Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

[RECE][SUB] Hazard

traduzione di battleroyale

13 risposte a questa discussione

#1 battleroyale

    Kimkidukkiano Bjorkofilo

  • Collaboratore
  • 4424 Messaggi:
  • Location:Lecco
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 14 May 2011 - 08:15 PM

Hazard

Immagine inserita



Titolo: Hazard
Titolo Originale: Hazard
Produzione: Giappone, 2005
Genere: Drammatico/Azione
Durata: 103'
Regia: Sono Shion
Con: Jô Odagiri, Jai West, Motoki Fukami, Hiroyuki Ikeuchi, Rin Kurana, Saya Hagiwara, Garth Burton, Richard Brundage, Rachel Germaine, Carson Grant, Kenjiro Ishimaru.
Imdb: 6.5/10 (124 voti) http://www.imdb.com/title/tt0798722/
Traduzione: battleroyale
Versione: INT 2CD



Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita


Shin è un ragazzo giapponese annoiato dall'eccessiva tranquillità del suo paese e che si trasferisce a New York, la città con il più alto tasso di criminalià del mondo, per raggiungere i suoi sogni: divertimento, rischio, eccitazione. Lì, incontrerà Lee e Takeda, due giapponesi immigrati come lui, che guadagnano da vivere con gelati "speciali", rapine e furti. Sarà l'inizio una bellissima amicizia tra le strade newyorkesi fatta di scherzi, droga, violenza, amore e poesia, che è destinata, però, ad avere tragiche conseguenze...


Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita


Sion Sono è e resta uno dei più grandi e originali registi contemporanei, giapponesi e non, grazie ad una filmografia che eccede in capolavori, o film enormi. La sua è una poetica fortemente nichilista che lo porta a sovrastare persino il maestro Miike, la cui filmografia, più prolifica è però molto più altalenante, proprio perchè cosciente della propria espressività e della propria arte.

"Hazard", titolo rimasto eclissato dai più famosi, e ugualmente devastanti "Suicide Club", "Strange Circus", "Noriko's Dinner Table" e "Love Exposure", è il colpo basso di Sion Sono, che scansa le sue situazioni surreali-grottesche in un contesto di disturbo e tristezza sul male di vivere, che l'hanno reso famoso, in favore di un film più canonico, ma non meno bello.


"Hazard" è uno sputo in pieno viso, un feroce grido generazionale, girato tutto in digitale, con telecamera a mano e una fotografia sgranatissima, è più di un coming-of-age: è la solita, schizofrenica e appassionata danza nel cinema di Sion Sono, con immagini indimenticabili (bellissima la scena del penny invisibile lanciato nello jazz- bar o magnifica quella, brevissima, della foto di Nancy che fluttua nel sangue tra i petali di rosa), e buia, buissima freddezza (bellissima tutta la parte finale, dove i corpi cadono sotto i proiettili in assoluto silenzio).

Gli squarci della New York più decadente diventano il teatro dell'incomunicabilità (insistita l'incomprensione tra due lingue -inglese e giapponese- diverse, che spesso sfocia nel razzismo) e della desolatezza, ma anche della ricerca di sé stessi o il tentativo di afferrare i propri sogni.


Illuminante lo splendido finale, dove i colori diventano gradualmente bianco e nero, senza che lo spettatore passivo se ne accorga, e che si conclude tagliando il film dove sarebbe dovuto continuare. Perchè è giusto così, perchè abbiamo già sofferto e vissuto abbastanza con Shin, l'antieroe di Sono per eccellenza, interpretato da un bravo Odagiri.

Un piccolo, grande, film da recuperare.



Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita


(Approfondimento di Anna Maria Pelella per cinemaitalia.it)

Il surrealismo asiatico e le derive dello spirito al cinema!

Sono Sion nasce a Toyokawa in Giappone nel 1961. Ottiene i suoi primi riconoscimenti come poeta, già a 17 anni, quando i suoi lavori vengono pubblicati sul The Modern Poem Book. Frequenta l'università di Housei e nel frattempo si dedica al suo primo lavoro come regista, il cortometraggio I am Sono Sion!! (Ore wa Sion Sono da!! 1985) in realtà una lettura delle sue poesie, cui fa seguito il suo primo lungometraggio: Bicycle sigh (Jitensha Toiki) nel 1990.
Il suo lavoro successivo, The Room (Heya 1992) vince il Premio della Giuria al Tokyo Sundance Film Festival. Si tratta di una bizzarra storia incentrata su un killer seriale che cerca una stanza in cui nascondersi.
Mentre il film fa il giro dei festival europei, Sono Sion si dedica alla recitazione, nel film I Hate You... Not (Kirai...Janaijo 1991) attirando così l'attenzione dei registi francesi Jean-Jacques Beineix e Jackie Bastide, che useranno le sue poesie per il documentario Otaku che racconta della scena del post-modernismo giapponese.

Il suo primo grosso successo internazionale è Suicide Circle (Jisatsu Saakuru 2002) che si fa notare contemporaneamente dal pubblico e dalla critica, la quale gli tributa numerosi riconoscimenti, primo fra tutti il premio della giuria al Fant-Asia Film Festival. L'ormai famosissima scena iniziale gli vale l'attenzione dei fan europei, i quali creano un passa parola in rete che precede spesso le proiezioni in sala. La trama è basata su una leggenda metropolitana, successivamente avveratasi, che vuole i giovani giapponesi impegnati in suicidi organizzati attraverso la rete. L'opera in sè presenta un pessimismo di fondo piuttosto disturbante, ma è senz'altro uno dei migliori lavori che il Giappone abbia prodotto negli ultimi anni.
I personaggi sono terribilmente attuali, oggi più che mai, dal momento che in Giappone si è avuta una grossa impennata di suicidi, e la rappresentazione seppure cruda non appare mai gratuita. Sono Sion mostra in questo film la sua grande maestria nel raccontare per immagini quello che è il disagio di un'intera società, senza mai scadere nel compiacimento per la riuscita capacità di rappresentazione di contenuti altrove impensabili. Il personaggio di Mitsuko e quello di Genesis, il Charles Manson dell'era informatica, rappresentano le due facce di un fenomeno sociale la cui distruttività esce con violenza dallo schermo per venire ad inquietarci fin dentro il cuore, e a nulla valgono le blande rassicurazioni del finale, che suggerisce più che mostrare, una speranza di cambiamento che può solo venire dall'interno.

Noriko's Dinner Table (Noriko no shokutaku) è annunciato come il seguito del precedente film, forse per sfruttare la nascente popolarità del regista, dal momento che tocca solo di sfuggita i temi presenti in Suicide Circle.
Quello che invece emerge nella narrazione è l'interesse del regista per alcuni argomenti che saranno ancora più centrali nelle sue opere successive: le famiglie disfunzionali e la solitudine che diventa alienazione nella società giapponese.
Noriko è una ragazza che lascia la sua casa e si reca a Tokyo con in mano soltanto un indirizzo reperito in rete.
Raggiunta la città si mette in contatto con Kumiko, che lavora in una bizzarra agenzia la quale noleggia parenti per le persone sole, e decide di lavorare con lei. Il film è una dolorosa riflessione sul tema dell'incomunicabilità e sulla solitudine, viste come le due facce dell'alienazione che opprime la società giapponese. La rappresentazione è minimale, in tal modo viene esaltata l'emotività sotterranea presente all'interno della dinamica del racconto, e le scene a mano a mano più coinvolgenti raccontano senza sconti la vera natura di un processo di progressiva alienazione con cui i membri di ogni famiglia giapponese si trova a fare i conti. La mancata comunicazione delle emozioni crea un divario tra sentimenti e rappresentazioni, essendo queste ultime la sola via riconosciuta di appagamento che i protagonisti si concedono.
Noriko lascia la sua casa e va a vendere la sua presenza come figlia in casa di sconosciuti, coi quali si concede un rapporto familiare che non aveva mai sperimentato in precedenza.
E questo aprirà la strada alla tragedia, nel momento in cui la sua famiglia, che non ha mai rinunciato a cercarla, si troverà di fronte alla realtà.


Il successivo Strange Circus (Kimyô na sâkasu) rappresenta a tutt'oggi il punto più alto raggiunto dalla cinematografia di Sono Sion. Ambizioso sia nel plot che nella rappresentazione, si tratta comunque di un film dai contenuti molto duri, che rappresentati in quella che appare la raggiunta maturità artistica del regista, contribuiscono nell'insinuare quell'inquietudine nello spettatore, che da sempre sembra l'obiettivo del cineasta giapponese. Strange Circus si apre con una storia di abuso e si chiude con una spiegazione solo parziale dell'intera portata di questo avvenimento, il quale viene anche mostrato nei suoi particolari e nelle terribili conseguenze, senza quasi nessuna censura. Il racconto si dipana avvincente per l'intera durata del film senza mai stancare, anzi acquisendo a mano a mano complessità e regalando più di un capovolgimento, in un uso assolutamente innovativo dell'acquisizione di informazioni attraverso il cambio di prospettiva, che contribuisce non poco all'estetica della rappresentazione di contenuti tanto personali quanto disturbanti.



La messa in scena barocca con ammiccamenti ai maestri europei, primo fra tutti Fellini, è il punto forte dell'intera operazione, che comunque appare sostenuta dalla portentosa prova di recitazione di Masumi Miyazaki. Il confronto finale tra Masumi Miyazaki e Ishida Issei crea un forte contrasto drammatico e nel contempo poetico, che rimane a tutt'oggi insuperato. E il continuo insinuare frammenti di sogno nella narrazione ha il compito non facile di alleggerirne i contenuti, e contemporaneamente rendere fruibile una storia per alcuni versi insostenibile.

Hazard invece si riallaccia stilisticamente sia alla Nouvelle Vague di Godard che al Dogma di Von Trier, ed è girato esclusivamente in digitale, con camera a mano in uno stile semidocumentaristico, praticamente senza un budget e senza autorizzazioni. Narra la storia di Shinichi (Odagiri Joe) uno studente di college che, sentendosi intrappolato dalla pressione sociale della società giapponese e dalla routine in cui sembra scivolare la sua vita, decide di abbandonare tutto e di partire per New York. Appena arrivato in città, viene rapinato. Affamato e senza un soldo, si dirige verso un piccolo supermarket, dove cerca di rubare una ciambella. Viene sorpreso da Lee e Takeda, due ragazzi giapponesi che rapinano il negozio e, avendolo preso in simpatia, lo portano con loro. Comincia così un racconto di amicizia, rapine, poesia, droga e violenza, dove Shinichi sperimenterà una libertà sconosciuta nel suo paese d'origine, ma dovrà anche confrontarsi con il razzismo e la violenza della società americana. Le scene notturne, girate comunque con un tocco decisamente particolare, hanno il sapore sgranato nella New York di Mean Street e di Taxi driver e Sono Sion mette in scena con grande freschezza un classico romanzo di formazione, che si conclude con il ritorno di Shinichi in Giappone.

Exte: Hair Extensions (Ekusute) è una riuscita reinterpretazione del j-horror che mescola abilmente gli stereotipi del genere senza per questo rinunciare alla rappresentazione surrealista tipica del regista la quale, in alcuni momenti travolge lo spettatore con contenuti assolutamente innovativi in seno a quello che si vorrebbe un normale film horror, apparentemente senza troppe pretese. La storia è incentrata sull'utilizzo di hair extension invasate dal fantasma della defunta proprietaria, morta in circostanze tragiche e in odore di leggenda metropolitana dal sapore tutto asiatico. Yuko, una bravissima Chiaki Kuriyama, già Gogo Yubari per Tarantino, incappa casualmente nelle extension possedute e fa la conoscenza di un feticista dei capelli, Yamazaki, il convincente Ren Osugi, visto in molte opere di Miike Takashi, che si è portato a casa il cadavere che ha dato origine al tutto. La regia è personalissima e, nonostante la debolezza della trama, riesce a raccontare in maniera innovativa una storia che in mano ad un regista meno ispirato sarebbe di sicuro passata inosservata. L'uso abile della camera a mano e la sottile ironia servono da sottofondo per il racconto delle tematiche care al regista, prima fra tutte la famiglia disfunzionale e l'abuso infantile e subito dopo la perversione tout court. E sebbene non si tratti di un capolavoro, siamo pur sempre in presenza di un cinema ispirato ed in ogni caso originale.



Immagine inserita

Immagine inserita





:em41: :em41: BUONA VISIONE! :em41: :em41:



Allega file  Hazard.Asianworld.zip   12.25K   141 Numero di downloads




Ordina il DVD su

Immagine inserita


Messaggio modificato da fabiojappo il 10 June 2014 - 05:52 PM

Sweet Like Harmony, Made Into Flesh... You dance by my side, children sublime!


Immagine inserita



Le mie recensioni cinematografiche: http://matteo-bjork-...i.blogspot.com/

Lungometraggi subbati per aw: Lunchbox, Wool 100% , Tomie: Revenge, Sexual Parasite: Killer Pussy, Pray, Violated Angels, Go Go Second Time Virgin (Migliore attrice al XIV AW Award), A Slit-Mouthed Woman, Kuchisake, Teenage Hooker Became Killing Machine In DaeHakRoh, Marronnier, Raigyo, X-Cross, Loft (premio alla miglior regia al XV AW Award), The House, Evil Dead Trap 2 , Id, Female Market, The Coffin, Art Of The Devil 3, Coming Soon, Wife Collector, Nang Nak , Whispering Corridors 5: A Blood Pledge, Grotesque, Gonin, 4bia , Lover, Unborn But Forgotten, Life Is Cool , Serial Rapist, Noisy Requiem, Pig Chicken Suicide, Tamami: The Baby's Curse, Nymph, Blissfully Yours, La Belle, February 29, The Cut, Zinda, Rule Number One, Creepy Hide And Seek, M, Visage, Female, Naked Pursuit, Today And The Other Days, Red To Kill, Embracing, Kaleidoscope, Sky, Wind, Fire, Water, Earth, Letter From A Yellow Cherry Blossom, The Third Eye, 4bia 2, The Whispering Of The Gods, My Ex, The Burning, The Haunted Apartments, Vegetarian, Vanished, Forbidden Siren, Hole In The Sky (fabiojappo feat. battleroyale), Invitation Only, Night And Day, My Daughter, Amphetamine, Soundless Wind Chime, Child's Eye, Poetry, Oki's Movie , Natalie, Acqua Tiepida Sotto Un Ponte Rosso, The Echo, Gelatin Silver, Love, Help, Hazard, Late Bloomer, Routine Holiday, Olgami- The Hole, Caterpillar, The Commitment, Raffles Hotel, Ocean Flame, The Sylvian Experiments, Bloody Beach, The Vanished, Dream Affection, White: The Melody Of The Curse, Eighteen, I Am Keiko, Guilty Of Romance, Muscle, Birthday, Journey To Japan, POV: A Cursed Film, Exhausted, Uniform Virgin: The Prey, Gimme Shelter

Serie tv subbate per aw: Prayer Beads

Cortometraggi subbati per aw: Guinea Pig: Flowers Of Flesh And Blood, Guinea Pig: Mermaid In The Manhole, Guinea Pig: He Never Dies ,4444444444, Katasumi , Tokyo Scanner, Boy Meets Boy , Kyoko Vs. Yuki, Dead Girl Walking, Sinking Into The Moon, Suicidal Variations, House Of Bugs, Tokyo March, Emperor Tomato Ketchup, Birth/Mother, I Graduated, But..., Fighting Friends, Ketika, Lalu dan Akhirnya, South Of South, Incoherence, Imagine

L'altro Cinema: Drawing Restraint 9 , La Concejala Antropofaga, Subjektitüde

Inwork: Rec (60%), Kisses (50%), Serbis (90%)

#2 Cignoman

    Direttore del montaggio

  • Membro storico
  • 2847 Messaggi:
  • Location:Nowhere
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 15 May 2011 - 11:21 AM

Ottimo battle, pane per i nostri denti! Suggerirei di ridurre un po' la dimensione del font perché è venuto un po' lungo il post, hehehe...
P.S.
New York non può essere la città con il più alto tasso di criminalità del mondo: Johannesburg, Caracas, San Paolo, Freetown, Kingston dove le mettiamo? Ok, è un film... Confronto a Tokyo, anche Treviso è un covo di malviventi, d'altronde.

Messaggio modificato da Cignoman il 15 May 2011 - 11:40 AM

Immagine inserita


#3 battleroyale

    Kimkidukkiano Bjorkofilo

  • Collaboratore
  • 4424 Messaggi:
  • Location:Lecco
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 15 May 2011 - 07:47 PM

Visualizza MessaggioCignoman, il 15 May 2011 - 11:21 AM, ha scritto:


New York non può essere la città con il più alto tasso di criminalità del mondo: Johannesburg, Caracas, San Paolo, Freetown, Kingston dove le mettiamo? Ok, è un film... Confronto a Tokyo, anche Treviso è un covo di malviventi, d'altronde.

L'ho scritto perchè nel film viene proprio detto così! :em83: :em83: :em83:
Sweet Like Harmony, Made Into Flesh... You dance by my side, children sublime!


Immagine inserita



Le mie recensioni cinematografiche: http://matteo-bjork-...i.blogspot.com/

Lungometraggi subbati per aw: Lunchbox, Wool 100% , Tomie: Revenge, Sexual Parasite: Killer Pussy, Pray, Violated Angels, Go Go Second Time Virgin (Migliore attrice al XIV AW Award), A Slit-Mouthed Woman, Kuchisake, Teenage Hooker Became Killing Machine In DaeHakRoh, Marronnier, Raigyo, X-Cross, Loft (premio alla miglior regia al XV AW Award), The House, Evil Dead Trap 2 , Id, Female Market, The Coffin, Art Of The Devil 3, Coming Soon, Wife Collector, Nang Nak , Whispering Corridors 5: A Blood Pledge, Grotesque, Gonin, 4bia , Lover, Unborn But Forgotten, Life Is Cool , Serial Rapist, Noisy Requiem, Pig Chicken Suicide, Tamami: The Baby's Curse, Nymph, Blissfully Yours, La Belle, February 29, The Cut, Zinda, Rule Number One, Creepy Hide And Seek, M, Visage, Female, Naked Pursuit, Today And The Other Days, Red To Kill, Embracing, Kaleidoscope, Sky, Wind, Fire, Water, Earth, Letter From A Yellow Cherry Blossom, The Third Eye, 4bia 2, The Whispering Of The Gods, My Ex, The Burning, The Haunted Apartments, Vegetarian, Vanished, Forbidden Siren, Hole In The Sky (fabiojappo feat. battleroyale), Invitation Only, Night And Day, My Daughter, Amphetamine, Soundless Wind Chime, Child's Eye, Poetry, Oki's Movie , Natalie, Acqua Tiepida Sotto Un Ponte Rosso, The Echo, Gelatin Silver, Love, Help, Hazard, Late Bloomer, Routine Holiday, Olgami- The Hole, Caterpillar, The Commitment, Raffles Hotel, Ocean Flame, The Sylvian Experiments, Bloody Beach, The Vanished, Dream Affection, White: The Melody Of The Curse, Eighteen, I Am Keiko, Guilty Of Romance, Muscle, Birthday, Journey To Japan, POV: A Cursed Film, Exhausted, Uniform Virgin: The Prey, Gimme Shelter

Serie tv subbate per aw: Prayer Beads

Cortometraggi subbati per aw: Guinea Pig: Flowers Of Flesh And Blood, Guinea Pig: Mermaid In The Manhole, Guinea Pig: He Never Dies ,4444444444, Katasumi , Tokyo Scanner, Boy Meets Boy , Kyoko Vs. Yuki, Dead Girl Walking, Sinking Into The Moon, Suicidal Variations, House Of Bugs, Tokyo March, Emperor Tomato Ketchup, Birth/Mother, I Graduated, But..., Fighting Friends, Ketika, Lalu dan Akhirnya, South Of South, Incoherence, Imagine

L'altro Cinema: Drawing Restraint 9 , La Concejala Antropofaga, Subjektitüde

Inwork: Rec (60%), Kisses (50%), Serbis (90%)

#4 Cignoman

    Direttore del montaggio

  • Membro storico
  • 2847 Messaggi:
  • Location:Nowhere
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 15 May 2011 - 08:51 PM

Visualizza Messaggiobattleroyale, il 15 May 2011 - 07:47 PM, ha scritto:

L'ho scritto perchè nel film viene proprio detto così! :em83: :em83: :em41:
S.P.Q.J. ! :em83:

Immagine inserita


#5 paolone_fr

    GeGno del Male

  • Disattivato
  • 6977 Messaggi:
  • Sesso:

Inviato 16 May 2011 - 11:11 AM

gran bel film, questo.
tra i migliori di sion sono, quando ancora faceva film interessanti e non lunghissime masturbazioni per se stesso e i fan.

#6 LL ©

    Operatore luci

  • Membro
  • 472 Messaggi:
  • Location:Olduvai
  • Sesso:

Inviato 16 May 2011 - 07:59 PM

non so nulla di questo film.. ma amo sion sono Immagine inserita !
(e mi fido dei vostri giudizi)

GRAZIE INFINITE BATTLE!! Immagine inserita
SOTTOTITOLI TRADOTTI PER ASIAN WORLD
Tomato kecchappu kôtei / Shūji Terayama / 1970

SOTTOTITOLI TRADOTTI PER ALTRO CINEMA
Honor de cavallería / Albert Serra / 2006 ◦ Un chapeau de paille d'Italie / René Clair / 1927 ◦ Thaïs / Anton Giulio Bragaglia / 1916

"Le cinéma est une invention sans avenir" (Louis Lumière)

Decorato al petto di rarissima medaglia di Uomo Tette™ dal Reverendo lordevol in data 08/07/2013

#7 battleroyale

    Kimkidukkiano Bjorkofilo

  • Collaboratore
  • 4424 Messaggi:
  • Location:Lecco
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 17 May 2011 - 06:25 PM

Visualizza MessaggioLL a.k.a. 107, il 16 May 2011 - 07:59 PM, ha scritto:


GRAZIE INFINITE BATTLE!! Immagine inserita

Di niente :)
Anzi, grazie a te che ami il grande cinema :em41: :em41:
Sweet Like Harmony, Made Into Flesh... You dance by my side, children sublime!


Immagine inserita



Le mie recensioni cinematografiche: http://matteo-bjork-...i.blogspot.com/

Lungometraggi subbati per aw: Lunchbox, Wool 100% , Tomie: Revenge, Sexual Parasite: Killer Pussy, Pray, Violated Angels, Go Go Second Time Virgin (Migliore attrice al XIV AW Award), A Slit-Mouthed Woman, Kuchisake, Teenage Hooker Became Killing Machine In DaeHakRoh, Marronnier, Raigyo, X-Cross, Loft (premio alla miglior regia al XV AW Award), The House, Evil Dead Trap 2 , Id, Female Market, The Coffin, Art Of The Devil 3, Coming Soon, Wife Collector, Nang Nak , Whispering Corridors 5: A Blood Pledge, Grotesque, Gonin, 4bia , Lover, Unborn But Forgotten, Life Is Cool , Serial Rapist, Noisy Requiem, Pig Chicken Suicide, Tamami: The Baby's Curse, Nymph, Blissfully Yours, La Belle, February 29, The Cut, Zinda, Rule Number One, Creepy Hide And Seek, M, Visage, Female, Naked Pursuit, Today And The Other Days, Red To Kill, Embracing, Kaleidoscope, Sky, Wind, Fire, Water, Earth, Letter From A Yellow Cherry Blossom, The Third Eye, 4bia 2, The Whispering Of The Gods, My Ex, The Burning, The Haunted Apartments, Vegetarian, Vanished, Forbidden Siren, Hole In The Sky (fabiojappo feat. battleroyale), Invitation Only, Night And Day, My Daughter, Amphetamine, Soundless Wind Chime, Child's Eye, Poetry, Oki's Movie , Natalie, Acqua Tiepida Sotto Un Ponte Rosso, The Echo, Gelatin Silver, Love, Help, Hazard, Late Bloomer, Routine Holiday, Olgami- The Hole, Caterpillar, The Commitment, Raffles Hotel, Ocean Flame, The Sylvian Experiments, Bloody Beach, The Vanished, Dream Affection, White: The Melody Of The Curse, Eighteen, I Am Keiko, Guilty Of Romance, Muscle, Birthday, Journey To Japan, POV: A Cursed Film, Exhausted, Uniform Virgin: The Prey, Gimme Shelter

Serie tv subbate per aw: Prayer Beads

Cortometraggi subbati per aw: Guinea Pig: Flowers Of Flesh And Blood, Guinea Pig: Mermaid In The Manhole, Guinea Pig: He Never Dies ,4444444444, Katasumi , Tokyo Scanner, Boy Meets Boy , Kyoko Vs. Yuki, Dead Girl Walking, Sinking Into The Moon, Suicidal Variations, House Of Bugs, Tokyo March, Emperor Tomato Ketchup, Birth/Mother, I Graduated, But..., Fighting Friends, Ketika, Lalu dan Akhirnya, South Of South, Incoherence, Imagine

L'altro Cinema: Drawing Restraint 9 , La Concejala Antropofaga, Subjektitüde

Inwork: Rec (60%), Kisses (50%), Serbis (90%)

#8 Shimamura

    Agente del Caos

  • Moderatore
  • 3569 Messaggi:
  • Location:La fine del mondo
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 18 May 2011 - 02:41 PM

Grazie mille! lo vedo appena il corriere me o manda!

Hear Me Talkin' to Ya




Subtitles for AsianWorld:
AsianCinema: Laura (Rolla, 1974), di Terayama Shuji; Day Dream (Hakujitsumu, 1964), di Takechi Tetsuji; Crossways (Jujiro, 1928), di Kinugasa Teinosuke; The Rebirth (Ai no yokan, 2007), di Kobayashi Masahiro; (/w trashit) Air Doll (Kuki ningyo, 2009), di Koreeda Hirokazu; Farewell to the Ark (Saraba hakobune, 1984), di Terayama Shuji; Violent Virgin (Shojo geba-geba, 1969), di Wakamatsu Koji; OneDay (You yii tian, 2010), di Hou Chi-Jan; Rain Dogs (Tay yang yue, 2006), di Ho Yuhang; Tokyo Olympiad (Tokyo Orimpikku, 1965), di Ichikawa Kon; Secrets Behind the Wall (Kabe no naka no himegoto, 1965) di Wakamatsu Koji; Black Snow (Kuroi yuki, 1965), di Takechi Tetsuji; A City of Sadness (Bēiqíng chéngshì, 1989), di Hou Hsiao-hsien; Silence Has no Wings (Tobenai chinmoku, 1966), di Kuroki Kazuo; Nanami: Inferno of First Love (Hatsukoi: Jigoku-hen, 1968) di Hani Susumu; The Man Who Left His Will on Film (Tokyo senso sengo hiwa, 1970), di Oshima Nagisa.
AltroCinema: Polytechnique (2009), di Denis Villeneuve ; Mishima, a Life in Four Chapters (1985), di Paul Schrader; Silent Souls (Ovsyanky, 2010), di Aleksei Fedorchenko; La petite vendeuse de soleil (1999), di Djibril Diop Mambéty; Touki Bouki (1973), di Djibril Diop Mambéty.
Focus: Art Theatre Guild of Japan
Recensioni per AsianWorld: Bakushu di Ozu Yasujiro (1951); Bashun di Ozu Yasujiro (1949); Narayama bushiko di Imamura Shohei (1983).

#9 LL ©

    Operatore luci

  • Membro
  • 472 Messaggi:
  • Location:Olduvai
  • Sesso:

Inviato 24 October 2011 - 06:58 PM

stavo sbirciando qua e la in hazard per salvarmi dei frame.. e guarda un po' chi mi becco..

Immagine inserita

se non sbaglio si tratta di Sono giusto?
ora mi ronza in testa il pensiero che nei suoi film, magari non in tutti, ci sia un suo cameo (come anche in guilty of romance).. devo trovare il tempo per indagare..
SOTTOTITOLI TRADOTTI PER ASIAN WORLD
Tomato kecchappu kôtei / Shūji Terayama / 1970

SOTTOTITOLI TRADOTTI PER ALTRO CINEMA
Honor de cavallería / Albert Serra / 2006 ◦ Un chapeau de paille d'Italie / René Clair / 1927 ◦ Thaïs / Anton Giulio Bragaglia / 1916

"Le cinéma est une invention sans avenir" (Louis Lumière)

Decorato al petto di rarissima medaglia di Uomo Tette™ dal Reverendo lordevol in data 08/07/2013





1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi