Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

[RECE] Sky Crawlers

Revisione di lordevol, recensione di iosif

32 risposte a questa discussione

#1 lordevol

    Turbo Pucci Love Suntory revolution®

  • Membro
  • 3629 Messaggi:
  • Location:Heavenly Forest
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 24 March 2009 - 09:39 AM

Titolo: Sky Crawlers - AKAGI
Regia: Mamoru Oshii
Nazionalità: Giappone
Altro: in concorso alla mostra del cinema di Venezia 2008

Immagine inserita


Liberamente tratto dall'omonimo romanzo di Hiroshi Mori, best seller in patria, Sky Crawlers svela i suoi segreti durante l'intera durata del film. Se ci tieni a non saperne niente, sappi che di seguito farò necessari riferimenti ad alcune rivelazioni narrative.

Sky Crawlers è accompagnato dai commenti sadicamente fuorvianti di Oshii, che dichiara di aver fatto un film per parlare dei giovani d'oggi, scuoterli dall'apatia, e, in altre interviste, che l'unico suo interesse erano le battaglie aeree, intervallate da discorsi sconclusionati quando i piloti sono a terra. Un po' come Otomo, che del monumentale Akira diceva di aver voluto fare un manga che raccontasse di bande di motociclisti. Io all'idea di due ore di combattimenti aerei un po' mi ci ero affezionato, ma il film non è fatto così, è molto più vicino a Ghost in the Shell, per tematiche e complessità, di quanto potessi credere e sperare.



Si parte in quota, gettati in una bellissima battaglia aerea. All'atterraggio, dall'apparecchio scende un ragazzino, accolto dalle feste dell'imprescindibile bassotto di Oshii. Per un bel pezzo non abbiamo indicazioni di alcun tipo, sulla guerra cui stiamo assistendo, sui suoi protagonisti, sul dove ed il quando questa si svolga. Il film si sviluppa in sospensione e le varie rivelazioni sono accolte senza sorpresa dai piloti Kildren, esseri frutto di ricerche genetiche, modificati in modo da non poter invecchiare; immortali, se non in guerra. Una guerra simbolica, limitata, in contrapposizione con un altro schieramento che nei volti rimarrà sempre invisibile, un conflitto costruito nei cieli per poter mantenere la pace sulla terra.



Come nelle opere precedenti di Oshii, i protagonisti non sono identificabili col loro aspetto esteriore, in virtù di uno scollamento fra l'identità, lo spirito, la persona, e l'involucro, contenitore immutabile dal volto angelico e lo sguardo assente. Il corpo per Oshii è sempre accessorio, mezzo attraverso cui si realizza il primo inganno, quello verso l'esterno. Ma quella dei Kildren si rivela essere una prigione ben più inattaccabile: privi di una memoria reale, sono costretti a vivere in eterno presente; identificabile, il loro spirito, solo in alcune abitudini istintive e in un corredo di abilità da salvaguardare attraverso l'infinita incarnazione in involucri sempre diversi ed uguali. Il secondo inganno, quello interiore, è incontrollabile, un'(in)esistenza ai limiti dell'incoscienza.

Immagine inserita


Se le fantallegoriche sequenze aeree sono fra le cose più belle mai viste e sentite in digitale, frenetici momenti di sospensione in cui i Kildren solidarizzano con il reale, sulla terra l'immagine si frammenta in una miriade di dettagli minimi, microazioni calligrafiche segnate dal déjà vu, in cui ogni oggetto, ogni frazione, rappresenta se stesso ed il suo ricordo perduto. Con Sky Crawlers Oshii si conferma uno dei più grandi costruttori d'immagini e distruttori d'identità.

- iosif



Vota questo film





ATTENZIONE
Questo titolo è ora reperibile nei migliori negozi e store-on line.
AsianWorld si prefigge la promozione e la diffusione della cultura cinematografica asiatica.
Per questo motivo i sottotitoli relativi a questo film sono stati ritirati.
Supporta anche tu il cinema asiatico, acquistando questa pellicola in dvd.

The sky crawlers - I cavalieri del cielo


Messaggio modificato da Kiny0 il 13 February 2014 - 12:28 AM

Immagine inserita


#2 Barka77

    Direttore della fotografia

  • Membro
  • 1011 Messaggi:
  • Location:Bologna
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 24 March 2009 - 10:38 AM

Capolavoro.


Ho notato comunque dei punti di contatto con Ghost in the Shell 2: il modo in cui vengono resi i personaggi (come se fossero delle marionette in balia di un destino ineluttabile), la presenza anche qui di quella specie di orologio astronomico con caratteri gotici (che in GITS2 era nella casa dell'hacker Kim), la presenza anche qui del cane bassetthound (che non è altro che il cane Gabriel (ガブリエル), uno dei due bassetthound di Mamoru Oshii :em16: ).

#3 rainCrimes

    Microfonista

  • Membro
  • 166 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 24 March 2009 - 11:29 AM

visto a Venezia... filmone!!!
speravo uscisse nelle sale per rivederlo su grande schermo ma tanto fa...

grazie per i subs! :em66:
user posted image user posted image

#4 lordevol

    Turbo Pucci Love Suntory revolution®

  • Membro
  • 3629 Messaggi:
  • Location:Heavenly Forest
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 24 March 2009 - 11:34 AM

Altre informazioni e commenti interessanti sul vecchio topic: http://www.asianworld.it/forum/index.php?s...ic=5478&hl=
:em66:

Immagine inserita


#5 kunihiko

    Direttore del montaggio

  • Membro
  • 2534 Messaggi:
  • Location:Dove capita
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 24 March 2009 - 12:32 PM

Grazie!!!
”I confini della mia lingua sono i confini del mio universo.” Ludwig Wittgenstein.

n°0 fan of agitator - the best miike ever /Fondatore del Comitato per la promozione e il sostegno del capolavoro di Fruit Chan: MADE IN HONG KONG

Sottotitoli per Asianworld
6ixtynin9 - Metade Fumaca rev. di paolone_fr - Sleepless Town - Down to Hell - A Time To Love - Aragami - Unlucky Monkey - Buenos Aires zero degree - Sound of colors- Where a Good Man Goes- Run Papa Run (& Paolone_fr) - Lost. Indulgence - Young Thugs: Innocente Blood
Altro Cinema
Duvar - Le mur - Dov'è la casa del mio amico? - Vidas Secas

#6 BOKE

    Microfonista

  • Membro
  • 230 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 24 March 2009 - 03:34 PM

che dire.....
:em66: :D :em15: iosif & lordevol :em07: :em07: :em07:
AsaNisiMasa

#7 François Truffaut

    Wonghiano

  • Amministratore
  • 12847 Messaggi:
  • Location:Oriental Hotel
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 24 March 2009 - 07:32 PM

Grazie assai.
Un film da vedere. :em66:

Cinema Taiwanese su AsianWorld.it



Immagine inserita

Naomi Kawase: il cinema, i film

Immagine inserita



Sottotitoli per AsianWorld: The Most Distant Course (di Lin Jing-jie, 2007) - The Time to Live and the Time to Die (di Hou Hsiao-hsien, 1985) - The Valiant Ones (di King Hu, 1975) - The Mourning Forest (di Naomi Kawase, 2007) - Loving You (di Johnnie To, 1995) - Tokyo Sonata (di Kiyoshi Kurosawa, 2008) - Nanayo (di Naomi Kawase, 2008)

#8 Yoshikawa

    Cameraman

  • Membro
  • 667 Messaggi:
  • Location:em I
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 24 March 2009 - 08:08 PM

grandissimi!!!!
incredibile me lo sn procurato giusto ieri perchè ne avevo sentito parlare benissimo!

Blind Mountain Cannot Live without You

Immagine inserita

He remembers those vanished years, as though looking through a dusty window pane.
The past is something he could see, but not touch; And everything he sees is blurred and indistinct.


#9 azureus83

    Operatore luci

  • Membro
  • 284 Messaggi:
  • Location:Trieste
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 24 March 2009 - 08:22 PM

sulla fiducia so che deve essere bellissimo...grazie :em07:
Socio del Eh...Jole? cos'te ga combinà con ela? club & fan della grande opera
veeeeeeeeeeeeeeetoooooooo!





1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi