Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

[RECE][SUB] Happiness of Us Alone


10 risposte a questa discussione

#1 fabiojappo

    Regista

  • Moderatore
  • 4177 Messaggi:
  • Location:Alghero
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 22 June 2013 - 10:14 AM

Happiness of Us Alone


Na mo naku mazushiku utsukushiku - 名もなく貧しく美しく


Immagine inserita


Anno: 1961

Durata: 130 min.

Genere: Drammatico


Regia, soggetto e sceneggiatura: Zenzo Matsuyama


Cast: Hideko Takamine (Akiko Katayama), Keiju Kobayashi (Michio Katayama), Sen Hara (madre di Akiko), Mitsuko Kusabue (sorella di Akiko), Yuzo Kayama (Akira), Yoichi Nunmata (fratello di Akiko)


Traduzione e recensione di Tyto, revisione di fabiojappo



Immagine inserita



Sinossi. Akiko è diventata sorda quando già era adulta, a causa di una forte febbre. Nel Giappone del dopoguerra, povero e devastato, la sua vita non è facile. Nonostante il proprio handicap, anche grazie all’aiuto della madre, riesce a mettere su famiglia sposando Michio, un conoscente di gioventù, anche lui sordo. Le avversità sono molte ma Akiko vuole una vita normale e anche un figlio. Nasce così il piccolo Ichiro. Akiko e il marito si arrabattano con lavori umili, riuscendo a raggiungere un tenore di vita dignitoso. Ma i problemi, per le persone come loro, sono sempre in agguato.


Immagine inserita



Recensione di Tyto


Zenzo Matsuyama è poco conosciuto come regista a livello internazionale, essendosi dedicato soprattutto alla sceneggiatura di film anche famosi come La Condizione Umana di Kobayashi. Questa è la sua opera prima come regista, opera in cui non ha fatto altro che mettere davanti alla macchina da presa la propria moglie, che, per sua fortuna, è forse la più grande attrice giapponese di sempre, Hideko Takamine.
Il risultato è un buon film, che descrive in modo delicato la difficile vita di Akiko e della sua famiglia, senza calcare troppo la mano sulla inevitabile tragicità delle loro vicissitudini.
Per trovare qualche difetto, diciamo che si percepisce un intento di celebrare lo spirito di sacrificio della coppia di non udenti, di contro alle vite disordinate della sorella e del fratello di Akiko, con approccio un po’ semplicistico e che sa di propaganda.
La Takamine è però immensa e le pecche del film sono completamente messe in ombra dalla sua recitazione, che stordisce per la potente espressività, esaltata proprio dalla condizione di non udente che interpreta.


Immagine inserita




SOTTOTITOLI

(versione: 1,31)




- Speciale Hideko Takamine -




Ordina il DVD su

Immagine inserita


Messaggio modificato da Kiny0 il 13 November 2013 - 12:24 AM


#2 fabiojappo

    Regista

  • Moderatore
  • 4177 Messaggi:
  • Location:Alghero
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 24 June 2013 - 11:10 PM

Grazie mille a Tyto per la traduzione dei sottotitoli ! Un film che ci voleva assolutamente in questo speciale perché la Takamine è immensa a dir poco !!!

#3 Shimamura

    Agente del Caos

  • Moderatore
  • 3555 Messaggi:
  • Location:La fine del mondo
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 24 June 2013 - 11:25 PM

Ignoravo quasi l'esistenza di questo film, mentre avevo letto qualcosina sul regista. Lo vedrò sicuramente per colmare la mia lacuna.
Grazie mille dei subs

Hear Me Talkin' to Ya



Immagine inserita



Subtitles for AsianWorld:
AsianCinema: Laura (Rolla, 1974), di Terayama Shuji; Day Dream (Hakujitsumu, 1964), di Takechi Tetsuji; Crossways (Jujiro, 1928), di Kinugasa Teinosuke; The Rebirth (Ai no yokan, 2007), di Kobayashi Masahiro; (/w trashit) Air Doll (Kuki ningyo, 2009), di Koreeda Hirokazu; Farewell to the Ark (Saraba hakobune, 1984), di Terayama Shuji; Violent Virgin (Shojo geba-geba, 1969), di Wakamatsu Koji; OneDay (You yii tian, 2010), di Hou Chi-Jan; Rain Dogs (Tay yang yue, 2006), di Ho Yuhang; Tokyo Olympiad (Tokyo Orimpikku, 1965), di Ichikawa Kon; Secrets Behind the Wall (Kabe no naka no himegoto, 1965) di Wakamatsu Koji; Black Snow (Kuroi yuki, 1965), di Takechi Tetsuji; A City of Sadness (Bēiqíng chéngshì, 1989), di Hou Hsiao-hsien; Silence Has no Wings (Tobenai chinmoku, 1966), di Kuroki Kazuo; Nanami: Inferno of First Love (Hatsukoi: Jigoku-hen, 1968) di Hani Susumu; The Man Who Left His Will on Film (Tokyo senso sengo hiwa, 1970), di Oshima Nagisa.
AltroCinema: Polytechnique (2009), di Denis Villeneuve ; Mishima, a Life in Four Chapters (1985), di Paul Schrader; Silent Souls (Ovsyanky, 2010), di Aleksei Fedorchenko; La petite vendeuse de soleil (1999), di Djibril Diop Mambéty; Touki Bouki (1973), di Djibril Diop Mambéty.
Focus: Art Theatre Guild of Japan
Recensioni per AsianWorld: Bakushu di Ozu Yasujiro (1951); Bashun di Ozu Yasujiro (1949); Narayama bushiko di Imamura Shohei (1983).

#4 JulesJT

    Wu-Tang Lover

  • Moderatore
  • 4294 Messaggi:
  • Location:Walhalla degli Otaku
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 24 June 2013 - 11:26 PM

Mmmm.... Zenzo Matsuyama? Dopo aver visto Hit and Run, non posso che fidarmi ciecamente......

Immagine inserita


Cinema Asiatico:
Welcome to the Space Show, Udaan (2010), Goyōkin, Fuse, Dragon Town Story, The River with No Bridge, ILO ILO, A Time in Quchi
Still the Water, Norte - the End of History, The Terrorizers, Yi Yi, Stray Dogs, Tag,
Cemetery of Splendour, A Brighter Summer Day,
Labour of Love,Double Suicide, Japanese Girls at the Harbor, Nobi (Fires on the Plain), The Postmaster,

L'Altro Cinema:
Kriegerin, Chop Shop, Marilena de la P7, Kinderspiel, Kes, Abbas Kiarostami (special), Hanami, L'enfance nue, Short Term 12
Mamasunción, The Rocket, The Selfish Giant,
Argentinian Lesson, Holubice, The Long Day Closes, Mon oncle Antoine, O som do Tempo
Mammu, es tevi mīlu, Skin, Une histoire sans importance, Couro de Gato, Los motivos de Berta, Ne bolit golova u dyatla, Valuri, Club Sandwich
, Whiplash, The Strange Little Cat, Cousin Jules, La fugue, Susa, Corn Island, Beshkempir, The Better Angels, Paul et Virginie, Im Keller, Ich Seh Ich Seh, Harmony Lessons, Medeas, Jess + Moss, Foreign Land, Ratcatcher, La maison des bois, Bal, The Valley of the Bees, Los insólitos peces gato, Jack, Être et avoir, Egyedül, Évolution, Hide Your Smiling Faces, Clouds of Glass, Les démons, On the Way to the Sea, Interlude in the Marshland, Tikkun, Montanha, Respire, Blind Kind, Kelid, Sameblod, Lettre d'un cinéaste à sa fille, Warrendale, The Great White Silence, Manhã de Santo António, The Wounded Angel, Days of Gray, Voyage of Time: Life's Journey,Quatre nuits d'un rêveur, This Side of Paradise, La jeune fille sans mains, La petite fille qui aimait trop les allumettes,

Drama: Oshin, Going My Home
Focus: AW - Anime Project 2013, Sull'Onda di Taiwan, Art Theatre Guild of Japan, Allan King

#5 Tyto

    Microfonista

  • Membro
  • 208 Messaggi:
  • Location:Pistoia
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 25 June 2013 - 09:41 AM

Raccomando la visione, non rimarrete delusi.
file:///C:/Users/Francesco/Desktop/Francesco/Personale/inkan/Inkan.jpgImmagine inserita

#6 Jesse Custer

    PortaCaffé

  • Membro
  • 23 Messaggi:
  • Location:Bologna
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 25 June 2013 - 10:47 AM

L'ennesimo gioiellino. Grazie AW, grazie Tyto e Fabiojappo :)

#7 Cignoman

    Direttore del montaggio

  • Membro storico
  • 2847 Messaggi:
  • Location:Nowhere
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 25 June 2013 - 07:29 PM

Lungamente atteso ! ! !

Immagine inserita


#8 andreapulp

    Microfonista

  • Membro
  • 156 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 26 June 2013 - 01:18 PM

Grazie mille Tyto per questo film prezioso! Non conoscevo il regista ed è sempre un piacere immenso scoprire nuovi volti del panorama artistico del Giappone del dopoguerra. Un grazie poi ad AW per la cura e la passione, per l'amore nel diffondere un cinema che trovo splendido:)

#9 Cignoman

    Direttore del montaggio

  • Membro storico
  • 2847 Messaggi:
  • Location:Nowhere
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 26 June 2013 - 07:30 PM

P.S. Spero MOLTO che finalmente La Condizione Umana approdi su AW...

Immagine inserita






1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi