Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

[RECE][SUB] I Just Didn't Do It

Traduzione di Nicolacassa

23 risposte a questa discussione

#1 nicolacassa

    Ciakkista

  • Membro
  • 58 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 20 March 2008 - 02:47 AM

I Just Didn't Do It

(MITHaGo) (それでもボクはやってない – Comunque sia, non sono stato io)

Immagine inserita


Titolo Originale: それでもボクはやってない – Soredemo Boku Wa Yattenai
Genere: Giudiziario
Durata: 2h:23':38"
Produzione: Giappone, 2006
Regia: Masayuki Suo
Sceneggiatura: Masayuki Suo
Cast: Ryo Kase (Teppei Kaneko), Asaka Seto (Riko Sudo, l'avvocatessa), Koji Yamamoto (Tatsuo Saito, l'amico di Teppei), Masako Motai (Toyoko Kaneko, la madre di Teppei), Koji Yakusho (<i>Masayoshi Arakawa, capo avvocato)

Premi e nominations:

Nominations 2008 Asian Film Awards: Miglior attore (Ryo Kase), Miglior regia (Masayuki Suo), Miglior film, Miglior sceneggiatura (Masayuki Suo)

Premi 2008 Japanese Academy Awards: Miglior attrice non protagonista (Masako Motai), Miglior direzione aritstica (Kyoko Heya), Miglior montaggio (Junichi Kikuchi)
Nominations Japanese Academy Awards: Miglior attore protagonista (Ryo Kase), Miglior fotografia (Naoki Kayano), Miglior regia (Masayuki Suo), Miglior film, Luci (Tatsuya Nagata), Miglior colonna sonora (Yoshizaki Suo), Miglior sceneggiatura (Masayuki Suo), Miglior sonoro in presa diretta (Shigeru Abe, Kiyoshi Koneyama, Hiromichi Kori)

Premi 2007 Hochi Film Awards: Miglior Attore protagonista (Ryo Kase), Miglior film

Proposta Giapponese per la sezione Miglior film in lingua straniera degli Academy Awards 2008

Plot: In un treno iperaffollato che corre in un punto imprecisato dell'immensa Tokyo, Tappei Kaneko, un ragazzo in cerca di lavoro, viene accusato ingiustamente da una quindicenne di aver commesso 痴漢 (Chikan – Palpeggiamento). Dall'inizio alla fine, la sua vicenda giudiziaria.

Commento: Per noi Italiani, il reato di palpeggiamento non esiste neanche, essendo annoverato nell'ambito della molestia o della molestia sessuale. Viene anche da sorridere il solo pensare che commettere un atto del genere possa letteralmente rovinare la vita di una persona. Se in Italia l'essere pregiudicati può significare solo in qualche caso la preclusione ad alcuni ambiti della società (ma come si vede al giorno d'oggi anche il premio di una carriera politica prestigiosa), in Giappone significa la fine di ogni rapporto sociale costruttivo, sia in termini di rapporti interpersonali, sia in termini lavorativi e di reputazione (Tegami insegna). Da qui si può capire innanzitutto il senso di questo film nel narrare una vicenda giudiziaria derivante da un tale genere di reato, apparentemente lieve.

Il reato: Il 痴漢 (Chikan – Palpeggiamento) è una pratica molto diffusa in Giappone. Gli aggressori sono per la stragrande maggioranza di sesso maschile, ma si ha notizia di alcuni aggressori di sesso femminile. L'aggressione si attua di solito in luoghi affollati, preferibilmente treni, preferibilmente all'ora di punta, e consiste nel semplice toccare la vittima in corrispondenza delle sue parti intime. Vi sono diversi livelli di gravità nell'ambito di questo reato, che consistono nell'effettivo punto di contatto della mano dell'aggressore: ad esempio al di sopra o all'interno della biancheria intima. Le vittime, come già detto per la maggioranza ragazze, sono estremamente restie a reagire all'aggressione: questo deriva innanzitutto dalle peculiarità del carattere e dell'educazione dell'individuo giapponese che, per la maggioranza degli individui, consiste nel cercare di emergere dalla massa il meno possibile: denunciare e reagire ad un aggressore all'interno di un treno super-affollato significa non solo esporsi ad un rischio personale nei confronti dell'aggressore, ma anche nel mettersi figurativamente su un palcoscenico molto scomodo. Le compagnie ferroviarie giapponesi, per porre rimedio al dilagare di questi fenomeni, sin dal 1912 hanno introdotto i 女性専用車両 (josei sen'yō sharyō – http://en.wikipedia....y_passenger_car Vagoni per sole donne), chiamati in precedenza 花電車 (hana densha – flower trains): la JR se n'è accorta più tardi, iniziando solo nel 2001. Queste carrozze speciali sono riservate alle donne e sono in servizio principalmente nell ore di punta, quindi dall'inizio del servizio fino alle 9:00 circa, la mattina, e dalle 17:00 alle 21:00 circa, la sera. L'estremo affollamento dei treni, però, rende un posto su queste carrozze merce rara, e il rimedio lungi dall'essere efficace. Il governo allora è corso ai ripari, facendo in modo che fosse proprio la mentalità, soprattutto delle forze di polizia e dei giudici, a cambiare: per questo attualmente vi è un estremo accanimento da parte di queste istituzioni, nei confronti degli aggressori e dei presunti aggressori, e la testimonianza di una vittima o presunta tale è considerata alla stregua di prova determinante per l'accusa, vista anche l'impossibilità nella maggior parte dei casi di rintracciare prove certe dell'aggressione. Questo sitema malato ha portato a delle aberrazioni impressionanti: è di pochi giorni fa la notizia dell'arresto di una coppia, ad Osaka, che nelle ore di punta stazionava nei treni: lei accusava un malcapitato di palpeggiamento, e lui nelle vicinanze la supportava proponendosi come testimone: il malcapitato, conoscendo la pessima situazione del sistema dal quale stava per venire giudicato, accettava di buon grado la proposta di un ritiro della denuncia in cambio di un'ingente somma di denaro. Questo genere di atti criminosi si sta moltiplicando in maniera preoccupante.

Il sistema giudiziario Giapponese: Parlare in generale del sistema giudiziario Giapponese sarebbe fuori tema e abbastanza noioso, ma è utile puntualizzare alcuni aspetti connessi al film: innanzitutto, come in tutti i paesi dell'estremo oriente, sia la giustizia che la forza di polizia sono mal informati sul concetto di "diritti umani". In giappone in particolare, la polizia è molto violenta e corrotta, un poliziotto è una delle persone meno affidabili che si possa trovare, a detta degli stessi giapponesi. All'atto della scoperta un crimine si mette in moto un meccanismo che porta all'immediata cattura del presunto aggressore: il presunto colpevole viene imprigionato nella più vicina stazione di polizia che funziona anche come vero e proprio luogo di detenzione. Questa carcerazione preventiva si chiama 代用監獄 (Daiyō Kangoku), e si può protrarre fino a 23 giorni. Durante questo periodo, il presunto colpevole viene tenuto in uno stato di detenzione militaresca all'interno di celle piccolissime e sovraffollate. La polizia può effettuare interrogatori dalla durata illimitata, senza che l'interrogato possa avere l'assistenza di un avvocato e senza che tali sedute siano verbalizzate e registrate. Durante questi interrogatori, la polizia ha un solo intento: quello di convincere l'accusato a confessare. Lo spirito degli investigatori infatti è quello di evitare al dipartimento la figuraccia di ammettere un'incarcerazione ingiusta e quindi di ammettere un errore. Gli interrogatori sono spesso violenti e si ha notizia di torture effettuate in queste occasioni. L'incarcerazione preventiva, se l'accusato non confessa, si trasforma in incriminazione: la maggior parte dei procuratori infatti prende il risultato delle indagini svolte dalla polizia (sempre a sfavore dell'accusato) come prova fondamentale e, per lo stesso motivo citato prima, si guarda bene dal mettere la polizia nella condizione di scusarsi per un'incarcerazione ingiusta. La palla passa al giudice, che si pronuncia per la colpevolezza nel 99,9% dei casi, sempre per guardarsi bene dal far fare una figuraccia alla polizia ed al procuratore, e per risparmiare il sistema giudiziario della noia di un sicuro ricorso in appello da parte dell'accusato

Le reazioni: Questa situazione negli ultimi tempi è venuta alla luce a livello internazionale grazie a due avvenimenti: l'incarcerazione ingiusta del giornalista svedese Per Bodner, e il convegno organizzato dal 日本弁護士連合会(Nihon Bengoshi Rengōkai – Ordine degli avvocati Giapponese o http://www.nichibenr...p/en/index.html), in seguito alla denuncia sporta in data 18 maggio 2007 dal CAT (http://en.wikipedia....Against_Torture), una delle sette istituzioni ONU a difesa dei diritti umani. Il primo fatto, la storia del povero giornalista svedese, ha portato la stampa internazionale ad occuparsi della faccenda, soprattutto perché uno dei suoi avvocati difensori era il nostro connazionale Pio D'Emilia, corrispondente dal Giappone per varie testate, nonché avvocato e vicepresidente dell'associazione della stampa estera a Tokyo (qui il http://www.debito.org/index.php/?p=938 e qui il http://giappio.blogspot.com/). Il http://www.nichibenr...nts/071215.html secondo avvenimento ha visto, in data 15 dicembre 2007 la proiezione di questo stesso film qui presentato, ed un successivo dibattito

Il film: E' un film lungo, privo di qualsiasi particolarità scenografica o fotografica, quasi come fosse un documentario, ed è pieno zeppo di dialoghi: quasi 2000 sottotitoli per due ore e venti minuti di durata, e molti di questi sono abbastanza lunghi a causa di dialoghi che sembrano lezioni universitarie. La storia è fittizia ma rispecchia fedelmente la realtà. Le riprese in stazione sono state effettuate presso la 府中駅 (Fuchū-eki - Stazione di Fuchu), a Tokyo, con la gentile concessione della Keio che ha prestato uno dei suoi treni, cammuffato come un convoglio della fittizia compagnia ferroviaria Jyohoku; i nomi di stazione stessi sono fittizi. Non si può dare un merito particolare al film né agli attori, ma è assolutamente da premiare il CORAGGIO di aver portato alla luce le falle di un sistema malato e corrotto. E' importante che tutti sappiano cosa sta succedendo in Giappone, sotto questo punto di vista.









Sottotitoli





Ordina il DVD su

Immagine inserita




Messaggio modificato da Kiny0 il 14 October 2012 - 12:15 PM

Tradotti per Asianworld: 嫌われ松子の一生 (Memories Of Matsuko) 2006-Tetsuya Nakashima // それでもボクはやってない (I Just Didnít Do It) 2006-Masayuki Suo // そのときは彼によろしく (Say Hallo For Me) 2007-Yūichiro Hirakawa // 東京ゾンビ (Tokyo Zombie) 2005-Sakichi Satō // 蟲師 (Bugmaster) 2006-Katsuhiro Ōtomo //

In traduzione: クワイエットルームにようこそ (Welcome To The Quiet Room) 2007-Matsuo Suzuki 20% //


Immagine inserita


#2 _Benares_

    Soft Black Star

  • Membro storico
  • 4763 Messaggi:
  • Sesso:

Inviato 20 March 2008 - 08:54 AM

Grazie, questo volevo proprio vederlo.

#3 azureus83

    Operatore luci

  • Membro
  • 284 Messaggi:
  • Location:Trieste
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 20 March 2008 - 09:16 AM

Bella recensione...il film sembra parecchio bello su un argomento molto interessante, lo vedrÚ di sicuro...grazie! :em10:
Socio del Eh...Jole? cos'te ga combinŗ con ela? club & fan della grande opera
veeeeeeeeeeeeeeetoooooooo!

#4 yotsuya-san

    Ciakkista

  • Membro
  • 55 Messaggi:
  • Sesso:

Inviato 20 March 2008 - 12:51 PM

Grazie mille dei sottotitoli, io l'ho visto qualche settimana fa con i sub inglesi ma gli argomenti "tecnici" trattati non mi hanno permesso di capire tutte le parole...cmq il film non Ť bello, ma bellissimo (secondo me), realistico e senza il minimo orpello fastidioso (come altre cinematografie avrebbero messo) ma ben recitato ed ottimamente diretto, con distacco (nel senso che il regista e/o lo sceneggiature non hanno voluto influenzare lo spettatore) tanto che ho aspettato la fine per sapere se il protagonista sarebbe stato GIUDICATO colpevole o no.
Insomma un film che nel suo genere Ť assolutamente (secondo il mio concetto di assoluto, ovviamente) da vedere, gustare e rimuginare.

Messaggio modificato da yotsuya-san il 20 March 2008 - 12:56 PM


#5 Oda

    gureggu sama

  • Membro
  • 3377 Messaggi:
  • Location:Tokyo
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 20 March 2008 - 07:34 PM

molto interessante
grazie mille nicola!
:)
[/center]

7 days of samsa



Subs per asianworld.itShimokita Glory Days - EP.01,02,03,04, 2006 .::. Aoi Kuruma, A blue automobile - Okuhara Hiroshi, 2004
Aruitemo aruitemo, Even if you walk and walk - Koreeda Hirokazu, 2008 .::. Kamome Shokudo, Kamome Diner - Ogigami Naoko, 2006
Kurai tokoro de machiawase, Waiting in the dark, Daisuke Tengan, 2006 .::. Zenzen Daijobu, Fine totally fine - Fujita Yosuke, 2008
Vacation, Kyuka - Kadoi Hajime, 2008 .::. Portrait of the wind, TagaTameni, Hyugaji Taro, 2005

In work
Happily ever after, Jigyaku no uta - Tsutsumi Yukihito /(30%)
Ai suru Nichiyoubi, Love on sunday, Hiroki Ryuichi

#6 paulus35

    Direttore della fotografia

  • Membro
  • 1097 Messaggi:
  • Location:Kogal World
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 21 March 2008 - 12:20 AM

Grazie dei sub! :)
Immagine inserita

Traduzioni film asiatici
Ikinai ~ Tokyo Eleven ~ Install ~ Shibuya Kaidan ~ Shibuya Kaidan 2 ~ Angel Guts 2 - Red classroom ~ Meatball Machine ~ Sick Nurses ~
The Chanting ~ Stereo Future

Traduzioni a cura del JAF (Jappop Fansub Project)
A Gentle Breeze in the Village (by Blaze) ~ Backdancers (by paulus35) ~ Cruel Restaurant (by paulus35) ~
Sidecar ni inu (by Lastblade) ~ The Masked Girl (by paulus35) ~ 700 Days Of Battle: Us VS. The Police (by Sephiroth) ~ Aoi Tori / Blue Bird (by paulus35) 33% ~ The Fure Fure Girl (by Lastblade&paulus35) 01%

#7 sonoro

    Nippofilo

  • Membro storico
  • 5292 Messaggi:
  • Location:Tokyo
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 21 March 2008 - 05:16 AM

e' una film che ha vinto molti premi e 2 settimane fa l'hanno passato anche in TV. a mia moglie e' piaciuto, io non c'ero ^_^
NICKMATTEL E' UN NANO SFIGATTO

#8 Gore666

    Microfonista

  • Membro
  • 194 Messaggi:
  • Location:?land
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 22 March 2008 - 11:51 AM

Soredemo boku wa yattenai MYTHaGO

altrimenti cercate a vuoto...
Damnatio ad metalla.

#9 Oda

    gureggu sama

  • Membro
  • 3377 Messaggi:
  • Location:Tokyo
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 22 March 2008 - 12:00 PM

Visualizza Messaggiosonoro, il Mar 21 2008, 05:16 AM, ha scritto:

e' una film che ha vinto molti premi e 2 settimane fa l'hanno passato anche in TV. a mia moglie e' piaciuto, io non c'ero ^_^

lezioni eh? :em16:

l'attore del film cmq Ť davvero un grande!
[/center]

7 days of samsa



Subs per asianworld.itShimokita Glory Days - EP.01,02,03,04, 2006 .::. Aoi Kuruma, A blue automobile - Okuhara Hiroshi, 2004
Aruitemo aruitemo, Even if you walk and walk - Koreeda Hirokazu, 2008 .::. Kamome Shokudo, Kamome Diner - Ogigami Naoko, 2006
Kurai tokoro de machiawase, Waiting in the dark, Daisuke Tengan, 2006 .::. Zenzen Daijobu, Fine totally fine - Fujita Yosuke, 2008
Vacation, Kyuka - Kadoi Hajime, 2008 .::. Portrait of the wind, TagaTameni, Hyugaji Taro, 2005

In work
Happily ever after, Jigyaku no uta - Tsutsumi Yukihito /(30%)
Ai suru Nichiyoubi, Love on sunday, Hiroki Ryuichi





1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi