglior Kurosawa. Rilegge Akutagawa sposandone le tesi solo in parte: l'umanista Kurosawa non ha mai creduto alla cattiveria dell'uomo, e la cosa gli fa onore. Tecnica perfetta.
Tetsuo, the Iron Man6.0Cult movie pi che buon film (e con idee riciclate), rappresenta ed estremizza l'estetica fisica e violenta del cinema giapponese dal secondo dopoguerra a oggi: chiuso sull'individuo, ignora scrittura, societ e storia a favore del colpo allo stomaco.
Violent Cop6.0Tra i migliori film di Kitano. A tratti rudimentale, ma funziona. Il protagonista credibile come un giocatore di basket sardo.
Tokyo Scanner4.0Simpatico giretto turistico in una citt unica al mondo. Troppo lungo.
Sky Crawlers, The4.5Maestro del predicozzo pseudo-filosofico alla buona, Oshii imbastisce una prolissa e antistorica allegoria fascisteggiante a base di bambini soldato, fantaguerre e psicologismi da rigatteria. Lento e ripetitivo, con una sceneggiatura che perde i pezzi.
Ecstasy of the Angels3.0Tra i pi celebri e ridicoli film di Wakamatsu, sviluppa la sua poetica fondamentalmente pornografica (s, Paolone, hai letto bene) che tanta fortuna avr nel cinema giapponese. La politica un pretesto.
Belladonna of Sadness4.0L'idea di un film d'animazione puramente visivo, in cui la trama conta poco o nulla, ci pu anche stare. Ma se per le animazioni si usa un Commodore 64, il risultato quello che . Poi, Klimt fa sempre la sua figura, ma lo si sapeva gi.
As Tears Go By5.0Wong esordisce con un gangster-movie dalla sceneggiatura dissestata, che mostra gi tutti gli artifici formali destinati a diventare maniera nei film successivi. Cadute di gusto a bizzeffe.
Avalon4.0Nel 1995 i fan di Oshii videro in Ghost in the Shell la profondit di un film dal vivo; ora siamo all'opposto: il regista dirige un vero film come se fosse un cartone animato. Brutto da guardare, mal scritto, perennemente dj-vu.
Death by Hanging7.5Uno degli Oshima pi impervi, coniuga sperimentazione formale e impegno politico. La prima parte in bilico tra crudelt e accenni umoristici, nella seconda il simbolico prende il sopravvento sul realismo e il ritmo cala. Comunque, da vedere.
Ceremony, The9.0Ultimo grande classico del cinema giapponese, un'elegia mortuaria scandita da cerimonie familiari e ritorni al passato. E' contemporaneamente uno splendido ritratto di giovent e una riflessione pessimista su un cambiamento epocale. Regia perfetta.
Wayward Cloud, The7.0Tra i migliori di Tsai, ripropone le solite trite riflessioni sulla solitudine esistenziale, portando per a compimento il gioco combinatorio sui generi (dramma, commedia, musical, porno) dei film precedenti. Se manca l'intelletto, c' lo spettacolo.
Hole, The (Taiwan, 1998)6.5Primo film riuscito di Tsai, formalmente e qualitativamente scisso: se la riflessione esistenziale retorica e poco orginale, l'ardita contaminazione dei generi raggiunge quell'effetto straniante che mancava nei seriosi film precedenti.
Haze4.0Esaurito il poco che aveva da dire, Tsukamoto ripiega nella maniera e tenta un ritorno agli esordi: tanti effettacci, nessuna sceneggiatura, pura fisicit violenta. Oltre al gi visto, sono la sciatteria e l'ermeticit a tagliare le gambe al film.
Izo2.0Film tremendo, mischia pacchianate spiritual-metafisiche con riflessioni fascisteggianti sulla natura umana, il tutto mischiato nell'anacronismo pi puro e confusivo. Lunghissimo, senza sceneggiatura n regia, retto solo dalla pi compiaciuta violenza.
Akitsu Springs8.0Ottimo esercizio formale di Yoshida, con un'attrice protagonista notevole. L'inizio una straordinaria pagina di ricostruzione storica, poi cala un poco, ma il rigore formale fa scuola senza cadere (quasi) mai nell'estetismo gratuito.
Patriotism6.0Non tanto un film sul Giappone e la sua cultura, quanto la testimonanza di uno degli autori che meglio hanno saputo incarnare la violenza tragica della sua storia. Rivisto oggi fa la figura del pezzo da museo.
Happy Together5.5E' la summa del cinema di Wong: basta il primo piano in macchina con sigaretta accesa, ralenti esasperato e b/n da spot Dolce&Gabbana per capire la cifra estetica del film. Bella colonna sonora, troppi sbadigli, nessuna sceneggiatura.
Boy Meets Boy4.0Allegramente inutile.
Grass Labyrinth5.0Brodaglia surreal-psicanalitica condita di belle immagini che punta molto sul calligrafismo visivo e un po' meno su sceneggiatura, recitazione, tecnica. Anche considerandolo una fantasia d'autore, 50 minuti sono troppi.
Woman of the Lake7.0Un'opera minore nella filmografia di Yoshida, reinventa il romanzo breve di Kawabata (non tra i migliori dell'autore) insistendo sul legame morboso fra i tre protagonisti. Meno accurata del solito la costruzione formale.
Violent Virgin4.0Solo l'ennesimo sghiribizzo di Sante Puttane e Uomini Duri da Wakamatsu, tale e quale alle dozzine di altri film che ha girato con prolificit� industriale. A tratti � visivamente interessante.
Goodbye, Dragon Inn4.0E' il peggior film di Tsai, un netto passo indietro rispetto a Che ora laggi?. Il cinemino fatto di fisime esistenziali e ritmo da balena arrivato alla fase terminale, ma col prossimo ripartir da The Hole e trover una via d'uscita, per un po'.
Ballad of Narayama (1958)10.0Vertice del cinema classico giapponese, poco prima che Oshima faccia tabula rasa. Ha 50 anni sulle spalle, ma la facilit con cui intreccia una regia impeccabile e un incrollabile rigore morale lasciano ancora allibiti. Andrebbe confrontato col remake.
Raise the Red Lantern9.0
Eros Plus Massacre8.0Uno dei vertici del cinema giapponese dei Sessanta. C' tantissimo, forse troppo, e a volte i meno esperti di storia giapponese potrebbero perdersi. Ma la coerenza, la perfezione formale, il rigore degli attori gli fanno tenere la rotta.
Night & Fog In Japan8.5Ecco cosa succede quando un regista indignato sa usare il cervello. E' un film su rivoluzioni fallite, contrasti generazionali, cittadini e ribelli, pasato e presente, impeto e ordine, cuore e cervello. Fatevi un favore.
Typhoon Club4.0
Affair in the Snow7.0



Acquista DVD italiani

Logo Dvd.it

Pozzo di Satana, Il
 
Immagine

Acquista DVD import



Reason to Live, A
 
Immagine

Partners











Parrot Cries with Its Body

Immagine
Visitatori on line:
©AW Portal by o3fro | Script execution time: 0.2279 sec.
Visite: