Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

[RECE][SUB] Yourself and Yours


7 risposte a questa discussione

#1 fabiojappo

    Regista

  • Moderatore
  • 4604 Messaggi:
  • Location:Alghero
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 08 December 2019 - 07:14 PM

Yourself and Yours

Dangsinjasingwa dangsinui geot


Immagine inserita


Anno: 2016
Durata: 86 min.
Regia: Hong Sang-soo

Cast:
Kim Ju-hyuk, Lee Yoo-Young
Kim Eui-sung, Kwon Hae-hyo

Immagine inserita



SINOSSI
È innamorato di lei, ma quando il pittore Youngsoo viene a sapere da un amico che la sua amata Minjung è stata vista ubriaca, comincia ad avere dei dubbi sulla loro relazione. Lei per contro aveva promesso di lasciar perdere gli alcolici, quindi qualcuno sta mentendo, ma chi?


COMMENTO
I coreani e le sbronze, le bevute interminabili di soju nei locali, la dipendenza etilica. Difficile pensare a un popolo così orgogliosamente dipendente dell’alcol come quello sudcoreano, nella cui cultura ubriacarsi non pare abbia alcuna connotazione disdicevole. Gli Alcolisti Anonimi qui devono cambiare lavoro. E a ciò si aggiunge la diffusa assenza nella popolazione, come in altre asiatiche, dell’enzima del fegato che smaltisce l’alcol etilico, per cui basta un bicchiere per andare fuori. Lo vediamo nel cinema di Hong Sangsoo, le cui narrazioni passano per i tanti momenti conviviali dove l’alcol scorre a fiumi. E un discepolo del regista, Noh Youngsoo, ha realizzato il film Daytime Drinking, vera e propria esaltazione del potere catartico dell’alcol, dello stato di ebbrezza come modo per esprimere al pieno noi stessi.
Ora però nel nuovo film di Hong Sangsoo, Yourself and Yours, sbarcato a Rotterdam dopo essere stato presentato in altri festival internazionali, qualcuno dà una connotazione negativa all’alcol. È il pittore Youngsoo che trova deprecabile che la sua fidanzata sia stata vista ubriacarsi, non tanto per il fatto in sé quanto perché senza di lui e a sua insaputa. Il delatore è un amico che si precipita a casa sua a riferire il pettegolezzo all’inizio del film, proprio come Mathieu/Fernando Rey entra nell’agenzia viaggi nell’incipit di Quell’oscuro oggetto del desiderio. Hong Sangsoo, grande seguace della Nouvelle Vague francese ora conduce un gioco dichiarato con Luis Buñuel. Il bere, in Yourself and Yours, comincia ad assumere così un significato di proibito, tale da generare la gelosia nell’uomo. E da una serie di altre battute – l’uomo che incontra la ragazza e le ricorda di quella volta che si erano ubriacati insieme – sembra tingersi di allusioni sessuali. “Ti hanno visto ubriacarti insieme a un altro”, parodiando Gianni Morandi. Il sessismo della società coreana, l’uomo che pensa di comandare, e la sua mancanza di fiducia verso la fidanzata che nega, porta alla rottura. “Se non smetti di bere ti mollo.” Si tratta dell’ennesimo tassello delle schermaglie tra i sessi raccontate dal regista di Woman Is the Future of Man. E l’emancipazione femminile passa per la rivendicazione di bere da sole. E, perché no, ubriacarsi.
Quando un altro personaggio incontra casualmente Minjung, le ricorda di quella volta che si erano ubriacati insieme, ma lei cade dalle nuvole e dopo ripetute insistenze rivela l’esistenza di una sorella gemella con cui si sarebbe confuso. Hong Sangsoo ci porta dalle parti della commedia degli equivoci, naturalmente giocata a modo suo. Raccontata con il suo stile di regia minimalista, di inquadrature fisse e ogni tanto uno zoom dirompente.
Si aprono due whodonit come fosse una detective story. Minjung si è davvero ubriacata quella volta? Minjung ha davvero una sorella gemella oppure è un trucco per prendersi gioco degli uomini possessivi e prepotenti? O è stata l’ubriachezza ad aver cancellato i ricordi? Oppure l’alienazione sociale fa sì che non riconosca i suoi partner di bevute, a differenza di loro che non se ne sono affatto dimenticati? Strano che Youngsoo, il suo fidanzato, non sia al corrente che la ragazza abbia una gemella. Quando l’ulteriore uomo, il regista, pure dice a Minjung di conoscerla e lei ancora cade dalle nuvole, stavolta non si giustifica con l’esistenza di una sorella, come mai? Ma il mistero si infittisce quando il secondo personaggio, ormai il suo ex, l’unico ad aver avuto la rivelazione della gemella, la vede e lei nuovamente non lo riconosce, e lui si stupisce, avendo ormai conosciuto entrambe le sorelle. Minjung dice di non aver mangiato, ma l’abbiamo appena vista cenare nella scena precedente. Quando Minjung ritorna insieme a Youngsoo, la sua gemella lascia l’altro. Forse sono davvero la stessa persona? Ogni volta che si passa da una scena con una gemella e una scena con l’altra, queste hanno sempre lo stesso vestito, del resto.
A un certo punto Hong ci mostra la situazione di un manichino in una vetrina, cui viene cambiato il vestito. Minjung cambia i suoi abiti interiori e gioca con gli uomini gretti e ottusi. È lei a lanciare loro delle metaforiche secchiate d’acqua, come quelle del film di Buñuel. Conchita può assumere le fattezze di Carole Bouquet e Ángela Molina, Minjong può assumere diverse personalità ma rimanendo nella stessa fattezza. I gemelli sono uguali fuori ma diversi dentro proprio come i film di Hong Sangsoo, tutti molto simili, variazioni sul tema, ripetitivi all’apparenza.
Minjong ottiene la riconciliazione con il fidanzato sguinzagliando le sue personalità. E rivitalizza il loro rapporto con una sorta di “reset”. D’ora in poi Youngsoo ignorerà qualsiasi maldicenza e con involontaria ironia le dice “Grazie di essere te stessa”. Ma lei a letto, nello stacco con la candela che si è ridotta, sparirà: la sua presenza è quanto mai fantasmatica. L’importante è che nella riconciliazione si confermi il potere salvifico del bere: “Non beviamo che per ubriacarci”, “Bevi quanto vuoi, non c’è nulla di sbagliato nel bere”. Konbae!
[recensione da Quinlan.it scelta dal subber MarcoMx]


Immagine inserita



SOTTOTITOLI
(versione: bluray)


Traduzione: MarcoMx



Immagine inserita


Messaggio modificato da fabiojappo il 08 December 2019 - 07:45 PM


#2 fabiojappo

    Regista

  • Moderatore
  • 4604 Messaggi:
  • Location:Alghero
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 08 December 2019 - 07:51 PM

Parte con questo rilascio un ciclo di film di Hong Sang-soo, grazie ai sottotitoli proposti da MarcoMx. Per gli appassionati del regista, e per chi vuole iniziare a conoscerlo, attenzione anche alle prossime uscite :em67: :em69:

Messaggio modificato da fabiojappo il 09 December 2019 - 08:41 PM


#3 François Truffaut

    Wonghiano

  • Amministratore
  • 13069 Messaggi:
  • Location:Oriental Hotel
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 09 December 2019 - 04:31 PM

Ottimo, sono un estimatore di Hong e non posso che esserne felice!
Sottotitoli per AsianWorld: The Most Distant Course (di Lin Jing-jie, 2007) - The Time to Live and the Time to Die (di Hou Hsiao-hsien, 1985) - The Valiant Ones (di King Hu, 1975) - The Mourning Forest (di Naomi Kawase, 2007) - Loving You (di Johnnie To, 1995) - Tokyo Sonata (di Kiyoshi Kurosawa, 2008) - Nanayo (di Naomi Kawase, 2008)

#4 JulesJT

    Wu-Tang Lover

  • Moderatore
  • 4721 Messaggi:
  • Location:Valhalla degli Otaku
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 09 December 2019 - 05:35 PM

"Un Hong fa sempre bene!", dice il mio medico. :doof:

Immagine inserita


Cinema Asiatico:
Welcome to the Space Show, Udaan (2010), Goyōkin, Fuse, Dragon Town Story, The River with No Bridge, ILO ILO, A Time in Quchi
Still the Water, Norte - the End of History, The Terrorizers, Yi Yi, Stray Dogs, Tag,
Cemetery of Splendour, A Brighter Summer Day,
Labour of Love,Double Suicide, Japanese Girls at the Harbor, Nobi (Fires on the Plain), The Postmaster, Radiance, Liz and the Blue Bird
Modest Heroes,
The Seen and Unseen, Killing

L'Altro Cinema:
Kriegerin, Chop Shop, Marilena de la P7, Kinderspiel, Kes, Abbas Kiarostami (special), Hanami, L'enfance nue, Short Term 12
Mamasunción, The Rocket, The Selfish Giant,
Argentinian Lesson, Holubice, The Long Day Closes, Mon oncle Antoine, O som do Tempo
Mammu, es tevi mīlu, Skin, Une histoire sans importance, Couro de Gato, Los motivos de Berta, Ne bolit golova u dyatla, Valuri, Club Sandwich
, Whiplash, The Strange Little Cat, Cousin Jules, La fugue, Susa, Corn Island, Beshkempir, The Better Angels, Paul et Virginie, Im Keller, Ich Seh Ich Seh, Harmony Lessons, Medeas, Jess + Moss, Foreign Land, Ratcatcher, La maison des bois, Bal, The Valley of the Bees, Los insólitos peces gato, Jack, Être et avoir, Egyedül, Évolution, Hide Your Smiling Faces, Clouds of Glass, Les démons, On the Way to the Sea, Interlude in the Marshland, Tikkun, Montanha, Respire, Blind Kind, Kelid, Sameblod, Lettre d'un cinéaste à sa fille, Warrendale, The Great White Silence, Manhã de Santo António, The Wounded Angel, Days of Gray, Voyage of Time: Life's Journey,Quatre nuits d'un rêveur, This Side of Paradise, La jeune fille sans mains, La petite fille qui aimait trop les allumettes, CoinCoin et les Z'inhumains, Brothers, Permanent Green Light, Ryuichi Sakamoto: Coda, Travel Songs, Reminiscences of a Journey to Lithuania, Retouch, Barn, Fauve, Fragment of an Empire,

Drama: Oshin, Going My Home
Focus: AW - Anime Project 2013, Sull'Onda di Taiwan, Art Theatre Guild of Japan, Allan King, Jonas Mekas,

#5 Woody

    Microfonista

  • Membro
  • 174 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 11 December 2019 - 04:27 PM

Grazie, ottima proposta un ciclo sui suoi film! Purtroppo non riesco a ricordarmi se questo l'ho già visto oppure no :D

#6 ggrfortitudo

    Cameraman

  • Membro
  • 544 Messaggi:
  • Location:Ozieri (SS)
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 12 December 2019 - 10:16 AM

Grazie per la proposta: i nuovi suggerimenti per me sono una manna. Mi sto procurando il film, spero di vederlo in fretta.

#7 Mr. Noodles

    Operatore luci

  • Membro
  • 337 Messaggi:
  • Sesso:

Inviato 12 December 2019 - 07:20 PM

concordo, questo nuovo ciclo su Hong è una manna... perché li avevo quasi esauriti i suoi film sottotitolati da voi ;)

#8 ggrfortitudo

    Cameraman

  • Membro
  • 544 Messaggi:
  • Location:Ozieri (SS)
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 07 May 2020 - 09:22 PM

Appena finito di vederlo.
Amo questi film con dialoghi così serrati, taglienti, disturbanti e comunque raffinati.
Fantastica anche la fotografia e la scenografia.
Hong è un maestro nel metterti a disagio con le storie degli altri.

:South_Korea: :South_Korea: :South_Korea: :South_Korea:





1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi