Menu rapido







Fong Sai Yuk

Immagine

Ultimi sottotitoli rilasciati



Archivio
 
ChimeChime

Subber: Kiny0
Anno: 2024
Regia: Kurosawa Kiyoshi
Nazione: Giappone
Genere: - Horror - Thriller
Haruka, NostalgiaHaruka, nosutarujii

Subber: MarcoMx
Anno: 1993
Regia: Obayashi Nobuhiko
Nazione: Giappone
Genere: - Drammatico -
The Ghost Cat of Ouma CrossingKaibyo omagatsuji

Subber: Meiko Kaji
Anno: 1954
Regia: Kato Bin
Nazione: Giappone
Genere: Drammatico - - Horror
Three HusbandsSam foo

Subber: MarcoMx
Anno: 2018
Regia: Fruit Chan
Nazione: Hong Kong
Genere: - Drammatico -
The Rocking Horsemen Seishun dendekedekedeke

Subber: MarcoMx
Anno: 1992
Regia: Obayashi Nobuhiko
Nazione: Giappone
Genere: - Commedia -
Chizukos Younger SisterFutari

Subber: MarcoMx
Anno: 1991
Regia: Obayashi Nobuhiko
Nazione: Giappone
Genere: Drammatico - - Fantasy
ApartSan hau

Subber: SulFiloDeiRicordi
Anno: 2020
Regia: Chan Chit-Man
Nazione: Hong Kong
Genere: - Drammatico - Romantico
Beijing WatermelonPekin no suika

Subber: MarcoMx
Anno: 1989
Regia: Obayashi Nobuhiko
Nazione: Giappone
Genere: - Drammatico -
Discarnates, TheIjintachi to no natsu

Subber: MarcoMx
Anno: 1988
Regia: Obayashi Nobuhiko
Nazione: Giappone
Genere: Drammatico - - Fantasy
Bound for the Fields, the Mountains and the SeacoastNoyuki yamayuki umibe yuki

Subber: MarcoMx
Anno: 1986
Regia: Obayashi Nobuhiko
Nazione: Giappone
Genere: Drammatico - - Commedia
Cute DevilKawaii Akuma

Subber: MarcoMx
Anno: 1982
Regia: Obayashi Nobuhiko
Nazione: Giappone
Genere: Drammatico - Horror -
Satan's SlavesPengabdi Setan

Subber: J-ok'el
Anno: 2017
Regia: Joko Anwar
Nazione: Indonesia
Genere: - Horror -
Inn of EvilInochi bonifuro

Subber: ggrfortitudo
Anno: 1971
Regia: Kobayashi Masaki
Nazione: Giappone
Genere: - Drammatico -
Next Soheeda-eum so-hee

Subber: creep
Anno: 2022
Regia: July Jung
Nazione: Corea del Sud
Genere: - Drammatico -
Spy Gone North, TheGongjak

Subber: J-okel
Anno: 2018
Regia: Yoon Jong-bin
Nazione: Corea del Sud
Genere: Drammatico - - Thriller
On the RunMong ming yuen yeung

Subber: ggrfortitudo
Anno: 1988
Regia: Alfred Cheung
Nazione: Hong Kong
Genere: Azione - Poliziesco - Thriller
Ju DouJu Dou

Subber: quellen
Anno: 1990
Regia: Zhang Yimou, Yang Fengliang
Nazione: Cina
Genere: - Drammatico - Romantico
FukuokaHukuoka

Subber: MarcoMx
Anno: 2020
Regia: Zhang Lu
Nazione: Corea del Sud
Genere: - Drammatico -
YumejiYumeji

Subber: MarcoMx
Anno: 1991
Regia: Suzuki Seijun
Nazione: Giappone
Genere: - Drammatico -
Emperor's Naked Army Marches On, TheYuki yukite, shingun

Subber: Julienne Davenne
Anno: 1987
Regia: Hara Kazuo
Nazione: Giappone
Genere: - Documentario -

Backwater, The

Immagine

Lavori in corso


Creation of the Gods I: Kingdom of Storms 99%
Snowy Road 99%
Techno Brothers 99%
Goodbye for Tomorrow 99%
Casting Blossoms to the Sky 99%
Dreamy Eyes 99%
Seven Weeks 99%
Hanagatami 99%
In water 99%
Switching - Goodbye Me 99%
Chronicle of My Mother 50%
The Motive 50%
Three Women of the North 20%
Vision 20%
Satan's Slaves 2: Communion 20%
Nun-gil 20%
By the time it gets dark 10%
Last Sunrise 10%
Maniac Hero 5%
The Kodai Family 5%
In Our Time 5%
A Long Goodbye 1%
Hip Daddy 0%
Full River Red 0%
%

Lista completa
 

Kihachiro Kawamoto Film Works

Immagine

King and the Clown, The

Immagine

Drifters

Immagine

White Silk Dress, The

Immagine

I voti di -Gouki-

Kids Return9.0Film non perfetto ma ingiustamente sottovalutato. Dietro una patina di indulgenza e nostalgia, Kids Return offre un profondo e durissimo sguardo sul nulla. Da non perdere.
Densha otoko (Serie TV)7.5Una ventata di energia e buon umore. Nonostante i mille difetti tecnici e narrativi la serie nella sua leggerezza � coinvolgente.
Nobuta wo produce (Serie TV)9.0Davvero un gioiellino! Divertente, nostalgico e sopratutto non banale nonostante gli ingredienti siano visti e rivisti. Peccato solo per l'arco dal 7 al 9 che deraglia un p�. Nobuta Power chuunyuu!
Orange Days (Serie TV)7.0La forza del drama sta nell'interpretazione dei due protagonisti, nella messa in scena naturale del linguaggio dei segni e nella piacevole accoppiata di musiche e fotografia. Qualche superficilit di troppo per nella sceneggiatura.
Linda Linda Linda8.0Una boccata d'aria fresca nel panorama dei film sugli adolescenti. Ottimo davvero.
Gentle Breeze in the Village, A7.0Dolce e nostalgico, girato in modo non banale. Manca per� di incisivit�.
Ramblers5.5Road movie dallo stile tipicamente nipponico. Una certa coerenza estetica ed alcune buone scene per non bastano.
Police Story9.0Pura invenzione cinematografica, non c' una storia da raccontare ma solo la volont di divertire e meravigliare lo spettatore. Compito assolto in pieno. Fantastico. Capolavoro di Chan (insieme a Project A).
My Boss, My Hero (Serie TV)6.5Un Nagase Tomoya spassosissimo vale la visione..alla lunga per la serie rimane schiacciata sotto l'eccessivo zelo retorico della sceneggiatura.
Nodame Cantabile (Serie TV)7.5Divertente davvero! Parte piano ma migliora di episodio in episodio regalando momenti spassosissimi. Peccato per la scelta di Tamaki Hiroshi che indebolisce un p la serie..
Devil (Serie TV)8.0Storia avvincente, personaggi azzeccati, attori non di talento ma perfettamente in parte e musiche divertenti..da vedere! I troppi episodi per� indeboliscono la seconda parte, ed � un peccato!
Damo (Serie TV)6.0Un misto di cose belle, modeste e grosse ingenuit, troppo ridondante la sceneggiatura e deboli le coreografie per un giudizio pienamente positivo. Gli spunti di interesse comunque non mancano e merita la visione.
Haikei, Chichiue-sama (Serie TV)9.0Un racconto delicato che trova un equilibrio a tratti incatevole tra la nostalgia per lo scorrere del tempo da un lato e la leggerezza della narrazione dall'altro. Una piccola perla, discreta e poco appariscente ma davvero consigliata.
MPD Psycho (Serie TV)6.0Sprazzi di potenza visiva e libert narrativa notevoli ma nel complesso la miniserie confusa, vuota ed in definitiva noiosa. Consigliata solo come esperienza televisiva..
1 Litre of Tears (Serie TV)5.0Serie sopravvalutata. Superficiale nei contenuti e banale nel modo di raccontarli. Anche il cast non aiuta la causa... Consigliato solo agli amanti del genere lacrimoso.
Jin (Serie TV) [Latest=1]5.5Buona messa in scena e recitazione ma il drama cade rapidamente nella ripetitivit. La trama orizzontale non avanza e ne esce un procedurale medico noiosetto farcito con (troppo) melodramma.
GTO: Great Teacher Onizuka (Serie TV)6.5Retorico e particolarmente mal diretto ma anche energetico e divertente, se si e' ben disposti. Da vedere anche solo per capirne l'enorme successo.
My Name is Kim Sam-Soon (Serie TV)7.0Interessante e divertente! Kim Sun Ah perfetta nel ruolo vale la visione. La sceneggiatura ha molti giri a vuoto ma la qualit rimane quasi sempre accettabile. Colonna sonora (occidentale) variegata, a tratti schizzofrenica.
Hana yori dango (Serie TV)5.0Successo immeritato. La sceneggiatura demenziale ma si prende troppo sul serio per poter divertire. E' talmente ridicolo che involontariamente qualche risata la procura, poco altro da offrire per.
Ikebukuro West Gate Park (Serie TV)7.5Un sacco di tematiche interessanti vivificate da un cast maschile in gran forma (non all'altezza il femminile), da una struttura narrativa molto libera e da una regia non banale. Niente di profondo certo, ma piacevolissimo intrattenimento. Finale pessimo.
My Girl (Serie TV)7.0Cast mediocre e mal diretto ma con un'ottima protagonista, colonna sonora invadente ma innegabilmente divertente, scrittura leggera e scorrevole. In definitiva si lascia guardare con il sorriso sulle labbra. Bizzare le incursioni nel metacinematografico.
Tamako in Moratorium7.0Ritratto di una persona incapace di crescere, emblema di una generazione per cui la famiglia è polverizzata ed il luogo di nascita è solo un panorama spettrale da lasciare. Privo però di spessore esistenziale il film è un'occasione mancata.
Flying Colors5.5Riflessioni didattiche banali (oltre che vecchiotte) ed una visione del disagio adolescenziale profondamente ingenua. Confezione comunque professionale ma minutaggio eccessivo.
Over the Fence7.0Storia appena accennata di un incontro tra solitudini. Sullo sfondo una carrellata di personaggi rimasti fuori dagli ingranaggi della società e svuotati del loro ruolo. Si lascia guardare ma davvero poco incisivo. Interpretazione generosa della Aoi.
Woman Basketball Player No. 56.5Dal punto di vista artistico e narrativo il film non ha molto da dire, affascinante però dal punto di vista storico.
All About Lily Chou-Chou7.0Squarci di autenticità e potenza evocativa alternati a vezzi d'autore scolastici e fini a se stessi. La rarefazione della sceneggiatura forse vorrebbe riflettere sull'incomunicabilità ma troppo spesso sembra semplicemente perdere il filo.
Love & Pop6.5Poche idee ma confuse. Il film testimonia in modo originale una malattia della società ma non riesce mai a farsi davvero riflessione. Consigliato a prescindere per i nostalgici degli anni '90.
Survival Family6.5Film piacevole che racconta un "ritorno alla terra" particolare. La ricerca di toni leggeri però elimina senza pensiero ogni violenza ed antagonismo, perdendo così la capacità di colpire davvero lo spettatore.
I Just Didn't Do It7.5Interessante riflessione sulle trappole dei sistemi giudiziari. Lo stile analitico di regia, sceneggiatura e fotografia (anche se con qualche incoerenza) garantisce un risultato originale.
Beasts Clawing at Straws5.5Il film si avvolge su se stesso cercando disperatamente di essere brillante senza mai riuscirci neppure per un attimo. Noioso. Buono il cast però.
Trick 1 (Serie TV)6.0Mezzi produttivi limitati, regia pessima e sceneggiatura inadeguata. A funzionare, talvolta, è solo la vena comico demenziale..consigliato a chi cerca intrattenimento ingenuo e sgangherato.
100 Yen Love6.5Brava la Ando ma è l'unica arma del film. Sceneggiattura e regia non riescono a costruire niente oltre la cornice.
Love Letter7.0A tratti confuso e con dei comprimari debolissimi, il film regala comunque una grande dolcezza e nostalgia di tempi perduti.
Josee, the Tiger and the Fish6.5Commedia romantica che evita la banalità grazie ad insoliti momenti amari, parte finale però troppo affrettata. (Il rapporto che emerge tra Giappone e disabilità è tremendo)
Microhabitat6.5Una protagonista incapace di conformarsi alla società osserva dall'esterno le sofferenze dei compagni "cresciuti". Interessante ma la programmaticità della sceneggiatura (a tratti un po' ipocrita) abbassa troppo il ritmo
Bokura wa aruku, tada soredake7.0Racconto minimalista sulla perdita dei sogni e sulla vita che continua a scorrere, lenta e silenziosa come la provincia giapponese. Bravissima la Ando, debole invece la regia (ostinati piani sequenza e primi piani traballanti alternati senza logica)
House of Hummingbird6.0Il film abusa del tempo dello spettatore senza riuscire a mettere a fuoco niente e nessuno. Rimangono la ricostruzione d'epoca e qualche buono spunto ma è troppo poco.
Grandmaster, The4.5Wong ricicla (male) se stesso in questo film che tortura lo spettatore con narrazione fuori fuoco, ritmi dilatati ed un campionario di effetti estetizzanti già visti e rivisiti. Lavoro manieristico e terribilmente noioso.
Ritual5.0Le tematiche care al regista ci sono tutte, il film però è un delirio narativo senza ritmo che spreca tutte le sue carte. Alcune belle scene non bastano a ripagare la pazienza dello spettatore.
My Pretend Girlfriend6.5Regia e fotografia di livello televisivo ma la sceneggiatura ha cose non banali da dire sull'amore. Peccato non riesca ad amalgamarle con lo spirito teen della prima parte.
Woman Who Ran, The6.0Il film osserva con stile prosciugato quattro conversazioni cercando di penetrare (anche visivamente) nel quotidiano. Il particolare però non riesce mai a farsi universale ed il risultato è un cinema interessante ma anche del tutto inerte.
Otakus in Love4.0Commedia demenziale che non fa mai ridere; scritto, diretto ed interpretato con i piedi. Della cultura otaku promessa nel titolo praticamente non c'è niente.
12 Suicidal Teens6.0Drammi adolescenziali montati su un impianto mistery in stile Agatha Christie. A tratti funziona ma perde ritmo strada facendo. Cast non tutto all'altezza.
Lonely Fifteen6.5Affascinante ritratto antropologico di una sottocultura scomparsa e di un momento storico irripetibile. La caratterizzazione psicologica è però fatta con l'accetta, un po' come il montaggio. (Curiosa la parentesi razzista)
One Million Yen Girl 7.0Molto interessante la parte centrale, con una Suzuko estranea alla vita che passa da un'esistenza potenziale all'altra, deboli però premessa e finale. Peccato. Ottima la Aoi.
Petal Dance5.5La ricerca di uno stile rarefatto qui porta dritti al vuoto sia estetico che narrativo. La fotografia forzata ed il trucco eccessivo finiscono anche per togliere naturalezza alle (brave) interpreti.
Carmen Comes Home7.0Commedia solo apparentemente leggera che riflette sui cambiamenti di costume post-bellici. La Takamine, bellissima, lavora su registri diversi dai capolavori successivi confermandosi talento enorme.
Bu Su6.0La narrazione sincopata ed ellittica è coraggiosa e rimane in bilico tra stile ed incompetenza (il film a tratti è inintelligibile), spesso però fa capolino la noia. Positivo il cast e belle immagini della Tokyo anni '80.
Swing Girls6.0Commedia teen piatta e schematica che una buona regia (curiosa la scena del cinghiale) non riesce comunque a vivificare.
Bullets Over Summer7.0Mezzi produttivi modesti ma una valanga di spunti mischiati con una disinvoltura invidiabile. Dalla commedia all'azione secca e violenta, dal buddy movie al dramma. Il tutto permeato da un senso di sconfitta ineluttabile.
Made in Hong Kong8.0Storia di giovani ai margini di una società fredda e svuotata, tra romanticismo estremo e violenza quotidiana sono destinati alla sconfitta totale. Regia magmatica che usa straordinariamente gli squallidi spazi chiusi di una Hong Kong straziante.
Juliet In Love8.5Due personaggi soli e feriti dalla vita che si trovano in una famiglia improvvisata. Una storia struggente di ricerca di affetto raccontata con un pudore ed una purezza incredibili, un film meravigliosamente umano. Fantastica la coppia di attori.
Dragon Zakura (Serie TV)7.0Drama con mille difetti ma anche energetico e capace di regalare buon umore. Abe è ottimo, il resto del cast inadeguato anche se convinto ed in parte. Molto interessante osservare dall'esterno l'impianto didattico (talvolta aberrante) esaltato dalla seri
Throw Away Your Books, Rally In The Streets7.0Film sperimentale, nei pregi e difetti del termine (strepitosa però la colonna sonora). E' comunque un interessante reperto d'epoca.
Hideko The Bus Conductress7.5Film leggero che Naruse arricchisce con deliziose situazioni umoristiche senza però rinunciare ad un sottotraccia amaro. La Takamine ha appena 17 anni ma è già in grado di illuminare la scena con un semplice sorriso.
Eyes of the Spider5.0Le qualità del regista ci sono e c'è anche una efficace fotografia in luce naturale, il film però è confuso e decisamente noioso.
Waiting for Good News6.0Il tipico conflitto nipponico tra poveri e predatori edilizi fa da sfondo ad una storia romantica poco emozionante. Teneri i personaggi ma è tutto troppo accomondante.
Journey to the West: Conquering the Demons7.0Caos totale di generi, registri e ritmi totalmente diversi tra loro. Pieno di ingenuità e non all'altezza dei migliori Chow ma anche innegabilmente divertente.
Journey to the West: The Demons Strike Back5.0Hark si perde in una trama confusa condita da pessima CGI ed attori mediocri. Non bastano musiche epiche e qualche guizzo. Noioso.
Eros Plus Massacre7.5Film sperimentale lungo e faticoso ma innegabilmente ricchissimo. Strepitosa la fotografia e molte sequenze visivamente sono incredibili.
Tampopo7.5Un film sul cibo diviso tra molto amore ed un po' di sarcasmo. Le scenette che intramezzano la storia principale non sono tutte riuscite ma nel complesso il film è originale, appetitoso e divertente!
Comrades, Almost a Love Story8.5Storia di radici, culturali ma soprattutto umane, che sembrano essere l'unica costante per personaggi persi nello spazio e nel tempo. Finale sfilacciato ma film comunque bellissimo. Spettacolare la prova della Cheung.
Heroic Trio, The6.5Film di puro caos creativo che mescola una miriade di influenze in modo esplosivo. Allo spettatore attuale, persa la carica dirompente, rimane però poco oltre la frustrazione per lo spreco di un cast stupendo.
As Tears Go By6.0Rivisitazione di Mean Streets in chiave Hong Kong. Sceneggiatura e regia grossolane tranne qualche guizzo dove brilla il talento di Wong Kar-Wai. Cast maschile ottimo, la Cheung invece non ancora in controllo della propria arte.
Goddess, The (China, 1934)8.5Ritratto di donna, di madre ed allegoria dell'intera Cina. A tratti convenzionale ma elevato a capolavoro da un'interpretazione meravigliosa di Ruan Lingyu
Tokyo Family7.5Il modello originale è inarrivabile ma questo remake rimane un ottimo film. Amaro nel raccontare il tempo che passa regala però anche dei momenti di dolcezza e riesce a commuovere. Ottimo il cast.
Sunflower (Honk Kong/China, 2005)7.0Rapporto conflittuale tra un padre soffocante ed un figlio in cerca di identità. Molto più riuscito il racconto della vecchiaia rispetto a quello del rapporto filiale. Finale deludente. Ottimo cast.
All About Ah-Long7.0Drammone dall'intreccio convenzionale vivificato da un cast strepitoso ed una narrazione molto efficace. Molto curata ed affascinante l'ambientazione. Finale pessimo.
New Dragon Gate Inn7.0Intrighi e scontri in questo wuxia profumato di western. Divertente l'azione ed irresistibile la Cheung nel ruolo della proprietaria canaglia. Tutto molto confuso però. Gran finale.
Chinese Feast, The7.0Commedia sgangherata infiammata dalla regia scoppiettante di Tsui Hark che tratta la cucina come le arti marziali. Cast divertito e divertente.
Gokusen (Serie TV)5.5Epigono di GTO, è una commedia sciocchina farcita di momenti "toccanti" che accumula scene madri e corse a perdi fiato. La Nakama è scatenata e divertente, il resto del cast assolutamente indegno.
Woman's Life, A8.0Ritratto doloroso ma bellissimo della figura femminile come custode ultimo della responsabilità. Il gioco a flashback soffre a lungo ma ripaga nel finale. Meravigliosa la Takamine.
God of Gamblers5.5Mix di generi in perfetto stile Hong Kong ma le singole componenti (commedia, azione e dramma) sono troppo deboli ed a tratti imbarazzanti. Si salvano le belle scene di gioco.
Bounce Ko-gals6.0Spaccato di una società svuotata di ogni valore. Didascalica ma interessante la prima parte, sconclusionata ed irritante la seconda.
Witch: Part 1 - The Subversion, The6.5Bella costruzione del mondo, ottime coreografie ed interessanti gli attori (soprattutto i giovani), peccato il plot twist forzato mandi tutto a gambe all'aria.
Haruko Azumi Is Missing5.0Personaggi e linee temporali che si intrecciano in un film che (forse?) vorrebbe dire qualcosa sul ruolo della donna in Giappone. Confuso ed irritante spreca tutte le sue carte.
Moving7.0Racconto sulla crescita e la separazione dal nido familiare, parte dal realismo per poi approdare all'avventura onirica. Alcune immagini potenti ma spesso afflitte da un simbolismo troppo schematico.
Blue6.5Il bisogno di contatto umano di un'adolescente sospesa in un mondo vuoto. Inquadrature statiche e tempi dilatati per cercare la naturalezza (tanto lavoro anche su luce e suoni) ma i dialoghi sono artificiosi e la recitazione legnosa. Faticoso.
Story of Ricky, The6.0Curioso oggetto di serie Z che alterna brutture inenarrabili ad effetti gore incredibilmente efficaci. Abbastanza pessimo da essere divertente.
Power of Kangwon Province, The7.0Storia di solitudini raccontata con uno stile rarefatto che cerca il realismo ma non rinuncia ai simboli. Cattura ma alla lunga il gioco mostra la corda e si percepisce che dietro lo stile c'è poco..
Scent of Green Papaya, The7.0Regia flessuosa ed elegante ma sempre a rischio leziosaggine. C'è forse un'allegoria del Vietnam in fase di transizione (l'apatia degli uomini, la fascinazione per l'occidente, l'emancipazione) ma il risultato sembra più un esercizio di calligrafia.
From Me to You5.0Romanticherie scolastiche scritte, pare, cercando di accumulare più stereotipi possibile. Superficiale e con un ritmo lentissimo, neppure il cast aiuta la causa.
Female Prisoner #701: Scorpion6.5Softcore e violenza per questo film invecchiato male. Al netto di alcune belle scena rimane solo il valore storico
Lady Snowblood6.5Revenge movie con spledide scene statiche ma debolissimo nelle parti dinamiche. Manca anche il ritmo.
Hello Schoolgirl7.0Un po' zuccheroso ma innegabilmente piacevole! Merito di un cast simpatico ed una sceneggiatura sorprendentemente asciutta considerato il genere..un po' più di profondità avrebbe potuto renderlo un gioiellino.
Laundry5.0Cerca la tenerezza senza mai riuscire a raggiungerla. Colpa di un protagonista scritto (ed interpretato) in maniera monodimensionale e senza sfumature
Sazen Tange and the Pot Worth a Million Ryo9.0Commedia degli equivoci dal ritmo eccellente in grado di divertire ma anche di raccontare con grande umanità e tenerezza le vite di un gruppo di emarginati. Elogio della semplicità.
Strawberry Shortcakes6.5Quattro storie di donne profondamente tristi ed in cerca di amore. Uso ruvido del quotidiano per descrivere rapporti gelidi dove il sesso è solo sfruttamento. L'eccesso di vittimismo però indebolisce tutto.
Apart6.5Interessante dal punto di vista culturale ma debole da quello narrativo. Il rapporto tra i due protagonisti non riesce ad amalgamarsi al contesto storico e lascia molto distaccati. Qualche scivolone alla regia e soprattuto nella recitazione.
Tokyo Marigold5.0Ha il pregio di creare un'atmosfera rarefatta avvolgente ma ha il difetto enorme di annoiare terribilmente. Personaggi vuoti e fatalismo fine a se stesso.



Acquista DVD italiani

Logo Dvd.it

Madoka Magica The Movie Volume 01 - L'Inizio Della Storia
 
Immagine

Acquista DVD import



Festival
 
Immagine

Partners











Memories of the Sword

Immagine
Visitatori on line:
©AW Portal by o3fro | Script execution time: 0.6086 sec.
Visite: