Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

[RECE][SUB] Lonely Fifteen


2 risposte a questa discussione

#1 fabiojappo

    Regista

  • Moderatore
  • 4682 Messaggi:
  • Location:Alghero
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 10 February 2021 - 07:08 PM

Lonely Fifteen

Leung mooi zai

Immagine inserita

Anno: 1982
Durata: 90 min.
Genere: Drammatico

Regia: David Lai

Cast:
Becky Lam, Irene Wan
Mak Tak-who, John Au

Immagine inserita




Presentazione e sottotitoli a cura di MarcoMx

Gli spettatori di oggi, desensibilizzati da tre decenni di pellicole cantonesi strabordanti di ragazzine erranti, potrebbero trovare difficile immaginare l’impatto originale avuto da Lonely Fifteen, dramma neorealista che ha aperto le porte nel 1982 a questo “filone”. Certo, c’erano già state molte cattive ragazze sullo schermo negli anni precedenti a questo classico della New Wave, soprattutto le eroine e le antieroine di Teddy Girls (1969). Ma il sesso e le droghe in stile anni Sessanta di quella generazione precedente erano ridicole rispetto alle scorribande più audaci delle studentesse perdute di Lonely Fifteen.

Sebbene si possa anche considerare un adattamento “non ufficiale” del celeberrimo film tedesco Christiane F (1981), basato su fatti reali, il film di David Lai Tai-wai è al 100% di carattere hongkonghese, un vero tributo all’orecchio dello sceneggiatore Manfred Wong Man-chun per i dialoghi e all’utilizzo di luoghi autentici da parte della produzione. Gli anelli più deboli della narrazione sono gli incidenti melodrammatici “presi in prestito” dall'opera tedesca. Questi avevano un senso nel contesto europeo di Christiane F, ma sembrano artificiosi nelle vicende degli angeli caduti Becky (Becky Lam Pik-kei) e Irene (Irene Wan Pik-ha) tra le strade decadenti della colonia di allora. Il fatto che gli atti conservino l’aspetto della realtà è dovuto alla tecnica grezza applicata dal produttore Johnny Mak Tong-hung e dal regista Lai, che qui segnano il loro passaggio cruciale dalla televisione al cinema. Con l’abile assistenza del direttore della fotografia Bob Thompson, Mak e Lai hanno raccontato le vicissitudini di Becky in una serie caleidoscopica di luoghi suggestivi. Il cast composto da facce nuove ha fatto sì che il pubblico potesse credere che gli attori stessero interpretando se stessi.

Lonely Fifteen fu un successo di critica e di pubblico, fu nominato per sette Hong Kong Film Awards e vendette più biglietti de I predatori dell’arca perduta. E ha certamente aperto le porte a un sottogenere incentrato su ragazze “selvagge e indipendenti”. Più recentemente, le co-protagoniste di Lonely Fifteen, Wan – l’unico membro del cast ad avere una carriera cinematografica importante - e Peter Mak Tak-woh, hanno fatto la loro comparsa in May We Chat (2013) di Philip Yung Tsz-kwong, un film presentato come una rivisitazione del 21° secolo di questo coming of age divenuto un cult. [fonte: filmcritics.org.hk]



Immagine inserita




SOTTOTITOLI
(versione: bluray)



Immagine inserita


Messaggio modificato da fabiojappo il 10 February 2021 - 07:46 PM


#2 nickmattel

    Direttore della fotografia

  • Membro storico
  • 1868 Messaggi:
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 12 February 2021 - 08:40 AM

:em41: tnx
"Così, per l'avidità di arricchirsi, perse anche la possibilità di ricevere quanto aveva ricevuto fino a quel giorno."
[cit] Esopo; La gallina dalle uova d'oro

#3 JulesJT

    Wu-Tang Lover

  • Moderatore
  • 4809 Messaggi:
  • Location:Valhalla degli Otaku
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 12 February 2021 - 11:34 PM

Grazie.

Immagine inserita


Cinema Asiatico:
Welcome to the Space Show, Udaan (2010), Goyōkin, Fuse, Dragon Town Story, The River with No Bridge, ILO ILO, A Time in Quchi
Still the Water, Norte - the End of History, The Terrorizers, Yi Yi, Stray Dogs, Tag,
Cemetery of Splendour, A Brighter Summer Day,
Labour of Love,Double Suicide, Japanese Girls at the Harbor, Nobi (Fires on the Plain), The Postmaster, Radiance, Liz and the Blue Bird
Modest Heroes,
The Seen and Unseen, Killing, Dwelling in the Fuchun Mountains, The Woman Who Ran,


L'Altro Cinema:
Kriegerin, Chop Shop, Marilena de la P7, Kinderspiel, Kes, Abbas Kiarostami (special), Hanami, L'enfance nue, Short Term 12
Mamasunción, The Rocket, The Selfish Giant,
Argentinian Lesson, Holubice, The Long Day Closes, Mon oncle Antoine, O som do Tempo
Mammu, es tevi mīlu, Skin, Une histoire sans importance, Couro de Gato, Los motivos de Berta, Ne bolit golova u dyatla, Valuri, Club Sandwich
, Whiplash, The Strange Little Cat, Cousin Jules, La fugue, Susa, Corn Island, Beshkempir, The Better Angels, Paul et Virginie, Im Keller, Ich Seh Ich Seh, Harmony Lessons, Medeas, Jess + Moss, Foreign Land, Ratcatcher, La maison des bois, Bal, The Valley of the Bees, Los insólitos peces gato, Jack, Être et avoir, Egyedül, Évolution, Hide Your Smiling Faces, Clouds of Glass, Les démons, On the Way to the Sea, Interlude in the Marshland, Tikkun, Montanha, Respire, Blind Kind, Kelid, Sameblod, Lettre d'un cinéaste à sa fille, Warrendale, The Great White Silence, Manhã de Santo António, The Wounded Angel, Days of Gray, Voyage of Time: Life's Journey,Quatre nuits d'un rêveur, This Side of Paradise, La jeune fille sans mains, La petite fille qui aimait trop les allumettes, CoinCoin et les Z'inhumains, Brothers, Permanent Green Light, Ryuichi Sakamoto: Coda, Travel Songs, Reminiscences of a Journey to Lithuania, Retouch, Barn, Fauve, Fragment of an Empire, Ravens, The Trouble with Being Born, Without,

Drama: Oshin, Going My Home
Focus: AW - Anime Project 2013, Sull'Onda di Taiwan, Art Theatre Guild of Japan, Allan King, Jonas Mekas,





1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi