Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

[RECE][SUB] Painted Faces


3 risposte a questa discussione

#1 fabiojappo

    Regista

  • Moderatore
  • 4587 Messaggi:
  • Location:Alghero
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 03 April 2020 - 09:37 AM

Painted Faces

Qi xiao fu


Immagine inserita

Anno: 1988
Durata: 112 min.
Genere: Drammatico

Regia: Alex Law

Cast:
Sammo Hung, Lam Ching-ying

Cheng Pei-pei, Wu Ma, John Sham


Immagine inserita



Presentazione di ggrfortitudo

Il titolo cinese, Qi xiao fu, fa riferimento alle "Sette piccole fortune", i migliori allievi della scuola d'Opera di Pechino che comprendeva Sammo Hung, Jackie Chan, Biao Yuen e i loro compagni di classe. Molti di loro sarebbero poi diventati stelle del cinema di Hong Kong.

Siamo a Hong Kong, negli anni Sessanta. L'opera tradizionale cinese è in declino, la gente preferisce andare al cinema ad ammirare le stelle dei film di arti marziali. Il Maestro Yu non vuole, però, arrendersi e continua a gestire una delle ultime scuole. Un nuovo allievo, Chan Kong-sang (il vero nome di Jackie Chan), si presenta per l'iscrizione con la madre che firma un contratto di 10 anni perché, come dice il Maestro, "occorrono dieci anni per addestrare un attore". Il giovane, che viene soprannominato Nasone, è contento perché in quella scuola non c'è da studiare sui libri ma scopre presto la dura realtà degli allenamenti e la severità del Maestro. Grazie ai suoi insegnamenti gli allievi diventeranno tutti eccellenti attori e acrobati anche se non potranno far nulla per fermare il declino dell'opera. L'industria cinematografica sta spazzando via la concorrenza. I ragazzi e il loro Maestro dovranno cercare altre strade.

Sammo Hung (che nel film da ragazzo è interpretato da Chung Chin-jen) ha il ruolo del Maestro Yu, un insegnante spesso brutale che addestra, allena, istruisce i suoi giovani allievi attraverso severissime lezioni d'opera, canto.
Il Maestro Yu, è un "eroe ormai defunto". Deve affrontare i tempi che cambiano, il disgregarsi del teatro a cui ha dedicato la sua vita. Hong Kong sta evolvendosi: a breve, il cinema sostituirà molte delle scuole d'arte drammatica. Il film tenta di rappresentare questa dura realtà attraverso gli occhi dello stesso Maestro Yu e dei suoi giovani allievi. Il crollo delle ambizioni, del destino dell'opera viene splendidamente rappresentato dallo Zio Wah, fratello di Yu, magistralmente interpretato da Lam Ching-ying. Wah lavora come stuntman nelle pellicole di kung-fu, ormai rassegnato a non ricevere mai i "trent'anni di fortuna" che dovrebbero spettargli, secondo il proverbio cinese, "dopo trent'anni di sorte avversa". La scena della caduta fisica e psicologica di Wah è la metafora perfetta della fine di un'epoca.

All'Hong Kong Film Award, Sammo Hung vinse il premio come miglior attore protagonista per la sua interpretazione. Il film fu anche scelto affinché rappresentasse Hong Kong come film straniero da presentare alla 62esima edizione degli Oscar, ma poi la sua candidatura non venne accettata. Piccola curiosità: la fuga degli allievi dall'autobus, per evitare di pagare il biglietto, è un fatto realmente accaduto. Lo racconta Jackie Chan nella sua biografia.

Immagine inserita




SOTTOTITOLI

(versione: bluray)



Traduzione: ggrfortitudo



Immagine inserita


Messaggio modificato da fabiojappo il 03 April 2020 - 10:38 AM


#2 fabiojappo

    Regista

  • Moderatore
  • 4587 Messaggi:
  • Location:Alghero
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 03 April 2020 - 10:25 AM

Grazie ggrfortitudo !
Un film a cui è facile voler bene. Imperdibile per i fan di Jackie Chan e Sammo Hung perché ti regala le emozioni di un tuffo (pur romanzato com'è giusto che sia in un film di finzione) nel loro passato, raccontando il periodo di formazione nella scuola dell'Opera di Pechino guidata da Yu Jim-yuen. A rendere tutto più speciale il fatto che a interpretare il Maestro sia Sammo Hung. Bella la descrizione del rapporto allievi-maestro e di un mondo che sta cambiando, con l'inesorabile declino dell'opera tradizionale.

Messaggio modificato da fabiojappo il 03 April 2020 - 11:04 AM


#3 ggrfortitudo

    Cameraman

  • Membro
  • 542 Messaggi:
  • Location:Ozieri (SS)
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 03 April 2020 - 05:24 PM

Come ho già scritto nella presentazione, questo film è un'occasione per conoscere le origini di tante star di Hong Kong. E per provare un po' di compassione per quelli che sono stati stritolati dalla macchina del cinema.
Direi che Sammo il premio vinto se lo merita tutto.
Ma Lam Ching-ying non gli è da meno; e lo ammiriamo in un ruolo, di rado, non da cattivo.

:Hong_Kong: :Hong_Kong: :Hong_Kong: :Hong_Kong:

#4 JulesJT

    Wu-Tang Lover

  • Moderatore
  • 4692 Messaggi:
  • Location:Valhalla degli Otaku
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 08 April 2020 - 06:17 PM

Be', Sammo è pur sempre Sammo... poi in versione BD...
Grazie per questa proposta.

Messaggio modificato da JulesJT il 08 April 2020 - 06:17 PM

Immagine inserita


Cinema Asiatico:
Welcome to the Space Show, Udaan (2010), Goyōkin, Fuse, Dragon Town Story, The River with No Bridge, ILO ILO, A Time in Quchi
Still the Water, Norte - the End of History, The Terrorizers, Yi Yi, Stray Dogs, Tag,
Cemetery of Splendour, A Brighter Summer Day,
Labour of Love,Double Suicide, Japanese Girls at the Harbor, Nobi (Fires on the Plain), The Postmaster, Radiance, Liz and the Blue Bird
Modest Heroes,
The Seen and Unseen, Killing

L'Altro Cinema:
Kriegerin, Chop Shop, Marilena de la P7, Kinderspiel, Kes, Abbas Kiarostami (special), Hanami, L'enfance nue, Short Term 12
Mamasunción, The Rocket, The Selfish Giant,
Argentinian Lesson, Holubice, The Long Day Closes, Mon oncle Antoine, O som do Tempo
Mammu, es tevi mīlu, Skin, Une histoire sans importance, Couro de Gato, Los motivos de Berta, Ne bolit golova u dyatla, Valuri, Club Sandwich
, Whiplash, The Strange Little Cat, Cousin Jules, La fugue, Susa, Corn Island, Beshkempir, The Better Angels, Paul et Virginie, Im Keller, Ich Seh Ich Seh, Harmony Lessons, Medeas, Jess + Moss, Foreign Land, Ratcatcher, La maison des bois, Bal, The Valley of the Bees, Los insólitos peces gato, Jack, Être et avoir, Egyedül, Évolution, Hide Your Smiling Faces, Clouds of Glass, Les démons, On the Way to the Sea, Interlude in the Marshland, Tikkun, Montanha, Respire, Blind Kind, Kelid, Sameblod, Lettre d'un cinéaste à sa fille, Warrendale, The Great White Silence, Manhã de Santo António, The Wounded Angel, Days of Gray, Voyage of Time: Life's Journey,Quatre nuits d'un rêveur, This Side of Paradise, La jeune fille sans mains, La petite fille qui aimait trop les allumettes, CoinCoin et les Z'inhumains, Brothers, Permanent Green Light, Ryuichi Sakamoto: Coda, Travel Songs, Reminiscences of a Journey to Lithuania, Retouch,

Drama: Oshin, Going My Home
Focus: AW - Anime Project 2013, Sull'Onda di Taiwan, Art Theatre Guild of Japan, Allan King





1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi