Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

- - - - -

[RECE][SUB] California Dreamin'


8 risposte a questa discussione

#1 fabiojappo

    Produttore

  • Moderatore
  • 3863 Messaggi:
  • Location:Alghero
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 26 December 2011 - 08:49 PM

Immagine inserita


Nazione: Romania
Anno: 2007
Durata: 155 minuti
Genere: Drammatico - Commedia

Regia: Cristian Nemescu
Sceneggiatura: Tudor Voican, Cristian Nemescu, Catherine Linstrum
Cast: Armand Assante, Jamie Elman, Răzvan Vasilescu, Maria Dinulescu


Premio Un Certain Regard al festival di Cannes


Traduzione: anna90 e fabiojappo


Immagine inserita


Immagine inserita



Trama. 1999. Un treno diretto in Kosovo con attrezzature della Nato, scortato da marines, viene trattenuto in un piccolo comune della Romania, con la scusa della mancanza di documenti doganali, da un capostazione che odia gli americani. I soldati, costretti a una sosta forzata, iniziano a interagire con gli abitanti del paese.


Immagine inserita



Commento di fabiojappo


La cinematografia rumena è diventata negli ultimi anni una delle realtà europee più interessanti. Merito soprattutto dell'attenzione che hanno ricevuto a Cannes film di registi come Corneliu Porumboiu, Cătălin Mitulescu e soprattutto Cristian Mungiu che nel 2007 ha vinto la Palma d'Oro con "4 mesi, 3 settimane e 2 giorni". In quella stessa edizione del festival riceveva un premio, nella sezione Un Certain regard, "California Dreamin'" di Cristian Nemescu. Il regista è morto, a soli 27 anni per un incidente stradale, poco prima di ultimare il montaggio del film. Il suo primo lungometraggio dopo alcuni interessanti corti (consiglio "Marilena de la P7").

Una tragicommedia che vuole in qualche modo raccontare la storia recente del Paese, gettando uno sguardo anche più indietro. In alcuni punti si torna al periodo della Seconda guerra mondiale attraverso gli occhi di Doiaru (il capostazione) bambino. Nel film, che si svolge nell'arco di cinque giorni, ci sono poi dentro tante cose. La tradizione e lo sguardo dei giovani rivolto verso occidente. L'ironia e la violenza. Realismo e personaggi sopra le righe, caricaturali. Se si vuole fare un paragone, magari azzardato, si può fare forse il nome di Kusturica. Regia abbastanza ammiccante che segue molto i personaggi. Nel cast spicca per la bellezza Maria Dinulescu.


Immagine inserita



SOTTOTITOLI
(versioni: neptune 2cd / 1.39 1cd)



Allega file  California.Dreamin.AsianWorld.zip   80.76K   50 Numero di downloads





Messaggio modificato da fabiojappo il 18 September 2013 - 09:52 AM


#2 Umberto D.

    Microfonista

  • Membro
  • 149 Messaggi:
  • Sesso:

Inviato 28 December 2011 - 05:44 PM

grandissimi Fabio e Anna, questo deve assolutamente essere visto!

Messaggio modificato da Umberto D. il 28 December 2011 - 08:29 PM

La maggior parte dei film segue lo stesso schema: azione, cut, azione, cut.

Si limitano a seguire una trama. Ma la storia non è solo nelle azioni umane,

tutto può essere storia. Un uomo che aspetta in un angolo può essere una storia." Béla Tarr


#3 Shimamura

    Agente del Caos

  • Moderatore
  • 3518 Messaggi:
  • Location:La fine del mondo
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 28 December 2011 - 06:13 PM

Grazie mille della traduzione Fabio, e scusate tutti se ho tardato nell'inserimento dei sub, ma ho tenuto un po' spento il Pc in questi giorni ^_^

Hear Me Talkin' to Ya



Immagine inserita



Subtitles for AsianWorld:
AsianCinema: Laura (Rolla, 1974), di Terayama Shuji; Day Dream (Hakujitsumu, 1964), di Takechi Tetsuji; Crossways (Jujiro, 1928), di Kinugasa Teinosuke; The Rebirth (Ai no yokan, 2007), di Kobayashi Masahiro; (/w trashit) Air Doll (Kuki ningyo, 2009), di Koreeda Hirokazu; Farewell to the Ark (Saraba hakobune, 1984), di Terayama Shuji; Violent Virgin (Shojo geba-geba, 1969), di Wakamatsu Koji; OneDay (You yii tian, 2010), di Hou Chi-Jan; Rain Dogs (Tay yang yue, 2006), di Ho Yuhang; Tokyo Olympiad (Tokyo Orimpikku, 1965), di Ichikawa Kon; Secrets Behind the Wall (Kabe no naka no himegoto, 1965) di Wakamatsu Koji; Black Snow (Kuroi yuki, 1965), di Takechi Tetsuji; A City of Sadness (Bēiqíng chéngshì, 1989), di Hou Hsiao-hsien.
AltroCinema: Polytechnique (2009), di Denis Villeneuve ; Mishima, a Life in Four Chapters (1985), di Paul Schrader; Silent Souls (Ovsyanky, 2010), di Aleksei Fedorchenko; La petite vendeuse de soleil (1999), di Djibril Diop Mambéty; Touki Bouki (1973), di Djibril Diop Mambéty.
Recensioni per AsianWorld: Bakushu di Ozu Yasujiro (1951); Bashun di Ozu Yasujiro (1949); Narayama bushiko di Imamura Shohei (1983).

#4 fabiojappo

    Produttore

  • Moderatore
  • 3863 Messaggi:
  • Location:Alghero
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 28 December 2011 - 08:53 PM

Visualizza MessaggioUmberto D., il 28 December 2011 - 05:44 PM, ha scritto:

questo deve assolutamente essere visto!

Sì, merita. E poi credo sia il primo film rumeno di Altro Cinema !!!


Momento cult:

- Cosa c'è che non va in Bill Clinton?
- Perché farsi fare un ******* da Monica alla Casa Bianca?
- E poi bombardate la gente, per Bill Clinton!?

#5 Asaka

    Direttore della fotografia

  • Membro storico
  • 1300 Messaggi:
  • Location:Sotto un pianoforte. O davanti. Dipende.
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 28 December 2011 - 10:16 PM

La Romania si fa sempre più interessante... Grazie ragazzi dei subs! Acchiappo e vedo al più presto ;)

#6 mariolini

    Microfonista

  • Membro
  • 140 Messaggi:
  • Location:Salento
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 29 December 2011 - 02:36 PM

Grazie Anna e Fabio! :em83:

#7 polpa

    Itís Suntory Time!

  • Membro storico
  • 9193 Messaggi:
  • Location:Roma
  • Sesso:

Inviato 20 October 2012 - 04:58 PM

Film davvero molto interessante, è un vero peccato che il regista non abbia fatto in tempo a montare il film, che risulta, a fine visione, un po' incompleto. Non tanto a livello narrativo quanto, appunto, di organizzazione del racconto, soprattutto per quanto riguarda la gestione dei flashback in b/n, ma anche alcuni stacchi qua e là, alquanto bruschi. E' un film perfettamente in equilibrio tra realismo e "unità di rappresentazione" (spazio-tempo-azione), da un lato, e un voluto e riuscito intento ironico/metaforico. Kusturica direi che c'entra poco e nulla, ma il film - nonostante la sua incompiutezza formale - vale davvero la visione.
Un grazie ai traduttori, dei cui sottotitoli mi sono avvalso. ;-)

#8 fabiojappo

    Produttore

  • Moderatore
  • 3863 Messaggi:
  • Location:Alghero
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 20 October 2012 - 06:53 PM

Aggiunta versione "monovolume", a 1cd, grazie al contributo di polpa :)

Inoltre in entrambe le versioni sono stati corretti alcuni refusi.

Approfittatene, il film merita ! :em67:

#9 JulesJT

    Wu-Tang Lover

  • Moderatore
  • 3903 Messaggi:
  • Location:Walhalla degli Otaku
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 24 March 2013 - 01:23 AM

Film molto interessante. Il cinema romeno nasconde diverse chicche..... Non posso non citare il bravissimo regista Nae Caranfil (Filantropica, Restul et Tacere).
Da tenere d'occhio "Oltre le colline - După dealuri" (2012), diretto dal già citato Cristian Mungiu.

Messaggio modificato da JulesJT il 24 March 2013 - 01:23 AM






1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi