Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

[RECE][SUB] Fish Story

Traduzione di Alcor

54 risposte a questa discussione

#1 Alcor

    Microfonista

  • Membro
  • 193 Messaggi:
  • Location:Sarmeola di Rubano (PD)
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 03 April 2010 - 08:35 AM

Immagine inserita

versione GINJI 1cd


Titolo internazionale: Fish Story
Titolo originale: Fisshu Sutôrî
Paese: Giappone
Anno: 2009
Genere: Commedia
Durata: 112 minuti
Regia: Yoshihiro Nakamura
Sceneggiatura: Tamio Hayashi

Website: fishstory-movie.jp

CAST
Nao Omori, Mirai Moriyama, Kengo Kora
Mikako Tabe, Atsushi Itô, Gaku Hamada




TRAMA


Anno 2012. Mancano poche ore allo schianto di un enorme meteorite in grado di provocare uno tsunami tale da sommergere l'intero Giappone. In una Tokyo deserta, dentro ad un piccolo negozio di dischi, attendono il catastrofico evento il proprietario, un cliente abituale, e un misterioso passante. Quest'ultimo aspetta la fine con gioia e liberazione. Gli altri due invece sono fiduciosi che la musica, o qualche supereroe, riuscirà a salvare il mondo.
Durante l'attesa la narrazione si sposta nel tempo, raccontando 3 piccole vicende accadute in anni precedenti: una serata del 1982 in cui uno studente timido e codardo è costretto a fare da autista al bullo della scuola, e ad accompagnare lui e il suo amico ad un incontro con delle ragazze; nel 2009 una studentessa narcolettica si ritrova su un traghetto che viene dirottato da un gruppo armato; nel 1975 un piccolo gruppo punk, scaricato dalla propria etichetta discografica, deve terminare la registrazione dell'ultimo album prima dello scioglimento definitivo.




RECENSIONE


9° film di Yoshihiro Nakamura, regista poliedrico in grado di affrontare i generi più disparati, dal medical-thriller di The Glorious Team Batista e The Triumphant General Rouge all'horror di The Booth, passando per la commedia esistenziale di The Two In Tracksuits.
Fish Story è un film molto particolare e difficilmente circoscrivibile ad un genere solo.
Molto si è detto e scritto su questa pellicola, e non sono mancati paragoni tra i più disparati. C'è chi ci ha visto molto Altman nella narrazione corale di vicende apparentemente molto diverse tra loro. Altri hanno scomodato Shyamalan per il tono misterioso con cui procede il film per poi concludersi con un perfetto incastro che spiega tutto. Qualcun altro si augura che possa diventare un piccolo cult adolescenziale come lo è stato il film americano Donnie Darko.




In effetti in Fish Story c'è un po' tutto questo e molto altro ancora.
Nakamura è nato nel 1970, e forse non è un caso che questo film racconti quattro storie ambientate nei quattro decenni che dagli anni '70 portano fino ai giorni nostri. Quattro epoche, quattro generazioni così vicine ma allo stesso tempo diverse tra loro per contesto sociale, ideali e aspirazioni.
Negli anni '70, in Giappone e non solo, si era in pieno scontro tra una società bigotta e una gioventù ribelle che reclamava la possibilità di poter esprimere sè stessa. La musica era il mezzo migliore con cui i giovani comunicavano. Morto il rock & roll che aveva fatto da colonna sonora agli anni '60 e al movimento hippie, c'era voglia di un nuovo sound. Nakamura quindi si inventa i Gekirin, un piccolo gruppetto di periferia che fa musica punk prima ancora dell'avvento dei Sex Pistols. Troppo in anticipo sui tempi, non vengono capiti dal pubblico e men che meno dai produttori.
E' la parte più nostalgica del film, un eccezionale ritratto di una gioventù perdente ma idealista, sognatrice, e sempre positiva verso il futuro.




L'esatto contrario di quanto avviene nel 2012, che Nakamura dipinge come un'epoca in cui la società si è arresa e attende solo la fine. Ecco dunque che il negozio di dischi (impossibile non farsi venire in mente Alta Fedeltà) diventa simbolicamente il centro del mondo in cui si confrontano questi due atteggiamenti diametralmente opposti.
Da una parte il falso profeta, malato terminale, nichilista, che attende con serenità la fine del mondo sostenendo di aver fatto e avuto tutto ciò che desiderava. Dall'altra parte invece, il negoziante e il cliente esprimono la speranza nel futuro aggrappandosi ai miti del passato come la musica rock o i supereroi che imperversavano in tv.
Ottima anche la vicenda che si svolge nel 1982. Una ricostruzione fedele delle atmosfere di quei tempi. I dischi registrati su musicassette passate di mano in mano, la passione per l'horror che all'epoca era uno dei generi cinematografici più redditizi e in voga. Per non dire della tragicomica serata del povero ragazzo timido e impacciato, che sembra uscita dritta da una delle tipiche commedie di allora come La Rivincita Dei Nerds.



L'episodio del 2009 invece è puro cinema weird giapponese. Quale altra nazione potrebbe raccontare la storia del dirottamento di un traghetto con protagonisti una brillante liceale narcolettica e un buffo cameriere che si crede il paladino della giustizia? C'è chi ha storto il naso per la prova attoriale di Mikako Tabe. Ma le sue faccette quando frigna come una poppante, o quando ascolta sbigottita la storia assurda del cameriere, sono assolutamente deliziose.
Il breve episodio del 1999 ci consegna invece una sagace parodia delle ansie da fine millennio.
Divertentissimo lo scambio di battute tra falsi profeti che battibeccano tra loro su quale sia la data giusta della fine del mondo.




In definitiva, Fish Story è un ottimo film, decisamente da vedere. Spiazzante, cambia registro in continuazione.
Proprio come la canzone che da il titolo al film, la cui genesi è poi il centro di tutta la vicenda. Comincia infatti con tono malinconico, quasi blues. Tanto che appena il cliente del negozio di dischi la sente, chiede perplesso "Ma questo è punk?". Subito dopo l'intro, parte la carica e la rabbia punk dei Gekirin. Come il film, che alterna commedia, azione, grottesco, e chi più ne ha più ne metta.
Fish Story è un riuscito mix tra quel cinema a cui piace omaggiare e celebrare l'epoca d'oro del rock (Quasi Famosi), e quello capace di descrivere sapientemente la casualità della vità e l'influenza che ogni singola persona ha sul resto dell'umanità (Magnolia, Sei Gradi Di Separazione, Babel).
Alla fine dei 112 minuti, una cosa è certa: il ritornello dei Gekirin vi rimarrà in testa per parecchi giorni!



Fish Story insegna quale importanza abbia tradurre correttamente una lingua. Altrimenti si possono combinare disastri... o salvare il mondo.






Allega file  Fish.Story-ITA-AW.rar   27.25K   312 Numero di downloads





Ordina il DVD su

Immagine inserita


Messaggio modificato da fabiojappo il 22 February 2015 - 01:28 PM

I miei social: Google+, Twitter.
Il mio Blog, la mia Videoteca, il mio Jukebox, la mia Libreria, i miei Video.
Sottotitoli tradotti per AW: The Message, The Foreign Duck The Native Duck And God In A Coin Locker, My Wife Got Married, Fish Story, If You Are The One, Hello Schoolgirl.
Sottotitoli in lavorazione per AW: Monga (70%), Somewhere I Have Never Travelled (20%)

#2 battleroyale

    Kimkidukkiano Bjorkofilo

  • Collaboratore
  • 4423 Messaggi:
  • Location:Lecco
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 03 April 2010 - 09:45 AM

Questo ce l'avevo proprio al fresco, in attesa dei subs! :em16: :em16:
Ora che sono arrivati, non vedo l'ora di vederlo! :em41: :em41: :em41:
Grazie alcor! :em61: :em61:
Sweet Like Harmony, Made Into Flesh... You dance by my side, children sublime!


Immagine inserita



Le mie recensioni cinematografiche: http://matteo-bjork-...i.blogspot.com/

Lungometraggi subbati per aw: Lunchbox, Wool 100% , Tomie: Revenge, Sexual Parasite: Killer Pussy, Pray, Violated Angels, Go Go Second Time Virgin (Migliore attrice al XIV AW Award), A Slit-Mouthed Woman, Kuchisake, Teenage Hooker Became Killing Machine In DaeHakRoh, Marronnier, Raigyo, X-Cross, Loft (premio alla miglior regia al XV AW Award), The House, Evil Dead Trap 2 , Id, Female Market, The Coffin, Art Of The Devil 3, Coming Soon, Wife Collector, Nang Nak , Whispering Corridors 5: A Blood Pledge, Grotesque, Gonin, 4bia , Lover, Unborn But Forgotten, Life Is Cool , Serial Rapist, Noisy Requiem, Pig Chicken Suicide, Tamami: The Baby's Curse, Nymph, Blissfully Yours, La Belle, February 29, The Cut, Zinda, Rule Number One, Creepy Hide And Seek, M, Visage, Female, Naked Pursuit, Today And The Other Days, Red To Kill, Embracing, Kaleidoscope, Sky, Wind, Fire, Water, Earth, Letter From A Yellow Cherry Blossom, The Third Eye, 4bia 2, The Whispering Of The Gods, My Ex, The Burning, The Haunted Apartments, Vegetarian, Vanished, Forbidden Siren, Hole In The Sky (fabiojappo feat. battleroyale), Invitation Only, Night And Day, My Daughter, Amphetamine, Soundless Wind Chime, Child's Eye, Poetry, Oki's Movie , Natalie, Acqua Tiepida Sotto Un Ponte Rosso, The Echo, Gelatin Silver, Love, Help, Hazard, Late Bloomer, Routine Holiday, Olgami- The Hole, Caterpillar, The Commitment, Raffles Hotel, Ocean Flame, The Sylvian Experiments, Bloody Beach, The Vanished, Dream Affection, White: The Melody Of The Curse, Eighteen, I Am Keiko, Guilty Of Romance, Muscle, Birthday, Journey To Japan, POV: A Cursed Film, Exhausted, Uniform Virgin: The Prey, Gimme Shelter

Serie tv subbate per aw: Prayer Beads

Cortometraggi subbati per aw: Guinea Pig: Flowers Of Flesh And Blood, Guinea Pig: Mermaid In The Manhole, Guinea Pig: He Never Dies ,4444444444, Katasumi , Tokyo Scanner, Boy Meets Boy , Kyoko Vs. Yuki, Dead Girl Walking, Sinking Into The Moon, Suicidal Variations, House Of Bugs, Tokyo March, Emperor Tomato Ketchup, Birth/Mother, I Graduated, But..., Fighting Friends, Ketika, Lalu dan Akhirnya, South Of South, Incoherence, Imagine

L'altro Cinema: Drawing Restraint 9 , La Concejala Antropofaga, Subjektitüde

Inwork: Rec (60%), Kisses (50%), Serbis (90%)

#3 Cignoman

    Direttore del montaggio

  • Membro storico
  • 2847 Messaggi:
  • Location:Nowhere
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 03 April 2010 - 11:27 AM

Oh, lo rivedrò finalmente! Grazieeee!

Immagine inserita


#4 Giangi

    Microfonista

  • Membro
  • 163 Messaggi:
  • Sesso:

Inviato 03 April 2010 - 01:11 PM

grazie
mi incuriosisce assai...
ciao
Gianluca (Ji An-Luk ^_^)


Immagine inserita

#5 Oda

    gureggu sama

  • Membro
  • 3377 Messaggi:
  • Location:Tokyo
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 03 April 2010 - 02:08 PM

grazie mille!!! :em16:
[/center]

7 days of samsa



Subs per asianworld.itShimokita Glory Days - EP.01,02,03,04, 2006 .::. Aoi Kuruma, A blue automobile - Okuhara Hiroshi, 2004
Aruitemo aruitemo, Even if you walk and walk - Koreeda Hirokazu, 2008 .::. Kamome Shokudo, Kamome Diner - Ogigami Naoko, 2006
Kurai tokoro de machiawase, Waiting in the dark, Daisuke Tengan, 2006 .::. Zenzen Daijobu, Fine totally fine - Fujita Yosuke, 2008
Vacation, Kyuka - Kadoi Hajime, 2008 .::. Portrait of the wind, TagaTameni, Hyugaji Taro, 2005

In work
Happily ever after, Jigyaku no uta - Tsutsumi Yukihito /(30%)
Ai suru Nichiyoubi, Love on sunday, Hiroki Ryuichi

#6 Barka77

    Direttore della fotografia

  • Membro
  • 1011 Messaggi:
  • Location:Bologna
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 03 April 2010 - 02:26 PM

Grazie! :)

#7 Shimamura

    Agente del Caos

  • Moderatore
  • 3548 Messaggi:
  • Location:La fine del mondo
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 03 April 2010 - 06:43 PM

Grazie dei sub!

Hear Me Talkin' to Ya



Immagine inserita



Subtitles for AsianWorld:
AsianCinema: Laura (Rolla, 1974), di Terayama Shuji; Day Dream (Hakujitsumu, 1964), di Takechi Tetsuji; Crossways (Jujiro, 1928), di Kinugasa Teinosuke; The Rebirth (Ai no yokan, 2007), di Kobayashi Masahiro; (/w trashit) Air Doll (Kuki ningyo, 2009), di Koreeda Hirokazu; Farewell to the Ark (Saraba hakobune, 1984), di Terayama Shuji; Violent Virgin (Shojo geba-geba, 1969), di Wakamatsu Koji; OneDay (You yii tian, 2010), di Hou Chi-Jan; Rain Dogs (Tay yang yue, 2006), di Ho Yuhang; Tokyo Olympiad (Tokyo Orimpikku, 1965), di Ichikawa Kon; Secrets Behind the Wall (Kabe no naka no himegoto, 1965) di Wakamatsu Koji; Black Snow (Kuroi yuki, 1965), di Takechi Tetsuji; A City of Sadness (Bēiqíng chéngshì, 1989), di Hou Hsiao-hsien.
AltroCinema: Polytechnique (2009), di Denis Villeneuve ; Mishima, a Life in Four Chapters (1985), di Paul Schrader; Silent Souls (Ovsyanky, 2010), di Aleksei Fedorchenko; La petite vendeuse de soleil (1999), di Djibril Diop Mambéty; Touki Bouki (1973), di Djibril Diop Mambéty.
Recensioni per AsianWorld: Bakushu di Ozu Yasujiro (1951); Bashun di Ozu Yasujiro (1949); Narayama bushiko di Imamura Shohei (1983).

#8 gomitino

    Microfonista

  • Membro
  • 186 Messaggi:
  • Location:da qualche parte in Puglia
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 03 April 2010 - 07:33 PM

Se è lo stesso regista di "The two in tracksuits" c'è garanzia di cinema di qualità...
Acchiappo e ringrazio...
Immagine inseritaImmagine inseritaImmagine inserita

#9 Nataku

    L'Estinto

  • Membro
  • 6710 Messaggi:
  • Location:in una stringa
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 03 April 2010 - 10:09 PM

film magnifico, stupendo
grazie mille
voto 9.5

(la canzone è stupenda!)
Il mio blog
Il brāhmana Dona vide il Buddha seduto sotto un albero e fu tanto colpito dall'aura consapevole e serena che emanava, nonché dallo splendore del suo aspetto, che gli chiese:
– Sei per caso un dio?
– No, brāhmana, non sono un dio.
– Allora sei un angelo?
– No davvero, brāhmana.
– Allora sei uno spirito?
– No, non sono uno spirito.
– Allora sei un essere umano?
– No, brahmana, io non sono un essere umano [...]
– [...] E allora, che cosa sei? [...]
– [...] Io sono sveglio. »[/size]

Cos'è dunque questo nulla? Come si può descriverlo se è indicibile? Il buddhismo ricorre alla metafora dell'onda. Un'onda non cade dall'acqua dall'esterno, ma proviene dall'acqua senza separarsene. Scompare e torna all'acqua da cui ha tratto origine e non lascia nell'acqua la minima traccia di sé. Come onda si solleva dall'acqua e torna all'acqua. Come acqua esso è il movimento dell'acqua. Come onda l'acqua sorge e tramonta, e come acqua non sorge e non tramonta. Così l'acqua forma mille e diecimila onde e tuttavia resta in sé costante e immutata.

Così rispose ad un tale che sosteneva che non esistesse il movimento: si alzò e si mise a camminare" (Diogene)
Antico proverbio cinese:
"quando torni a casa picchia tua moglie, lei sa perchè".





1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi