Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

[CINEMA] Come Come Come Upward

di Im Kwon-taek

18 risposte a questa discussione

#1 creep

    antiluogocomunista

  • Amministratore
  • 5687 Messaggi:
  • Location:Rome
  • Sesso:

Inviato 14 October 2009 - 08:48 PM

Come Come Come Upward

Aje aje bara aje

아제 아제 바라 아제





Immagine inserita Immagine inserita




Immagine inserita




Da www.koreafilmfest.com

I destini di due monache permettono a IM KWON-TAEK di articolare una riflessione sulla dottrina buddhista che s’allarga a considerazioni sulla storia politica recente e sulla società coreane. La giovane Sun-nyong entra in una congrega di monache per sfuggire alle amarezze della vita, in particolare alle ingiuste accuse di aver intrattenuto una relazione con un professore politicamente impegnato. Quando Sun-nyong salva un reietto dal suicidio, questi comincia a perseguitarla. Jin-song è invece un’intransigente dottrinaria che viene inviata a studiare all’università; lì cerca d’estraniarsi dal clima di sollevazione contro il regime autoritario.




Immagine inserita




Genere
Dramma buddhista

Regia
Im Kwon-taek

Sceneggiatura
Han Sung-won

Interpreti
Kang Soo-yeon, Jin Yeong-mi,
Yu In-chon, Jeon Mu-song


Corea del Sud, 1989, 134'




Immagine inserita






Forse è il film di Im Kwon-taek che mi ha preso di meno, troppo concettuale, troppa "autorialità festivaliera"






Allega file  Come.Come.Come.Upward.zip   25.97K   27 Numero di downloads





Ordina il DVD su

Immagine inserita









Immagine inserita


#2 kaneda03

    Operatore luci

  • Membro
  • 487 Messaggi:
  • Location:zona di guerra
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 14 October 2009 - 09:16 PM

peccato il commento finale,la trama mi sembra molto interessante.
ne hai di simili, e migliori magari, da consigliare?

#3 creep

    antiluogocomunista

  • Amministratore
  • 5687 Messaggi:
  • Location:Rome
  • Sesso:

Inviato 14 October 2009 - 09:24 PM

Se intendi di Im Kwon taek, Seopyeonje su tutti. Mentre se ti riferisci al buddismo puoi vedere Why Has Bodhi-Dharma Left for the East?, che uscì anche in Italia se non vado errato

Immagine inserita


#4 kaneda03

    Operatore luci

  • Membro
  • 487 Messaggi:
  • Location:zona di guerra
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 14 October 2009 - 09:29 PM

intendo pellicole che trattano questioni politico-religiose mischiate con storie personali.
in particolare in corea,che conosco pochissimo ma ,oggi, mi interessa particolarmente.

#5 creep

    antiluogocomunista

  • Amministratore
  • 5687 Messaggi:
  • Location:Rome
  • Sesso:

Inviato 15 October 2009 - 09:22 AM

Sempre di Im Kwon-taek ci sarebbe Festival, che attraverso il racconto di vicende personali descrive il rito funebre coreano. A rappresentare la storia e l'identità coreana invece, imprescindibili, secondo me, sono sicuramente A Petal di Jang Sun-Woo e Peppermint Candy di Lee Chang-dong. Dal punto di vista religioso c'è l'ovvio Spring, Summer, Fall, Winter...and Spring di Kim Ki-duk.
Di sicuro non si easuriscono qui, ma la lista sarebbe infinita... i film di Im Sang-soo, di Park Kwang-su, l'Aimless Bullet di Yoo Hyun-mok e via dicendo...

Immagine inserita


#6 elgrembiulon

    maledetto punk

  • Membro storico
  • 5736 Messaggi:
  • Location:Å, Norge
  • Sesso:

Inviato 29 October 2009 - 12:04 PM

Visualizza Messaggiocreep, il Oct 14 2009, 08:48 PM, ha scritto:

Forse è il film di Im Kwon-taek che mi ha preso di meno, troppo concettuale, troppa "autorialità festivaliera"

visto. bè, è vero che il film è estremamente concettuale e che, in quanto non buddhista, non capirò mai la quasi totalità delle cose che vengono mostrate. ma alla fine il tutto è affascinante, non meno di primavera estate... e non ci ho visto tutta questa autorialità festivaliera, anzi una certa essenzialità e3 semplicità. comunque bello bello.
Subs Asian: Takeshis' (rece by polpa and subs no longer available, maledizione!!), Aparajito (L'Invitto), 4:30, The Scent Of Green Papaya

Subs Altro Cinema: Ariel (subs no longer available),Kaldaljós, Children of Nature (Börn náttúrunnar), Øyenstikker (TlwtN1),Den brysomme mannen (The bothersome man)(TlwtN2), Voksne Mennesker, La libertad, Vinterkyss (TlwtN3), Valehtelija (The Liar) (RS1), Rosso (RS2), Fantasma, Bleeder, The Man From London (A londoni férfi), Bronson

in work: Mýrin (Jar City) (3%)

Suntoryzzato ufficialmente in data 27/01/2007



Nessuna commedia coreana tradotta dal 24/07/2005.

La natura e le sue leggi erano nascoste nelle tenebre. Poi Dio disse: "Sia fatto Tesla", e tutto fu luce. (B.A. Behrend)

#7 creep

    antiluogocomunista

  • Amministratore
  • 5687 Messaggi:
  • Location:Rome
  • Sesso:

Inviato 29 October 2009 - 12:56 PM

Non l'ho trovato affatto semplice e essenziale, ma esclusivamente concettuale, immedesimazione zero, con personaggi spersonalizzati, insomma tutto il contrario del film di Kim Ki-duk. Avrà fascino, ma per me il "fascino" lascia il tempo che trova se poi il film ti lascia poco e niente. Dico "autorialità festivaliera", perché è proprio il genere che trova il suo humus in quelle occasioni.

Messaggio modificato da creep il 29 October 2009 - 01:18 PM

Immagine inserita


#8 elgrembiulon

    maledetto punk

  • Membro storico
  • 5736 Messaggi:
  • Location:Å, Norge
  • Sesso:

Inviato 29 October 2009 - 01:36 PM

Visualizza Messaggiocreep, il Oct 29 2009, 12:56 PM, ha scritto:

Non l'ho trovato affatto semplice e essenziale, ma esclusivamente concettuale

forse non mi sono spiegato, parlavo di semplicità ed essenzialità riguardo la forma e lo stile (infatti ti avevo dato ragione riguardo la concettualità :em16: ). e questi personaggi spersonalizzati io non ce li ho visti sinceramente...

Visualizza Messaggiocreep, il Oct 29 2009, 12:56 PM, ha scritto:

Dico "autorialità festivaliera", perché è proprio il genere che trova il suo humus in quelle occasioni.

bè, grazie, mica è il film di natale dei vanzina o di kawasaki.
Subs Asian: Takeshis' (rece by polpa and subs no longer available, maledizione!!), Aparajito (L'Invitto), 4:30, The Scent Of Green Papaya

Subs Altro Cinema: Ariel (subs no longer available),Kaldaljós, Children of Nature (Börn náttúrunnar), Øyenstikker (TlwtN1),Den brysomme mannen (The bothersome man)(TlwtN2), Voksne Mennesker, La libertad, Vinterkyss (TlwtN3), Valehtelija (The Liar) (RS1), Rosso (RS2), Fantasma, Bleeder, The Man From London (A londoni férfi), Bronson

in work: Mýrin (Jar City) (3%)

Suntoryzzato ufficialmente in data 27/01/2007



Nessuna commedia coreana tradotta dal 24/07/2005.

La natura e le sue leggi erano nascoste nelle tenebre. Poi Dio disse: "Sia fatto Tesla", e tutto fu luce. (B.A. Behrend)

#9 creep

    antiluogocomunista

  • Amministratore
  • 5687 Messaggi:
  • Location:Rome
  • Sesso:

Inviato 30 October 2009 - 02:00 PM

Visualizza Messaggioelgrembiulon, il 29 October 2009 - 01:36 PM, ha scritto:

bè, grazie, mica è il film di natale dei vanzina o di kawasaki.

Sì, ma neanche un film come quello di Kim Ki-duk, che espone il suo messaggio con semplicità e comprensibilità immediata ed esaustiva. Ripeto che non lo trovo né essenziale e né semplice, perché non riesce a comunicare il suo messaggio in maniera semplice, diretta, ma attraverso farraginosi discorsi strettamente teorici messi in bocca a personaggi che sembrano uscire più da un libro di religione o filosofia piuttosto che dalla vita reale e che esistono solo in funzione dei messaggi filosofico-religiosi che trasmettono. Più che personaggi, dotati di un'autonomia e una personalità propria, sono dei paradigmi, e almeno per quanto mi riguarda mi interessa fino a un certo punto. Come hai detto "non capirò mai la quasi totalità delle cose che vengono mostrate" (indice di non essenzialità e semplicità), ma sebbene anch'io non sia buddista, quelle cose le capisco e le ammiro più vedendo il film di Kim ki-duk che questo qui, o almeno per me è così.

Immagine inserita






1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi