Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

- - - - -

[RECE][SUB] Far North

traduzione di Quinton

8 risposte a questa discussione

#1 Quinton

    Ciakkista

  • Membro
  • 90 Messaggi:
  • Location:Pesaro
  • Sesso:

Inviato 03 November 2008 - 09:57 AM

FAR NORTH

Immagine inserita


SOTTOTITOLI
Allega file  Far.North.subita.subsfactory.zip   4.65K   176 Numero di downloads
Versione BeSt-DivX

Regia: Asif Kapadia
Sceneggiatura: Asif Kapadia, Sara Maitland
Genere: Drammatico
Interpreti: Michelle Yeoh, Michelle Krusiec, Sean Bean
Produzione: Inghilterra e Francia, colore 89 minuti

Immagine inserita



Saiva, una donna perseguitata da una maledizione, si trova assieme ad Anja, la sua figlia adottiva, in una terra isolata lontana dalla civiltà dove crede che saranno al sicuro. Saiva è l'unica superstite di una tribù indigena di allevatori di renne massacrati dalla scorreria di una truppa di soldati. In seguito al massacro Saiva conduce gli uomini a morire su un ghiacciaio per vendicare Ivar, l'unico uomo che abbia mai amato. Un giorno una figura compare all'orizzonte e crolla a terra. Malgrado le sue paure e i suoi dubbi, Saiva lo accoglie in casa e lo salva da morte certa. Loki il fuggiasco guarisce e si stabilisce dalle due donne quando la neve arriva e le notti invernali si allungano sempre più. Saiva e Anja si contendono le sue attenzioni. Quando tra Loki e Anja scoppia la passione, i due annunciano a Saiva la notizia straziante che hanno intenzione di lasciarla da sola per iniziare una nuova vita assieme.


Buona visione!






Messaggio modificato da JulesJT il 20 December 2014 - 05:32 PM
Riordino RECE


#2 ziadada

    Direttore della fotografia

  • Membro
  • 1710 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 03 November 2008 - 01:29 PM

Sean Bean!!! :em41: :em62: :em07:
"So you believe in ghosts, do you sergeant?"
"I believe in God the Father, God the Son and the sidhe ridin' the wind."

#3 elgrembiulon

    maledetto punk

  • Membro storico
  • 5736 Messaggi:
  • Location:Ĺ, Norge
  • Sesso:

Inviato 03 November 2008 - 06:29 PM

subs aggiunti, e grazie quinton! :em41:
Subs Asian: Takeshis' (rece by polpa and subs no longer available, maledizione!!), Aparajito (L'Invitto), 4:30, The Scent Of Green Papaya

Subs Altro Cinema: Ariel (subs no longer available),Kaldaljós, Children of Nature (Börn náttúrunnar), Řyenstikker (TlwtN1),Den brysomme mannen (The bothersome man)(TlwtN2), Voksne Mennesker, La libertad, Vinterkyss (TlwtN3), Valehtelija (The Liar) (RS1), Rosso (RS2), Fantasma, Bleeder, The Man From London (A londoni férfi), Bronson

in work: Mýrin (Jar City) (3%)

Suntoryzzato ufficialmente in data 27/01/2007



Nessuna commedia coreana tradotta dal 24/07/2005.

La natura e le sue leggi erano nascoste nelle tenebre. Poi Dio disse: "Sia fatto Tesla", e tutto fu luce. (B.A. Behrend)

#4 ziadada

    Direttore della fotografia

  • Membro
  • 1710 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 13 November 2011 - 08:54 PM

Il desiderio delle donne lascia entrare il maschio/trickster. Irrompono la tecnologia, il mondo di fuori, il sesso, il conflitto.
E son cazzi, sia sul piano materiale che su quello metaforico. Finale pesissimo.

Grazie, tardive ma sentite, per i sottotoli.



p.s.: se non lo avete ancora visto, fateci un pensiero, perché merita.
Michelle Yeoh :em41:

Messaggio modificato da ziadada il 13 November 2011 - 08:56 PM

"So you believe in ghosts, do you sergeant?"
"I believe in God the Father, God the Son and the sidhe ridin' the wind."

#5 BadGuy

    Cameraman

  • Membro
  • 622 Messaggi:
  • Sesso:

Inviato 22 April 2012 - 01:02 PM

Triangolo estremo. Alla deriva? :em62:

Per una buona mezz'ora l’impressione è quella di un regista che si bea nel mostrar ghiacci e nevi perenni, acque e cieli incontaminati e che il personaggio del film sia il paesaggio, mentre gli umani, che vi si muovono dentro, lo sfondo. Poi viene voglia di vedere dove si vuole andare a parare. Sicché si aspetta.
Intanto si pensa e si fanno congetture. Anche le pulci.
Bisogna accettare subito sia l'antefatto, buttato là, della maledizione e pigliarselo così come ti viene propinato, sia l’incontro un po' tirato nella tundra, ma vabbè, se non ci fosse stato non si poteva andare avanti. In seguito è bene sorvolare su qualche particolare che non torna: quando l'uomo porta lo zaino altrui - chi ha visto il film sa di quale parlo - nella tenda, dice semplicemente alle due donne di averlo trovato abbandonato sulla spiaggia e quelle non proferiscono parola (cazzo! come fosse il litorale di Rimini...) e quando, diciamo alla resa dei conti, chi deve realizzare l'accaduto, ci impiega, francamente, troppo tempo.
Detto questo, il finale è da urlo. Anzi, non tanto il finale in sé, che un po' te lo aspetti dalle avvisaglie sulla neve fresca e, col senno di poi, dall'incipit, quanto il suo sviluppo ultimo.
Pochi minuti in verità. Ma vale la pena vederli.

Messaggio modificato da BadGuy il 22 April 2012 - 01:33 PM


#6 Cignoman

    Direttore del montaggio

  • Membro storico
  • 2847 Messaggi:
  • Location:Nowhere
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 22 April 2012 - 10:10 PM

Nel complesso vale una visione, se non altro per gli scenari! Finale agghiacciante...

Immagine inserita


#7 ziadada

    Direttore della fotografia

  • Membro
  • 1710 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 23 April 2012 - 11:36 AM

A me Far North piacque moltissimo :em07:


Risponderei alle osservazioni di Bad Guy che la narrazione è secondo me volutamente spostata su un piano rarefatto e lontano dal realismo (al regista interessa più il piano archetipico o mitologico). Per dire: in che parte dell'artico siamo? In che periodo? c'è la guerra? e tra quali nazioni?
"So you believe in ghosts, do you sergeant?"
"I believe in God the Father, God the Son and the sidhe ridin' the wind."

#8 BadGuy

    Cameraman

  • Membro
  • 622 Messaggi:
  • Sesso:

Inviato 23 April 2012 - 03:20 PM

Visualizza Messaggioziadada, il 23 April 2012 - 11:36 AM, ha scritto:

A me Far North piacque moltissimo :em07:
Risponderei alle osservazioni di Bad Guy che la narrazione è secondo me volutamente spostata su un piano rarefatto e lontano dal realismo (al regista interessa più il piano archetipico o mitologico). Per dire: in che parte dell'artico siamo? In che periodo? c'è la guerra? e tra quali nazioni?

Vero che l'atmosfera del film è rarefatta e l'intento allegorico, però il piano su cui si muove il regista non lo è, o meglio, lo è solo all'inizio e la 'rappresentazione mitologica' non è portata fino alla fine. Man mano che la pellicola avanza, cambia registro: diviene quasi un thriller, il dramma umano è tutto fuorché rarefatto, così il rapporto tra i tre, e il finale è di un realismo estremo.
Mi è parso che i piani narrativi sfuggano di mano all'autore, che non sappia sovrapporli o sfumarli l'uno nell'altro facendoli coesistere (potrebbe andare a lezione dal geniale Bong :em28: , Maestro in questo).
Ma, a parte piani e registri, accidenti!, il regista mi sta raccontando una storia: deve essere credibile! Non è che, se l’intento è allegorico, può abbassare la guardia e raccontarmi cazzate. Il particolare dello zaino di cui ho detto può sembrare un dettaglio poco importante, ma è fondamentale per me spettatore che sto dando fiducia a un narratore. I tre, ciascuno a loro modo, sono fuggitivi e braccati: me la mena per tutto il film su 'sto aspetto (la figlia dice: "Mi ha sempre detto che se avessi visto qualcuno nella tundra, non avrei mai dovuto avvicinarmi. Senza eccezioni. Mi ha detto che avrei dovuto tagliargli la testa e poi chiedergli se avesse bisogno di aiuto") e lui torna e racconta di aver trovato lo zaino abbandonato sulla riva. E quelle mute. Eddai! Io m'incazzo!
Insomma: il problema, per me, è che nel momento in cui uno sgarra, non gli credo più. Si apre una falla, uno squarcio. E’ come se di una magia vedessi il trucco. Di un amato, lo scheletro.

Comunque, malgrado ciò, a me non è dispiaciuto del tutto, perché ha avuto il merito di pochi minuti assolutamente inaspettati, assai rari di questi tempi.
Inoltre l'ho visto perché ti ho letto. ;)

#9 ziadada

    Direttore della fotografia

  • Membro
  • 1710 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 26 April 2012 - 01:05 PM

Visualizza MessaggioBadGuy, il 23 April 2012 - 03:20 PM, ha scritto:

Insomma: il problema, per me, è che nel momento in cui uno sgarra, non gli credo più. Si apre una falla, uno squarcio. E’ come se di una magia vedessi il trucco. Di un amato, lo scheletro.

Eh si, conosco. Quando succede così, è finita.

Citazione

Inoltre l'ho visto perché ti ho letto. ;)

Così mi confondi :em89:
Mi sa che torno a sproloquiare più spesso...
"So you believe in ghosts, do you sergeant?"
"I believe in God the Father, God the Son and the sidhe ridin' the wind."





1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi