Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

[RECE][SUB] Japanese Girls at the Harbor


2 risposte a questa discussione

#1 JulesJT

    Wu-Tang Lover

  • Moderatore
  • 4084 Messaggi:
  • Location:Walhalla degli Otaku
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 26 April 2017 - 07:12 PM

Immagine inserita


Titolo originale: Minato no Nihon musume (港の日本娘)
Regia: Hiroshi Shimizu
Paese: Giappone
Anno: 1933
Genere: Drammatico - Muto
Durata: 72'
Lingua: Giapponese (intertitoli)
Interpreti: Michiko Oikawa (Sunako), Yukiko Inoue (Dora), Ureo Egawa (Henry)



Immagine inserita Immagine inserita


Vicenda drammatica che si svolge a Yokohama e che vede come protagoniste due giovani ragazze - Sunako e Dora - prossime a conseguire il diploma.
Terminati gli studi, prenderanno strade diverse fino a quando non faranno la conoscenza di Henry, un affascinante motociclista. Quest'ultimo influenzerà le vite di entrambe fino a quando...

Immagine inserita


Egregio film muto targato Hiroshi Shimizu, talentuoso regista nipponico che ebbe la "sfortuna" di essere attivo durante lo stesso periodo di altri due mostri sacri del cinema asiatico e internazionale: Ozu e Mizoguchi. In questo lungometraggio datato 1933 ha preso vita una storia romantica dai contorni decisamente drammatici in una città (Yokohama) fortemente influenzata dalle mode occidentali. Ha utilizzato sapientemente la cinepresa giocando molto con la scenografia e ricorrendo a numerosi tagli tra una scena e l'altra, in modo particolare durante una sequenza girata in chiesa dove ha dato prova di maestria nell'utilizzo della prospettiva.
Davvero un piccolo gioiello da non perdere.


Immagine inserita


Traduzione: JulesWU


SOTTOTITOLI
(Versione: DVD Criterion)





Ordina il DVD su

Immagine inserita


Messaggio modificato da fabiojappo il 06 May 2017 - 12:43 PM


#2 Meiko Kaji

    PortaCaffé

  • Membro
  • 33 Messaggi:
  • Sesso:

Inviato 30 April 2017 - 03:58 AM

Fin'ora ho visto solo 4 films di Shimizu: il mio primo è stato Arigatou-san, Mr.Thank You, un lavoro di prim'ordine, anche considerato il fatto che tenere acceso l'interesse per più di un'ora sempre sull'interno (o quasi) di un autobus in viaggio non è certo facile. Meraviglioso equilibrio tra commedia e dramma.
Poi ho visto appunto questo, che mi ha sorpreso per la modernità di certe soluzioni, come appunto la scena in chiesa che descrivi.
The Son of the Boss at the College, che ricordo poco; poi, per ultimo, poco tempo fa, Nobuko, la storia di una insegnante di campagna che arriva in un istituto cittadino, una pellicola che merita almeno una visione, anche per l'affascinante protagonista e la sua giovanissima antagonista.

Immagine inserita


"Come puoi vedere, sono una nullità. Nient'altro che una vagabonda senza casa."


Immagine inserita


#3 ggrfortitudo

    Operatore luci

  • Membro
  • 269 Messaggi:
  • Location:Ozieri (SS)
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 13 July 2017 - 03:01 PM

Un film struggente da conservare e da proteggere nella memoria.
Contiene tutti gli elementi dell'amore infelice e dell'autodistruzione.
L'amore e la passione vengono rincorsi, traditi, infranti.

La scena finale è da antologia.

:em37: :em37:

Immagine inserita






1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi