Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

[RECE][SUB] Burying Old Alive

Traduzione di creep

4 risposte a questa discussione

#1 creep

    antiluogocomunista

  • Amministratore
  • 5674 Messaggi:
  • Location:Rome
  • Sesso:

Inviato 20 June 2011 - 10:10 AM

Immagine inserita





Burying Old Alive


Goryeojang

고려장






Immagine inserita







Una vedova, accompagnata dal suo giovane figlio Gu-ryeong, si trasferisce in un villaggio rurale per andare in sposa a un uomo del posto. La gente del villaggio segue la tradizione del "Goryeojang", che impone a chiunque abbia raggiunto i settanta anni di età, di salire sulla cima della montagna per morire per il bene dei propri nipoti, che avendo una bocca in meno da sfamare, possono così sopravvivere alla carestia. Il nuovo marito della vedova ha già 10 figli avuti dai precedenti matrimoni. La sciamana del villaggio profetizza che tutti i 10 fratelli saranno uccisi per mano di Gu-ryeong. Appena i 10 fratelli apprendono della predizione, fanno mordere Gu-ryeong da un serpente velenoso allo scopo di ucciderlo, ma questi se la cava pur rimanendo storpio. Dopo quest’incidente, Gu-ryeong e sua madre ricevono dal padre dei 10 fratelli un piccolo appezzamento di terreno e abbandonano la famiglia. Trenta anni dopo, Gu-ryeong (Kim Jin-kyu) sposa una donna sordomuta. I 10 fratelli la stuprano; ella uccide uno di loro e Gu-ryeong è costretto ad ucciderla. Passano altri 10 anni, e gli abitanti del villaggio soffrono una terribile carestia. La sciamana (Jeon Ok) predice che pioverà di nuovo solo se Gu-ryeong porterà sua madre sulla montagna in sacrificio allo Spirito Divino, in osservanza alla tradizione, ma egli si rifiuta.





Immagine inserita







"Tradizione, o identità, al limite di un esaurimento nervoso " (Heo Moon-young)



Goryeojang è il film più rappresentativo del Kim Ki-young degli anni 60, e fa luce sui suoi archetipi cinematografici. Si possono trovare un’ampia gamma di temi a lui cari, inclusi il rigido controllo cinematico dello spazio, le questioni dell’istinto primitivo dell’umanità, l’ossessione per la riproduzione e la sessualità, e il conflitto tra modernità e pre-modernità. Una delle più peculiari caratteristiche di Goryeojang è il fatto che tutte le scene, ad esclusione di una o due, siano state girate in un set. Scegliendo di non celare l’artificialità del set, Kim Ki-young fornì il suo film di una sorta di teatralità. Su di un set artificiale creò un’unità di tempo e di luogo, indipendente dallo spazio e dal tempo reali. In questo luogo, dominato da credenze popolari e da istinti primitivi alimentati dallo stato di necessità, la gente offre bambini in sacrificio, si disfa dei propri genitori senza tanti scrupoli, e l’omicidio non è un dramma per la comunità. L’unico imperativo è la sopravvivenza. La moralità e l’etica non sono fattori da prendere in considerazione, motivo per cui è impossibile stabilire una dicotomia netta tra buoni e cattivi. I dieci fratelli si comportano in quel modo perché indotti dalla carestia e dalla profezia della sciamana, e perfino la madre svela le proprie umanissime contraddizioni nel tragicomico finale. Sebbene il villaggio appaia come un luogo che trascende la realtà, può anche essere visto come un luogo dell’irrazionalità e dell’assurdo, come la cristallizzazione di tutto ciò che sia pre-moderno e che di conseguenza debba essere eliminato con l’avvento della modernità. In questo contesto, diviene possibile interpretare il maggior conflitto presente nel film come lo scontro tra modernità e tradizione, ragione e irrazionalità. Vale a dire che il genitore anziano (o la sciamana) e il figlio Gu-ryeong rappresentano simbolicamente, rispettivamente, l’antico e il nuovo, il pre-moderno e il moderno, e il conflitto tra le due facce di questa medaglia esplode con l’abbattimento dell’antico albero che si staglia nel mezzo del villaggio. Goryeojang espone in maniera evidente il peculiare immaginario del regista Kim Ki-young, che raramente scese a patti con i trend cinematografici del suo tempo. La colonna sonora grottesca che si sente per tutto il film intensifica l’atmosfera orrorifica del film.


Tratto da koreafilm.org

Purtroppo un paio di lunghe sequenze sono sprovviste di video, poiché non più reperibile, ma la visione non è comunque compromessa.







Immagine inserita






Stralci trascritti dal commento del regista Kim Dae-seung e della giornalista cinematografica Lee Yeon-ho sul film, che potete vedere e ascoltare associando il file srt Goryeojang.commento scaricabile dal file zip dei sottotitoli alla traccia video e selezionando la traccia audio 2.

P.s. La traduzione del commento è parziale. Chiunque volesse coprire i buchi non tradotti è ben accetto.





Lee Yeon-ho (giornalista cinematografica)



[...]Molte persone lo paragonano erroneamente a Narayama Bushiko, un film giapponese. Kinoshita Keisuke ne realizzò uno nel 58 e lmamura Shohei ne girò un altro nell'83. Il titolo per entrambi è Narayama Bushiko. Il soggetto è praticamente identico. Kim Ki-young disse che a quei tempi non era possibile visionare direttamente il film originale, ma che si poteva leggere la sceneggiatura. Conosceva il Giapponese e lesse la sceneggiatura. Così nei 5 anni dall'uscita di Narayama Bushiko ebbe il tempo di leggere la sceneggiatura e senza dubbio ne trasse qualche spunto, nonostante il suo lavoro si basasse sul Goryeojang nazionale. Ma non ci fu plagio, visto che non c'è alcuna somiglianza tra i due film. Però le persone che non hanno visto il film potrebbero fraintendere per le evidenti analogie nel soggetto. Vi sono molte differenze con Narayama Bushiko. Narayama Bushiko in realtà si basa su un naturalismo realista, concentrandosi sul tema dell'istinto sessuale, mentre Goryeojang si concentra più sul tema della violenza, del potere e del desiderio; è più vicino a un tema sociopolitico. Perciò c'è un'estrema differenza in entrambi. Anche se il soggetto ricorrente degli anziani abbandonati è identico, lo sviluppo stesso della storia è molto diverso. Kim Ki-young parlava continuamente ed esclusivamente di Shichiro Fukazawa, lo scrittore del romanzo originale da cui era stato tratto il film. I registi a quei tempi erano ispirati dalla letteratura russa o giapponese, ma non potevano vedere i film tratti da quelle sceneggiature. Kim Ki-young ha tratto sicuramente ispirazione dalla sceneggiatura di Narayama Bushiko nel ricavare degli spunti, ma c'era già una storia simile anche in Corea, e fu su questa che si basò per realizzare qualcosa di nuovo.[...]





Immagine inserita






Kim Dae-seung (regista cinematografico)



Un giorno vidi "Goryeojang". Consisteva in una profonda introspezione degli istinti primitivi degli esseri umani. Rimasi sorpreso da quelle scene. Perfino i set e le recitazioni esasperate mi sembravano moderne e sconvolgenti, sebbene il film fosse piuttosto vecchio. Mi colpì molto. E pensai che il mio film "Blood Rain" avesse qualcosa in comune con questo film.
Come Kim Hong-jun disse una volta, c'è una certa analogia tra Blood Rain e Goryeojang. Credo che si riferisse a questa scena. L'opposizione tra una folla accecata dall'ira e uno solo che lotta contro di loro.





Immagine inserita







Genere
Dramma storico

Regia, Sceneggiatura e Produzione
Kim Ki-young

Interpreti
Kim Jin Kyu, Ju Jeung-nyeo,
Lee Ye-chun, Kim Bo-ae,
Kim Dong-won, Park Am,
Jeon Ok, Seok Geum-seong,
Go Seon-ae, Wang Suk-rang

Direttore della Fotografia
Kim Deok-jin

Luci
Gwak Won-bok, Kim Sang-bae,
Seo Byeong-su

Montaggio
Kim Ki-young

Musiche
Han Sang-ki

Direzione artistica
Kim Hyeon-gyun, Park Seok-in



Corea del Sud, 1963, 110'





Immagine inserita
Kim Ki-Young (1922-1998)





Directors on Kim Ki-young

(Interviste sulla figura di Kim Ki-young rivolte a vari registi appartenenti al panorama del cinema coreano contemporaneo)

Sottotitoli

Di seguito alcuni stralci delle interviste





Immagine inserita
PARK Ki-hyung
(Acacia, Secret Tears, Whispering Corridors)



Nei suoi film mostrava cose scioccanti che andavano al di là di ciò che potevamo vedere nei normali drammi televisivi. Faceva già a quel tempo e in Corea quello che io volevo fare. Reputavo i vecchi film estremamente melensi e banali. Fino a che scoprii che c'era un regista che aveva già fatto tali cose. Fu indimenticabile e una grande sorpresa per me.





Immagine inserita
PARK Chan-wook
(Oldboy, I'm a Cyborg, But That's OK, Thirst)



Fin da quando cominciai la mia carriera cinematografica, ogni anziano e autorevole regista mi chiese se avessi lavorato o meno con Kim Ki-young. E mi raccontarono un sacco di aneddoti sul suo conto. In poche parole, dissero che era molto egoista, e che pensava solo a sé stesso, e che possedeva una conoscenza approfondita dei mezzi tecnici. Perciò, visto che le loro doti tecniche non erano eccezionali, era un osso duro con cui misurarsi.
In "Fire Woman 82" del 1982, nel punto culminante della storia, lei beve il veleno e si aggrappa alla gamba di lui che scende al piano di sotto. Quando lui le dice che tornerà dalla moglie, lei lo tiene per la gamba mentre lui scende le scale, e sbatte la testa contro gli scalini, uno dopo l'altro. Fu assolutamente scioccante per me. Il film era per me scioccante fin dall'inizio, visto che non avevo familiarità con i suoi film. Ma quando vidi quella scena, rimasi senza parole.





Immagine inserita
SONG Il-gon
(Feathers in the Wind, Spider Forest, Magicians)



Vedeva un sacco di film. Dava l'impressione d'aver visto tutti i film usciti in quel periodo. Sia quelli in uscita al cinema che quelli in videocassetta. E dopo averli visti li valutava in base a quanto fossero divertenti o noiosi. Mi spiegava le motivazioni per cui quel determinato film era buono, perfino per i film d'azione. Non dava l'impressione di essere un uomo che avesse oltrepassato i settanta o gli ottant'anni. Pareva un bambino innocente o un amico. Sembrava un regista che stava sempre in movimento.
Girai un film dal titolo "Flower lsland". Riguardava il viaggio di tre donne verso un'isola sconosciuta. Una donna che cerca di suicidarsi, una ragazza che ha appena abortito, e un'altra donna che ha accidentalmente ucciso un uomo anziano. Anche "Hunting of Fools" di Kim Ki-young raccontava di un viaggio verso un luogo sconosciuto chiamato Isola del Coniglio, intrapreso da tre persone. Un uomo che è un alcolizzato, un uomo che teme l'inquinamento, e una donna che ha perduto da poco il padre. Pensai che entrambi i film fossero molto simili tra di loro. Due storie riguardanti gente di città traumatizzata che viaggia verso un paradiso sconosciuto. Lo trovai davvero curioso.
Sinceramente, la sua morte per me fu uno shock. Fu come aver assistito agli ultimi giorni di un regista che aveva girato film con tutto il suo cuore e la sua passione per tutta la vita.




Immagine inserita
RYU Seung-wan
(Die Bad, The City of Violence, The Unjust)



Han Jae-gon è un compositore musicale dei miei film. Una volta incontrò Kim Ki-young per una colonna sonora. Fu agli inizi degli anni 90, quando era in voga un famoso gruppo rap. Mi disse che era preoccupato perché non sapeva di cosa avrebbe potuto parlare con un uomo anziano. Ma in un'ora di conversazione, parlarono solo di hip hop. Mi disse che lo aveva davvero stupito, perché il regista conosceva tutto ciò che riguardasse film e musica di quel periodo.[...]
Quando ero un assistente alla regia di Park Chan-wook, vidi "Fire Woman" e rimasi di stucco. Come vidi la videocassetta, restai attonito. Non potevo credere che a quei tempi ci fosse stato un film del genere. Se lo si guarda, si troverà che la storia è ben costruita. Come vidi Nam Gung Won cantare una strana canzone e suonare il piano, pensai che fosse così bizzarro. Ad ogni modo, fu un'esperienza davvero particolare per me.[...]
All'inizio degli anni 90, il termine "cult" andava molto di moda. Qualcosa di grossolano o fatto male, ma carico di energia. La gente andava in cerca di questo genere di film. E alla fine lo trovarono nei film di Kim Ki-young. Ma la cosa ironica era che più tardi scoprii che ai suoi tempi i suoi film erano stati dei grandi successi commerciali. è proprio un mistero. Come potevano diventare successi commerciali dei film così insoliti per i gusti della massa?[...]
Credo di aver sentito questa storia dal regista Park Chan-wook. L'attrice Yoon Yeo-jeong fece il suo debutto con Kim Ki-young. Un suo cruccio era che lavorare con altri registi non la soddisfaceva. Dopo aver lavorato con lui, chi mai l’avrebbe potuta soddisfare come regista? Non saprei dire se per lei sia stato un bene o un male.[...]
Deve essere per me uno sprone per continuare a girare film. Non posso sempre aver successo. Ma a dispetto di ogni fallimento, penso che il mio destino sia quello di continuare per la mia strada senza abbattermi. Vedendo ciò che mi ha mostrato fino al giorno in cui è morto... Quando sento dei suoi preparativi per "Evil Woman"... E quando leggo le sue sceneggiature... mi sento stimolato. Piuttosto che pensare di potergli rassomigliare, penso a lui come a un modello di riferimento nella mia vita.







Immagine inserita
BONG Joon-ho
(Memories of Murder, The Host, Mother)



Il suo primo film che vidi non fu "The Housemaid", ma "Fire Woman". Il "Fire Woman" interpretato da Yoon Yeo-jeong e Nam Gung-won. Sorprendentemente, le videocassette di "Fire Woman" si trovavano in molti videonoleggi. Non credo che sia facile trovarle adesso. Ad ogni modo, presi la videocassetta perché il mio passatempo alle superiori e all'università era di recarmi al distretto di Hwanghak una o due volte al mese. Vi si vendevano libri usati e riviste, LP e cassette pirata. E c'erano videoteche che vendevano videocassette a prezzi stracciati. In quei giorni, scovai nascoste nella polvere parecchie rarità che potevano essere viste solo in una cineteca. Era "Fire Woman", il remake di "The Housemaid", per cui l'attrice Yoon Yeo-jeong vinse il premio come migliore attrice esordiente. Ad ogni modo, vidi per la prima volta quel suo lavoro allora, e rimasi davvero scioccato.
Nam Gung rovescia accidentalmente il bicchiere di soda. Yoon Yeo-jeong pulisce con uno strofinaccio, lo strizza riversando la soda nel bicchiere, e glielo ripassa. Infine, Nam Gung dice a Yoon Yeo-jeong che si sente umiliato e in imbarazzo. Reagì con lo stesso tono di Kim Ki-young. Quella sequenza è assolutamente irresistibile. Mi piacerebbe proprio omaggiare quella scena. Magari in un ristorante simile. L'adoro senza alcun dubbio, "la scena della soda".
Ci fu una storia curiosa quando stavo girando "The Host". Fu una sorta di malinteso. Una donna anziana fu impiegata solo per due riprese. Era stata uno dei personaggi principali in 'leodo'. In quei giorni ero molto impegnato a filmare la scena della folla in delirio. Così filmai sbrigativamente le sue due riprese perché era anziana e non volevo affaticarla. E poi la liquidai subito con un addio. Più tardi, mi resi conto che avevo lavorato con la stessa attrice di Kim Ki-young. Non potevo credere di averla lasciata andare senza aver parlato con lei. Se l'avessi riconosciuta prima, avrei mangiato con lei e le avrei posto un sacco di domande. Del tipo, come Kim Ki-young girò "leodo". Fu un gran peccato.
Mi piacerebbe chiedergli quale sia il suo piatto preferito. E qual è più forte in lui, il desiderio di cibo o di sesso. O quanto fu felice sua moglie quando girò un grande successo come "The Housemaid". Se si pentì di aver fondato una compagnia di produzione, o se era stata una scelta obbligata. Cosa pensasse dell'attrice Lee Hwa-si. Aveva un'aura intorno davvero unica. Era totalmente diversa dalle altre attrici del tempo. Perciò mi piacerebbe chiedergli perché l'avesse scelta la prima volta. Sua moglie era una dentista e lui era un medico, perciò mi chiedo se fosse andato ad aiutarla qualche volta. E da dove provenisse il suo modo di parlare. E se parlasse così anche da bambino. Tipo, "Mamma, voglio il riso." Mi sa che avrei molte cose da chiedergli.





Immagine inserita
UHM Hyae-jung



La superficie delle pareti in "The Housemaid" era davvero unica. Applicò dei motivi sulla parete di calce. E sul piano di sopra, la stanza della cameriera e la stanza con il pianoforte erano collegate da un terrazzo. Pensai che fosse davvero unica la maniera in cui sistemò la casa. Mise una porta a vetri scorrevole nella camera da letto al primo piano. Pensai che aprendola si sarebbe entrati in un soggiorno. Ma alla sua apertura, c'era un letto. Mi colpì molto l'utilizzo degli spazi.





Immagine inserita
JUNG Yoon-chul



Nell'ultima scena di Fire Woman, dopo che tutta la verità è stata rivelata, la moglie cerca di prendere la sua scarpa che fluita nel canale di scolo. Poi l'accompagnatrice copre con l'ombrello la moglie. E ritornano in città, facendo affidamento l'una nell'altra. In quella scena credo che Kim Ki-young abbia voluto non solo criticare la società patriarcale, ma anche parlare della femminilità. Mostrò i limiti della società patriarcale, le sue pressioni e la sua ipocrisia, sottintendendo anche la mutua comprensione tra donne, sebbene non si trattasse di vera e propria solidarietà femminile. Allora capii che il film era molto progressista.





Immagine inserita
SHIN Jae-in



Restituì alla donna il suo ruolo materno. E descrisse l'uomo come una sorta di burattino nelle mani della donna. Se molti film fossero stati fatti così, non li avrei graditi. Era molto irriverente e difficile da vedere. Esprimeva le sue idee dall'inizio alla fine. Quando seppi che rifece più volte i suoi stessi film, pensai che era un individuo davvero originale.





Immagine inserita
OH Seung-wook



Se i film coreani di quei tempi erano puliti con la candeggina, solamente i film di Kim Ki-young emanavano il puzzo di marciume insito nella società coreana. Era come se si sentissero gli odori sudici e disgustosi delle interiora umane. Penso che dagli anni 70 ai primi degli anni 80, solo i suoi film emanassero quell'odore sgradevole di fogna. Così, solo per il fatto che i suoi film esistessero in Corea, molti registi ne trassero ispirazione e incoraggiamento.





Immagine inserita
BYUN Young-joo
(The Murmuring, Ardor, Flying Boys)



Quello che ricordo è che i suoi film erano diversi. In altre parole, mi mostrava ciò che non mi piaceva vedere. Altri film mostravano ciò che era proibito dagli adulti o quello che desideravo vedere. Ma nei miei ricordi, i suoi film mi provocavano un senso di repulsione. Molte erano le volte in cui chiudevo gli occhi.





Immagine inserita
PARK Jin-pyo
(You Are My Sunshine, Voice of a Murderer, Closer to Heaven)



In Promise of the Flesh e nel mio You’re my Sunshine vi sono due scene simili. Davanti al cancello di un carcere un uomo e una donna cercano di raggiungere uno la mano dell'altra, ma a frapporsi tra loro c'è una barriera. La barriera può simboleggiare il pregiudizio o l'idea comunemente accettata di sistema sociale. Vedendoli anelare l'un l'altro al di là della barriera, sebbene lo stile e i luoghi siano piuttosto differenti, ho sentito come se avesse voluto raccontare la mia stessa storia. Effettivamente, nella sua filmografia ci sono alcune delle stesse storie che avevo in progetto di realizzare o che ho intenzione di realizzare in futuro. Affrontai lo stesso tema di "Goryeojang" in un documentario per la TV. All'epoca, avevo deciso di farci un lungometraggio più in là.





Immagine inserita
IM Sang-soo
(La Moglie dell'Avvocato, The President's Last Bang, The Housemaid)



Secondo quanto diceva Yoon Yeo-jeong, quando lavorava con Kim Ki-young, pensava fosse un tipo bizzarro. Sebbene lei non sapesse cosa si stesse per girare, lui le diceva di fare questo e quello molto delicatamente, e creava molte scene raccapriccianti. Lei non sapeva nulla di cosa lui stesse girando o di cosa trattasse il film. Ma se ritorna indietro con la memoria, pensa che sia stato un grande regista. Lui aveva una spiccata propensione a riconoscere le persone che non fossero superficiali. E cercava di far esprimere le loro qualità. Perciò, quando venne a sapere della sua morte, si sentì profondamente addolorata. Perché allora era solo una ragazzina, si alterava facilmente e se ne tornava a casa. Adesso che ha raggiunto la stessa età che aveva lui a quel tempo, si è resa conto di quanto fosse solo. E quando è passato a miglior vita, si è sentita profondamente dispiaciuta per lui.





Immagine inserita
KIM Ji-woon
(A Tale of Two Sisters, A Bittersweet Life, I Saw the Devil)



Pensavo di aver introdotto soluzioni artistiche e fotografiche nel mio film, A Tale of Two Sisters. Ma quando vidi "Fire Woman", trovai delle soluzioni artistiche e grottesche simili anche lì. Perciò pensai che qualche sorta di DNA cinematografico fosse stato ereditato dalla generazione successiva.
I magnifici paesaggi ripresi da Jung ll-seong in Ieodo erano impressionanti. E non posso dimenticare il volto straordinario dell'attrice Lee Hwa-si, così come il volto oscuro di Kim Jung-cheol e la sua interpretazione nichilista. Mi diede l'impressione di essere molto forte, visto che quel genere di personaggio non s'era mai visto.
Ho vissuto non distante dalla casa di Kim Ki-young. Vivevamo a 15 o 20 metri di distanza l'uno dall'altro. Lo vidi casualmente alcuni giorni prima che morisse. Avemmo una gran quantità di neve in quel giorno. C'era un negozio presso la stazione di servizio a Hyehwa. Come stavo uscendo, no, stavo tornando a casa. Stava rincasando in mezzo a tutta quella neve pesante. E la strada era scivolosa. Vidi quell'omone dirigersi verso casa con molta cautela ma a passo spedito. Mi venne in mente di aiutarlo a entrare in casa, o almeno di salutarlo. Ma me ne restai semplicemente lì è lo guardai di spalle. Il suo camminare in fretta e nervosamente, in un giorno di neve come quello... Quell'ultima immagine della sua schiena mi lasciò un ricordo indelebile. Pochi giorni dopo quella notte, stavo guidando su quella strada. Era tutta ricoperta d'acqua. L'intera strada fino al viale era invasa dall'acqua. Stavo giusto passando per i fatti miei. Un nastro della polizia circondava tutta la sua abitazione e il cancello era stato completamente distrutto dal fuoco. Venni a sapere della sua morte quella sera. Avevo queste impressioni e questi ricordi di lui.











Altri film di Kim Ki-young presenti su AsianWorld:


Yangsan Province
The Housemaid
The Sea Knows
Woman of Fire
The Insect Woman
Promise of the Flesh
Ieoh Island
A Woman After a Killer Butterfly
Woman of Water
The Woman of Fire '82
Carnivorous Animal




Sottotitoli







Ordina il DVD su

Immagine inserita













Immagine inserita


#2 battleroyale

    Kimkidukkiano Bjorkofilo

  • Collaboratore
  • 4424 Messaggi:
  • Location:Lecco
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 20 June 2011 - 11:07 AM

Kim ki-young! :em83: :em16: :em16: :)

G O D O! :em28: :em28: :em28: :em28:

Grazie anche per la splendida e succosa recensione, creep! :)
Sweet Like Harmony, Made Into Flesh... You dance by my side, children sublime!


Immagine inserita



Le mie recensioni cinematografiche: http://matteo-bjork-...i.blogspot.com/

Lungometraggi subbati per aw: Lunchbox, Wool 100% , Tomie: Revenge, Sexual Parasite: Killer Pussy, Pray, Violated Angels, Go Go Second Time Virgin (Migliore attrice al XIV AW Award), A Slit-Mouthed Woman, Kuchisake, Teenage Hooker Became Killing Machine In DaeHakRoh, Marronnier, Raigyo, X-Cross, Loft (premio alla miglior regia al XV AW Award), The House, Evil Dead Trap 2 , Id, Female Market, The Coffin, Art Of The Devil 3, Coming Soon, Wife Collector, Nang Nak , Whispering Corridors 5: A Blood Pledge, Grotesque, Gonin, 4bia , Lover, Unborn But Forgotten, Life Is Cool , Serial Rapist, Noisy Requiem, Pig Chicken Suicide, Tamami: The Baby's Curse, Nymph, Blissfully Yours, La Belle, February 29, The Cut, Zinda, Rule Number One, Creepy Hide And Seek, M, Visage, Female, Naked Pursuit, Today And The Other Days, Red To Kill, Embracing, Kaleidoscope, Sky, Wind, Fire, Water, Earth, Letter From A Yellow Cherry Blossom, The Third Eye, 4bia 2, The Whispering Of The Gods, My Ex, The Burning, The Haunted Apartments, Vegetarian, Vanished, Forbidden Siren, Hole In The Sky (fabiojappo feat. battleroyale), Invitation Only, Night And Day, My Daughter, Amphetamine, Soundless Wind Chime, Child's Eye, Poetry, Oki's Movie , Natalie, Acqua Tiepida Sotto Un Ponte Rosso, The Echo, Gelatin Silver, Love, Help, Hazard, Late Bloomer, Routine Holiday, Olgami- The Hole, Caterpillar, The Commitment, Raffles Hotel, Ocean Flame, The Sylvian Experiments, Bloody Beach, The Vanished, Dream Affection, White: The Melody Of The Curse, Eighteen, I Am Keiko, Guilty Of Romance, Muscle, Birthday, Journey To Japan, POV: A Cursed Film, Exhausted, Uniform Virgin: The Prey, Gimme Shelter

Serie tv subbate per aw: Prayer Beads

Cortometraggi subbati per aw: Guinea Pig: Flowers Of Flesh And Blood, Guinea Pig: Mermaid In The Manhole, Guinea Pig: He Never Dies ,4444444444, Katasumi , Tokyo Scanner, Boy Meets Boy , Kyoko Vs. Yuki, Dead Girl Walking, Sinking Into The Moon, Suicidal Variations, House Of Bugs, Tokyo March, Emperor Tomato Ketchup, Birth/Mother, I Graduated, But..., Fighting Friends, Ketika, Lalu dan Akhirnya, South Of South, Incoherence, Imagine

L'altro Cinema: Drawing Restraint 9 , La Concejala Antropofaga, Subjektitüde

Inwork: Rec (60%), Kisses (50%), Serbis (90%)

#3 Picchi

    Operatore luci

  • Membro
  • 452 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 20 June 2011 - 11:12 AM

Grazie, grazie, grazie Creep! :em83: :em16: :em16:

"猿も木から落ちる" (Anche le scimmie cadono dagli alberi)





Immagine inserita


#4 Cignoman

    Direttore del montaggio

  • Membro storico
  • 2847 Messaggi:
  • Location:Nowhere
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 20 June 2011 - 12:59 PM

Grande creep ! ! ! Ci hai fatto un magnifico dono, l'ennesimo!

Immagine inserita


#5 ronnydaca

    Cameraman

  • Membro
  • 803 Messaggi:
  • Location:Sardegna
  • Sesso:

Inviato 20 June 2011 - 05:57 PM

Grazie ;-)
Sembra una chicca.

In attesa di migrazione






1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi