Vai al contenuto

IP.Board Style© Fisana
 

[RECE][SUB] Three Sisters with Maiden Hearts


3 risposte a questa discussione

#1 fabiojappo

    Regista

  • Moderatore
  • 4099 Messaggi:
  • Location:Alghero
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 05 December 2017 - 07:09 PM

Three Sisters with Maiden Hearts

Otome-gokoro sannin shimai


Immagine inserita


Anno: 1935
Durata: 75 min.
Durata: Drammatico

Regia: Mikio Naruse


Cast:
Chikako Hosokawa, Masako Tsutsumi, Ryuko Umezono
Chitose Hayashi, Chisato Matsumoto, Masako Sanjo



Immagine inserita



Una dispotica donna di una certa età gestisce un piccolo gruppo di ragazze che cercano di guadagnare qualcosa girando con lo shamisen il quartiere di Asakusa, a Tokyo. Tra queste c'è la figlia O-Some che sopporta questa vita difficile e aiuta le compagne quando vengono rimproverate dalla severa madre. Che oltre a O-Some ha altre due figlie. Chieko, la più giovane, fa la ballerina in un locale e frequenta di nascosto il benestante Aoyama, mentre O-Ren, la maggiore delle tre sorelle, è fuggita con l'uomo che ama, Kosugi, un pianista dalla salute cagionevole.


Adattamento del racconto Asakusa no shimai di Yasunari Kawabata, è il primo film parlato di Naruse dopo l'esperienza del cinema muto. E il lavoro sul sonoro, con le musiche, è uno degli aspetti interessanti del lungometraggio che già mostra alcune delle caratteristiche principali del cinema del maestro giapponese. Dall'attenzione per i personaggi femminili alla descrizione dei quartieri popolari. In questo caso Asakusa, ritratta spesso di notte, dove si muovono le intrattenitrici con lo shamisen che oltre al deprimente lavoro - cacciate dai locali, derise, molestate - non hanno il minimo conforto dalla donna despota per la quale sono sostanzialmente al servizio. Delle tre sorelle il perno della narrazione è O-Some, l'unica che lavora ancora per la madre come musicista girovaga. Un destino che accetta, ma con dignità (emblematico il rifiuto secco a un uomo che allunga le mani in un bar), e non l'allontana dalle sorelle che per motivi diversi fanno un'altra vita. Al contrario le sostiene, diventa per loro una sorta di angelo custode. Le cose che forse funzionano meno sono l'utilizzo di alcuni flashback per raccontare la vicenda della sorella maggiore, O-Ren, e la serie di coincidenze che portano sul finale. Peraltro molto bello, grazie a una scena conclusiva di grande forza.


Immagine inserita



SOTTOTITOLI


Traduzione: Meiko Kaji



Speciale Naruse





Immagine inserita


Messaggio modificato da fabiojappo il 05 December 2017 - 09:43 PM


#2 JulesJT

    Wu-Tang Lover

  • Moderatore
  • 4211 Messaggi:
  • Location:Walhalla degli Otaku
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 06 December 2017 - 10:13 PM

Grazie mille! Comincia la scorpacciata firmata Naruse. :em28:

Immagine inserita


Cinema Asiatico:
Welcome to the Space Show, Udaan (2010), Goyōkin, Fuse, Dragon Town Story, The River with No Bridge, ILO ILO, A Time in Quchi
Still the Water, Norte - the End of History, The Terrorizers, Yi Yi, Stray Dogs, Tag,
Cemetery of Splendour, A Brighter Summer Day,
Labour of Love,Double Suicide, Japanese Girls at the Harbor, Nobi (Fires on the Plain), The Postmaster,

L'Altro Cinema:
Kriegerin, Chop Shop, Marilena de la P7, Kinderspiel, Kes, Abbas Kiarostami (special), Hanami, L'enfance nue, Short Term 12
Mamasunción, The Rocket, The Selfish Giant,
Argentinian Lesson, Holubice, The Long Day Closes, Mon oncle Antoine, O som do Tempo
Mammu, es tevi mīlu, Skin, Une histoire sans importance, Couro de Gato, Los motivos de Berta, Ne bolit golova u dyatla, Valuri, Club Sandwich
, Whiplash, The Strange Little Cat, Cousin Jules, La fugue, Susa, Corn Island, Beshkempir, The Better Angels, Paul et Virginie, Im Keller, Ich Seh Ich Seh, Harmony Lessons, Medeas, Jess + Moss, Foreign Land, Ratcatcher, La maison des bois, Bal, The Valley of the Bees, Los insólitos peces gato, Jack, Être et avoir, Egyedül, Évolution, Hide Your Smiling Faces, Clouds of Glass, Les démons, On the Way to the Sea, Interlude in the Marshland, Tikkun, Montanha, Respire, Blind Kind, Kelid, Sameblod, Lettre d'un cinéaste à sa fille, Warrendale, The Great White Silence, Manhã de Santo António, The Wounded Angel, Days of Gray,

Drama: Oshin, Going My Home
Focus: AW - Anime Project 2013, Sull'Onda di Taiwan, Art Theatre Guild of Japan, Allan King

#3 Iloveasia

    Ciakkista

  • Membro
  • 89 Messaggi:
  • Location:Milano
  • Sesso:

Inviato 07 December 2017 - 12:30 AM

Innanzitutto grazie, Fabio (e al traduttore), per questa preziosa retrospettiva: come ben sai, l'aspettavo da tempo. Sottoscrivo tutti i lati positivi del film e anche le riserve che hai sollevato. Ma qui c'è "in nuce" la poetica del futuro Naruse: una gran squadra di donne, l'ambientazione popolare. E infine il bel finale: cosa a cui l cinema di Naruse ci ha spesso abituato, con esiti a volte straordinari.
Aspetto i prossimi! :em05:

#4 fabiojappo

    Regista

  • Moderatore
  • 4099 Messaggi:
  • Location:Alghero
  • Sesso:

  • I prefer: cinema

Inviato 08 December 2017 - 12:52 PM

Visualizza MessaggioIloveasia, il 07 December 2017 - 12:30 AM, ha scritto:

Innanzitutto grazie, Fabio (e al traduttore)
Soprattutto al traduttore. Il grande merito va a Meiko Kaji

Citazione

Aspetto i prossimi!
Grazie per l'attenzione. Aspettiamo con interesse commenti dopo le visioni :)





1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi