Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

[CINEMA] On The Run


  • Non puoi rispondere a questa discussione
Nessuna risposta a questa discussione

#1 AsianPat

    Drunken (Web)Master

  • Webmaster
  • 4476 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 25 August 2013 - 12:18 AM

On the Run

(Hong Kong 1988) di Alfred Cheung

Immagine inserita


Titolo originale: Mong ming yuen yeung

Nazione: Hong Kong

Anno: 1988
Regia: Alfred Cheung
Durata: 85'
Generi: Poliziesco, Noir
Cast: Yuen Biao, Pat Ha, Charlie Chin, Ida Chan, Lee Heung Kam


Trama
La vita di Hsiang Ming, poliziotto di secondo rango, viene sconvolta dall'omicidio della ex-moglie Lo Huan, ispettrice della narcotici. Hsiang rintraccia subito il killer, una donna tailandese pagata per l'omicidio, ma mentre cerca di riportarla alla stazione di polizia rischia diverse volte di essere ucciso e scopre che è coinvolta la squadra omicidi capitanata dall'ispettore Lu, attuale partner della vittima.
Inizia per Hsiao e il killer una fuga disperata per la salvezza.

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita




Commento

Il film è la sorpresa che non ti aspetti. Un noir poliziesco strutturato benissimo in quanto a ritmo e atmosfera. Le musiche, la fotografia, le recitazioni dei personaggi, la trama e le scene di azione sono ottimamente dosate e creano una storia pessimista, dannata e nerissima, dove l'omicidio a pagamento non è altro che un lavoro, dove il confine tra buono e cattivo non è sempre chiarissimo, dove l'avidità e la paura regnano sovrane, ma sempre con un briciolo di speranza, una luce alla fine del tunnel che permette di andare avanti in attesa di una nuova alba.

Tra i noir del periodo, On the Run spicca per maturità e crudezza.
Molta crudezza, soprattutto nelle sparatorie, che non risparmiano niente e nessuno.

Ambientato prima del ritorno di Hong Kong alla repubblica cinese, ne rispecchia le ansie e le paure tramite i protagonisti della storia. Hsiang vorrebbe farsi raccomandare dalla ex-moglie per essere trasferito in america. Lu ha cercato di sfruttare la sua posizione per fare più soldi possibili per emigrare anche lui all'estero.

Si parlava di sorpresa. Il regista aveva girato in precedenza delle commedie e quindi ci si poteva aspettare un film debole come struttura, ma fortunatamente non è proprio questo il caso.

Grande film dove Yuen Biao nasconde completamente la sua maestria nelle arti marziali e si fa apprezzare per le sue doti recitative.
Decisamente consigliato

Voto: 8


Inclinazione Orientale -> HK:50%; JP:45%; KR:5%
Vantaggi ad essere smemorati: ti rivedi un bel film e te lo gusti (quasi) come la prima volta :)
AW subs: Tsubaki Sanjuro, My Young Auntie, Invincible Shaolin (\w Tiz)
AW rece: Martial Club, The Lady Hermit, The Five Venoms, Shaolin Mantis, The Avenging Eagle, Yes Madam, A Chinese Odyssey, Force of The Dragon, In the Line of Duty 4, On The Run
AW DVD: Il Buono, il matto, il cattivo, A Hero Never Dies, The Beast Stalker, The Longest Nite, Detective Dee, La congiura della pietra nera, One Nite in Mongkok, Fire of Conscience, Bullets Over Summer, Castaway On The Moon, The Man From Nowhere

Maestro dello stile multiplo del TORNEO di KUNG FU di AsianWorld

Tutti sono fan di Jackie Chan, solo che alcuni ancora non lo sanno...
intellettualità e cazzeggio, in complementarietà e non in opposizione, sono il pane delle community. (cit. Magse)





1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi