Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

[RECE][SUB] The Elephant And The Sea


10 risposte a questa discussione

#1 can tak

    PortaCaffé

  • Membro
  • 6 Messaggi:
  • Sesso:

Inviato 15 November 2011 - 10:26 AM

THE ELEPHANT AND THE SEA

Versione 0,97



Immagine inserita




Regia: Woo Ming Jin

Sceneggiatura: Woo Ming Jin

Nazione: Malesia

Anno: 2007

Cast: Berg Lee, Chung Kok Keong, Ng Meng Hui, Cheong Wai Loon, Tan Chui Mui, Beatle Yap





Recensione di Nosferatu
Un isolato e sonnolento villaggio di pescatori della Malesia viene colpito da una misteriosa epidemia arrivata dal mare, che non solo attacca il principale mezzo di sostentamento locale (il pesce), ma sembra insinuarsi sottilmente nelle pieghe più nascoste dell'animo umano mettendone a nudo tutta la fragilità, enfatizzando un disagio sociale già presente, concretizzando la necessità di trovare negli altri quel calore umano che la natura o gli oggetti non possono darci, ma di cui abbiamo un disperato bisogno per sopravvivere.
Yun Ding è un giovane sfaccendato che passa le sue giornate in compagnia dell'amico Long Chai piazzando oggetti appuntiti per la strada e offrendo le proprie prestazioni agli ignari passanti che si ritrovano improvvisamente con le ruote forate. Ah Ngau è un uomo di mezza età, pescatore che passa intere giornate in mare aperto e che da esso riceve il necessario per sostenere se stesso e la propria moglie. Entrambi vengono colpiti duramente da questa misteriosa epidemia, della quale non ci è dato sapere praticamente nulla (poiché non è certo questo l'obbiettivo che il film si prepone), quando l'amico di uno e la moglie dell'altro muoiono improvvisamente. Il dolore, il peso dell'assenza, iniziano così a manifestarsi, non con le stereotipate e banali rappresentazioni del lutto alle quali certo cinema ci ha abituati, ma con un tormento interiore che le parole non possono descrivere, con un ristagno, una sorta di galleggiamento esistenziale, un torpore ben rappresentato dalle immagini e dai silenzi più che dalle parole, un decadente e degradante, se vogliamo, tentativo di dare un significato alle proprie azioni. E così Yun Ding prova a cercarsi un lavoro e si dimostra disposto a tutto, anche a "vendere" il corpo della sorella dell'amico defunto (che di lui è innamorata) per mantenerlo, mentre Ah Ngau crede di aver ritrovato nella carnalità del sesso gli stimoli necessari per tornare a vivere ma si rende presto e impietosamente conto che il suo è soltanto un palliativo sotto al quale si nasconde la necessità di affetto resa evidente dal suo attaccamento per una ragazza squillo.


Due uomini, due storie di solitudine e di lutto, che non si incrociano mai, ma che condividono lo stesso dolore fra il cielo e il mare della Malesia. Il mare, appunto, elemento primordiale che è datore di vita e di morte è il terzo protagonista di questo bel film di Woo Ming Jin del 2007. è in questa dicotomia che rappresenta la continua lotta fra uomo e natura, fra il desiderio di lasciarsi soccombere, di sprofondare (come del resto sembrano voler fare i due protagonisti ad un certo punto del racconto) e la necessità di riemergere ed affrontare il mal vivere cercando di dare un peso alla propria quotidianità che The Elephant and the Sea trova il suo senso più profondo di appagamento. Ed è grazie sopratutto all'uso intelligente della fotografia paesaggistica che contrappone in continuazione elementi disturbanti tanto nella forma quanto nel contenuto a immagini di una natura bellissima e spietata, dura ma riconciliatoria che l'eccellente risultato viene ottenuto.
Apprezzato dalla critica internazionale, vincitore di svariati premi presso i festival di tutto il mondo (fra i quali ricordiamo il premio speciale della giuria al 25° Torino Film Festival), The Elephant and the Sea è stato spesso accostato al cinema del ben più noto Tsai Ming Liang (anch'esso originario della Malesia), per le atmosfere sospese e l'assenza di dialoghi, per l'epidemia inspiegabile e misteriosa che forse ci ricorda quella del bellissimo The Hole, per la rappresentazione del sesso come strumento effimero di fuga da una realtà inaccettabile. Senz'altro i punti in comune ci sono, ma ciò non toglie che i meriti del film di Woo Ming Jin vadano al di la della semplice scopiazzatura, perché The Elephant and the Sea trova gli spunti per vivere di vita propria, lo fa con una forza sottile ma innegabile, e acquista un identità ben precisa nel porre la dualità di una natura (che nel cinema di Tsai Ming Liang non è mai stata un elemento così preponderante), quella bellissima, ancestrale, selvaggia e affascinante del paesaggio Malese, che mette a nudo le debolezze insite nell'uomo e nella società ma che infine diventa anche elemento catartico, purificatore (emblematico il contatto con il mare, quello puramente contemplativo di Ah Ngau e quello selvaggio, quasi sacrificale di Yun Ding) attraverso il quale, a volte, è necessario passare per ritrovare se stessi.



SOTTOTITOLI

Allega file  The.Elephant.And.The.Sea.Asianworld.zip   5.12K   48 Numero di downloads



Traduzione di can tak





Ordina il DVD su

Immagine inserita


Messaggio modificato da fabiojappo il 17 October 2014 - 08:26 PM


#2 Umberto D.

    Microfonista

  • Membro
  • 149 Messaggi:
  • Sesso:

Inviato 15 November 2011 - 02:34 PM

grande, il cinema malesiano merita più considerazione. Finalmente negli ultimi 2 anni si sta facendo notare :)

La maggior parte dei film segue lo stesso schema: azione, cut, azione, cut.

Si limitano a seguire una trama. Ma la storia non è solo nelle azioni umane,

tutto può essere storia. Un uomo che aspetta in un angolo può essere una storia." Béla Tarr


#3 fabiojappo

    Regista

  • Moderatore
  • 4421 Messaggi:
  • Location:Alghero
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 15 November 2011 - 03:31 PM

Grazie ! Sembra molto interessante.

Mi aiuti a recuperarlo?

#4 Cignoman

    Direttore del montaggio

  • Membro storico
  • 2847 Messaggi:
  • Location:Nowhere
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 15 November 2011 - 08:15 PM

Quoto Fabio, apprezzamento senza riserve per la traduzione e per la recensione accompagnato da una richiesta di aiuto. HELP!

Immagine inserita


#5 Kiny0

    Direttore della fotografia

  • Moderatore
  • 1719 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 30 November 2011 - 02:22 AM

Sembra davvero interessante!

Io quoto fabiojappo, dove si può recuperare? :em07:
Tradotti per AsianWorld Cinema Asiatico Lost in Beijing (2007), Buddha Mountain (2010: w/ fabiojappo), Dirty Maria (1998), Samurai Rebellion (1967), The Ravaged House (2004: w/ fabiojappo), Freesia: Bullet Over Tears (2007), Cuffs (2002), Tokyo Marigold (2001: w/ fabiojappo), Villon's Wife (2009), Yellow Flower (1998), Going My Home - ep.06 (2012), A Gap in the Skin (2005); Altro Cinema A Time for Drunken Horses (2000), Marooned in Iraq (2002), Mio in the Land of Faraway (1987); Retrospettive Kumakiri Kazuyoshi (w/ fabiojappo & Tyto), Asano Tadanobu (w/ calimerina66, fabiojappo & ReikoMorita); Recensioni Il racconto di Watt Poe (1988); Revisioni 1778 Stories of Me and My Wife (2011), Under the Hawthorn Tree (2011), Mekong Hotel (2012), Headshot (2011), BARFI! (2012), Rhino Season (2012), Metéora (2012), Secret Chronicle: She Beast Market (1974), The Other Bank (2009), The Good Road (2013), Just the Wind (2012), Daf (2003), AUN (2011), Jin (2013), Day and Night (2004), Nothing's all bad (2010), Saving General Yang (2013), Miss Zombie (2013), Legend of the Wolf (1997), Here comes the Bride (2010), Omar (2013), The Missing Picture (2013), The Legend of the Eight Samurai (1983), A Scoundrel (1965), Hope (2013), Empress Wu Tse-Tien (1963), Be with You (2018), Rage (2016), Himeanole (2016), Her Love Boils Bathwater (2016), Cutie Honey: Tears (2016), Good Morning Show (2016), Capturing Dad (2013); Lavori in corso: Cinema Asiatico Snakes and Earrings (35%), Dragons Forever (10%); Altro Cinema -.

#6 poison

    Ciakkista

  • Membro
  • 95 Messaggi:
  • Sesso:

Inviato 05 December 2011 - 09:18 AM

Film interessante, peccato che nella mia edicola il film è terminato :( Help :em07:

#7 battleroyale

    Kimkidukkiano Bjorkofilo

  • Collaboratore
  • 4424 Messaggi:
  • Location:Lecco
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 07 December 2011 - 11:06 AM

Anche io necessito di Help! :(
Sweet Like Harmony, Made Into Flesh... You dance by my side, children sublime!


Immagine inserita



Le mie recensioni cinematografiche: http://matteo-bjork-...i.blogspot.com/

Lungometraggi subbati per aw: Lunchbox, Wool 100% , Tomie: Revenge, Sexual Parasite: Killer Pussy, Pray, Violated Angels, Go Go Second Time Virgin (Migliore attrice al XIV AW Award), A Slit-Mouthed Woman, Kuchisake, Teenage Hooker Became Killing Machine In DaeHakRoh, Marronnier, Raigyo, X-Cross, Loft (premio alla miglior regia al XV AW Award), The House, Evil Dead Trap 2 , Id, Female Market, The Coffin, Art Of The Devil 3, Coming Soon, Wife Collector, Nang Nak , Whispering Corridors 5: A Blood Pledge, Grotesque, Gonin, 4bia , Lover, Unborn But Forgotten, Life Is Cool , Serial Rapist, Noisy Requiem, Pig Chicken Suicide, Tamami: The Baby's Curse, Nymph, Blissfully Yours, La Belle, February 29, The Cut, Zinda, Rule Number One, Creepy Hide And Seek, M, Visage, Female, Naked Pursuit, Today And The Other Days, Red To Kill, Embracing, Kaleidoscope, Sky, Wind, Fire, Water, Earth, Letter From A Yellow Cherry Blossom, The Third Eye, 4bia 2, The Whispering Of The Gods, My Ex, The Burning, The Haunted Apartments, Vegetarian, Vanished, Forbidden Siren, Hole In The Sky (fabiojappo feat. battleroyale), Invitation Only, Night And Day, My Daughter, Amphetamine, Soundless Wind Chime, Child's Eye, Poetry, Oki's Movie , Natalie, Acqua Tiepida Sotto Un Ponte Rosso, The Echo, Gelatin Silver, Love, Help, Hazard, Late Bloomer, Routine Holiday, Olgami- The Hole, Caterpillar, The Commitment, Raffles Hotel, Ocean Flame, The Sylvian Experiments, Bloody Beach, The Vanished, Dream Affection, White: The Melody Of The Curse, Eighteen, I Am Keiko, Guilty Of Romance, Muscle, Birthday, Journey To Japan, POV: A Cursed Film, Exhausted, Uniform Virgin: The Prey, Gimme Shelter

Serie tv subbate per aw: Prayer Beads

Cortometraggi subbati per aw: Guinea Pig: Flowers Of Flesh And Blood, Guinea Pig: Mermaid In The Manhole, Guinea Pig: He Never Dies ,4444444444, Katasumi , Tokyo Scanner, Boy Meets Boy , Kyoko Vs. Yuki, Dead Girl Walking, Sinking Into The Moon, Suicidal Variations, House Of Bugs, Tokyo March, Emperor Tomato Ketchup, Birth/Mother, I Graduated, But..., Fighting Friends, Ketika, Lalu dan Akhirnya, South Of South, Incoherence, Imagine

L'altro Cinema: Drawing Restraint 9 , La Concejala Antropofaga, Subjektitüde

Inwork: Rec (60%), Kisses (50%), Serbis (90%)

#8 fabiojappo

    Regista

  • Moderatore
  • 4421 Messaggi:
  • Location:Alghero
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 11 December 2011 - 11:21 AM

Certo non "facile", ma bello. L'accostamento con Tsai Ming Liang, come fa notare Nosferatu nell'ottima recensione, ci sta. Dialoghi rarefatti, inquadrature fisse e lunghe, immagini intense.

Di cinema malese non abbiamo molto in archivio, ma è tutta roba buona !

Messaggio modificato da fabiojappo il 11 December 2011 - 11:22 AM


#9 Umberto D.

    Microfonista

  • Membro
  • 149 Messaggi:
  • Sesso:

Inviato 12 December 2011 - 04:34 PM

sono daccordo, la recensione di Nosferatu è davvero ben fatta, complimenti! :)
vero, i film malesiani in archivio meritano, me li vedrò tutti a parte My Daughter che mi sembra l'unico scarso.

La maggior parte dei film segue lo stesso schema: azione, cut, azione, cut.

Si limitano a seguire una trama. Ma la storia non è solo nelle azioni umane,

tutto può essere storia. Un uomo che aspetta in un angolo può essere una storia." Béla Tarr






1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi