Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

[RECE][SUB] Ame Agaru (After the Rain)


13 risposte a questa discussione

#10 sobek

    雪狐

  • Membro
  • 513 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 28 January 2012 - 02:22 PM

Lo spirito umanista di Kurosawa si insinua in tutto il racconto: l'Uomo contro il Samurai, il conflitto interiore, l'altruismo che infrange le regole feudali dell'onore e dell'epicità. E nell'epilogo un ottimismo pacato che è accettazione della propria condizione in una sorta di fusione con la natura.
C'è tutto il testamento cinematografico del Maestro che probabilmente solo Koizumi poteva rendere in questo modo.

Grazie per i subbi ragazzi, ottimo lavoro :)

#11 Kiny0

    Direttore della fotografia

  • Moderatore
  • 1719 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 06 February 2012 - 08:15 PM

Koizumi bravissimo! Ha imparato bene dal Maestro Kurosawa! Bel film, a mio parere anche molto commovente. La scena dove tutti mangiano e cantano nella locanda, con tanta semplicità, mi fa sentire davvero bene. Molto bravo l'attore principale e mi è piaciuto molto anche Shiro Mifune, ricordandomi moltissimo suo padre...
Tradotti per AsianWorld Cinema Asiatico Lost in Beijing (2007), Buddha Mountain (2010: w/ fabiojappo), Dirty Maria (1998), Samurai Rebellion (1967), The Ravaged House (2004: w/ fabiojappo), Freesia: Bullet Over Tears (2007), Cuffs (2002), Tokyo Marigold (2001: w/ fabiojappo), Villon's Wife (2009), Yellow Flower (1998), Going My Home - ep.06 (2012), A Gap in the Skin (2005); Altro Cinema A Time for Drunken Horses (2000), Marooned in Iraq (2002), Mio in the Land of Faraway (1987); Retrospettive Kumakiri Kazuyoshi (w/ fabiojappo & Tyto), Asano Tadanobu (w/ calimerina66, fabiojappo & ReikoMorita); Recensioni Il racconto di Watt Poe (1988); Revisioni 1778 Stories of Me and My Wife (2011), Under the Hawthorn Tree (2011), Mekong Hotel (2012), Headshot (2011), BARFI! (2012), Rhino Season (2012), Metéora (2012), Secret Chronicle: She Beast Market (1974), The Other Bank (2009), The Good Road (2013), Just the Wind (2012), Daf (2003), AUN (2011), Jin (2013), Day and Night (2004), Nothing's all bad (2010), Saving General Yang (2013), Miss Zombie (2013), Legend of the Wolf (1997), Here comes the Bride (2010), Omar (2013), The Missing Picture (2013), The Legend of the Eight Samurai (1983), A Scoundrel (1965), Hope (2013), Empress Wu Tse-Tien (1963), Be with You (2018), Rage (2016), Himeanole (2016), Her Love Boils Bathwater (2016), Cutie Honey: Tears (2016), Good Morning Show (2016), Capturing Dad (2013); Lavori in corso: Cinema Asiatico Snakes and Earrings (35%), Dragons Forever (10%); Altro Cinema -.

#12 BadGuy

    Cameraman

  • Membro
  • 622 Messaggi:
  • Sesso:

Inviato 24 April 2012 - 11:52 PM

Con “Letter from the Mountain” Takashi Koizumi mi spedì uggiose cartoline dalla montagna, molto parlate, scritte, spiegate, troppo insistite nel mostrarmi scorci di perle-pensiero buddista e natura.
E il film restò muto, malgrado il pur nobile intento.

Qui Koizumi è ispirato. Mosso. Commosso.
Commuove.
Nel suo inchino a Kurosawa la devozione è anche amore, così l’evocato Spirito risponde.... e lo si annusa nella pioggia a dirotto dell’incipit, nel diffuso senso panico della natura, nella figura del ronin Misawa Ihei – un magistrale Akira Terao – fatta di rigore, pacatezza, rabbia trattenuta, e nell’umanità dello sguardo narrante, amorevole sugli sconfitti, tranchant sugli stolti.
Davvero riuscita è la compenetrazione di Misawa con il paesaggio circostante: anima e carne sconfinano nella tersitudine di un cielo che spiove, nell’ombra rarefatta dei boschi-rifugio o dentro pozzanghere, alberi, strade.
Molto bello anche il finale, che contrappone la concitazione delle cavalcate ormai inutili all'azzurrità, tranquilla, di un nuovo orizzonte.

Immagine inserita



Quando parlava di cinema Kurosawa ha sempre sostenuto la centralità della sceneggiature per la riuscita di un film: <Con una buona sceneggiatura un buon regista può produrre un capolavoro; con la stessa sceneggiatura un regista mediocre può girare un film passabile. Ma con una brutta sceneggiatura neanche un buon regista può fare un bel film.>

#13 ggrfortitudo

    Operatore luci

  • Membro
  • 497 Messaggi:
  • Location:Ozieri (SS)
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 19 April 2017 - 09:12 PM

Il film mi ha fatto venire voglia di leggere il libro;

L'uomo samurai, non il guerriero: il ronin che sceglie lui quando combattere.

:em75: :em75:

#14 Pinseppe

    PortaCaffé

  • Membro
  • 1 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 01 April 2019 - 09:32 AM

Film stupendo, dove lo spirito delle arti marziali viene mostrato in modo superlativo.
Peccato che l'industria cinematografica occidentale sia in mano a persone banali che amano far soldi coi cinepanettoni invece di produrre arte o sponsorizzare questi film.
E pensare che i doppiatori italiani sono i migliori al mondo e gli fanno doppiare film inguardabili, piuttosto che questi capolavori.





1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi