Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

* * * * - 1 Voti

[RECE][SUB] Let the Fire Burn


2 risposte a questa discussione

#1 JulesJT

    Wu-Tang Lover

  • Moderatore
  • 4454 Messaggi:
  • Location:Walhalla degli Otaku
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 20 March 2016 - 02:08 PM

Immagine inserita


Regia: Jason Osder
Paese: U.S.A.
Anno: 2013
Genere: Documentario
Durata: 95'
Lingua: Inglese


Immagine inserita Immagine inserita

Sinossi

Nel 1972 John Africa fonda a Philadelphia il MOVE, un movimento per la liberazione dei neri d’America. Il 13 maggio 1985, la tensione tra la pubblica amministrazione di Philadelphia e il MOVE raggiunge il suo apice. Per ordine delle autorità locali, la polizia lancia esplosivi di tipo militare su un edificio occupato dal gruppo. Le telecamere registrano l’incendio che va intensificandosi e prende il sopravvento provocando la tragica morte di 11 persone (tra cui 5 bambini). [fonte: festivaldocss.wix.com]

Immagine inserita


Commento di JulesJT

*CONTIENE SPOILER*

Ero completamente all'oscuro dell'esistenza del movimento MOVE e dei fatti di cronaca risalenti al 1985.
Le parole di quel bambino ("Birdie", scomparso nel 2013) mi hanno colpito non poco e anche il poliziotto che pensava solo a salvare delle vite, non ad arrestare quelli che altri consideravano "terroristi".
Il dolore - ma soprattutto l'umanità - trasparivano chiaramente dai loro occhi.
Quelle persone assisterono a qualcosa di assai intenso. Mi ha scosso abbastanza, non soltanto perché si trattava di afroamericani (ai quali mi sono sempre sentito vicino) ma perché costringe a interrogarsi sul concetto di solidarietà, su quell'attimo in cui si devono necessariamente mettere da parte la politica e le proprie ideologie ghettizzanti per dare giustamente spazio alla vita, agli esseri umani.
Tra l'altro tutto ciò fu causato - a mio modesto giudizio - dalla fatica che l'uomo ha nell'accettare non tanto le diversità, bensì i cambiamenti in seno a una collettività, sia essa una famiglia, un quartiere cittadino, un paese, un continente, ecc... Tutto nasce dal brutto vizio di etichettare fin dalla nascita le differenze, non inglobarle, non considerarle parte del nostro vivere quotidiano. Di conseguenza - tralasciando alcuni aspetti sicuramente ambigui/bizzarri di quel movimento - la gente preferì focalizzarsi sulla non conformità di un gruppo a quelle che erano le loro abitudini (o tradizioni) per sputare addosso tutta l'intolleranza latente che covavano, sentimenti forse mai provati in precedenza. E il passo dalla discriminazione alla violenza - o peggio - all'accettazione della violenza è decisamente breve.
"Loro sono diversi, quindi possono soffrire". Peccato che il colore del sangue fosse il medesimo...
Documentario davvero ben fatto.


Immagine inserita


Traduzione: Grace de Kerouàc


SOTTOTITOLI
(Versione: DVD)
Allega file  Let.the.Fire.Burn.AsianWorld.zip   41.27K   43 Numero di downloads




Messaggio modificato da JulesJT il 31 December 2016 - 04:16 PM

Immagine inserita


Cinema Asiatico:
Welcome to the Space Show, Udaan (2010), Goyōkin, Fuse, Dragon Town Story, The River with No Bridge, ILO ILO, A Time in Quchi
Still the Water, Norte - the End of History, The Terrorizers, Yi Yi, Stray Dogs, Tag,
Cemetery of Splendour, A Brighter Summer Day,
Labour of Love,Double Suicide, Japanese Girls at the Harbor, Nobi (Fires on the Plain), The Postmaster, Radiance, Liz and the Blue Bird
Modest Heroes

L'Altro Cinema:
Kriegerin, Chop Shop, Marilena de la P7, Kinderspiel, Kes, Abbas Kiarostami (special), Hanami, L'enfance nue, Short Term 12
Mamasunción, The Rocket, The Selfish Giant,
Argentinian Lesson, Holubice, The Long Day Closes, Mon oncle Antoine, O som do Tempo
Mammu, es tevi mīlu, Skin, Une histoire sans importance, Couro de Gato, Los motivos de Berta, Ne bolit golova u dyatla, Valuri, Club Sandwich
, Whiplash, The Strange Little Cat, Cousin Jules, La fugue, Susa, Corn Island, Beshkempir, The Better Angels, Paul et Virginie, Im Keller, Ich Seh Ich Seh, Harmony Lessons, Medeas, Jess + Moss, Foreign Land, Ratcatcher, La maison des bois, Bal, The Valley of the Bees, Los insólitos peces gato, Jack, Être et avoir, Egyedül, Évolution, Hide Your Smiling Faces, Clouds of Glass, Les démons, On the Way to the Sea, Interlude in the Marshland, Tikkun, Montanha, Respire, Blind Kind, Kelid, Sameblod, Lettre d'un cinéaste à sa fille, Warrendale, The Great White Silence, Manhã de Santo António, The Wounded Angel, Days of Gray, Voyage of Time: Life's Journey,Quatre nuits d'un rêveur, This Side of Paradise, La jeune fille sans mains, La petite fille qui aimait trop les allumettes, CoinCoin et les Z'inhumains,

Drama: Oshin, Going My Home
Focus: AW - Anime Project 2013, Sull'Onda di Taiwan, Art Theatre Guild of Japan, Allan King

#2 fabiojappo

    Regista

  • Moderatore
  • 4360 Messaggi:
  • Location:Alghero
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 20 March 2016 - 02:47 PM

Bellissimo documentario costruito usando con grande maestria il materiale d'archivio. La visione risulta avvolgente, si segue con vivo interesse tutta la ricostruzione della vicenda. Il regista è come un cronista che scava nel passato, riporta alla luce gli eventi, mette in fila le fonti usate per tracciare il percorso all'interno di questa pagina della storia americana. Una tragedia di cui non si è mai sentito molto parlare, che Osder ha il merito di raccontare con un'investigazione di grande spessore civile. E se quei fatti riguardano il passato, sono ristretti a una città, a un movimento (anche carico di ambiguità) che ha con il tempo perso la sua spinta, la tensione tra polizia e comunità afro-americana come dimostrano i tanti casi di cronaca è ancora oggi forte. E diffusa in tutti gli Stati Uniti.

Messaggio modificato da fabiojappo il 20 March 2016 - 02:53 PM


#3 JulesJT

    Wu-Tang Lover

  • Moderatore
  • 4454 Messaggi:
  • Location:Walhalla degli Otaku
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 20 March 2016 - 03:00 PM

Visualizza Messaggiofabiojappo, il 20 March 2016 - 02:47 PM, ha scritto:

(...) la tensione tra polizia e comunità afro-americana come dimostrano i tanti casi di cronaca è ancora oggi forte. E diffusa in tutti gli Stati Uniti.

Purtroppo la storia non fa che ripetersi...

Immagine inserita


Cinema Asiatico:
Welcome to the Space Show, Udaan (2010), Goyōkin, Fuse, Dragon Town Story, The River with No Bridge, ILO ILO, A Time in Quchi
Still the Water, Norte - the End of History, The Terrorizers, Yi Yi, Stray Dogs, Tag,
Cemetery of Splendour, A Brighter Summer Day,
Labour of Love,Double Suicide, Japanese Girls at the Harbor, Nobi (Fires on the Plain), The Postmaster, Radiance, Liz and the Blue Bird
Modest Heroes

L'Altro Cinema:
Kriegerin, Chop Shop, Marilena de la P7, Kinderspiel, Kes, Abbas Kiarostami (special), Hanami, L'enfance nue, Short Term 12
Mamasunción, The Rocket, The Selfish Giant,
Argentinian Lesson, Holubice, The Long Day Closes, Mon oncle Antoine, O som do Tempo
Mammu, es tevi mīlu, Skin, Une histoire sans importance, Couro de Gato, Los motivos de Berta, Ne bolit golova u dyatla, Valuri, Club Sandwich
, Whiplash, The Strange Little Cat, Cousin Jules, La fugue, Susa, Corn Island, Beshkempir, The Better Angels, Paul et Virginie, Im Keller, Ich Seh Ich Seh, Harmony Lessons, Medeas, Jess + Moss, Foreign Land, Ratcatcher, La maison des bois, Bal, The Valley of the Bees, Los insólitos peces gato, Jack, Être et avoir, Egyedül, Évolution, Hide Your Smiling Faces, Clouds of Glass, Les démons, On the Way to the Sea, Interlude in the Marshland, Tikkun, Montanha, Respire, Blind Kind, Kelid, Sameblod, Lettre d'un cinéaste à sa fille, Warrendale, The Great White Silence, Manhã de Santo António, The Wounded Angel, Days of Gray, Voyage of Time: Life's Journey,Quatre nuits d'un rêveur, This Side of Paradise, La jeune fille sans mains, La petite fille qui aimait trop les allumettes, CoinCoin et les Z'inhumains,

Drama: Oshin, Going My Home
Focus: AW - Anime Project 2013, Sull'Onda di Taiwan, Art Theatre Guild of Japan, Allan King





1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi