←  L' Altro Cinema - Recensioni e traduzioni

AsianWorld Forum

»

[RECE][SUB] Models

 foto fabiojappo 28 Dec 2014

Models


Immagine inserita

Regia: Ulrich Seidl

Paese: Austria

Anno: 1999

Durata: 117 min.

Genere: Drammatico

Cast:
Viviane Bartsch (Vivian)
Tanja Petrovsky (Tanja)
Lisa Grossmann (Lisa)


Immagine inserita



Trama. ll film segue la vita sessuale e la carriera di tre modelle ambiziose. Vivian farebbe davvero di tutto pur di apparire sulla copertina di una rivista, Lisa spende il suo tempo tra la cocaina e i ritocchi estetici, mentre Tanya, amante dello yoga e dei tarocchi, condivide per gli animali una passione morbosa.


Immagine inserita



Recensione di battleroyale
Per quanto Ulrich Seidl sia riuscito ad uscire dalla sua nicchia di ammiratori verso un pubblico più ampio con la trilogia del Paradiso, non dobbiamo dimenticare che l’autore austriaco è prima di tutto un documentarista. Anche nei suoi lavori di fiction il metodo di lavorazione documentaristico è preponderante: improvvisazione, immedesimazione totale degli attori nei confronti dei personaggi, case vere come set… allo stesso modo, anche nel documentario il confine realtà/finzione è sempre molto labile. La verità documentaristica viene sfalsata dalla composizione architettonica dell’inquadratura, ad una scelta maniacale e geometrica del quadro che congela i personaggi in ritratti di grande impatto visivo. “Models”, a questo proposito, sebbene sia ricordato dai soli ammiratori del regista, è un punto importante per ciò che è la poetica di Seidl: il rapporto che si instaura tra occhio-macchina e personaggio messo a nudo. Se il segreto della messa a nudo di personaggi scomodi (pensiamo ai controversi “Animal Love” o l’ultimo, bellissimo, “Im Keller”) sta non tanto nell’essere sé stessi, ma nell’interpretare sé stessi, distaccandosi dal proprio io pur restandoci e ponendo la finzione come arma per essere sinceri e senza vergogna, in “Models” anche questo vacilla. Seidl dimostra come, di fronte a persone che vivono di sole apparenze, l’essere il proprio io sia impossibile. Le modelle di “Models” sono ciò che appaiono: belle e piene di vizi (sesso, droga, sigarette, ossessione per il proprio corpo). Donne che non temono l’occhio della cinepresa perché riescono ad essere ciò che sono solo se vi è un osservatore esterno, qualcuno che doni loro l’autostima necessaria affinché il loro lavoro di belle e impossibili trovi compimento. L’unico film di Seidl dove la messa a nudo non è sincera, dove il patto tra spettatore e opera entra in crisi: la finzione è qui palese, pur trattandosi di realtà. Quando un soggetto si abitua ad apparire, allora è sincero solo quando mente. Il tutto sotto il taglio freddo, asettico e chirurgico di Seidl: qui più umano che mai, compiaciuto e psicologico. Un occhio che non giudica, mostra, cerca di aiutare. Un occhio amico che dona senso di esistere a queste ragazze semplicemente mostrandole. E assicurandoci che, sotto sotto, tutti noi sentiamo di vivere solo come immagini negli altri.


Immagine inserita



SOTTOTITOLI
(versione: 1,36)


Allega file  Models.AsianWorld.zip (37.4K)
Numero di downloads: 109


Traduzione: Grace de Kerouàc





Messaggio modificato da fabiojappo il 28 December 2014 - 04:17 PM
Rispondi

 foto fabiojappo 28 Dec 2014

Nuova proposta di Re Nah Toh con la collaborazione tecnica di GraziaSS (da oggi nuovo nickname da subber, Grace de Kerouàc) dopo la fortunata trilogia Paradise: Love, Paradise: Faith, Paradise: Hope. Una chicca perché questo film, Models, rappresenta il primo lungometraggio di finzione del regista austriaco

Grazie anche a battleroyale per la bella recensione di presentazione.

Se le cose migliori Seidl ce le ha regalate con i film successivi, vale sicuramente la pena guardare anche questo lavoro dove non si fa fatica a riconoscere già alcune delle caratteristiche dello stile di regia e della poetica graffiante di un regista diventato in seguito uno degli autori contemporanei più importanti.
Messaggio modificato da fabiojappo il 28 December 2014 - 03:37 PM
Rispondi

 foto battleroyale 28 Dec 2014

Io ringrazio tantissimo fabio per avermi chiesto di recensire questo bel film. Non tra i migliori di Seidl, ma come sempre una visione bellissima.

E questa inquadratura? Basta anche solo questa per inchinarci.

Immagine inserita
Rispondi

 foto JulesJT 28 Dec 2014

Infiniti ringraziamenti a tutti quanti.

Visualizza Messaggiofabiojappo, il 28 December 2014 - 03:35 PM, ha scritto:

GraziaSS (da oggi nuovo nickname da subber, Grace de Kerouàc)

Carino il nuovo nick. :D

Visualizza Messaggiobattleroyale, il 28 December 2014 - 03:40 PM, ha scritto:

E questa inquadratura? Basta anche solo questa per inchinarci.

Quoto. Fantastica. :glasses:
Rispondi

 foto Dries 28 Dec 2014

Visualizza Messaggiobattleroyale, il 28 December 2014 - 03:40 PM, ha scritto:


E questa inquadratura? Basta anche solo questa per inchinarci.

Immagine inserita

ma anche no :em16:
Rispondi

 foto polpa 29 Dec 2014

E poi, diciamocelo, un film di Seidl dove non c'è soltanto gente brutta a vedersi, è già un evento di per sé. :em89:
Rispondi

 foto JulesJT 29 Dec 2014

Visualizza MessaggioDries, il 28 December 2014 - 08:20 PM, ha scritto:

ma anche no :em16:

Che ne sai? Magari Seidl ci ha fatto un favore coprendola... :em89: (Questa era cattiva, in effetti... :em83:).

Visualizza Messaggiopolpa, il 29 December 2014 - 05:15 PM, ha scritto:

E poi, diciamocelo, un film di Seidl dove non c'è soltanto gente brutta a vedersi, è già un evento di per sé. :em89:

Giustissimo. :em66:
Rispondi

 foto Re Nah Toh 29 Dec 2014

Tante grazie a battleroyale per la bella recensione e alla solita Grace de Kerouac per la traduzione lampo.
Rispondi

 foto Dries 30 Dec 2014

Visualizza MessaggioJulesJT, il 29 December 2014 - 07:46 PM, ha scritto:

Che ne sai? Magari Seidl ci ha fatto un favore coprendola... :em89: (Questa era cattiva, in effetti... :em83:).



Giustissimo. :em66:


si in effetti vedere non una ma ben 3 ragazze apparentemente fighe, e soprattutto sotto gli 80 kg , in un film di seidl è un evento :em16:
Rispondi