Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

* * * * * 1 Voti

[RECE][SUB] Bal


1 risposta a questa discussione

#1 JulesJT

    Wu-Tang Lover

  • Moderatore
  • 4084 Messaggi:
  • Location:Walhalla degli Otaku
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 07 December 2015 - 07:53 PM

Immagine inserita


Titolo internazionale: Honey
Regia: Semih Kaplanoglu
Paese: Turchia
Anno: 2010
Genere: Drammatico
Durata: 103'
Lingua: Turco
Interpreti: Bora Altas (Yusuf), Erdal Besikçioglu (Yakup), Tülin Özen (Zehra)

Immagine inserita Immagine inserita

Sinossi

Yusuf è un tenero (quanto taciturno) fanciullo che vive in un remoto villaggio montano della Turchia. Conduce una vita decisamente semplice insieme alla madre Zehra e al padre Yakup. Quest'ultimo è un apicoltore che fatica a trovare dei luoghi adatti per far prosperare la propria attività. Il rapporto paterno è sicuramente quello che più interessa al bambino poiché solo con lui riesce realmente ad aprirsi e a confidarsi, non urlando ma solo coi sussurri.


Immagine inserita


Commento di JulesJT

*CONTIENE SPOILER*

Lungometraggio che scoprii anni fa e del quale mi innamorai follemente fin dai primi minuti di visione.
Davvero splendida questa relazione padre-figlio che si basa su semplici gesti, scherzetti innocenti e interazione con l'ambiente circostante.
Il giovane Yusuf, infatti, adora girovagare per i bochi insieme al papà e non vede mai l'ora di ampliare il proprio vocabolario chiedendogli i nomi dei fiori o quant'altro.
Il padre sembra essere apparentemente una persona fredda e distaccata ma invece riesce a manifestare il proprio affetto per il figlio in modo pacato e senza sprecare troppe parole.
Yusuf pende letteralmente dalle sue labbra.
Purtroppo la madre - anch'essa lavoratrice - non riesce a comunicare col bimbo come vorrebbe e vive soffocando questa inquietudine perché le uniche risposte che riceve sono dei balbettii. Yusuf fatica infatti a esprimersi tramite la parola, o meglio, riesce a sbloccarsi solo quando si sussurra. Ciò gli crea non pochi problemi soprattutto in ambiente scolastico dove viene spesso schernito dai compagni - che non frequenta e coi quali non gioca mai - e snobbato dall'insegnante.
Soltanto la purissima atmosfera montana e le parole del padre Yakup sembrano rasserenarlo.
Decisamente un'ottima pellicola, povera di dialoghi ma ricca di sentimento e che si fa apprezzare soprattutto per l'estrema attenzione nei confronti di Madre Natura; ci si immerge in essa, si medita, la si contempla, la si ama e ci si adagia dolcemente.
Orso d'Oro al Festival di Berlino 2010.


Immagine inserita


Recensione e traduzione: JulesJT


SOTTOTITOLI
(Versione: Blu-ray)
Allega file  Bal.AsianWorld.zip   8.84K   70 Numero di downloads




#2 Darkou

    Cameraman

  • Membro
  • 870 Messaggi:
  • Location:Saffattirrella
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 07 December 2015 - 08:48 PM

Grazie Jules! La rece mi ha convinto, lo provo con piacere! :em89: :em73:

>>AIUTATEMI, CONSIGLIATEMI DEI FILM!!<<


Immagine inserita


Traduzioni "Cinema Asiatico": Legend of the Wolf (Hong Kong; 1997); Shaolin Mantis (Hong Kong; 1978); Crippled Avengers (Hong Kong; 1978); Five Element Ninjas (Hong Kong; 1982); Opium and the Kung Fu Master (Hong Kong; 1984); Rikidōzan (Corea del Sud; 2004); Empress Wu Tse-Tien (Hong Kong; 1963); Shaolin and Wu Tang (Hong Kong; 1983); The Shaolin Temple (Hong Kong; 1982); The Kid from the Big Apple (Malesia; 2016);

Traduzioni "L'altro Cinema": Dancehall Queen (Giamaica; 1997); Khadak (Belgio; 2006); Dragon Ball Z: Light of Hope (USA; 2014); Sleeping Dogs: Live Action (USA; 2012); One Love (Giamaica; 2003);



"Escape from Babylon!"






1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi