Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

[RECE][SUB] The Flower Girl


1 risposta a questa discussione

#1 creep

    antiluogocomunista

  • Amministratore
  • 5669 Messaggi:
  • Location:Rome
  • Sesso:

Inviato 05 May 2012 - 08:58 AM

The Flower Girl

Kotpanum chonio

꽃파는 처녀


LooKMaNe



Immagine inserita




Immagine inserita



Il paese è occupato dagli imperialisti giapponesi e Koppun ne paga le conseguenze; è costretta a vendere fiori per comprare le medicine alla sua madre malata, schiavizzata da dei latifondisti progiapponesi. Sua sorella minore è stata accecata dalla padrona e suo fratello maggiore è stato arrestato per aver cercato di vendicarla.



Immagine inserita




Genere
Melodramma

Regia
Choe Ik Kyu

Sceneggiatura
Pak Hak

Soggetto
Kim Il Sung

Interpreti
Han Chon Sob, Hong Yong Hui,
Kim Ren Rin, Ko So Am,
Ru Hu Nam


Corea del Nord, 1972, 127'




Immagine inserita


Forse il miglior film della Repubblica Democratica Popolare. Se un film del 2010 prodotto in Corea del nord sembra ai nostri occhi essere stato girato negli anni 70, un film degli anni 70 sembra essere stato girato negli anni 50. Il trasporre un'opera teatrale del 1930 ha di sicuro portato dei vantaggi sia a livello artistico (i cori armoniosi che si fondono con delle immagini da fiaba melodrammatica anni 50) che tematico. Il non attualizzare l'argomento e lo spostare l'attenzione su una fase storica precedente (La Guerra di Liberazione dal colonialismo giapponese) a quella della Guerra di Corea, attenuano il tono propagandistico, che purtroppo però non viene a mancare nel finale didascalico e prorivoluzionario.







The Flower Girl (Coreano: 꽃파는 처녀; In caratteri latini: Kkot Pa-neun Cheo-nyeo) è un’opera teatrale rivoluzionaria nordcoreana, scritta dallo stesso Kim Il-Sung, stando alle supposizioni e alle fonti ufficiali nordcoreane. La pièce è considerata una delle “Cinque Grandi Opere Rivoluzionarie”, un gruppo di repertori di opere teatrali classiche sul tema della rivoluzione, ben accolte in Corea del Nord. Fu anche trasposta in romanzo. Ne fu tratto un adattamento cinematografico nel 1972, con protagonista l’attrice Hong Yong-hee.

Secondo le memorie personali di Kim Il-sung, lui stesso creò le idee e le basi per il testo teatrale mentre era in una prigione di Jilin negli anni 30. La prima sezione delle sue memorie "Con il Secolo" del 1992, intitolata "Rivoluzione Anti-Giapponese", dice testualmente:
"Ci fu un tempo, durante il processo d’indipendenza del nostro paese, in cui credevamo alla nostra visione di realizzare il concetto di villaggio ideale. A quel tempo, incaricammo gli studenti coreani di Jilin di insegnare alla gente dei villaggi come cantare una larga varietà di canzoni rivoluzionarie, come "La canzone della bandiera rossa" e "La canzone della rivoluzione". A Wujiazi costituimmo una compagnia teatrale con sede nella scuola Samsong diretta da Kye Yong-chun. Fu in questo periodo che stavo completando la sceneggiatura per The Flower Girl, di cui avevo cominciato la stesura mentre ero nella città di Jilin. Subito dopo aver completato la sceneggiatura, cominciò la produzione dell’opera, e la rappresentammo nell’auditorio della scuola Samsong nel tredicesimo anniversario della rivoluzione d’Ottobre. Per molti anni dopo la liberazione, l’opera non fu più rappresentata, fino a che fu migliorata e adattata per il cinema, e riscritta sotto forma di romanzo, sotto la consulenza della Segreteria dell’Organizzazione (Kim Jong-il) e distribuita agli inizi degli anni 70.”
Sebbene sia comunemente riconosciuto che Kim Il-sung sia stato l’unico autore dell’opera, molti critici gettano dubbi sull’attendibilità della rivendicazione, e ipotizzano che forse altri scrittori nordcoreani abbiano avuto qualche forma di coinvolgimento nella realizzazione dell’opera.
La prima proiezione ufficiale del film si tenne il 30 Novembre del1972 a Pyongyang, dove fu acclamato come un grande successo.
Secondo le fonti ufficiali nordocoreane, nell’Aprile del 1968, Kim Jong-il sostenne che un’altra opera rivoluzionaria, Sea of Blood, sarebbe stata adattata per un film. Da allora, altri lavori furono adattati per il cinema, sotta la sua “consulenza”, incluso The Flower Girl. L’opera si proponeva di promuovere l’ideologia comunista, incorporando temi quali la lotta di classe contro la borghesia, e gli stessi temi furono analogamente riproposti nel film.
Il film venne diretto da Choe Ik-kyu e la sceneggiatura fu scritta da Pak Hak; Il Gruppo Paekdu-san si prese carico della produzione del film.

L’opera teatrale e il suo adattamento cinematografico ricevettero entrambi una buona accoglienza nella Repubblica Popolare Cinese, quando furono introdotti a partire dal 9 Settembre del 1972, durante la fine della Rivoluzione Culturale e l’inizio dell’era del governo di Deng Xiaoping, in cui l’opera era conosciuta con il nome The Flower-selling Girl. Venne rappresentata in molte tournée teatrali, nel 1973, nel 1998, nel 2002 e nel 2008. Nel 2009, il presidente cinese Wen Jiabao fu accolto da Hong Yong-hee durante la sua visita in Corea del Nord.
A partire dal 2008, l’opera è stata rappresentata più di 1,400 volte in Corea del Nord e in più di 40 paesi, la maggior parte appartenenti al Blocco Orientale; altri paesi inclusi sono stati la Francia, l’Italia, la Germania, l’Algeria e il Giappone.
Essendo stato distribuito nei cinema cinesi durante la Rivoluzione Culturale, il film divenne immensamente popolare per via del suo contenuto basato sulla rivoluzione proletaria, fino al punto in cui le sale cinematografiche scelsero di proiettarlo in ciclo 24 ore su 24, a causa dell’alta vendita dei biglietti.
In Corea del Sud, il film venne considerato come prodotto della propaganda comunista e simbolo del nemico, e la proiezione venne proibita; la polizia venne spesso mobilitata quando studenti universitari furono pescati a proiettare il film nei campus, e vennero spesso accusati di provare simpatie per il Nord. Nel 1998, la Corte Suprema della Corea del Sud stabilì che The Flower Girl e altri sei film nordcoreani “non favorivano sentimenti anti-sudcoreani” in rispetto alle leggi di sicurezza nazionale.
Al diciottesimo Karlovy Vary International Film Festival del 1972, l’adattamento cinematografico di The Flower Girl ricevette un premio speciale. L’icona di Hong Yong-hee nel suo ruolo in The Flower Girl, è dipinta nella banconota da un won nordcoreano.


Immagine inserita


Fonte Wikipedia





Sottotitoli





Ordina il DVD su

Immagine inserita


Messaggio modificato da fabiojappo il 05 March 2013 - 02:28 PM

Immagine inserita


#2 Cignoman

    Direttore del montaggio

  • Membro storico
  • 2847 Messaggi:
  • Location:Nowhere
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 05 May 2012 - 09:11 AM

Oh, un'altra chicca Nord Kor!

Immagine inserita






1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi