Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

[RECE][SUB] Kilsodeum


  • Non puoi rispondere a questa discussione
Nessuna risposta a questa discussione

#1 creep

    antiluogocomunista

  • Amministratore
  • 5672 Messaggi:
  • Location:Rome
  • Sesso:

Inviato 27 November 2014 - 12:07 PM

Immagine inserita

Gilsotteum

길소뜸






Immagine inserita Immagine inserita





Immagine inserita







Estate del 1983. L’intera nazione è incollata davanti agli schermi televisivi ad assistere alle dirette della KBS dedicate ai ricongiungimenti familiari di coloro che furono separati dalle loro famiglie durante la Guerra di Corea. Hwa-young (Kim Jee-mi), su consiglio di suo marito (Jeon Mu-song), decide di mettersi alla ricerca del suo figlio perduto. Lungo il tragitto verso la stazione televisiva, Hwa-young torna con la mente al passato. Dopo la fine dell’occupazione giapponese della Corea, la famiglia di Hwa-young si trasferì in un piccolo villaggio chiamato Gilsotteum, nella provincia di Hwanghae. Hwa-young (Lee Sang-a) divenne presto orfana e fu adottata dall’amico di suo padre, Kim Byung-do. Ben presto Hwa-young s’innamorò di Dong-jin (Kim Jung-suk), il figlio del suo patrigno, e dalla loro unione nacque un figlio. Ma in seguito allo scoppio della Guerra di Corea, i loro destini si separarono irrimediabilmente.





Immagine inserita







"Il capolavoro nascosto di Im Kwon-taek, che affronta le questioni controverse legate alle separazioni familiari e alla divisione della nazione con un occhio realistico e una comprensione lucida della realtà, senza essere sommerso dall’ondata emotiva della campagna dei ricongiungimenti familiari degli anni 80"

Quando uscì, Gilsotteum raggiunse un discreto successo commerciale e godette di recensioni positive, riuscendo perfino ad essere presentato al Festival Internazionale del Cinema di Berlino. Se è vero che il film non ha più goduto di attenzioni da allora, diversi critici lo considerano ancora il capolavoro nascosto di Im Kwon-taek. Gilsotteum dimostra una straordinaria fattura sia dal punto di vista formale, sia in termini di gestione del tema del film. Lo stesso Im Kwon-taek ha asserito che, dagli anni 70 in poi, ha cercato di eliminare dai suoi film tutti i dettagli superflui legati alla forma e alla trama, in favore del tema portante. Im Kwon-taek cita Gilsotteum come il film che più di altri rivela chiaramente la sua estetica del contenimento emotivo e che meglio comprende la realtà degli anni 80. Ciò che rende questo film particolarmente interessante è la sua comprensione lucida della realtà e il punto di vista strettamente femminile, in un periodo in cui il nazionalismo e il tema della maternità dominavano il dibattito pubblico. Facendo uso di inquadrature fisse e piani sequenza, di un intricato intreccio di flashback da parte di entrambi i protagonisti e di appositi inserti di materiale reale proveniente dalla campagna dei ricongiungimenti familiari, Gilsotteum denota un controllo lucido e efficace anche a livello formale.
Particolarmente magistrale è la scena in cui Hwa-young (Kim Jee-mi) rifiuta di riconoscere Seok-chul (Han Ji-il) come suo figlio e se ne va via in macchina mentre la voce fuori campo del dottore che ha eseguito l’esame del DNA (Choi Bul-am) riecheggia in sottofondo. Il dottore, che detiene l’autorità scientifica, offre il commento nazionalista che sostiene che "alcune famiglie ricongiunte si pentono di aver ritrovato i loro famigliari perduti a causa della lontananza, ma alla fine finiscono per sentire il legame di sangue.” Come se fosse d’accordo, Hwa-young frena di colpo la sua auto, ma solo per un momento. Alla fine, ella respinge sia la prova medica (il test del DNA ), sia la prova della maternità (la cicatrice sul corpo di Seok-chul), e continua per la sua strada. Sebbene questo finale suscitò la critica che il film fosse troppo freddo e arido, può essere letto anche come una conclusione che rispecchia il punto di vista e la realtà delle donne, che non possono essere assimilati al nazionalismo patriarcale. La regia sorprendentemente meticolosa di Im Kwon-taek traspare anche nella scena in cui Hwa-young e Dong-jin s’incontrano e rammentano il passato dai loro rispettivi punti di vista, e nella scena in cui i flashback di entrambi i personaggi s’intersecano con la loro voce narrante nel presente. Rifiutando di privilegiare il flashback di un personaggio su quello di un altro, il film mostra come Hwa-young e Dong-jin si siano allontanati l’uno dall’altra seguendo le loro rispettive strade, e come ormai siano troppo distanti dal loro tanto bello quanto irrecuperabile passato. In un’intervista, Im Kwon-taek spiegò che impiegò particolare cura nell’enfatizzare la bellezza dei giorni trascorsi a Gilsotteum da Hwa-young e Dong-jin, al fine di sottolineare la differenza tra passato e presente.

Prima della produzione del film, fu intrapresa una quantità significativa di ricerche sui ricongiungimenti familiari e la sceneggiatura venne scritta sulla base di queste ricerche. Durante le interviste condotte per il film, la maggior parte delle famiglie che si erano ricongiunte con i parenti perduti tramite la trasmissione televisiva, a quanto si dice, professò rammarico per il ricongiungimento, a causa della prolungata separazione che li aveva resi ormai dei completi estranei, poiché cresciuti in situazioni e condizioni diverse. Di conseguenza, Im Kwon-taek divenne cinico e pessimista sul ricongiungimento incondizionato delle famiglie separate e sulla riunificazione delle due Coree.


Tratto da Koreanfilm.org






Immagine inserita







Genere
Drammatico

Regia
Im Kwon-taek

Sceneggiatura
Song Gil-han

Produzione
Park Chong-chan

Interpreti
Kim Ji-mee, Shin Seong-il,
Han Ji-il, Kim Jee-young,
Lee Min-joo, Kim Jung-suk

Direttore della Fotografia
Jung Il-sung

Luci
Gang Gwang-ho

Montaggio
Park Soon-duk

Musiche
Kim Jung-gil

Direzione artistica
Lee Tai-woo



Corea del Sud, 1985, 105'





Per gentile concessione del Korean Film Archive, è possibile vedere il film con i sottotitoli in italiano di AsianWorld. Buona Visione!







Altri film di Im Kwon-taek presenti su AsianWorld:


Wangsimni
Genealogy
Mismatched Nose
Mandala
Village of Haze
Ticket
Surrogate Mother
Sopyonje
The Tae Baek Mountains
Festival
Chunhyang
Raging Years
Beyond the Years
Hanji





Immagine inserita





Sottotitoli







Ordina il DVD su

Immagine inserita












Immagine inserita


Immagine inserita






1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi