Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

[RECE] The Assassin


21 risposte a questa discussione

#1 paxy

    Microfonista

  • Collaboratore
  • 112 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 23 October 2015 - 11:23 AM

Immagine inserita

Titolo originale: "Nie yin niang" (聶隱娘)
Regia: Hou Hsiao-hsien
Paese: Taiwan
Anno: 2015
Genere: Drammatico
Durata: 107'
Lingua: Mandarino
Interpreti: Shu Qi (Nie Yinniang), Chang Chen (Tian Ji'an), Tsumabuki Satoshi

Immagine inserita Immagine inserita



Ultima opera del camaleontico talento di Hou Hsiao-hsien, “The Assassin” si rivela essere un lavoro estremo e pienamente riuscito nella propria totale irregolarità di fondo. Difficilmente si era assistito in passato ad un lavoro di simile eccentricità stilistica, tanto trasgressivo da riuscire a stravolgere il proprio genere per farne trasparire nient’altro che una forte vena autoriale, ora decisamente rinvigorita. Così, l’operazione del regista taiwanese risulta essere di vitale importanza sia dal punto di vista stilistico che da quello storico; qui non si tratta di sottomettere il genere ad una riflessione umana o esistenziale, come poteva considerarsi l’approccio di Kobayashi al Jidaigeki, quanto piuttosto di dare piena vita agli spazi, tempo agli attimi, così da permettere una contemplazione muta, completa e totalizzante, che imploda in un mare di eterni silenzi.
Cina. Dinastia Tang. Addestrata fin da giovane, forgiata dall’oscura mente della sua guida, Nie Yinniang è diventata un’insensibile, micidiale killer. Qualcosa però si smuove nel suo animo, una magnanimità che, constatata nel suo ultimo incarico, verrà punita col più atroce dei compiti: giustiziare il suo passato promesso sposo, ora comandante della più grande regione Cinese, riaffrontando la propria terra natale e gli spettri di una memoria troppo a lungo sepolta. Il tempo volge al termine, le sensazioni sembrano prevalere sul dovere, il rimpianto sulla coscienza.

Immagine inserita

Un racconto apparentemente rimarchevole che presto scopre però la propria irrisorietà rivestita all’interno dell’opera. La narrazione infatti è sviluppata per frammenti, per mini-sequenze che tutto manifestano fuorché una volontà di raccontare una storia. Ed è attraverso quest’assenza di peso narrativo, questo non voler conformarsi ai film del genere, stupendo nella ripresa apatica delle (poche) scene d’azione, che il film si denuncia nella propria forma di wuxia mascherato, finto action-movie spogliato di una struttura predefinita ed, anzi, di natura fortemente eterodossa. Ecco quindi, che la ricerca linguistica di Hsiao-hsien trova finalmente piena riuscita, perdendo quello stato tautologico che la incatenava ad un ritmo troppo spesso uniforme, ed esprimendosi attraverso una grammatica direttiva estremamente curata e meticolosa, palesata sotto forma di movimenti di macchina lenti e costanti che si alternano a riprese della natura dalla staticità fortemente evocativa. Un ensemble formale che si sposa perfettamente con la fotografia, la quale inizialmente priva le immagini di saturazione per poi consegnare loro calore, vivacità e una forte carica suggestiva.
Se dunque risulta proprio la struttura essere l’elemento chiave per la comprensione dell’intero meccanismo filmico, che precede la narrazione lasciando dispersi ragguagli o sintesi destabilizzanti, si comprende altresì che tale propensione non sfugge del tutto ad una certa logica, elaborando una tesi di congiunzione tra il genere stesso del film e tale attitudine appena illustrata. La vastità degli scenari, l’incredibile sensazione di attesa, di meditazione che si avverte dall’attenta contemplazione dell’opera, gli stessi atteggiamenti dei personaggi, pacati e trascinati dalla logica autoriale del profondo assorbimento quasi in una sorta di panismo, lasciano dunque avvertire la volontà di sovvertire l’intera prevedibilità del soggetto facendo sì che lo spettatore metabolizzi lo stato d’animo della giovane protagonista e ingrandendo tale percezione tanto da sovvertire ogni altra priorità all’interno dell’opera stessa. Ed è proprio grazie a tali prese di posizione che The Assassin riesce a distinguersi dalle altre pellicole del genere d’arti marziali in maniera così meritevole, grazie cioè ad una logica forse contraddittoria ma efficace, ottimamente resa e favorevole all’intreccio tra atto e idea, ragione e sentimento, visibile e non visibile: un gioco di accostamenti, un intenso ritorno alle origini, un affascinante stimolo alla visione, imperdibile e sensazionale.
[fonte: cinepaxy]

Immagine inserita



Traduzione: Îshta

Quality check: JulesJT



Scheda dove votare il film




ATTENZIONE
Questo titolo è ora uscito in Italia
AsianWorld si prefigge la promozione e la diffusione della cultura cinematografica asiatica.
Per questo motivo i sottotitoli relativi a questo film sono stati ritirati.
Supporta anche tu il cinema asiatico, acquistando questa pellicola in dvd.





Messaggio modificato da fabiojappo il 02 October 2016 - 09:26 AM

Sito web - Pagina Facebook - Canale YouTube

Traduzioni Cinema Asiatico:
The Clone Returns Home (Nakajima); The Backwater (Aoyama); Over Your Dead Body (Miike); Behemoth (Liang); Genpin (Kawase)

Traduzioni L'altro Cinema:
Je t'aime, je t'aime (Resnais); Horse Money (Costa); Nathalie Granger (Duras), Our Man (Costa), Ossos (Costa), Ne change rien (Costa); Slow Action (Rivers); Come on Children (King); A Married Couple (King); La valle chiusa (Rousseau); La belle Nivernaise (Epstein); Garoto (Bressane); Tokyo Days (Marker); Be seeing you (Marker); Description of a Struggle (Marker); The Koumiko Mystery (Marker)

Focus:
Pedro Costa, Allan King, Chris Marker

#2 paxy

    Microfonista

  • Collaboratore
  • 112 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 23 October 2015 - 11:31 AM

Di mio c'è solo la recensione, grazie quindi ad Ishta per la traduzione e a Jules per la gestione del tutto. Sottotitoli immancabili nell'archivio del forum.
Sito web - Pagina Facebook - Canale YouTube

Traduzioni Cinema Asiatico:
The Clone Returns Home (Nakajima); The Backwater (Aoyama); Over Your Dead Body (Miike); Behemoth (Liang); Genpin (Kawase)

Traduzioni L'altro Cinema:
Je t'aime, je t'aime (Resnais); Horse Money (Costa); Nathalie Granger (Duras), Our Man (Costa), Ossos (Costa), Ne change rien (Costa); Slow Action (Rivers); Come on Children (King); A Married Couple (King); La valle chiusa (Rousseau); La belle Nivernaise (Epstein); Garoto (Bressane); Tokyo Days (Marker); Be seeing you (Marker); Description of a Struggle (Marker); The Koumiko Mystery (Marker)

Focus:
Pedro Costa, Allan King, Chris Marker

#3 ╬shta

    Cameraman

  • Moderatore
  • 574 Messaggi:
  • Location:Emilia
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 23 October 2015 - 11:51 AM

Un opera veramente particolare quella di Hou Hsiao-hsien.
Fuori dagli schemi del genere, e ricca di introspezione silenziosa.

Il Cinema Taiwanese è un Pantheon di artisti ed è tutto da scoprire.

Messaggio modificato da ╬shta il 23 October 2015 - 12:04 PM

❀ ••• ••• ••• ❀


Traduzioni: Mai Mai Miracle (di Sunao Katabuchi, 2009) - Happy Ero Christmas (di Lee Geon-dong, 2005) - Flower in the Pocket (di Liew Seng Tat, 2007) - Summer Vacation 1999 (di Shusuke Kaneko, 1988) - Haru's Journey (di Masahiro Kobayashi, 2010) - Otona Joshi no Anime (Special 1, 2011) - Usagi Drop (di Sabu, 2011) - Yellow Elephant (di Ryuichi Hiroki, 2013) - We Were There parte 1&2 (di Miki Takahiro, 2012) - Cherry Tomato (di Jung Young-Bae, 2007) - The Assassin (di Hou Hsiao-Hsien, 2015) - 100 Yen Love (di Masaharu Take, 2014), Fruits Of Faith (di Yoshihiro Nakamura, 2013) - Umi No Futa (di Keisuke Toyoshima, 2015), Close-Knit (di Ogigami Naoko, 2017), Run Genta Run (di Tasaka Tomotaka, 1961)
Traduzioni in Collaborazione: Love For Live (di Gu Changwei, 2011) - Typhoon Club (di Somai Shinji, 1985) - Inochi (di Tetsuo Shinohara, 2002)
Revisioni: Tenchi: The Samurai Astronomer (di Takita Yojiro, 2012)
Drama: Seirei no Moribito (2016-2017), Chang-Ok Letter (di Iwai Shunji, 2017)

FOCUS SOMAI SHINJI: Sailor Suit and Machine Gun (1981) - The Catch (1983) - Moving (1993) - The Friends (1994)








❀ ••• ••• ••• ❀


Immagine inserita


❀ ••• ••• ••• ❀


Immagine inserita


rescue, rehab, release. . . and inspire


#4 bleetek

    PortaCaffÚ

  • Membro
  • 15 Messaggi:
  • Sesso:

Inviato 23 October 2015 - 06:16 PM

grazie!

#5 Woody

    Microfonista

  • Membro
  • 161 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 23 October 2015 - 08:08 PM

Che grandissima proposta!
Non vedo l'ora di vederlo, non so cosa aspettarmi, grazie mille!

#6 JulesJT

    Wu-Tang Lover

  • Moderatore
  • 4331 Messaggi:
  • Location:Walhalla degli Otaku
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 23 October 2015 - 08:25 PM

Lungometraggio della "tripla H che non perdona" caratterizzato da una regia pulitissima condita da dialoghi mai banali e, soprattutto, ben distribuiti. Notevolissima anche la cura per il comparto costumi che non ha nulla da invidiare a opere quali "La città proibita" del divin Yimou. Alterna sapientemente ritmi distesi e pacati a scene incalzanti. Affascinante.

Revisione è un termine decisamente esagerato. Il mio è stato più che altro un controllo veloce.
Quality check è più corretto. Bravissima Îshta.

Un immenso grazie al prode paxy che ha sfornato in breve tempo un'ottima recensione.
Ho apprezzato soprattutto questo passaggio:

paxy, il 23 October 2015 - 11:23 AM, ha scritto:

Il tempo volge al termine, le sensazioni sembrano prevalere sul dovere, il rimpianto sulla coscienza.

Raffinato. :em41:

Immagine inserita


Cinema Asiatico:
Welcome to the Space Show, Udaan (2010), Goyōkin, Fuse, Dragon Town Story, The River with No Bridge, ILO ILO, A Time in Quchi
Still the Water, Norte - the End of History, The Terrorizers, Yi Yi, Stray Dogs, Tag,
Cemetery of Splendour, A Brighter Summer Day,
Labour of Love,Double Suicide, Japanese Girls at the Harbor, Nobi (Fires on the Plain), The Postmaster, Radiance

L'Altro Cinema:
Kriegerin, Chop Shop, Marilena de la P7, Kinderspiel, Kes, Abbas Kiarostami (special), Hanami, L'enfance nue, Short Term 12
Mamasunción, The Rocket, The Selfish Giant,
Argentinian Lesson, Holubice, The Long Day Closes, Mon oncle Antoine, O som do Tempo
Mammu, es tevi mīlu, Skin, Une histoire sans importance, Couro de Gato, Los motivos de Berta, Ne bolit golova u dyatla, Valuri, Club Sandwich
, Whiplash, The Strange Little Cat, Cousin Jules, La fugue, Susa, Corn Island, Beshkempir, The Better Angels, Paul et Virginie, Im Keller, Ich Seh Ich Seh, Harmony Lessons, Medeas, Jess + Moss, Foreign Land, Ratcatcher, La maison des bois, Bal, The Valley of the Bees, Los insólitos peces gato, Jack, Être et avoir, Egyedül, Évolution, Hide Your Smiling Faces, Clouds of Glass, Les démons, On the Way to the Sea, Interlude in the Marshland, Tikkun, Montanha, Respire, Blind Kind, Kelid, Sameblod, Lettre d'un cinéaste à sa fille, Warrendale, The Great White Silence, Manhã de Santo António, The Wounded Angel, Days of Gray, Voyage of Time: Life's Journey,Quatre nuits d'un rêveur, This Side of Paradise, La jeune fille sans mains, La petite fille qui aimait trop les allumettes,

Drama: Oshin, Going My Home
Focus: AW - Anime Project 2013, Sull'Onda di Taiwan, Art Theatre Guild of Japan, Allan King

#7 Arms

    Microfonista

  • Membro
  • 203 Messaggi:
  • Location:Roma
  • Sesso:

Inviato 23 October 2015 - 08:40 PM

Grazie mille! Volevo proprio vederlo!
Immagine inserita

#8 tartakirka

    Ciakkista

  • Membro
  • 72 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 25 October 2015 - 07:19 AM

sbaglio o ci sono solo versioni con hardsub orientali?

ciao a tutti!

#9 JulesJT

    Wu-Tang Lover

  • Moderatore
  • 4331 Messaggi:
  • Location:Walhalla degli Otaku
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 25 October 2015 - 10:53 AM

tartakirka, il 25 October 2015 - 07:19 AM, ha scritto:

sbaglio o ci sono solo versioni con hardsub orientali?

Sì, per adesso ci sono solo quelle.

Immagine inserita


Cinema Asiatico:
Welcome to the Space Show, Udaan (2010), Goyōkin, Fuse, Dragon Town Story, The River with No Bridge, ILO ILO, A Time in Quchi
Still the Water, Norte - the End of History, The Terrorizers, Yi Yi, Stray Dogs, Tag,
Cemetery of Splendour, A Brighter Summer Day,
Labour of Love,Double Suicide, Japanese Girls at the Harbor, Nobi (Fires on the Plain), The Postmaster, Radiance

L'Altro Cinema:
Kriegerin, Chop Shop, Marilena de la P7, Kinderspiel, Kes, Abbas Kiarostami (special), Hanami, L'enfance nue, Short Term 12
Mamasunción, The Rocket, The Selfish Giant,
Argentinian Lesson, Holubice, The Long Day Closes, Mon oncle Antoine, O som do Tempo
Mammu, es tevi mīlu, Skin, Une histoire sans importance, Couro de Gato, Los motivos de Berta, Ne bolit golova u dyatla, Valuri, Club Sandwich
, Whiplash, The Strange Little Cat, Cousin Jules, La fugue, Susa, Corn Island, Beshkempir, The Better Angels, Paul et Virginie, Im Keller, Ich Seh Ich Seh, Harmony Lessons, Medeas, Jess + Moss, Foreign Land, Ratcatcher, La maison des bois, Bal, The Valley of the Bees, Los insólitos peces gato, Jack, Être et avoir, Egyedül, Évolution, Hide Your Smiling Faces, Clouds of Glass, Les démons, On the Way to the Sea, Interlude in the Marshland, Tikkun, Montanha, Respire, Blind Kind, Kelid, Sameblod, Lettre d'un cinéaste à sa fille, Warrendale, The Great White Silence, Manhã de Santo António, The Wounded Angel, Days of Gray, Voyage of Time: Life's Journey,Quatre nuits d'un rêveur, This Side of Paradise, La jeune fille sans mains, La petite fille qui aimait trop les allumettes,

Drama: Oshin, Going My Home
Focus: AW - Anime Project 2013, Sull'Onda di Taiwan, Art Theatre Guild of Japan, Allan King





1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi