Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

[RECE][SUB] Even If You Walk And Walk

sottotitoli di Oda, revisione di Franois Truffaut

74 risposte a questa discussione

#1 Oda

    gureggu sama

  • Membro
  • 3377 Messaggi:
  • Location:Tokyo
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 02 April 2009 - 12:52 PM

Even If You Walk And Walk


(Still Walking)


Immagine inserita


Giappone, 2008. 114 minuti


Cast

You, Kiki Kirin, Abe Hiroshi, Harada Yoshio, Natsukawa Yui




Commento personale
A mio personale modo di vedere, questo non è un film adatto a tutti.
Il cinema di Kore-eda è molto particolare, se vogliamo possiamo anche definirlo di "vecchio stampo".
L'accezione del termine non nasconde nessuna critica negativa, bensì ne sottolinea un'ideale continuazione di una certa cinematografia classica. In altre parole, se c'è un regista giapponese il cui stile si avvicini a quello di Ozu Yasujiro, quello è sicuramente Kore-eda Hirokazu.
Fatta eccezione per la parentesi "jidai-geki" di "Hana yorimo naho", tutta la sua filmografia è incentrata sul ricordo (spesso, della morte di qualcuno), sulla funzione di esso e sulla sua capacità di influire (quasi sempre in maniera negativa) sulle vite degli altri.

Anche "Even if you walk and walk" segue il filone tematico iniziato con "Maboroshi" e proseguito poi con "Wonderful life" (Afterlife) e "Distance"(film che amo).
Al centro del racconto c'è nuovamente una famiglia (analogamente a Maboroshi e Nobody Knows), che se brevemente analizzata, è composta a sua volta da altri piccoli nuclei familiari. Ci sono gli anziani genitori con i loro figli Ryota e Chinami. C'è il trio formato da Ryota, la sua compagna ed il figlio di lei, avuto da un matrimonio precedente (madre e figlio possono essere ulteriormente visti come un altro – ed estraneo – nucleo familiare) ed infine Chinami, il marito Nobuo e i loro due figli. Tale varietà, porta inesorabilmente al cambiamento della "struttura di base della famiglia Yokoyama".

Infatti, Chinami ed il marito desiderano trasferirsi nella grande casa sul mare dei genitori, andando a minare la tranquillità degli ultimi anni di vita degli anziani e lo stesso Ryota è fonte di preoccupazione per la madre, per essersi preso come compagna una donna già sposata e con un figlio a carico.

Ma il vero nucleo dell'intera storia è il rapporto tra Ryota ed il padre.
L'anziano è ormai un medico in pensione che vorrebbe ancora esercitare la sua amata passione, ma l'età glielo impedisce.
Ryota, aspirante medico, (non) è un restauratore di opere d'arte che vive gli sporadici incontri con i genitori come una sofferenza.
Il suo malessere (e quello del padre) deriva dalla morte del fratello maggiore Junpei, futuro medico e ereditario designato della clinica Yokoyama.

La sua morte, avvenuta 15 anni prima, sconvolge le speranze del padre che si rassegna ad usare le stanze, ormai inutilizzate, del suo ambulatorio solo come uno spazio per la riflessione e per la dolorosa reminiscenza dei ricordi.
Ryota, per un non ben chiaro motivo (per un’aspirazione differente oppure per l'inadeguatezza a tale ruolo) decide di cambiare vita e abbandonare il sogno di diventare medico, cancellando definitivamente le ambizioni del padre. Da qui, lo scontro tra i due: da una parte il vecchio Kyohei, che non digerisce il fatto che il suo unico figlio maschio non porti avanti la tradizione medica familiare, dall'altra Ryota, che contesta il comportamento del padre.

Il tocco di Kore-eda dà un’aura di realismo eccezionale al film. La storia è terribilmente realistica ed è facile immergersi nelle situazioni vissute dai personaggi.
Mi ha ricordato una vecchia domenica d'estate, tra i giochi all'aperto con i miei cugini, i profumi della cucina di mia nonna, gli zii che parlavano di lavoro, le zie che sparlavano dei vicini. Provare per credere.

"Aruite mo aruite mo", tradotto in inglese con "Even if you walk and walk" ovvero "anche se cammini e cammini".
Il significato sta tutto qui. La vita è una lunga camminata, anche se cammini e cammini non saprai mai dove arriverai e cosa potrà succedere; gli eventi che segnano, sono spesso quelli inaspettati e la loro preventiva programmazione (quando è possibile) alla lunga si riduce ad essere solo un passo, spesso insignificante, di una lunga camminata.

Anche per questo film ho tradotto direttamente tutto dal giapponese, sperando di essermi attenuto il più possibile ai dialoghi originali.
Ho ignorato i sottotitoli inglesi che spesso riportavano frasi tradotte in maniera diversa da quelle originali.
Per dovere di informazione ho lasciato invariati termini come "daikon" (una specie di rapa giapponese), "Obon" (una festa simile ai nostri Santi) e pochi altri, e ho adattato, alla meno peggio, espressioni pressoché intraducibili come "Itte irasshiai"(suonerebbe come "sono contento che tu esca, vada fuori) e "Gochisou sama" (dopo un pasto, "grazie per l'ottimo pasto, cibo).

Un grazie a François Truffaut per la revisione dei sottotitoli.



Kore-eda Hirokazu
Kore-eda ha una spiccata fascinazione per l'essenza della memoria: in qualche modo tutti i suoi film sono esperimenti sulla realtà, sull'apparenza, sulla rappresentazione dei ricordi e delle illusioni e, collegato a tutto ciò, sul rapporto tra la vita e la morte. La sua opera diventa così una sorta di trattato filosofico di questo complesso, in cui queste stesse questioni vengono analizzate continuamente, ma da punti di vista sempre differenti.
Kore-eda ha dichiarato che questo suo interesse deriva dal fatto che suo nonno soffriva di Alzheimer e che quindi aveva dovuto osservare costantemente le sue continue dimenticanze e la sua continua “rimisurazione della realtà". Malattie come queste ci ricordano che non viviamo in un unico spazio-tempo, bensì in diverse dimensioni temporali parallele – e che tutte le strutture temporali sviluppate dalla tecnica come dall'arte, sono semplici principi ordinativi che possono creare illusioni o verità.
La filmografia di Kore-eda è un continuum doppiamente artificiale: da un lato, attraverso l'illusione di un flusso (di immagine, suono, racconto, rievocanti frammenti del passato, rianimati, cristallizzati) e dall'altro, attraverso lo spazio più specificatamente cinematografico, che Kore-eda lascia il più possibile integro.
Kore-eda muove la macchina da presa, se la muove, sempre poco e in modo impercettibile: lo spazio, l'istante tridimensionale, è lasciato intatto e non viene modellato ulteriormente dal montaggio.
Il film è un medium: esso esiste in un proprio spazio a cavallo tra presente e passato ed è quindi perfettamente adatto a mettere in collegamento questi due poli. Il film per Kore-eda è la comunicazione tra questi.

Olaf Moller.



SOTTOTITOLI




BUONA VISIONE!





Ordina il DVD su

Immagine inserita


Messaggio modificato da fabiojappo il 20 September 2018 - 08:53 AM

[/center]

7 days of samsa



Subs per asianworld.itShimokita Glory Days - EP.01,02,03,04, 2006 .::. Aoi Kuruma, A blue automobile - Okuhara Hiroshi, 2004
Aruitemo aruitemo, Even if you walk and walk - Koreeda Hirokazu, 2008 .::. Kamome Shokudo, Kamome Diner - Ogigami Naoko, 2006
Kurai tokoro de machiawase, Waiting in the dark, Daisuke Tengan, 2006 .::. Zenzen Daijobu, Fine totally fine - Fujita Yosuke, 2008
Vacation, Kyuka - Kadoi Hajime, 2008 .::. Portrait of the wind, TagaTameni, Hyugaji Taro, 2005

In work
Happily ever after, Jigyaku no uta - Tsutsumi Yukihito /(30%)
Ai suru Nichiyoubi, Love on sunday, Hiroki Ryuichi

#2 Barka77

    Direttore della fotografia

  • Membro
  • 1011 Messaggi:
  • Location:Bologna
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 02 April 2009 - 01:08 PM

Film splendido, grazie mille dei subbi! :em63: :em06:

#3 kunihiko

    Direttore del montaggio

  • Membro
  • 2534 Messaggi:
  • Location:Dove capita
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 02 April 2009 - 01:52 PM

Grazie Oda!
I confini della mia lingua sono i confini del mio universo. Ludwig Wittgenstein.

n0 fan of agitator - the best miike ever /Fondatore del Comitato per la promozione e il sostegno del capolavoro di Fruit Chan: MADE IN HONG KONG

Sottotitoli per Asianworld
6ixtynin9 - Metade Fumaca rev. di paolone_fr - Sleepless Town - Down to Hell - A Time To Love - Aragami - Unlucky Monkey - Buenos Aires zero degree - Sound of colors- Where a Good Man Goes- Run Papa Run (& Paolone_fr) - Lost. Indulgence - Young Thugs: Innocente Blood
Altro Cinema
Duvar - Le mur - Dov' la casa del mio amico? - Vidas Secas

#4 battleroyale

    Kimkidukkiano Bjorkofilo

  • Collaboratore
  • 4424 Messaggi:
  • Location:Lecco
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 02 April 2009 - 02:03 PM

Koreeda :em06:

Grazie Oda :em63:
Sweet Like Harmony, Made Into Flesh... You dance by my side, children sublime!


Immagine inserita



Le mie recensioni cinematografiche: http://matteo-bjork-...i.blogspot.com/

Lungometraggi subbati per aw: Lunchbox, Wool 100% , Tomie: Revenge, Sexual Parasite: Killer Pussy, Pray, Violated Angels, Go Go Second Time Virgin (Migliore attrice al XIV AW Award), A Slit-Mouthed Woman, Kuchisake, Teenage Hooker Became Killing Machine In DaeHakRoh, Marronnier, Raigyo, X-Cross, Loft (premio alla miglior regia al XV AW Award), The House, Evil Dead Trap 2 , Id, Female Market, The Coffin, Art Of The Devil 3, Coming Soon, Wife Collector, Nang Nak , Whispering Corridors 5: A Blood Pledge, Grotesque, Gonin, 4bia , Lover, Unborn But Forgotten, Life Is Cool , Serial Rapist, Noisy Requiem, Pig Chicken Suicide, Tamami: The Baby's Curse, Nymph, Blissfully Yours, La Belle, February 29, The Cut, Zinda, Rule Number One, Creepy Hide And Seek, M, Visage, Female, Naked Pursuit, Today And The Other Days, Red To Kill, Embracing, Kaleidoscope, Sky, Wind, Fire, Water, Earth, Letter From A Yellow Cherry Blossom, The Third Eye, 4bia 2, The Whispering Of The Gods, My Ex, The Burning, The Haunted Apartments, Vegetarian, Vanished, Forbidden Siren, Hole In The Sky (fabiojappo feat. battleroyale), Invitation Only, Night And Day, My Daughter, Amphetamine, Soundless Wind Chime, Child's Eye, Poetry, Oki's Movie , Natalie, Acqua Tiepida Sotto Un Ponte Rosso, The Echo, Gelatin Silver, Love, Help, Hazard, Late Bloomer, Routine Holiday, Olgami- The Hole, Caterpillar, The Commitment, Raffles Hotel, Ocean Flame, The Sylvian Experiments, Bloody Beach, The Vanished, Dream Affection, White: The Melody Of The Curse, Eighteen, I Am Keiko, Guilty Of Romance, Muscle, Birthday, Journey To Japan, POV: A Cursed Film, Exhausted, Uniform Virgin: The Prey, Gimme Shelter

Serie tv subbate per aw: Prayer Beads

Cortometraggi subbati per aw: Guinea Pig: Flowers Of Flesh And Blood, Guinea Pig: Mermaid In The Manhole, Guinea Pig: He Never Dies ,4444444444, Katasumi , Tokyo Scanner, Boy Meets Boy , Kyoko Vs. Yuki, Dead Girl Walking, Sinking Into The Moon, Suicidal Variations, House Of Bugs, Tokyo March, Emperor Tomato Ketchup, Birth/Mother, I Graduated, But..., Fighting Friends, Ketika, Lalu dan Akhirnya, South Of South, Incoherence, Imagine

L'altro Cinema: Drawing Restraint 9 , La Concejala Antropofaga, Subjektitüde

Inwork: Rec (60%), Kisses (50%), Serbis (90%)

#5 elgrembiulon

    maledetto punk

  • Membro storico
  • 5736 Messaggi:
  • Location:, Norge
  • Sesso:

Inviato 02 April 2009 - 05:20 PM

vi amo.
Subs Asian: Takeshis' (rece by polpa and subs no longer available, maledizione!!), Aparajito (L'Invitto), 4:30, The Scent Of Green Papaya

Subs Altro Cinema: Ariel (subs no longer available),Kaldaljs, Children of Nature (Brn nttrunnar), yenstikker (TlwtN1),Den brysomme mannen (The bothersome man)(TlwtN2), Voksne Mennesker, La libertad, Vinterkyss (TlwtN3), Valehtelija (The Liar) (RS1), Rosso (RS2), Fantasma, Bleeder, The Man From London (A londoni frfi), Bronson

in work: Mrin (Jar City) (3%)

Suntoryzzato ufficialmente in data 27/01/2007



Nessuna commedia coreana tradotta dal 24/07/2005.

La natura e le sue leggi erano nascoste nelle tenebre. Poi Dio disse: "Sia fatto Tesla", e tutto fu luce. (B.A. Behrend)

#6 ~Loony~

    Produttore

  • Membro storico
  • 3588 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 02 April 2009 - 05:20 PM

Grazie. :em63: :em06: :)

#7 Oda

    gureggu sama

  • Membro
  • 3377 Messaggi:
  • Location:Tokyo
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 02 April 2009 - 05:37 PM

:em63:
[/center]

7 days of samsa



Subs per asianworld.itShimokita Glory Days - EP.01,02,03,04, 2006 .::. Aoi Kuruma, A blue automobile - Okuhara Hiroshi, 2004
Aruitemo aruitemo, Even if you walk and walk - Koreeda Hirokazu, 2008 .::. Kamome Shokudo, Kamome Diner - Ogigami Naoko, 2006
Kurai tokoro de machiawase, Waiting in the dark, Daisuke Tengan, 2006 .::. Zenzen Daijobu, Fine totally fine - Fujita Yosuke, 2008
Vacation, Kyuka - Kadoi Hajime, 2008 .::. Portrait of the wind, TagaTameni, Hyugaji Taro, 2005

In work
Happily ever after, Jigyaku no uta - Tsutsumi Yukihito /(30%)
Ai suru Nichiyoubi, Love on sunday, Hiroki Ryuichi

#8 Nataku

    L'Estinto

  • Membro
  • 6710 Messaggi:
  • Location:in una stringa
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 02 April 2009 - 05:40 PM

grazie
Il mio blog
Il brāhmana Dona vide il Buddha seduto sotto un albero e fu tanto colpito dall'aura consapevole e serena che emanava, nonch dallo splendore del suo aspetto, che gli chiese:
Sei per caso un dio?
No, brāhmana, non sono un dio.
Allora sei un angelo?
No davvero, brāhmana.
Allora sei uno spirito?
No, non sono uno spirito.
Allora sei un essere umano?
No, brahmana, io non sono un essere umano [...]
[...] E allora, che cosa sei? [...]
[...] Io sono sveglio. [/size]

Cos' dunque questo nulla? Come si pu descriverlo se indicibile? Il buddhismo ricorre alla metafora dell'onda. Un'onda non cade dall'acqua dall'esterno, ma proviene dall'acqua senza separarsene. Scompare e torna all'acqua da cui ha tratto origine e non lascia nell'acqua la minima traccia di s. Come onda si solleva dall'acqua e torna all'acqua. Come acqua esso il movimento dell'acqua. Come onda l'acqua sorge e tramonta, e come acqua non sorge e non tramonta. Cos l'acqua forma mille e diecimila onde e tuttavia resta in s costante e immutata.

Cos rispose ad un tale che sosteneva che non esistesse il movimento: si alz e si mise a camminare" (Diogene)
Antico proverbio cinese:
"quando torni a casa picchia tua moglie, lei sa perch".

#9 Franois Truffaut

    Wonghiano

  • Amministratore
  • 13002 Messaggi:
  • Location:Oriental Hotel
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 02 April 2009 - 06:32 PM

Mi unisco al coro dei grazie per aver deciso di sottotitolare questo film, e soprattutto mi complimento con Oda per il suo lavoro di traduzione direttamente dal giapponese.

Visualizza MessaggioOda, il Apr 2 2009, 01:52 PM, ha scritto:

Mi ha ricordato una vecchia domenica d'estate, tra i giochi all'aperto con i miei cugini, i profumi della cucina di mia nonna, gli zii che parlavano di lavoro, le zie che sparlavano dei vicini. Provare per credere.

Sottoscrivo in pieno le sensazioni impresse nella recensione, in particolare quella di cui sopra.
Aruitemo aruitemo un de profundis per la famiglia, il modello di un famigliarismo post-Ozu, spietato ma poetico, dove Kore-eda, raccontando in modo mirabile le tensioni visibili ed invisibili di un nucleo di congiunti lacerato al suo interno da un lutto tremendo, mette a nudo le ipocrisie e le contraddizioni dei rapporti familiari e di certi retaggi della cultura giapponese.
Lo consiglio a tutti, anche se richiede uno sforzo per andare oltre la superficie degli eventi. :em88:

Cinema Taiwanese su AsianWorld.it



Immagine inserita

Naomi Kawase: il cinema, i film

Immagine inserita



Sottotitoli per AsianWorld: The Most Distant Course (di Lin Jing-jie, 2007) - The Time to Live and the Time to Die (di Hou Hsiao-hsien, 1985) - The Valiant Ones (di King Hu, 1975) - The Mourning Forest (di Naomi Kawase, 2007) - Loving You (di Johnnie To, 1995) - Tokyo Sonata (di Kiyoshi Kurosawa, 2008) - Nanayo (di Naomi Kawase, 2008)





1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi