Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

[RECE][SUB] Vanished

traduzione di battleroyale, revisione di Cignoman

3 risposte a questa discussione

#1 battleroyale

    Kimkidukkiano Bjorkofilo

  • Collaboratore
  • 4424 Messaggi:
  • Location:Lecco
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 09 September 2010 - 10:19 AM

Vanished

Immagine inserita

Titolo : Vanished
Titolo Originale: Oyayubi Sagashi
Regia: Naoto Kumazawa
Interpreti : Miyake Ken, Ito Ayumi, Matsuyama Ken'ichi, Nagai Runa, Onoue Hiroyuki, Harumi Shiho, Nozawa Yuki, Ono Asuka, Saitô Ayumu, Shiro Sano, Toru Shinagawa, Satomi Tezuka
Produzione: Giappone, 2006
Genere: Horror
Durata: 96'
imdb: 4.5/10 (58 voti) http://www.imdb.com/title/tt0781449/
Versione compatibile: AXiNE
Traduzione: battleroyale
Revisione: Cignoman

Allega file  Vanished.AsianWorld.rar   14.01K   46 Numero di downloads

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Takeshi ha finalmente compiuto vent'anni (e in Giappone significa maggiore età), quando viene invitato ad una riunione con i suoi amici di un tempo. I ragazzi non si vedevano da quando un gioco infantile, una seduta spiritica chiamata Oyayubi Sagashi in grado di esaudire ogni desiderio, aveva fatto scomparire una del gruppo. Takeshi, che non ha mai dimenticato l'amica, convince gli amici a rigiocare ad Oyayubi Sagashi per scoprire la verità legata alla seduta. Il gioco, tuttavia, è tutt'altro che infantile, e trova radici in un fatto di cronaca nera realmente accaduto su una bambina massacrata e privata del pollice sinistro.
Quando anche gli altri amici di Takeshi iniziano a sparire uno dopo l'altro, Chie, la migliore amica del ragazzo, attua un'indagine personale che la porterà in una verità più agghiacciante di quanto non sembrava...


Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Horror tratto da un famoso manga ("Vanished", pubblicato anche in Italia dalla J-Pop) e diretto da Naoto Kumazawa, presente su aw con "Rainbow Song". Che dire? Molto coinvolgente,e ricco di riflessioni importanti (il cambiamento tra infanzia e età adulta, l'elaborazione del lutto, e ancora il folklore giapponese), ma anche ricco di clichè (solita vendetta, solita ragazzina con i capelli lunghi, le solite mani che appaiono all'improvviso dietro ai personaggi, l'indagine per svelare il mistero e porre termine alla maledizione - annesso cadavere del fantasma ritrovato e liberato dall'oppressione e dal rancore-).

Come da copione, le cose si fanno interessanti sul finale, accellerando sulla tensione, sulla suspense e su attimi di violenza promessi ma, fortunatamente mai raggiunti (mentre il manga raggiunge decisamente questo aspetto), preferendo concentrarsi sul gradito alone di mistero della narrazione, per poi chiudersi nel più scontato dei modi.
Un film, dunque, che sì, si può definire derivato dalla lunga influenza Sadakiana, ma in grado di coinvolgere, divertire e di agganciare lo spettatore alla poltrona, facendogli provare qualche salto sulla poltroncina.

Si apprezza l'uso di un'ambientazione solare, che può ricordare quella del "Loft" di Kurosawa. Apprezzabile la recitazione dei giovani attori, nonostante nessuna delle performance sia realmente memorabile. Al contrario, la regia sa il fatto suo e si nota un grande amore per il cinema da parte di Kumazawa, il quale, però, rischia di cadere in qualche facile trucchetto (le mani dietro le spalle con tanto di sfuocato: una scena continuamente ripetuta e poco convincente).

L'evocazione della tensione si basa sui soliti giochetti, che sempre si rivelano simpatici e riusciti: una casa fatiscente (una bellissima casa degli orrori dalle tende rosse strapapte dove avviene il lunghissimo finale), un campanello che suona nell'ombra, un ascensore, un tamagotchi (ebbene sì, proprio il giochino...) e l'impronta di una mano che marchia tutto, che sia un chi o un cosa.

Essendo, poi, discepolo di "The Ring", in "Oyayubi Sagashi", nonostante faccia capolino ,verso metà film, una mannaia non c'è alcuno sprazzo di gore, nè una goccia di sangue, ma solo una timida citazione di "Shining" che mette tenerezza.

Un horror giocato sul gusto del mistero, sulla suspense e su qualche geniale trovata, pur basandosi sulla solita leggenda urbana che finisce in tragedia. A me è piaciuto, nonostante il finale abbastanza scontato, ma lo consiglio soprattutto a coloro che masticano il genere.

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita



:em72: :em41: BUONA VISIONE :em41: :em67:







Ordina il DVD su

Immagine inserita











Messaggio modificato da creep il 09 September 2010 - 04:35 PM

Sweet Like Harmony, Made Into Flesh... You dance by my side, children sublime!


Immagine inserita



Le mie recensioni cinematografiche: http://matteo-bjork-...i.blogspot.com/

Lungometraggi subbati per aw: Lunchbox, Wool 100% , Tomie: Revenge, Sexual Parasite: Killer Pussy, Pray, Violated Angels, Go Go Second Time Virgin (Migliore attrice al XIV AW Award), A Slit-Mouthed Woman, Kuchisake, Teenage Hooker Became Killing Machine In DaeHakRoh, Marronnier, Raigyo, X-Cross, Loft (premio alla miglior regia al XV AW Award), The House, Evil Dead Trap 2 , Id, Female Market, The Coffin, Art Of The Devil 3, Coming Soon, Wife Collector, Nang Nak , Whispering Corridors 5: A Blood Pledge, Grotesque, Gonin, 4bia , Lover, Unborn But Forgotten, Life Is Cool , Serial Rapist, Noisy Requiem, Pig Chicken Suicide, Tamami: The Baby's Curse, Nymph, Blissfully Yours, La Belle, February 29, The Cut, Zinda, Rule Number One, Creepy Hide And Seek, M, Visage, Female, Naked Pursuit, Today And The Other Days, Red To Kill, Embracing, Kaleidoscope, Sky, Wind, Fire, Water, Earth, Letter From A Yellow Cherry Blossom, The Third Eye, 4bia 2, The Whispering Of The Gods, My Ex, The Burning, The Haunted Apartments, Vegetarian, Vanished, Forbidden Siren, Hole In The Sky (fabiojappo feat. battleroyale), Invitation Only, Night And Day, My Daughter, Amphetamine, Soundless Wind Chime, Child's Eye, Poetry, Oki's Movie , Natalie, Acqua Tiepida Sotto Un Ponte Rosso, The Echo, Gelatin Silver, Love, Help, Hazard, Late Bloomer, Routine Holiday, Olgami- The Hole, Caterpillar, The Commitment, Raffles Hotel, Ocean Flame, The Sylvian Experiments, Bloody Beach, The Vanished, Dream Affection, White: The Melody Of The Curse, Eighteen, I Am Keiko, Guilty Of Romance, Muscle, Birthday, Journey To Japan, POV: A Cursed Film, Exhausted, Uniform Virgin: The Prey, Gimme Shelter

Serie tv subbate per aw: Prayer Beads

Cortometraggi subbati per aw: Guinea Pig: Flowers Of Flesh And Blood, Guinea Pig: Mermaid In The Manhole, Guinea Pig: He Never Dies ,4444444444, Katasumi , Tokyo Scanner, Boy Meets Boy , Kyoko Vs. Yuki, Dead Girl Walking, Sinking Into The Moon, Suicidal Variations, House Of Bugs, Tokyo March, Emperor Tomato Ketchup, Birth/Mother, I Graduated, But..., Fighting Friends, Ketika, Lalu dan Akhirnya, South Of South, Incoherence, Imagine

L'altro Cinema: Drawing Restraint 9 , La Concejala Antropofaga, Subjektitüde

Inwork: Rec (60%), Kisses (50%), Serbis (90%)

#2 Shimamura

    Agente del Caos

  • Moderatore
  • 3563 Messaggi:
  • Location:La fine del mondo
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 09 September 2010 - 11:29 AM

Grazie Giovine! lo prendo e lo vedo! :em72:

Hear Me Talkin' to Ya



Immagine inserita



Subtitles for AsianWorld:
AsianCinema: Laura (Rolla, 1974), di Terayama Shuji; Day Dream (Hakujitsumu, 1964), di Takechi Tetsuji; Crossways (Jujiro, 1928), di Kinugasa Teinosuke; The Rebirth (Ai no yokan, 2007), di Kobayashi Masahiro; (/w trashit) Air Doll (Kuki ningyo, 2009), di Koreeda Hirokazu; Farewell to the Ark (Saraba hakobune, 1984), di Terayama Shuji; Violent Virgin (Shojo geba-geba, 1969), di Wakamatsu Koji; OneDay (You yii tian, 2010), di Hou Chi-Jan; Rain Dogs (Tay yang yue, 2006), di Ho Yuhang; Tokyo Olympiad (Tokyo Orimpikku, 1965), di Ichikawa Kon; Secrets Behind the Wall (Kabe no naka no himegoto, 1965) di Wakamatsu Koji; Black Snow (Kuroi yuki, 1965), di Takechi Tetsuji; A City of Sadness (Bēiqíng chéngshì, 1989), di Hou Hsiao-hsien; Silence Has no Wings (Tobenai chinmoku, 1966), di Kuroki Kazuo; Nanami: Inferno of First Love (Hatsukoi: Jigoku-hen, 1968) di Hani Susumu; The Man Who Left His Will on Film (Tokyo senso sengo hiwa, 1970), di Oshima Nagisa.
AltroCinema: Polytechnique (2009), di Denis Villeneuve ; Mishima, a Life in Four Chapters (1985), di Paul Schrader; Silent Souls (Ovsyanky, 2010), di Aleksei Fedorchenko; La petite vendeuse de soleil (1999), di Djibril Diop Mambéty; Touki Bouki (1973), di Djibril Diop Mambéty.
Focus: Art Theatre Guild of Japan
Recensioni per AsianWorld: Bakushu di Ozu Yasujiro (1951); Bashun di Ozu Yasujiro (1949); Narayama bushiko di Imamura Shohei (1983).

#3 Cignoman

    Direttore del montaggio

  • Membro storico
  • 2847 Messaggi:
  • Location:Nowhere
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 09 September 2010 - 12:03 PM

In effetti quando ho cominciato a guardarlo pensavo peggio... invece ha una sua dignità cinematografica, per quanto aggiunga abbastanza poco nel panorama del genere! Direi che è un thriller travestito da horror, anche per come è girato... Globalmente scorre via senza eccessive pesantezze e forzature, alias un film non imperdibile ma godibile, per una sera di disimpegno totale.

Messaggio modificato da Cignoman il 09 September 2010 - 12:18 PM

Immagine inserita


#4 Gore666

    Microfonista

  • Membro
  • 194 Messaggi:
  • Location:?land
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 10 September 2010 - 11:35 AM

Battle colpisce ancora, ormai sei lo stalker ufficiale di AW!
Scherzi a parte, mi sa che una serata di totale disimpegno mi farÓ bene.

Grazie.
Damnatio ad metalla.





1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi