Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

[CINEMA] I film in sala (2016 - 2017)


68 risposte a questa discussione

#1 Shimamura

    Agente del Caos

  • Moderatore
  • 3563 Messaggi:
  • Location:La fine del mondo
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 12 February 2013 - 11:13 AM

Regolamento del thread


Riapro questo thread da zero per dargli maggiore visibilità e per evitare quell'affollamento di cui era oramai vittima.
Come il suo predecessore il thread I film in sala si ripropone di essere uno spazio dove poter discutere dei film in programmazione nelle sale cinematografiche italiane nel corso dell'anno 2013.
Potrete qui discutere senza limiti di sorta di qualsiasi film che abbia circolato o che circolerà nei nostri cinema nel corso dei mesi a venire.

Agli utenti si chiede esclusivamene il rispetto di alcune semplici regole:
  • Verificate sempre, tramite l'apposita funzione di ricerca del forum AsianWorld,che non sia già stata aperta in precedenza una discussione apposita sul film di cui volete discutere.
  • Qui si parla solo dei film usciti nelle sale italiani, per i film inediti in Italia si rimanda all'apposito thread.
  • Si rammenta agli utenti che è nella loro facoltà aprire un thread apposito dedicato alla recensione di un film, pertanto siete liberi tanto di aprire una discussione ad hoc, quanto, in alternativa, di parlarne in questa sede.
  • Rispettate, per favore, le più basilari norme della netiquette.
Confido nella vostra collaborazione.



Il moderatore della sezione AltroCinema di AsianWorld, Shimamura81


Messaggio modificato da Shimamura81 il 12 February 2013 - 08:34 PM

Hear Me Talkin' to Ya



Immagine inserita



Subtitles for AsianWorld:
AsianCinema: Laura (Rolla, 1974), di Terayama Shuji; Day Dream (Hakujitsumu, 1964), di Takechi Tetsuji; Crossways (Jujiro, 1928), di Kinugasa Teinosuke; The Rebirth (Ai no yokan, 2007), di Kobayashi Masahiro; (/w trashit) Air Doll (Kuki ningyo, 2009), di Koreeda Hirokazu; Farewell to the Ark (Saraba hakobune, 1984), di Terayama Shuji; Violent Virgin (Shojo geba-geba, 1969), di Wakamatsu Koji; OneDay (You yii tian, 2010), di Hou Chi-Jan; Rain Dogs (Tay yang yue, 2006), di Ho Yuhang; Tokyo Olympiad (Tokyo Orimpikku, 1965), di Ichikawa Kon; Secrets Behind the Wall (Kabe no naka no himegoto, 1965) di Wakamatsu Koji; Black Snow (Kuroi yuki, 1965), di Takechi Tetsuji; A City of Sadness (Bēiqíng chéngshì, 1989), di Hou Hsiao-hsien; Silence Has no Wings (Tobenai chinmoku, 1966), di Kuroki Kazuo; Nanami: Inferno of First Love (Hatsukoi: Jigoku-hen, 1968) di Hani Susumu; The Man Who Left His Will on Film (Tokyo senso sengo hiwa, 1970), di Oshima Nagisa.
AltroCinema: Polytechnique (2009), di Denis Villeneuve ; Mishima, a Life in Four Chapters (1985), di Paul Schrader; Silent Souls (Ovsyanky, 2010), di Aleksei Fedorchenko; La petite vendeuse de soleil (1999), di Djibril Diop Mambéty; Touki Bouki (1973), di Djibril Diop Mambéty.
Focus: Art Theatre Guild of Japan
Recensioni per AsianWorld: Bakushu di Ozu Yasujiro (1951); Bashun di Ozu Yasujiro (1949); Narayama bushiko di Imamura Shohei (1983).

#2 fabiojappo

    Regista

  • Moderatore
  • 4402 Messaggi:
  • Location:Alghero
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 15 February 2013 - 10:30 AM

Immagine inserita

Promised Land di Gus Van Sant (USA)

Steve e Sue, rappresentanti della società Global, vengono inviati in una cittadina rurale con il compito di convincere gli abitanti a cedere i loro terreni perché vi possano avvenire trivellazioni allo scopo di ricavarne gas naturale.

Il soggetto è piuttosto interessante, ma la sceneggiatura (scritta da John Krasinski e Matt Damon) non si sviluppa come avrebbe potuto facendo perdere al film un po' di incisività, di sana graffiatura e ambiguità. Con un finale da...
Spoiler
Damon a suo agio in questo tipo di ruoli, ma la cosa migliore resta probabilmente la buona prova di Frances McDormand.

Messaggio modificato da fabiojappo il 18 March 2013 - 03:13 PM


#3 polpa

    Itís Suntory Time!

  • Membro storico
  • 9216 Messaggi:
  • Location:Roma
  • Sesso:

Inviato 15 February 2013 - 10:34 AM

Immagino sia un Gus Van Sant più "hollywoodiano", che sperimentale (Gerry-Elephant-Paranoid Park). Preferisco il secondo, decisamente, ma trovo che il suo sia un ottimo metodo (alternare i due tipi di cinema) in modo da avere i soldi da investire anche nei progetti a cui tiene di più, e che magari sono meno remunerativi. Anche se ultimamente mi pare si sia adagiato un po' troppo sul versante più easy... :em11:

#4 fabiojappo

    Regista

  • Moderatore
  • 4402 Messaggi:
  • Location:Alghero
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 15 February 2013 - 11:02 AM

Visualizza Messaggiopolpa, il 15 February 2013 - 10:34 AM, ha scritto:

Immagino sia un Gus Van Sant più "hollywoodiano", che sperimentale (Gerry-Elephant-Paranoid Park). Preferisco il secondo, decisamente, ma trovo che il suo sia un ottimo metodo (alternare i due tipi di cinema) in modo da avere i soldi da investire anche nei progetti a cui tiene di più, e che magari sono meno remunerativi. Anche se ultimamente mi pare si sia adagiato un po' troppo sul versante più easy... :em11:
Direi che immagini bene e ti quoto tutto :)

#5 sobek

    雪狐

  • Membro
  • 513 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 15 February 2013 - 02:57 PM

Mah, io sono molto più severo (e deluso) di Fabio, non mi è piaciuto per nulla: si nota la sceneggiatura pasticciata (anche la regia doveva essere all'inizio di Matt Damon), tutto si perde in stereotipi ed ovvietà ( i bar fumosi,le donne sole al bancone, i bicchieri tintinnanti, il finale da "lavamose la coscienza"), tutto è troppo americanamente convenzionale e i due mezzi colpi di scena finali (telefonatissimi) non aggiungono nulla ,semmai sottraggono qualcosa.

#6 polpa

    Itís Suntory Time!

  • Membro storico
  • 9216 Messaggi:
  • Location:Roma
  • Sesso:

Inviato 04 March 2013 - 03:53 PM

Immagine inserita


Ho provato a cercarlo sul forum, ma Vita di Pi ha solo una parola di 4 lettere, per non parlare del regista... :em16:
Ahò, a me sto film è piaciuto assai. Sarà che non mi aspettavo moltissimo, mi ha incantato. E l'ho trovato anche molto più profondo di quanto tutto quel luccicume visivo (che è un gran bel vedere, però) non mi lasciasse sperare. E Ang Lee, nel suo eclettismo con cui spazia fra le storie più disparate storie e i generi più diversi, continua a piacermi. Voglio dire, se non avesse beccato tutti i premi che ha beccato, si tornerebbe a considerarlo quell'ottimo regista e sapiente narratore di storie che è.
Anche se il film è stato concepito in 3D, io l'ho visto in 2, è più forte di me.

Promosso a pieni voti. :em73:

Messaggio modificato da Shimamura81 il 04 March 2013 - 07:02 PM
Inserito altra immagine, polpa, perché la tua non risultava visibile ^_^


#7 Tanaka

    L'uomo che non ride mai

  • Membro
  • 704 Messaggi:
  • Location:Parma
  • Sesso:

Inviato 26 March 2013 - 02:22 PM

La madre di Andres Muschietti

Immagine inserita

Del Toro (produttore): Che cazzo è questa merda stilosa?! Sembra ghostbusters, non fa paura a nessuno!
Andres Muschietti: Ma… dottore, ho cercato di imitare il suo stile, di raccontare una storia dai risvolti psicanalitici, sa… il sottototesto…
Del Toro: Quando sento la parola ‘sottotesto’ la mano mi corre alla fondina… Ti ho detto mille volte di non leggere i Cahiers. Chiamatemi lo sceneggiatore!
Muschietti: Ma… sono io…
Del Toro: Merda! Il co-sceneggiatore!
Muschietti: Ma… Veramente… E’ mia sorella…
Del Toro: Ecchecazzo! Chiamatemi Neil!
Neil Cross (sceneggiatore): Dica, dottore!
Del Toro: Voglio che aggiusti ‘sta palla e che mi ci metti un po’ di scene coi rumori, sussulti, scoppi, insomma tutto l’armamentario solito che usiamo par far saltare gli spettatori sulle poltrone e, se ci sta, mettici pure una tetta, va!.
Neil Cross: Subito, dottore!
Muschietti: Ma dottore… io volevo fare un film più raffinato, intriderlo di inquietudini psicanalitiche… La madre protettrice e assassina, la madre che si porta via l’Es (la figlia minore selvaggia) e lascia il super-io (la figlia maggiore), la lotta tra l’Io (la protagonista) e il fant…
Del Toro: Ma che cazzo dici, Muschietti! Vuoi farmi fallire? Togliti dai coglioni che vediamo se riusciamo a farci saltare fuori qualcosa di fruibile da ‘sto goticismo leccato.


(…)


Neil Cross: Che glie ne pare, dottore?
Del Toro: Va meglio ma è sempre moscio… Dai, mettici il divieto ai minori e che Dio ce la mandi buona..

#8 Asaka

    Direttore della fotografia

  • Membro storico
  • 1302 Messaggi:
  • Location:Sotto un pianoforte. O davanti. Dipende.
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 26 March 2013 - 04:54 PM

Tanaka, mi hai fatto venir voglia di vedere il film per poter poi ridere di gusto rileggendo il tuo post.

#9 JulesJT

    Wu-Tang Lover

  • Moderatore
  • 4476 Messaggi:
  • Location:Walhalla degli Otaku
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 26 March 2013 - 11:37 PM

Visualizza MessaggioTanaka, il 26 March 2013 - 02:22 PM, ha scritto:

Del Toro: Quando sento la parola ‘sottotesto’ la mano mi corre alla fondina…
ahahahahahah.......

Visualizza MessaggioTanaka, il 26 March 2013 - 02:22 PM, ha scritto:

Del Toro: Voglio che aggiusti ‘sta palla e che mi ci metti un po’ di scene coi rumori, sussulti, scoppi.......
Neil Cross: Subito, dottore!
Double-ahahahahahahah......

Visualizza MessaggioTanaka, il 26 March 2013 - 02:22 PM, ha scritto:

Muschietti: Ma dottore… io volevo fare un film più raffinato, intriderlo di inquietudini psicanalitiche…
Del Toro: Ma che cazzo dici, Muschietti! Vuoi farmi fallire? Togliti dai coglioni che vediamo se riusciamo a farci saltare fuori qualcosa di fruibile da ‘sto goticismo leccato.
Oh, my god...... questa è una perla! Ho avuto i crampi dalle risate...... già solo "Muschietti".... sembra il nome di un sottotenente della serie "Il Maresciallo Rocca".....
Cioè, avesse almeno la decenza di cercarsi uno pseudonimo figo! :em16:
Naturalmente attendo il commento dello tsunami fabiojappo..... guai a sfiorare Jessica Chastain e i suoi film!

Visualizza MessaggioAsaka, il 26 March 2013 - 04:54 PM, ha scritto:

Tanaka, mi hai fatto venir voglia di vedere il film per poter poi ridere di gusto rileggendo il tuo post.
IDEM.

Messaggio modificato da JulesJT il 26 March 2013 - 11:43 PM

Immagine inserita


Cinema Asiatico:
Welcome to the Space Show, Udaan (2010), Goyōkin, Fuse, Dragon Town Story, The River with No Bridge, ILO ILO, A Time in Quchi
Still the Water, Norte - the End of History, The Terrorizers, Yi Yi, Stray Dogs, Tag,
Cemetery of Splendour, A Brighter Summer Day,
Labour of Love,Double Suicide, Japanese Girls at the Harbor, Nobi (Fires on the Plain), The Postmaster, Radiance, Liz and the Blue Bird
Modest Heroes

L'Altro Cinema:
Kriegerin, Chop Shop, Marilena de la P7, Kinderspiel, Kes, Abbas Kiarostami (special), Hanami, L'enfance nue, Short Term 12
Mamasunción, The Rocket, The Selfish Giant,
Argentinian Lesson, Holubice, The Long Day Closes, Mon oncle Antoine, O som do Tempo
Mammu, es tevi mīlu, Skin, Une histoire sans importance, Couro de Gato, Los motivos de Berta, Ne bolit golova u dyatla, Valuri, Club Sandwich
, Whiplash, The Strange Little Cat, Cousin Jules, La fugue, Susa, Corn Island, Beshkempir, The Better Angels, Paul et Virginie, Im Keller, Ich Seh Ich Seh, Harmony Lessons, Medeas, Jess + Moss, Foreign Land, Ratcatcher, La maison des bois, Bal, The Valley of the Bees, Los insólitos peces gato, Jack, Être et avoir, Egyedül, Évolution, Hide Your Smiling Faces, Clouds of Glass, Les démons, On the Way to the Sea, Interlude in the Marshland, Tikkun, Montanha, Respire, Blind Kind, Kelid, Sameblod, Lettre d'un cinéaste à sa fille, Warrendale, The Great White Silence, Manhã de Santo António, The Wounded Angel, Days of Gray, Voyage of Time: Life's Journey,Quatre nuits d'un rêveur, This Side of Paradise, La jeune fille sans mains, La petite fille qui aimait trop les allumettes, CoinCoin et les Z'inhumains,

Drama: Oshin, Going My Home
Focus: AW - Anime Project 2013, Sull'Onda di Taiwan, Art Theatre Guild of Japan, Allan King





1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi