Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

[RECE][SUB] The Taebaek Mountains

Traduzione di creep

6 risposte a questa discussione

#1 creep

    antiluogocomunista

  • Amministratore
  • 5670 Messaggi:
  • Location:Rome
  • Sesso:

Inviato 07 November 2008 - 10:11 AM

The Taebaek Mountains

Taebaek Utel















Nell’Ottobre del 1948 scoppia l’insurrezione di Yeosu, al culmine di una situazione conflittuale tra correnti di destra e di sinistra, tra proprietari terrieri restii alla promulgazione di una riforma agraria che li privi dei loro beni, e mezzadri, stanchi di subire il giogo dei giapponesi prima e dei latifondisti dopo, e incantati dalle sirene comuniste. Un gruppo di ribelli comunisti al comando di Yeom Sang-jin (Kim Myung-gon) approfitta della situazione e conquista Beolgyo sbarazzandosi degli oppositori. Ma l’insurrezione di Yeosu viene sedata e i partigiani si ritirano sul Monte Jogae. Le forze militari e di polizia riprendono il potere e investigano sulle persone e le famiglie coinvolte con i comunisti, non lesinando rappresaglie che acuiscono il clima di guerra civile. L’ispettore capo, Yeom Sang-gu (Kim Kap-su), accecato dall’odio verso il proprio fratello Yeom Sang-jin, conduce le indagini. Nel frattempo, il comunista Jung Ha-seop (Shin Hyeon-jun) si rifugia nella casa della sciamana Sohwa (Oh Jung-hae). Lei comincia a eseguire delle commissioni per lui e i due ben presto si innamorano, non riflettendo sulle conseguenze. Un’insegnante della Scuola Media di Suncheon, il nazionalista Kim Beom-woo (Ahn Sung-kee), critica entrambe le fazioni in lotta, ma viene ritenuto comunista e per questo perseguitato. Il comandante in capo alle forze punitive, il Generale Sim Jaemo (Choi Dong-joon) e Kim Beom-woo attuano una politica ragionevole e moderata nei confronti di Yeom Sang-jin e del suo gruppo, che ha conquistato nel frattempo Yulo, portandola ad esempio come modello di città liberata. I proprietari terrieri si oppongono alla politica del Generale. Alla fine, Sim Jaemo riesce a riconquistare Yulo. Un partigiano di Yeom Sang-jin viene informato dello scoppio della guerra quando ormai la guerriglia era in preda alla fame e alla disperazione in seguito all’offensiva su larga scala dell’inverno del 1949. I partigiani riconquistano Beolgyo ma la controffensiva degli alleati li costringe alla ritirata e a una cieca rappresaglia. Kim Beom-woo assiste a scene tragiche in cui vittime innocenti cadono per mano di una ideologia basata sull’odio.










Questo film descrive la storia della gente di un villaggio (simbolo dell’intero paese) della provincia di Cholla meridionale, che subì il clima di guerra civile instauratosi prima dello scoppio della guerra di Corea. Il film però non si riduce alla mera rappresentazione di un conflitto ideologico, ma indaga sulle contraddizioni dell’animo umano, rendendo il racconto delle vicende degli abitanti del villaggio vivo e partecipe. Questo film cerca quindi di avere un punto di vista super partes sulle vicende confuse che contraddistinsero la storia moderna della Corea, attraverso la rappresentazione di quattro differenti punti di vista. Quello del nazionalista intellettuale (Kim Beom-woo), quello del comunista (Yeom Sang-jin), quello delle forze governative (Yeom Sang-gu), e quello della sciamana (So-Hwa), il personaggio chiave del film. Attraverso l’esorcismo, un rito tradizionale e identitario, praticato da So-Hwa, i personaggi trovano la pace riacquistando quei valori umanitari che le ideologie distruggono.











Produttore
Lee Tae-won

Regia
Im Kwon-taek

Soggetto
Cho Jeong-lae

Sceneggiatura
Song Neung-han

Interpreti
Ahn Sung-kee (Kim Beom-woo); Kim Myung-gon (Yeom Sang-jin); Kim Kap-su (Yeom Sang-gu); Oh Jung-hae (So-hwa); Shin Hyeon-jun (Jung Ha-seop); Choi Dong-joon (Shim Jaemo); Chung Kyung-soon (Moglie di Sang-jin); Bang Eun-jin (Moglie Partigiano Gang); Lee Ho-jae (Dottor Chun)

Fotografia
Jung Il-sung

Luci
Lee Min-bu

Musiche
Kim Soo-chul

Montaggio
Park Soon-duk

Direttore Artistico
Kim Yu-jun

Costumi
Kim Ho-kill

Effetti Speciali
Lee Mun-geol; Park Kwang-nam


Corea del Sud, 1994, 168'







Per approfondire lo sfondo storico

Guerra di Corea
Insurrezione di Jeju









Altri film di Im Kwon-taek presenti su AsianWorld:


Wangsimni
Genealogy
Mismatched Nose
Mandala
Village of Haze
Kilsodeum
Ticket
Surrogate Mother
Sopyonje
Festival
Chunhyang
Raging Years
Beyond the Years
Hanji






Per gentile concessione del Korean Film Archive, è possibile vedere il film con i sottotitoli in italiano di AsianWorld. Buona Visione!







Sottotitoli





Ordina il DVD su

Immagine inserita



Immagine inserita


#2 Dan

    It’s Suntory Time!

  • Membro
  • 5332 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 07 November 2008 - 12:07 PM

Ottimo, creep! Certo che 168'!...

#3 yotsuya-san

    Ciakkista

  • Membro
  • 55 Messaggi:
  • Sesso:

Inviato 07 November 2008 - 12:39 PM

Grazie, un'ottima occasione per rivederlo!

#4 François Truffaut

    Wonghiano

  • Amministratore
  • 12882 Messaggi:
  • Location:Oriental Hotel
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 07 November 2008 - 04:16 PM

Non posso perderlo.
Grazie creep. :em31:

Cinema Taiwanese su AsianWorld.it



Immagine inserita

Naomi Kawase: il cinema, i film

Immagine inserita



Sottotitoli per AsianWorld: The Most Distant Course (di Lin Jing-jie, 2007) - The Time to Live and the Time to Die (di Hou Hsiao-hsien, 1985) - The Valiant Ones (di King Hu, 1975) - The Mourning Forest (di Naomi Kawase, 2007) - Loving You (di Johnnie To, 1995) - Tokyo Sonata (di Kiyoshi Kurosawa, 2008) - Nanayo (di Naomi Kawase, 2008)

#5 elgrembiulon

    maledetto punk

  • Membro storico
  • 5736 Messaggi:
  • Location:Å, Norge
  • Sesso:

Inviato 08 November 2008 - 12:36 PM

maggrazieeeee!!!! :em66:
Subs Asian: Takeshis' (rece by polpa and subs no longer available, maledizione!!), Aparajito (L'Invitto), 4:30, The Scent Of Green Papaya

Subs Altro Cinema: Ariel (subs no longer available),Kaldaljós, Children of Nature (Börn náttúrunnar), Øyenstikker (TlwtN1),Den brysomme mannen (The bothersome man)(TlwtN2), Voksne Mennesker, La libertad, Vinterkyss (TlwtN3), Valehtelija (The Liar) (RS1), Rosso (RS2), Fantasma, Bleeder, The Man From London (A londoni férfi), Bronson

in work: Mýrin (Jar City) (3%)

Suntoryzzato ufficialmente in data 27/01/2007



Nessuna commedia coreana tradotta dal 24/07/2005.

La natura e le sue leggi erano nascoste nelle tenebre. Poi Dio disse: "Sia fatto Tesla", e tutto fu luce. (B.A. Behrend)

#6 BadGuy

    Cameraman

  • Membro
  • 622 Messaggi:
  • Sesso:

Inviato 16 August 2011 - 12:58 PM

Fluviale - ché scorre per quasi tre ore - rappresentazione degli avvenimenti che portarono alla divisione dell'attuale Corea: la Storia, quella grande, è ri-cucita addosso a tante piccole storie di gente comune; la famiglia di un villaggio di montagna si spacca in due e assurge a simbolo di un'intera nazione. Im Kwon-taek dispiega, a mo' di cronaca e senza retorica, l'ideologia dell'una e dell'altra fazione dentro una quotidianità fatta di terra, amori, fame, debolezze e bassezza umana; il vortice inarrestabile di violenza cieca è da ambo le parti e nessuno appare mai totalmente buono o cattivo. Il film giunge, così, ad un epilogo in fiamme, senza vincitori né vinti.
Ma c'è una figura dolcemente ostinata che vi si staglia in controluce: la sciamana So-hwa. Il suo esorcismo per lo spirito dispettoso di una suicida vale come supremo atto di disobbedienza privata e civile. A un amore e a un regime. Un ribadire ai vivi, tra le macerie, la sola ragione possibile: la tradizione. Ancora una volta, dopo il pansori di Seopyeonje, Im Kwon-taek indica la via delle radici comuni proprie di un popolo.

#7 creep

    antiluogocomunista

  • Amministratore
  • 5670 Messaggi:
  • Location:Rome
  • Sesso:

Inviato 27 September 2013 - 01:43 PM

Per gentile concessione del Korean Film Archive, è possibile vedere il film con i sottotitoli in italiano di AsianWorld. Basta cliccare sul video presente nel primo post e cliccare di nuovo su guarda su youtube. Buona Visione!

Immagine inserita






1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi