Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

[NEWS] Actresses

Il nuovo film di E J-yong

5 risposte a questa discussione

#1 creep

    antiluogocomunista

  • Amministratore
  • 5672 Messaggi:
  • Location:Rome
  • Sesso:

Inviato 07 July 2009 - 08:41 PM







E J-yong gira un film sulle attrici





Il regista E J-yong, meglio conosciuto per il suo elegante dramma erotico in costume Untold Scandal (2003), è in fase di produzione per il suo ultimo film, un'opera semi-improvvisata dal titolo provvisorio Actresses.



Il film low-budget vanta la presenza di 6 tra le più affermate attrici coreane, che hanno accettato di lavorare malgrado il pagamento posticipato delle loro prestazioni. Il film è incentrato su una ripresa fotografica di moda in cui ogni attrice interpreterà sé stessa e condividerà la propria storia con la cinepresa.



Nel cast sono presenti KIM Ok-vin, protagonista di Thirst di PARK Chan-wook e del precedente film di E, Dasepo Naughty Girls; LEE Mi-sook, che ha recitato in Untold Scandal e An Affair, sempre di E; KIM Min-hee che ha recitato nel film di E, Asako in Ruby Shoes; GO Hyun-jung, attrice utlizzata da HONG Sang-soo in Woman on the Beach e nel recente Like You Know It All; CHOI Ji-woo (Now and Forever); e la veterana YOON Yeo-jung (attrice feticcio di KIM Ki-young e presente in La Moglie dell'Avvocato di IM Sang-soo)

Prodotto da Moongcle Pictures, presentato da Sponge Entertainment e distribuito da Showbox Mediaplex, il film dovrebbe essere pronto per la distribuzione locale verso la fine dell'anno.







KIM Ok-bin - LEE Mi-sook - KIM Min-hee







GO Hyun-jung - CHOI Ji-woo - YOON Yeo-jung






Fonte Nigel D’Sa KOFIC




Ordina il DVD su

Immagine inserita






Immagine inserita


#2 Nataku

    L'Estinto

  • Membro
  • 6710 Messaggi:
  • Location:in una stringa
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 07 July 2009 - 08:44 PM

mooolto interessante O_O
Il mio blog
Il brāhmana Dona vide il Buddha seduto sotto un albero e fu tanto colpito dall'aura consapevole e serena che emanava, nonché dallo splendore del suo aspetto, che gli chiese:
– Sei per caso un dio?
– No, brāhmana, non sono un dio.
– Allora sei un angelo?
– No davvero, brāhmana.
– Allora sei uno spirito?
– No, non sono uno spirito.
– Allora sei un essere umano?
– No, brahmana, io non sono un essere umano [...]
– [...] E allora, che cosa sei? [...]
– [...] Io sono sveglio. »[/size]

Cos'è dunque questo nulla? Come si può descriverlo se è indicibile? Il buddhismo ricorre alla metafora dell'onda. Un'onda non cade dall'acqua dall'esterno, ma proviene dall'acqua senza separarsene. Scompare e torna all'acqua da cui ha tratto origine e non lascia nell'acqua la minima traccia di sé. Come onda si solleva dall'acqua e torna all'acqua. Come acqua esso è il movimento dell'acqua. Come onda l'acqua sorge e tramonta, e come acqua non sorge e non tramonta. Così l'acqua forma mille e diecimila onde e tuttavia resta in sé costante e immutata.

Così rispose ad un tale che sosteneva che non esistesse il movimento: si alzò e si mise a camminare" (Diogene)
Antico proverbio cinese:
"quando torni a casa picchia tua moglie, lei sa perchè".

#3 François Truffaut

    Wonghiano

  • Amministratore
  • 13002 Messaggi:
  • Location:Oriental Hotel
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 07 December 2009 - 07:43 PM

Il trailer:



Esce il 10 dicembre in Corea del Sud e poi sarà a febbraio al Festival di Berlino.

Lo stile sembra quello del Soderbergh della serie Ocean's.

Cinema Taiwanese su AsianWorld.it



Immagine inserita

Naomi Kawase: il cinema, i film

Immagine inserita



Sottotitoli per AsianWorld: The Most Distant Course (di Lin Jing-jie, 2007) - The Time to Live and the Time to Die (di Hou Hsiao-hsien, 1985) - The Valiant Ones (di King Hu, 1975) - The Mourning Forest (di Naomi Kawase, 2007) - Loving You (di Johnnie To, 1995) - Tokyo Sonata (di Kiyoshi Kurosawa, 2008) - Nanayo (di Naomi Kawase, 2008)

#4 Shimamura

    Agente del Caos

  • Moderatore
  • 3563 Messaggi:
  • Location:La fine del mondo
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 07 December 2009 - 07:48 PM

Non male il cast!!!:em66:

Hear Me Talkin' to Ya



Immagine inserita



Subtitles for AsianWorld:
AsianCinema: Laura (Rolla, 1974), di Terayama Shuji; Day Dream (Hakujitsumu, 1964), di Takechi Tetsuji; Crossways (Jujiro, 1928), di Kinugasa Teinosuke; The Rebirth (Ai no yokan, 2007), di Kobayashi Masahiro; (/w trashit) Air Doll (Kuki ningyo, 2009), di Koreeda Hirokazu; Farewell to the Ark (Saraba hakobune, 1984), di Terayama Shuji; Violent Virgin (Shojo geba-geba, 1969), di Wakamatsu Koji; OneDay (You yii tian, 2010), di Hou Chi-Jan; Rain Dogs (Tay yang yue, 2006), di Ho Yuhang; Tokyo Olympiad (Tokyo Orimpikku, 1965), di Ichikawa Kon; Secrets Behind the Wall (Kabe no naka no himegoto, 1965) di Wakamatsu Koji; Black Snow (Kuroi yuki, 1965), di Takechi Tetsuji; A City of Sadness (Bēiqíng chéngshì, 1989), di Hou Hsiao-hsien; Silence Has no Wings (Tobenai chinmoku, 1966), di Kuroki Kazuo; Nanami: Inferno of First Love (Hatsukoi: Jigoku-hen, 1968) di Hani Susumu; The Man Who Left His Will on Film (Tokyo senso sengo hiwa, 1970), di Oshima Nagisa.
AltroCinema: Polytechnique (2009), di Denis Villeneuve ; Mishima, a Life in Four Chapters (1985), di Paul Schrader; Silent Souls (Ovsyanky, 2010), di Aleksei Fedorchenko; La petite vendeuse de soleil (1999), di Djibril Diop Mambéty; Touki Bouki (1973), di Djibril Diop Mambéty.
Focus: Art Theatre Guild of Japan
Recensioni per AsianWorld: Bakushu di Ozu Yasujiro (1951); Bashun di Ozu Yasujiro (1949); Narayama bushiko di Imamura Shohei (1983).

#5 François Truffaut

    Wonghiano

  • Amministratore
  • 13002 Messaggi:
  • Location:Oriental Hotel
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 09 December 2009 - 10:50 PM

QUI una recensione in inglese.

Cinema Taiwanese su AsianWorld.it



Immagine inserita

Naomi Kawase: il cinema, i film

Immagine inserita



Sottotitoli per AsianWorld: The Most Distant Course (di Lin Jing-jie, 2007) - The Time to Live and the Time to Die (di Hou Hsiao-hsien, 1985) - The Valiant Ones (di King Hu, 1975) - The Mourning Forest (di Naomi Kawase, 2007) - Loving You (di Johnnie To, 1995) - Tokyo Sonata (di Kiyoshi Kurosawa, 2008) - Nanayo (di Naomi Kawase, 2008)

#6 creep

    antiluogocomunista

  • Amministratore
  • 5672 Messaggi:
  • Location:Rome
  • Sesso:

Inviato 07 April 2010 - 08:16 AM

Immagine inserita








Immagine inserita



Interessante docu-fiction su 5 generazioni di attrici coreane messe a confronto. Difficile stabilire i confini tra finzione e realtà. E' curioso notare come le attrici che molti di noi conoscono, abbiano sia affinità che profonde differenze con i personaggi che sono solite interpretare. Kim Ok-bin sembra timida e impacciata, la più giovane alle prime armi che ha tanta voglia di crescere. Kim Min-hee è sempre con la testa tra le nuvole. Ko Hyeon-jeong (39 anni????!!!! :em16:, non mi stupisce che sia stata quasi Miss Korea) ha un caratterino niente male, forte, risoluta e consapevole dei propri mezzi, come nei film di Hong Sang-soo. Choi Ji-woo è una star maniaca delle pulizie, che, a quanto mi pare di aver capito, ha rimpiazzato Jeon Do-yeon, indisponibile :( per via della gravidanza. Lee Mi-sook è diversa rispetto ai ruoli che interpreta. Sembra più fragile ma meno triste. Yoon Yeo-jeong invece è uno spettacolo di autoironia (in linea col suo personaggio) e esperienza, il fascino della maturità.




Immagine inserita






Allega file  Actresses.zip   49.28K   2 Numero di downloads


Immagine inserita






1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi