Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

[RECE][SUB] Spring in My Hometown


1 risposta a questa discussione

#1 creep

    antiluogocomunista

  • Amministratore
  • 5672 Messaggi:
  • Location:Rome
  • Sesso:

Inviato 04 January 2014 - 09:36 AM

Spring in My Hometown

아름다운 시절

Areumdawoon sheejul





Immagine inserita Immagine inserita





Immagine inserita





Tratto da wwww.cinemacoreano.it

Ultima fase della Guerra di Corea. Sung-min e Chang-hee, due bambini legati da forte amicizia, vivono in un piccolo villaggio costretto a dipendere dalla vicina base dell'esercito USA. Sung-min vive in una famiglia abbastanza agiata in quanto il padre lavora per gli statunitensi, mentre Chang-hee è povero ed è aiutato dalla famiglia dell'amico. I due fanno parte di un gruppo di bambini del villaggio che sono scoperti a spiare un militare mentre faceva sesso con una ragazza del villaggio in un mulino. Un giorno nello stesso posto Chang-hee scopre sua madre con un militare. Il mulino viene distrutto da un incendio e il bambino scompare. L'estate successiva un corpo putrefatto di un bambino viene rinvenuto in un lago vicino al villaggio e i bambini preparano una piccola tomba sulla collina.





Immagine inserita





Genere
Drammatico, Guerra

Regia e Sceneggiatura
Lee Kwangmo

Interpreti
Ahn Sung-kee, Bae Yoo-Jung,
Lee In, Kim Jungwoo,
Oh Ji-hye, Song Wok-suk,
Yu Oh-seong, Jo Jae-hyeon,
Jeon Jin-gi, Kim Won-hae,
Myeong Gye-nam, Myeong Sun-mi,
Seo Yi-suk, Yu Hye-jeong



Corea del Sud, 1998, 120'





Immagine inserita





Film autobiografico e particolarmente sentito, visto che il regista ha girato unicamente questo film. Vincitore del Grand Bell Award come miglior film nel 1999, è d'importanza capitale per comprendere la storia della Corea moderna, il rapporto di sofferta sudditanza con l'alleato americano, e il clima di guerra civile instauratosi durante la guerra di Corea, rappresentato solo qualche anno prima da Im Kwon-taek nel suo Taebaek Mountains. I campi esageratamente lunghi, palesemente debitori del cinema di Hou Hsiao Hsien, compromettono forse la fluidità della narrazione, per non dire l'identificazione degli stessi personaggi, ma fanno di questo film un episodio stilisticamente unico ed esclusivo rispetto al panorama della cinematografia coreana.











Sottotitoli





Ordina il DVD su

Immagine inserita







Immagine inserita


#2 Iloveasia

    Microfonista

  • Membro
  • 114 Messaggi:
  • Location:Milano
  • Sesso:

Inviato 21 May 2017 - 09:38 PM

Un film intimista (e autobiografico, quindi molto accorato, grazie a Creep della traduzione e delle info) sullo sfondo dell'occupazione americana durante la guerra in Corea. Da confrontare con il più complesso e articolato "Taebaek Mountains" di Im Kwon-taek, ma altrettanto fondamentale per la storia di quel paese. A questo proposito, vista la grande popolarità (anche qui) del cinema coreano, mi chiedo perché passino inosservati film come questi due (ed altri di Im Kwon-taek: faccio di nuovo riferimento a "Festival") di un passato non lontano, ma tuttora di grandissimo interesse.





1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi