Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

[RECE][SUB] A Scoundrel


6 risposte a questa discussione

#1 Kiny0

    Direttore della fotografia

  • Moderatore
  • 1687 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 08 April 2015 - 01:47 PM

A Scoundrel


Immagine inserita



Titolo originale: Akuto (lett. Uomo cattivo)
Titolo italiano: Un furfante
Regia: Shindo Kaneto
Paese: Giappone
Anno: 1965
Durata: 119'
Genere: Drammatico

Cast: Ozawa Eitaro, Otowa Nobuko, Kishida Kyoko, Tonoyama Taiji, Kaji Kentaro

Trama: Un signorotto di provincia che ha ottenuto un discreto potere dopo i successi in battaglia, aiutato dalla sua dama di corte caduta in disgrazia, cerca a tutti i costi di sedurre una ex-cortigiana ora sposata a un altro signorotto più piccolo ma...



Immagine inserita



Commento di Meiko Kaji
Un film che in certi momenti mi appare un capolavoro fantastico, in altri più banale ed esagerato. Propendo però per la prima delle due impressioni, non fosse altro che per la fotografia in b/n, l'interpretazione di Nobuko Otowa e anche degli altri attori, la musica particolare, il tono in bilico tra commedia, dramma e perfino horror.
Particolarmente la cortigiana Jijyu offre alla Otowa un ruolo veramente degno delle sue capacità attoriali fuori del comune (impossibile dimenticarla qui come nel capolavoro Wolf (1955) come in Dobu (1954), dove interpreta la tenera minorata mentale Tsuru di cui tutti si approfittano, e tutti gli altri che ha interpretato) , divisa schizofrenicamente tra le lacrime della sua situazione umiliante di persona costretta a strisciare e il ruolo "perfido" (conseguenza del primo e che secondo me l'assolve e la rende il personaggio più umano, in un certo senso) che è costretta a recitare, contrasto che esplode in quelle risate sempre più isteriche sapientemente distribuite per il corso del film.


Immagine inserita



Curiosità: dopo aver visto By Player ["Caratterista"] dedicato dal grande regista alla vita di Taiji Tonoyama, al quale Shindô aveva già dedicato un libro, posso indovinare che il tremolìo della testa dell'attore (chiamarlo "caratterista" proprio non mi piace), che alla prima visione avevo attribuito a una caratteristica del personaggio interpretato, deve invece essere stata causata dagli eccessi nel bere. A quanto pare, Shindô interruppe le riprese per un giorno, mentre l'attore giaceva nella stanza di una locanda smaltendo i postumi di una sbornia.

Cito dai sottotitoli di By Player (un'altra ottima pellicola, perfino straordinaria, a tratti divertente e a tratti molto molto commovente), dove l'attore che interpreta Tonoyama parla in prima persona, con interventi di Nobuko Otowa in forma di risposta alle battute dell'attore.

Taiji Tonoyama: Dopo Onibaba, ci accampammo in un bosco di castagne a Tanba, per girare A Scoundrel. (...) L'estate a Tanba era come una sauna. Sotto il tetto di stagno rovente, il sudore scioglieva il mio make up. (...) Può essere che il capo ci stia mettendo sotto tensione per farci esplodere all'improvviso durante le riprese. Può darsi che a lui piaccia, ma a noi no. All'inferno il suo realismo!
Nobuko Otowa: Taiji se n'era andato. Era scomparso.

[Come detto, era ubriaco fradicio, e fu accompagnato nella stanza di una locanda dalla padrona di un bar.]

Taiji Tonoyama: Il capo [il regista] deve essere arrabbiato.
Nobuko Otowa: Si augurava solo che vivessi quando bastava per finire il film.

Shindô doveva essere ormai esasperato dal comportamento dell'attore, ma doveva certamente volergli molto bene a giudicare dal bellissimo ricordo in forma di film, e gli rimase vicino fino alla fine oltre ad essere stato probabilmente lui (il film non lo dice) a fargli ottenere tre-quattro incarichi l'anno della morte, ormai quasi incapace di reggersi in piedi (tra i quali Pioggia nera di Imamura).

Non ho capito da quale racconto di Tanizaki sia stato tratto; a giudicare dall'adattamento liberissimo, quasi una libera fantasia sul tema, di Kokoro di Natsume Soseki (non ho letto il romanzo, ma visto che qui su AsianWorld ho letto che la versione di Ichikawa è piuttosto fedele all'originale letterario, e quello di Shindô ne mantiene solo un'idea), allora ne deduco che possa aver fatto qualcosa di simile anche della storia di Tanizaki. Sanka (1972), tratto da La storia di Shunkin, che ho da poco letto due volte (tanto per verificare se la traduzione che ho fatto poteva essere corretta in alcuni particolari), trasforma il personaggio interpretato dalla Otowa: la storia viene ricostruita attraverso un'intervista del regista alla sua musa e moglie, che nel racconto è invece solo una figura di passaggio con due o tre battute al massimo (condivido la semplice ispirazione e non la fedeltà a una fonte letteraria).
Se qualcuno conosce il titolo del racconto, alzi la mano e mi tolga dalle spine!




SOTTOTITOLI

(versione 1,60)




Traduzione: Meiko Kaji

Revisione: Kiny0



Speciale Kaneto Shindo





Ordina il DVD su
Immagine inserita



LO STAFF RICORDA CHE

È VIETATO HARDSUBBARE O METTERE IN STREAMING
I SOTTOTITOLI PUBBLICATI SU ASIANWORLD.IT


Messaggio modificato da fabiojappo il 08 April 2015 - 06:07 PM
aggiunto link allo speciale

Immagine inserita


Tradotti per AsianWorld Cinema Asiatico Lost in Beijing (2007), Buddha Mountain (2010: w/ fabiojappo), Dirty Maria (1998), Samurai Rebellion (1967), The Ravaged House (2004: w/ fabiojappo), Freesia: Bullet Over Tears (2007), Cuffs (2002), Tokyo Marigold (2010: w/ fabiojappo), Villon's Wife (2009), Yellow Flower (1998), Going My Home - ep.06 (2012), A Gap in the Skin (2005); Altro Cinema A Time for Drunken Horses (2000), Marooned in Iraq (2002), Mio in the Land of Faraway (1987); Retrospettive Kumakiri Kazuyoshi (w/ fabiojappo & Tyto), Asano Tadanobu (w/ calimerina66, fabiojappo & ReikoMorita); Recensioni Il racconto di Watt Poe (1988); Revisioni 1778 Stories of Me and My Wife (2011), Under the Hawthorn Tree (2011), Mekong Hotel (2012), Headshot (2011), BARFI! (2012), Rhino Season (2012), Metéora (2012), Secret Chronicle: She Beast Market (1974), The Other Bank (2009), The Good Road (2013), Just the Wind (2012), Daf (2003), AUN (2011), Jin (2013), Day and Night (2004), Nothing's all bad (2010), Saving General Yang (2013), Miss Zombie (2013), Legend of the Wolf (1997), Here comes the Bride (2010), Omar (2013), The Missing Picture (2013), The Legend of the Eight Samurai (1983), A Scoundrel (1965), Hope (2013), Empress Wu Tse-Tien (1963), Be with You (2018), Rage (2016), Himeanole (2016), Her Love Boils Bathwater (2016), Cutie Honey: Tears (2016), Good Morning Show (2016); Lavori in corso: Cinema Asiatico Snakes and Earrings (35%), Dragons Forever (10%); Altro Cinema -.

#2 fabiojappo

    Regista

  • Moderatore
  • 4397 Messaggi:
  • Location:Alghero
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 08 April 2015 - 04:27 PM

Grande Meiko Kaji ! Grazie per questa nuova traduzione dei sottotitoli di un film di Shindo (e del prezioso commento): siamo a quota 18 in archivio di questo grande Maestro del cinema. E pensare che in Italia è uscito soltanto Onibaba in dvd, che tra l'altro credo sia fuori commercio...

Il film è molto bello, la Otowa strepitosa come sempre. E anche Tonoyama è un grande. Sono d'altronde loro il volto del cinema di Shindo. Che sodalizi meravigliosi ci propone la storia del cinema giapponese !

#3 Meiko Kaji

    PortaCaffé

  • Membro
  • 38 Messaggi:
  • Sesso:

Inviato 09 April 2015 - 07:04 AM

Visualizza Messaggiofabiojappo, il 08 April 2015 - 04:27 PM, ha scritto:

Grande Meiko Kaji ! Grazie per questa nuova traduzione dei sottotitoli di un film di Shindo (e del prezioso commento): siamo a quota 18 in archivio di questo grande Maestro del cinema. E pensare che in Italia è uscito soltanto Onibaba in dvd, che tra l'altro credo sia fuori commercio...

Il film è molto bello, la Otowa strepitosa come sempre. E anche Tonoyama è un grande. Sono d'altronde loro il volto del cinema di Shindo. Che sodalizi meravigliosi ci propone la storia del cinema giapponese !
Mi auguro che arriveremo ai circa 29 Shindô reperibili attualmente!

Purtroppo le logiche di mercato imperano: basti pensare che un film come Lettere di uno sconosciuto (secondo il mio parere, il titolo italiano è molto bello) di Zhang Yimou, che a me è parso eccellente (l'ho visto una volta in file senza rimanerne soddisfatto, un anno fa circa, poi due volte in sala e alla seconda in sala ho deciso che si tratti di un film straordinario), qui è stato praticamente disertato: la prima volta in sala c'ero io solo, la seconda a tenermi compagnia un amico, nella piccola sala riservatagli in un altro cinema. La casa di distribuzione del film è stata coraggiosa a comprarlo e a farlo doppiare in una maniera che a me ha soddisfatto; due attori straordinari. Sul sito dove bazzico di solito ci sono solo due opinioni, ed entrambe gli assegnano un cinque (su dieci), parlando di calligrafismo ed anche di film per "manieristi occidentali" riferendosi ai wuxia del regista ("Hero" secondo me è contenuto e forma allo stesso tempo ed entrambi ai livelli massimi o perlomeno adatti ai miei gusti, "La foresta" è quello che mi piace meno perchè non sono d'accordo col film, "La città" che ho visto undici volte in sala contiene dei momenti meravigliosi ed è emotivamente molto pesante. Manierismo? Mah!).
Tornando a Shindô, penso che le logiche siano le stesse di un mondo piuttosto strano, in cui gli spettatori preferiscono delle stupidaggini assolute e quindi non i film del grande regista giapponese che nei casi peggiori ha fatto soltanto dei buoni film. Certo che film come L'isola nuda, Wolf, Onibaba, A Scoundrel, Kuroneko, Sanka, Tree Without Leaves meriterebbero una edizione blu ray accompagnata dalla traduzione dei libri di Shindô che mi ingolosirebbero molto. Ho trovato su internet un breve passo in cui ricorda la lavorazione di Wolf, e mi immagino che i suoi libri, che se ho ben capito sono anche piuttosto numerosi, siano pieni di ricordi simili. Per ora accontentiamoci delle interviste apparse sui dvd Criterion e l'impagabile commento assieme ad Hikaru Hayashi per tutta la durata di "L'isola nuda". Penso che prima o poi lo ascolterò con attenzione e lo tradurrò anche solo per citarne delle parti, ricordo ad esempio che Shindô non voleva commento musicale e che fu dapprima contrario all'aggiunta della voce femminile (meno male che Hayashi lo convinse!), che gran documento e che bell'uso del moderno dvd!

Grazie a Kiny0 per la revisione e la redazione dei pensieri un po' confusi che ho scritto stanotte!

Come sempre, ringraziamo anche la mamma che ci ha fatti "Shindiani".

Immagine inserita


"Come puoi vedere, sono una nullità. Nient'altro che una vagabonda senza casa."


Immagine inserita


#4 JulesJT

    Wu-Tang Lover

  • Moderatore
  • 4467 Messaggi:
  • Location:Walhalla degli Otaku
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 09 April 2015 - 08:44 AM

Grazie per questa chicca!

Immagine inserita


Cinema Asiatico:
Welcome to the Space Show, Udaan (2010), Goyōkin, Fuse, Dragon Town Story, The River with No Bridge, ILO ILO, A Time in Quchi
Still the Water, Norte - the End of History, The Terrorizers, Yi Yi, Stray Dogs, Tag,
Cemetery of Splendour, A Brighter Summer Day,
Labour of Love,Double Suicide, Japanese Girls at the Harbor, Nobi (Fires on the Plain), The Postmaster, Radiance, Liz and the Blue Bird
Modest Heroes

L'Altro Cinema:
Kriegerin, Chop Shop, Marilena de la P7, Kinderspiel, Kes, Abbas Kiarostami (special), Hanami, L'enfance nue, Short Term 12
Mamasunción, The Rocket, The Selfish Giant,
Argentinian Lesson, Holubice, The Long Day Closes, Mon oncle Antoine, O som do Tempo
Mammu, es tevi mīlu, Skin, Une histoire sans importance, Couro de Gato, Los motivos de Berta, Ne bolit golova u dyatla, Valuri, Club Sandwich
, Whiplash, The Strange Little Cat, Cousin Jules, La fugue, Susa, Corn Island, Beshkempir, The Better Angels, Paul et Virginie, Im Keller, Ich Seh Ich Seh, Harmony Lessons, Medeas, Jess + Moss, Foreign Land, Ratcatcher, La maison des bois, Bal, The Valley of the Bees, Los insólitos peces gato, Jack, Être et avoir, Egyedül, Évolution, Hide Your Smiling Faces, Clouds of Glass, Les démons, On the Way to the Sea, Interlude in the Marshland, Tikkun, Montanha, Respire, Blind Kind, Kelid, Sameblod, Lettre d'un cinéaste à sa fille, Warrendale, The Great White Silence, Manhã de Santo António, The Wounded Angel, Days of Gray, Voyage of Time: Life's Journey,Quatre nuits d'un rêveur, This Side of Paradise, La jeune fille sans mains, La petite fille qui aimait trop les allumettes, CoinCoin et les Z'inhumains,

Drama: Oshin, Going My Home
Focus: AW - Anime Project 2013, Sull'Onda di Taiwan, Art Theatre Guild of Japan, Allan King

#5 Kiny0

    Direttore della fotografia

  • Moderatore
  • 1687 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 10 April 2015 - 05:20 PM

Grazie a Meiko Kaji per quest'altra inestimabile perla di Shindo!

Immagine inserita


Tradotti per AsianWorld Cinema Asiatico Lost in Beijing (2007), Buddha Mountain (2010: w/ fabiojappo), Dirty Maria (1998), Samurai Rebellion (1967), The Ravaged House (2004: w/ fabiojappo), Freesia: Bullet Over Tears (2007), Cuffs (2002), Tokyo Marigold (2010: w/ fabiojappo), Villon's Wife (2009), Yellow Flower (1998), Going My Home - ep.06 (2012), A Gap in the Skin (2005); Altro Cinema A Time for Drunken Horses (2000), Marooned in Iraq (2002), Mio in the Land of Faraway (1987); Retrospettive Kumakiri Kazuyoshi (w/ fabiojappo & Tyto), Asano Tadanobu (w/ calimerina66, fabiojappo & ReikoMorita); Recensioni Il racconto di Watt Poe (1988); Revisioni 1778 Stories of Me and My Wife (2011), Under the Hawthorn Tree (2011), Mekong Hotel (2012), Headshot (2011), BARFI! (2012), Rhino Season (2012), Metéora (2012), Secret Chronicle: She Beast Market (1974), The Other Bank (2009), The Good Road (2013), Just the Wind (2012), Daf (2003), AUN (2011), Jin (2013), Day and Night (2004), Nothing's all bad (2010), Saving General Yang (2013), Miss Zombie (2013), Legend of the Wolf (1997), Here comes the Bride (2010), Omar (2013), The Missing Picture (2013), The Legend of the Eight Samurai (1983), A Scoundrel (1965), Hope (2013), Empress Wu Tse-Tien (1963), Be with You (2018), Rage (2016), Himeanole (2016), Her Love Boils Bathwater (2016), Cutie Honey: Tears (2016), Good Morning Show (2016); Lavori in corso: Cinema Asiatico Snakes and Earrings (35%), Dragons Forever (10%); Altro Cinema -.

#6 fabiojappo

    Regista

  • Moderatore
  • 4397 Messaggi:
  • Location:Alghero
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 14 April 2015 - 07:22 PM

Rivisto (la prima volta un po' di tempo fa, ma sub eng). Gran film, sempre in crescendo dopo la prima parte introduttiva. Cast super, non solo la Otowa.

E devo dire capisco il personaggio interpretato dal bravissimo Eitaro Ozawa che si invaghisce di Kyoko Kishida :em89: (già apprezzata, tra gli altri film, in La donna di sabbia). Ha un gran fascino !

Messaggio modificato da fabiojappo il 14 April 2015 - 07:23 PM


#7 Meiko Kaji

    PortaCaffé

  • Membro
  • 38 Messaggi:
  • Sesso:

Inviato 14 June 2015 - 06:50 AM

Dopo qualche ricerca, ho trovato che Tanizaki nel 1933 ha scritto un dramma dal titolo Kaoyo, prendendo ispirazione - secondo una fonte che si rifà a dichiarazioni dello scrittore - dal capitolo XXI del Taiheiki. Secondo un'altra fonte, Tanizaki si è ispirato al Kanadehon Chûshingura di Takeda Izumo II, Miyoshi Shôraku, Namiki Senryû I. Secondo un'altra ancora, la storia di Tanizaki si intitolerebbe Gansei.
Il dramma Kaoyo è stato pubblicato in inglese insieme a La storia di Shunkin, ma da quel che ho capito non è attualmente pubblicato in inglese.
Se qualcuno ha notizie più precise... batta un colpo.

Immagine inserita


"Come puoi vedere, sono una nullità. Nient'altro che una vagabonda senza casa."


Immagine inserita






1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi