Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

- - - - -

[RECE][SUB] Foreign Land


  • Non puoi rispondere a questa discussione
Nessuna risposta a questa discussione

#1 JulesWU

    Wu-Tang Lover

  • Moderatore
  • 3989 Messaggi:
  • Location:Walhalla degli Otaku
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 06 September 2015 - 12:35 PM

Immagine inserita


Titolo originale: "Fremdland"
Regia: Götz Spielmann
Paese: Austria
Anno: 1984
Genere: Cortometraggio
Durata: 43'
Lingua: Tedesco
Interpreti: Wernfried Natter (Senner), Anton Meusburger (Bauer)


Immagine inserita Immagine inserita

Sinossi

Un agricoltore decide di mandare in montagna il proprio giovane figlio al fine di fargli imparare un mestiere e renderlo più indipendente.
Quest'ultimo sarà aiutato da un taciturno aiutante che lo assisterà quotidianamente.

Immagine inserita


Commento di JulesJT

* Contiene spoiler *

Opera prima di Spielmann, regista austriaco classe 1961 noto al grande pubblico per il suo lungometraggio Revanche (in nomination agli Oscar del 2008 per il Miglior Film Straniero, anno in cui vinse il giapponese "Departures/Okuribito" di Y. Takita).
Come accennato precedentemente, questo corto vede protagonista un adolescente durante quella che probabilmente è la sua prima esperienza lavorativa.
Trattasi di un film privo di didascalismi, anzi, le battute sono infatti ridotte all'osso e la comunicazione si palesa decisamente di più tramite i gesti e gli sguardi piuttosto che con le parole. Il giovane aiutante a cui è stato affidato il ragazzo - infatti - non fa certo della loquacità un suo punto di forza.
Pare essere un uomo come tanti che necessita semplicemente di un lavoro per racimolare dei soldi. Niente di più, niente di meno.
Tuttavia, in questo silenzio continuo, in questa (più o meno apparente) noiosa routine quotidiana, qualcosa sembra via via emergere: il ragazzino non si lamenta e - vista l'età - vorrebbe magari interagire maggiormente col "simpatico" aiutante ma quest'ultimo pare non aver mai aperto un vocabolario sotto la voce "socializzazione".
Per tutta la durata della pellicola si ha come la sensazione che qualche sconvolgente situazione sia in procinto di verificarsi (violenza domestica/sessuale, torture indicibili, ecc...), invece l'unico "brivido" è caratterizzato dalle riviste a sfondo pornografico che l'aiutante tiene nascosto in cantina ma che sfoglia con lo stesso interesse col quale un quindicenne affronterebbe i suoi primi esercizi di analisi logica. L'ennui, in sintesi.
Non aspettatevi quindi un purissimo documentario sulle bellezze della montagna poiché - pur presentando caratteristiche che si avvicinano al genere - il film in questione scorre nella più totale pacatezza degli eventi.
Non lo reputo quindi necessariamente noioso, si mostra per quello che è.


Immagine inserita


Traduzione e recensione: JulesJT


SOTTOTITOLI
(Versione: DVD)
Allega file  Foreign.Land.AsianWorld.zip   5.04K   21 Numero di downloads



Messaggio modificato da JulesJT il 15 November 2015 - 02:49 PM






1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi