Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

[RECE][SUB] Say Hallo For Me

Traduzione di nicolacassa

16 risposte a questa discussione

#1 nicolacassa

    Ciakkista

  • Membro
  • 58 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 20 June 2008 - 11:59 PM

Say Hello For Me

(SUPERiER)

(そのときは彼によろしく - Sono Toki Wa Kare Ni Yoroshiku)

Immagine inserita


Titolo Originale: そのときは彼によろしく – Sono Toki Wa Kare Ni Yoroshiku
Genere: Jun-ai / polpettone tragico-romantico
Durata: 1h:53’:19”
Riferimento sottotitoli: SUPERiER
Produzione: Giappone, 2007
Regia: Yûichiro Hirakawa
Sceneggiatura: Takuji Ichikawa, Kaoru Ishii
Cast: Takayuki Yamada (Satoshi Toyama); Masami Nagasawa (Suzune Morikawa/Karin Takigawa); Takashi Tsukamoto (Yuji Igarashi)

Non sarei mai stato interessato a questo film, se l’attrice protagonista non fosse stata Masami Nagasawa. Diciamo la verità, la sua fama in giappone ha ormai raggiunto livelli stratosferici, un recente sondaggio tra gli uomini Giapponesi l’ha decretata la “donna ideale”, per “la sua forza d’animo e per l’impegno che mette nello svolgere ogni compito le venga affidato”. Io aggiungo pure che i bravi ometti giapponesi l’hanno votata perché è proprio carina, e nelle loro menti giapponesi una donna che mette impegno nel fare le cose è gia una cosa ottima (per loro il “fare qualcosa” riferito ad una donna significa principalmente pulire casa, crescere i figli e cucinare, per il resto poi ci sono sempre le ragazze dei kyabakura…), se poi è carina, beh ancora meglio! Poco importa che la ragazza abbia appena 21 anni e che magari abbia in mente qualcos’altro, per il momento…direi “povera”, ma coi soldi che guadagna ci può anche stare…ma è proprio un amore…

E parlo così perché da quando l’ho vista così messa male in 世界の中心で、愛をさけぶ(Sekai No Chushin De, Ai Wo Sakebu – Crying Out Love In The Center Of The World) mi ci sono particolarmente affezionato. Tenendo conto del fatto che secondo la tradizione Shintoista l’amore perfetto sia quello coronato dalla morte di uno o di entrambi gli amanti, che pone un sigillo di eternità e immortalità ad un sentimento che in tal modo non potrà mai morire, ci può anche stare che Isao Yukisada (sull’idea di Kyoichi Katayama e del suo bestseller) l’abbia così maltrattata, …povera piccola, e devo prendere atto del fatto che sia in Touch (2005), che in Rough (2006), le persone che le stavano attorno abbiano subìto destini per lo meno “dolorosi”, se non peggio… E se Masami Nagasawa portasse sfiga? Preso da un sentimento di odio verso Mamma Toho e subendo le percosse di un amore, il mio per lei, ridotto a brandelli, mi accingevo a tradurre questo film, e cosa vedo nella primissima scena? La mia Masami Nagasawa in un letto d'ospedale che versa in uno stato di profondissimo coma, con al suo capezzale due ragazzi che si spaccano di lacrime come avessero le emorroidi… e vai col dolore!!

Eh si, il film inizia proprio così: In una stanza d’ospedale, Suzune Morikawa giace in uno stato di coma profondo, causato da una rara malattia che porta il paziente ad un sonno profondo che si trasforma in coma, e poi ne causa il decesso. Nella stanza l’osservano due suoi amici d’infanzia: Satoshi Toyama, interpretato da Takayuki Yamada, e Yuji Igarashi, interpretato da Takashi Tsukamoto. La storia allora compie un flashback fino all’infanzia dei ragazzi, per districare una complicata matassa fatta di dolore, tragedie inenarrabili, che ha portato alla situazione attuale. La vicenda poi si evolverà prendendo strade assolutamente inaspettate, fino ad un finale veramente poco scontato e addirittura sensazionale per il trend del genere.

Purtroppo è difficile raccontare qualcosa della trama di questo film perché la compenetrazione dei filoni narrativi renderebbe l’impresa assai spoiler. Ma posso dire che, dopo la visione di questo film, sarete coscienti anche voi del fatto che, grazie alla Toho, qualsiasi persona venga a contatto dei personaggi interpretati da Masami Nagasawa, finisca per lo meno all’ospedale…

Una certa critica ha ribattezzato questo tipo di film col termine 純愛(<i>Jun-ai</i> – vero amore), e sicuramente i maggiori esponenti del genere sono ただ、君を愛してる(Tada, kimi wo ai shiteru - Semplicemente Ti Amo, Titolo inglese "Heavenly Forest"), del 2006, regia di Takehiko Shinjo; il già citato Sekachu; タイヨウのうた(Taiyō no Uta - La Canzone Del Sole), del 2006, regia del giovanissimo <i>Norihiro Koizumi</i> fresco vincitore del Far East Film Festival 10 con ガチボーイ(Gachi Boy); いま、会いにゆきます (Ima, Ai ni Yukimasu – Ora vengo per incontrarvi), titolo inglese “Be With You”, e via dicendo. Anche “sonokare”, come puntualmente ribattezzato in Giappone, è frutto della penna di Takuji Ichikawa, già autore dei sopracitati Heavenly Forest e Be With You. Penso che la sceneggiatura, pur nella sua complicatezza e nonostante i mirabili stratagemmi temporali e i colpi di scena, sia leggermente inferiore ai precedenti suoi lavori. Masami Nagasawa, è adorabile nei suoi sorrisini, faccine, camminate ciondolanti, ma alla fine è quello che è, cioè un personaggio mediatico che fa fare tanti soldi, ma nel talento distante anni luce da vere attrici sue coetanee come la mastodontica Yu Aoi. Takayuki Yamada: si è molto bravo, ma dopo aver visto Crows Episode Zero, di Takashi Miike, al FEFF10 non posso che ricordare la scena del bowling, sul tetto della scuola, e anche se in questo film piange veramente bene, è ormai condannato ad eterno bullo!! Fa piacere vedere Keiko Kitagawa che interpreta la ragazza seria sforna bambini, soprattutto dopo averla vista nel penoso Dear Friends, del 2007, di Kazuyuki Morosawa. La presenza di Fumiyo Kohinata fa sentire a casa, infatti la Toho lo schiera puntualmente nelle parti di comprensivi padri di una gioventù problematica (Touch, Sonokare) o simpatici medici (Be With You).

Consigliato per chi ama il genere Jun-ai, per chi vuole versare due lacrime, e per chi ama Masami Nagasawa, nonostante tutto!!








Sottotitoli





Ordina il DVD su

Immagine inserita









Tradotti per Asianworld: 嫌われ松子の一生 (Memories Of Matsuko) 2006-Tetsuya Nakashima // それでもボクはやってない (I Just Didn’t Do It) 2006-Masayuki Suo // そのときは彼によろしく (Say Hallo For Me) 2007-Yūichiro Hirakawa // 東京ゾンビ (Tokyo Zombie) 2005-Sakichi Satō // 蟲師 (Bugmaster) 2006-Katsuhiro Ōtomo //

In traduzione: クワイエットルームにようこそ (Welcome To The Quiet Room) 2007-Matsuo Suzuki 20% //


Immagine inserita


#2 Nataku

    L'Estinto

  • Membro
  • 6710 Messaggi:
  • Location:in una stringa
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 21 June 2008 - 05:59 AM

io piango ancor prima di vederlo O_O
ringraziamento assoluto a te!
Il mio blog
Il brāhmana Dona vide il Buddha seduto sotto un albero e fu tanto colpito dall'aura consapevole e serena che emanava, nonché dallo splendore del suo aspetto, che gli chiese:
– Sei per caso un dio?
– No, brāhmana, non sono un dio.
– Allora sei un angelo?
– No davvero, brāhmana.
– Allora sei uno spirito?
– No, non sono uno spirito.
– Allora sei un essere umano?
– No, brahmana, io non sono un essere umano [...]
– [...] E allora, che cosa sei? [...]
– [...] Io sono sveglio. »[/size]

Cos'è dunque questo nulla? Come si può descriverlo se è indicibile? Il buddhismo ricorre alla metafora dell'onda. Un'onda non cade dall'acqua dall'esterno, ma proviene dall'acqua senza separarsene. Scompare e torna all'acqua da cui ha tratto origine e non lascia nell'acqua la minima traccia di sé. Come onda si solleva dall'acqua e torna all'acqua. Come acqua esso è il movimento dell'acqua. Come onda l'acqua sorge e tramonta, e come acqua non sorge e non tramonta. Così l'acqua forma mille e diecimila onde e tuttavia resta in sé costante e immutata.

Così rispose ad un tale che sosteneva che non esistesse il movimento: si alzò e si mise a camminare" (Diogene)
Antico proverbio cinese:
"quando torni a casa picchia tua moglie, lei sa perchè".

#3 mschillo

    Direttore della fotografia

  • Membro
  • 1097 Messaggi:
  • Location:東京、日本
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 21 June 2008 - 11:09 AM

ah masami.................mamma mia aspettami che ti sto raggiungendooooooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
grazie prendo subito!!!!!!!!1

Erika Sawajiri & Masami Nagasawa ga suki desu!!!!!!!!
.::AW Subs::.
Lavori completati: Taiyou no uta Dorama, Taiyou no uta Movie, Lovely Complex
Lavori in corso: Happy Erotic Christmas, Densha Otoko il film
Lavori portati per voi su AW: Nana2, Satorare

#4 Okrim

    Microfonista

  • Membro
  • 246 Messaggi:
  • Location:Un po' casa mia, un po' ufficio mio
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 21 June 2008 - 11:49 AM

SI SI SI :em83:
ooo Immagine inserita ooo Immagine inserita
Ikirunda! BENOISTOOO!
Cantiamo una canzone senza fine, per questo mondo di merda! Cantiamo una canzone senza fine, per le notti che ho pianto da solo!
Cantiamo una canzone senza fine, così domani potremo ridere!

#5 Psicopatico

    Operatore luci

  • Membro
  • 356 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 21 June 2008 - 01:06 PM

Ma non l'avevamo gia visto? Non è quello in cui lei da piccola abita in un autobus abbandonato? Sorry forse lho preso in un altro forum allora.. bè thx lo stesso

#6 azureus83

    Operatore luci

  • Membro
  • 284 Messaggi:
  • Location:Trieste
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 21 June 2008 - 02:34 PM

Per quanto mi riguarda, non posso non vedere codesto film... :em83:
Grazie mille!! :em07:
Socio del Eh...Jole? cos'te ga combinà con ela? club & fan della grande opera
veeeeeeeeeeeeeeetoooooooo!

#7 Nataku

    L'Estinto

  • Membro
  • 6710 Messaggi:
  • Location:in una stringa
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 21 June 2008 - 11:19 PM

ecco ce lo sapevo finito per piangere ancora :em66:
masami qui splende di luce propria il suo secondo miglior film dopo sekai no chushin ecc...

(ma xche la fanno sempre soffrire nei film sti bastardi registi? lei nn se lo merita manco per scherzo oh!)
Il mio blog
Il brāhmana Dona vide il Buddha seduto sotto un albero e fu tanto colpito dall'aura consapevole e serena che emanava, nonché dallo splendore del suo aspetto, che gli chiese:
– Sei per caso un dio?
– No, brāhmana, non sono un dio.
– Allora sei un angelo?
– No davvero, brāhmana.
– Allora sei uno spirito?
– No, non sono uno spirito.
– Allora sei un essere umano?
– No, brahmana, io non sono un essere umano [...]
– [...] E allora, che cosa sei? [...]
– [...] Io sono sveglio. »[/size]

Cos'è dunque questo nulla? Come si può descriverlo se è indicibile? Il buddhismo ricorre alla metafora dell'onda. Un'onda non cade dall'acqua dall'esterno, ma proviene dall'acqua senza separarsene. Scompare e torna all'acqua da cui ha tratto origine e non lascia nell'acqua la minima traccia di sé. Come onda si solleva dall'acqua e torna all'acqua. Come acqua esso è il movimento dell'acqua. Come onda l'acqua sorge e tramonta, e come acqua non sorge e non tramonta. Così l'acqua forma mille e diecimila onde e tuttavia resta in sé costante e immutata.

Così rispose ad un tale che sosteneva che non esistesse il movimento: si alzò e si mise a camminare" (Diogene)
Antico proverbio cinese:
"quando torni a casa picchia tua moglie, lei sa perchè".

#8 sonoro

    Nippofilo

  • Membro storico
  • 5292 Messaggi:
  • Location:Tokyo
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 22 June 2008 - 07:45 AM

ora che ci arrivo mi diverte leggere i titoli originali ^_^
questo è: quando sarà il momento, salutamelo!
hehehe

grande nicolacassa!
NICKMATTEL E' UN NANO SFIGATTO

#9 Kta

    Direttore della fotografia

  • Moderatore
  • 1241 Messaggi:
  • Location:ナポリ
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 24 June 2008 - 10:55 AM

L'ho visto, ma sinceramente mi aspettavo qualcosa di più dalla storia. Premetto che i film Tada, kimi wo aishiteru e ima ai ni yukimasu li reputo stupendi e sono tra i miei film preferiti, quindi essendo questo film basato su un romanzo dello stesso autore dei precedenti titoli mi aspettavo un opera all'altezza dei suoi precedenti lavori.

ATTENZIONE POTREBBE CONTENERE SPOILER:

Non che sia un film brutto ma sicuramente non raggiunge i livelli di Be with you o di Heavenly Forest. Il finale l'ho visto abbastanza scontato ed inoltre la figura dell'amico non l'ho capita. Pensavo che avesse chissà quale ruolo centrale all'interno della storia ma è poco più di un personaggio secondario. Anzi è molto più importante il padre...In ogni caso grazie a nicola che ci ha fatto conoscere quest'opera che come detto non è che sia un brutto film, solo mi aspettavo molto di più. Comunque spero che in Italia dopo "quando cade la pioggia tornerò" arrivino anche gli altri romanzi di questo scrittore.

P.S. Nicola bel blog pieno di foto e video :em66:





1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi