Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

[RECE][SUB] The Virgin Psychics


6 risposte a questa discussione

#1 J-ok'el

    Microfonista

  • Membro
  • 184 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 08 December 2016 - 12:58 PM

The Virgin Psychics
映画 みんなエスパーだよ

Immagine inserita



Immagine inserita


SCHEDA

Titolo originale: 映画 みんな!エスパーだよ!

Regista: Sion Sono
Scritto da: Kiminori Wakasugi (manga), Shinichi Tanaka, Sion Sono
Data di uscita: 4 settembre 2015
Durata: 114 min.
Genere: Adolescenziale, commedia, fantascienza
Lingua: Giapponese
Paese: Giappone


Immagine inserita


TRAMA

Yoshiro, studente liceale in una cittadina situata in “piccolo angolo del Giappone”, una notte, mentre soddisfa i suoi impulsi, viene colpito da dei raggi cosmici, i quali gli conferiscono il potere di sentire i pensieri delle altre persone (a sfondo sessuale). Non passa molto, quando Yoshiro nota che anche altri ragazzi e ragazze hanno degli strani poteri “ESP”. Tutte le persone che quella notte sono state colpite dai raggi mentre soddisfacevano le loro pulsioni hanno acquisito dei particolari poteri, ossia sono diventate “ESPer”. Alcuni ESPer saranno buoni, altri invece saranno malvagi e cercheranno di cambiare le regole (anche morali), per ottenere un mondo basato sul sesso e sulla libertà (di sesso). Gli eroi ESPer cercheranno così di salvare la terra dalla minaccia rappresentata dagli ESPer malvagi attraverso i loro poteri (che si caratterizzano per una componente sessuale immancabile)

Immagine inserita

Immagine inserita

Per il cast completo visita AsianWiki.




SOTTOTITOLI

(versione: bluray)




Traduzione: J-ok’el
Revisione: fabiojappo




Ordina il DVD su
Immagine inserita


Messaggio modificato da fabiojappo il 09 December 2016 - 09:36 AM


#2 fabiojappo

    Regista

  • Moderatore
  • 4257 Messaggi:
  • Location:Alghero
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 08 December 2016 - 01:49 PM

Il rilascio dei sottotitoli nel giorno dell'Immacolata può risultare leggermente blasfemo... :em16: :em89:

Grazie della proposta, sicuramente saranno contenti i tanti fan di Sono. Un film così trash da poter diventare un cult !

Messaggio modificato da fabiojappo il 08 December 2016 - 02:05 PM


#3 François Truffaut

    Wonghiano

  • Amministratore
  • 12932 Messaggi:
  • Location:Oriental Hotel
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 10 December 2016 - 05:00 PM

Mi aspettavo una boiata pazzesca e invece mi sono divertito.
A differenza di Shinjuku Swan (che per me è uno dei lavori più brutti e meno ispirati di Sion Sono) questo The Virgin Psychics è pregno del gusto pervertito e anarchico del regista, ovviamente declinato secondo le regole del cinema mainstream (ma non del tutto, però) a cui il regista sembra essersi legato ultimamente.
Può sembrare improbabile 'intellettualizzare' un film del genere, eppure sotto la patina di pinku eiga (con annessi contenuti critici sulla società giapponese, come alle origini del genere) si nasconde un lavoro genuinamente delirante e caotico in cui Sion Sono affastella tutto l'armamentario del suo cinema (voyeurismo spinto agli eccessi, ragazze conturbanti dall'identità indefinita e misteriosa, uomini-otaku feticisti, tra cambi repentini di registro e scene di inaspettato impeto) per raccontare - a modo suo - l'interiorità di un individuo che si sente prigioniero di una condizione da cui vuole fuggire, un tema ricorrente in tanti film del regista che si manifesta in continue scene di corsa a perdifiato dei personaggi verso un orizzonte indistinto. Il personaggio di Shota Sometani si trasforma da liceale segaiolo qualunque in pieno subbuglio ormonale a eroe in erba dotato di superpoteri in grado di salvare il mondo da un imprecisato nemico, salvo poi rientrare nei ranghi in un finale che marca la mancata svolta del ragazzo, il suo ritorno al punto di partenza, la sua consapevolezza che l'ideale di amore che lo ossessionava era in realtà "l'avidità e la malizia" (come dice il personaggio di Aiko Polnareff) del desiderio sessuale che cova la società giapponese dietro la sua facciata di indifferenza.
Il tutto si traduce in un film che funziona (alcune situazioni e idee sono positivamente sconcertanti), sia come commedia oscena (ottima la scelta del cast delle fanciulle che dominano la scena per le loro qualità non squisitamente attoriali :em16: ), sia come sci-fi demenziale. Con la netta sensazione che Sono abbia un po' voluto prendere per i fondelli le aspettative dell'industria del cinema dei grandi numeri e del pubblico di riferimento delle commedie adolescenziali con un film che sembra perfettamente allineato al mainstream pruriginoso ma che in realtà sotto sotto cova un'anima irrequieta e iconoclasta.
Non guardatelo quindi come un film per maschietti con la bava alla bocca: secondo me è molto di più.

Ringrazio J-ok’el per la traduzione-lampo.
Sono contento che Sion Sono sia sempre più presente su queste pagine: credo che tra i suoi ultimi film manchi solo The Whispering Star.

Messaggio modificato da François Truffaut il 12 December 2016 - 11:03 AM

Cinema Taiwanese su AsianWorld.it



Immagine inserita

Naomi Kawase: il cinema, i film

Immagine inserita



Sottotitoli per AsianWorld: The Most Distant Course (di Lin Jing-jie, 2007) - The Time to Live and the Time to Die (di Hou Hsiao-hsien, 1985) - The Valiant Ones (di King Hu, 1975) - The Mourning Forest (di Naomi Kawase, 2007) - Loving You (di Johnnie To, 1995) - Tokyo Sonata (di Kiyoshi Kurosawa, 2008) - Nanayo (di Naomi Kawase, 2008)

#4 fabiojappo

    Regista

  • Moderatore
  • 4257 Messaggi:
  • Location:Alghero
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 12 December 2016 - 10:56 AM

Visualizza MessaggioFrançois Truffaut, il 10 December 2016 - 05:00 PM, ha scritto:

Mi aspettavo una boiata pazzesca e invece mi sono divertito.

Mi hai convinto sino a qua :em89:

A parte la battuta, interessante la riflessione. Non avevo pensato a certi aspetti, "coperti" dalla storia fuori di testa di questi particolari X-Men :em16:

#5 firvulag

    PortaCaffé

  • Membro
  • 37 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 26 December 2016 - 05:31 PM

un film Sion Sono che dalla trama sembra una boiata e poi se si dice che

Citazione

questo The Virgin Psychics è pregno del gusto pervertito e anarchico del regista

non posso far altro che correre in edicola a cercare questa chicca :em89:

... non dimenticando ovviamente di ringraziare :em16:

#6 MisterDiPla

    Ciakkista

  • Membro
  • 92 Messaggi:
  • Location:Provincia Di Frosinone
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 30 December 2016 - 07:05 PM

Ringrazio J-ok'el per la recensione e la traduzione...

E' il primo film di Sono a cui non ho davvero trovato un senso...da maschietto, ecco, potrei iniziare a parlare delle belle e giovani donzellette giapponesi presenti nel film (anche se il seno della Kagurazaka è altro livello, Sono nome apache 'Occhio Lungo' se l'è sposata...lui!)...e potrei anche farmelo piacere...infondo Sono ha giocato e parlato alla mia parte più primordiale con una leggerezza che mi ha stupito...quasi mai volgare o sporco.

Per la cronaca sarei curioso di sapere l'incassi in Giappone di questo film. (Per paragonarlo agli incassi dei fiorenti jappoteen-movie).

Per il resto Sono da sfoggio di una buona regia...questo erotismo e voyeurismo jappo cosi leggero ha reso piacevole la visione (sempre al di là delle belle attrici presenti)...poi il film mi lascia sempre quell'amaro in bocca (quasi sempre presente nelle visioni di Sono)...quell'amaro in bocca in cui si poteva davvero dare una profondità maggiore...perché il film nonostante sia un sci-fi/commedia demenziale è davvero ottimo...ma davvero, per me è un film nonsense, in cui Sono mi trastulla per 2 ore...potrei accettarlo...ma non voglio.

#7 neodago

    Ciakkista

  • Membro
  • 79 Messaggi:
  • Location:Udine
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 10 May 2017 - 07:59 AM

Visto ieri sera (due film sottotitolati nella stessa settimana, quasi un record personale...). E' il mio primo film di Sono, quindi non posso fare paragoni, ma almeno ho gettato una base da cui partire.
Ammetto che ciò che mi ha spinto alla visione di questa pellicola sono state le "attrici" "impegnate" in questa "recitazione", in special modo la signorina Ikeda. Da questo punto di vista non sono rimasto certo deluso, la qualità è stata notevole! :em20:
In ogni caso le due ore sono letteralmente volate, segno che mi sono divertito. Certo, devo ancora trovare un senso a questo film (oltre al già citato motivo "estetico"), ma continuerò a rimuginarci su.
Grazie mille per la proposta e ai subber!





1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi