Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

[RECE][SUB] An Inlet of Muddy Water


7 risposte a questa discussione

#1 fabiojappo

    Regista

  • Moderatore
  • 4580 Messaggi:
  • Location:Alghero
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 31 January 2020 - 12:10 PM

An Inlet of Muddy Water

Nigorie


Immagine inserita

Anno:1953
Durata: 129 min.
Genere: Drammatico

Regia: Tadashi Imai

Cast:
Yatsuko Tanami, Akiko Tamura, Ken Mitsuda (1° episodio)
Yoshiko Kuga, Nobuo Nakamura, Noboru Nakaya (2° episodio)
Chikage Awashima, So Yamamura, Haruko Sugimura (3° episodio)

Immagine inserita



Ambientato nel periodo Meiji, il film è diviso in tre parti. Nella prima, intitolata “La tredicesima notte”, una donna torna a casa dai genitori e confessa loro i problemi con il marito. Nella seconda, “L’ultimo giorno dell’anno”, la servitrice di una ricca famiglia deve chiedere alla padrona della casa in cui lavora un prestito per aiutare i suoi parenti in difficoltà. La terza, “Acque torbide”, è incentrata intorno a una donna di piacere di Yoshiwara, divisa tra un affascinante uomo facoltoso e un ex cliente ridotto in povertà che è ossessionato da lei.


Il film è basato su tre racconti della scrittrice Ichiyo Higuchi (1872-1896), nome importante della letteratura giapponese del periodo Meiji anche se morta a soli 24 anni. Tra le caratteristiche dei suoi scritti, l’attenta e sensibile descrizione dell’universo femminile in particolare in contesti poveri e difficili. Aspetto che, ovviamente, si ritrova nel film di Tadashi Imai che attraverso il cinema ha espresso in diverse occasioni le sue idee progressiste, puntando sul realismo sociale. Un regista che si inserisce pienamente nella Golden Age del cinema giapponese anche se il suo nome non è conosciuto come quello di altri maestri che hanno realizzato i loro capolavori nello stesso periodo. Con questo film Imai partecipò al festival di Cannes e ottenne diversi riconoscimenti in patria. Il titolo, “Nigorie” (Acque torbide), è anche quello del terzo episodio che risulta quello più strutturato. Dura infatti circa un’ora, come in pratica gli altri due messi insieme. Tra di loro non c’è una vera connessione, il legame principale riguarda la sofferenza delle donne. E, evidente soprattutto nei primi due, l’insensibilità delle classi più agiate.


Immagine inserita



SOTTOTITOLI



Traduzione: Meiko Kaji




Immagine inserita


Messaggio modificato da fabiojappo il 31 January 2020 - 03:59 PM


#2 neodago

    Microfonista

  • Membro
  • 178 Messaggi:
  • Location:Udine
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 31 January 2020 - 01:48 PM

Grazie per la proposta.

#3 JulesJT

    Wu-Tang Lover

  • Moderatore
  • 4679 Messaggi:
  • Location:Valhalla degli Otaku
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 31 January 2020 - 06:41 PM

Ma grazie mille! ^^

Immagine inserita


Cinema Asiatico:
Welcome to the Space Show, Udaan (2010), Goyōkin, Fuse, Dragon Town Story, The River with No Bridge, ILO ILO, A Time in Quchi
Still the Water, Norte - the End of History, The Terrorizers, Yi Yi, Stray Dogs, Tag,
Cemetery of Splendour, A Brighter Summer Day,
Labour of Love,Double Suicide, Japanese Girls at the Harbor, Nobi (Fires on the Plain), The Postmaster, Radiance, Liz and the Blue Bird
Modest Heroes,
The Seen and Unseen, Killing

L'Altro Cinema:
Kriegerin, Chop Shop, Marilena de la P7, Kinderspiel, Kes, Abbas Kiarostami (special), Hanami, L'enfance nue, Short Term 12
Mamasunción, The Rocket, The Selfish Giant,
Argentinian Lesson, Holubice, The Long Day Closes, Mon oncle Antoine, O som do Tempo
Mammu, es tevi mīlu, Skin, Une histoire sans importance, Couro de Gato, Los motivos de Berta, Ne bolit golova u dyatla, Valuri, Club Sandwich
, Whiplash, The Strange Little Cat, Cousin Jules, La fugue, Susa, Corn Island, Beshkempir, The Better Angels, Paul et Virginie, Im Keller, Ich Seh Ich Seh, Harmony Lessons, Medeas, Jess + Moss, Foreign Land, Ratcatcher, La maison des bois, Bal, The Valley of the Bees, Los insólitos peces gato, Jack, Être et avoir, Egyedül, Évolution, Hide Your Smiling Faces, Clouds of Glass, Les démons, On the Way to the Sea, Interlude in the Marshland, Tikkun, Montanha, Respire, Blind Kind, Kelid, Sameblod, Lettre d'un cinéaste à sa fille, Warrendale, The Great White Silence, Manhã de Santo António, The Wounded Angel, Days of Gray, Voyage of Time: Life's Journey,Quatre nuits d'un rêveur, This Side of Paradise, La jeune fille sans mains, La petite fille qui aimait trop les allumettes, CoinCoin et les Z'inhumains, Brothers, Permanent Green Light, Ryuichi Sakamoto: Coda, Travel Songs, Reminiscences of a Journey to Lithuania

Drama: Oshin, Going My Home
Focus: AW - Anime Project 2013, Sull'Onda di Taiwan, Art Theatre Guild of Japan, Allan King

#4 Iloveasia

    Microfonista

  • Membro
  • 126 Messaggi:
  • Location:Milano
  • Sesso:

Inviato 01 February 2020 - 02:12 PM

Grazie per questo ritorno ai grandi classici!
Il primo episodio, molto bello, sembra ricordare il cinema di Naruse nella denuncia della subalternità della donna nella società giapponese dell'epoca. Poi, man mano, il film si sposta verso una criitica sociale che sottolinea la disparità di condizioni fra benestanti (arroganti e supponenti) e la classe povera e disagiata (spesso ridotta alla disperazione). Imai, soprattutto nel terzo episodio, non teme la sgradevolezza, attraverso una discesa agli inferi del degrado e dell'abiezione. E lo fa con uno stile aspro e scabro, quanto mai incisivo ed efficace.

#5 Mr. Noodles

    Operatore luci

  • Membro
  • 336 Messaggi:
  • Sesso:

Inviato 01 February 2020 - 02:33 PM

qualcuno saprebbe indicarmi la via?^^

#6 fabiojappo

    Regista

  • Moderatore
  • 4580 Messaggi:
  • Location:Alghero
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 01 February 2020 - 06:19 PM

Visualizza MessaggioMr. Noodles, il 01 February 2020 - 02:33 PM, ha scritto:

qualcuno saprebbe indicarmi la via?^^

Ti indico la via con MP

#7 Meiko Kaji

    PortaCaffé

  • Membro
  • 40 Messaggi:
  • Sesso:

Inviato 05 February 2020 - 08:26 AM

D'accordo con tutti i commenti. Direi che anche la colonna sonora di Ikuma Dan, abbia contribuito in grande percentuale alla riuscita delle fantastiche atmosfere del film. Risentendone anche solo i primi secondi, capisco perchè non ho potuto fare a meno di adorare questo film.

https://www.youtube....h?v=uBF6_CuwVxE

Immagine inserita


"Come puoi vedere, sono una nullità. Nient'altro che una vagabonda senza casa."


Immagine inserita


#8 ggrfortitudo

    Cameraman

  • Membro
  • 541 Messaggi:
  • Location:Ozieri (SS)
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 27 March 2020 - 11:01 PM

E' stato un piacere vedere questo film; i sub italiani aiutano tantissimo perché, spesso, i dialoghi solo serrati.
Che dire? Tre storie così tristi da far male... anche se la seconda, forse, ha un lieto fine.
Colpisce molto il talento di Imai di narrare con profondità l'amore infelice, disperato, privo di sbocchi.
Ma un grazie enorme va, in primis, a Ichiyo Higuchi e alle sue storie: una donna che ha creato donne di grande animo.

:Japan: :Japan: :Japan: :Japan: :Japan:

Messaggio modificato da ggrfortitudo il 27 March 2020 - 11:02 PM






1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi